Indicatore Money Flow Index (MFI)

Il Money Flow Index, comunemente chiamato anche MFI, è un oscillatore che utilizza sia il prezzo che il volume per misurare la pressione di acquisto, ma anche quella di vendita.

Fu creato da Gene Quong e Avrum Saudack, il MFI è anche conosciuto come "RSI con volume ponderato".

L'MFI si basa sul prezzo per ogni periodo. Il Money Flow è positivo quando il prezzo tipico sale (pressione di acquisto) e negativo invece quando il prezzo tipico decresce (pressione di vendita). Il rapporto del flusso di denaro positivo e negativo è poi inserito in una formula RSI che crea un oscillatore che si muove tra zero e 100.

L'MFI è perfetto per identificare inversioni e estremi di prezzo con un varietà di segnali.

Interpretare l'MFI

Indicatore Money Flow Index (MFI) nell'analisi tecnica

L'MFI è in soldoni una sorta di RSI ponderato in base ai volumi, e quindi può essere a sua volta interpretato in maniera molto simile all'RSI. La grande differenza è che qui è presente anche il volume.

Il volume viene quindi inserito nella formula, e ovviamente il Money Flow si comporterà in maniera alquanto differente rispetto all'RSI.

Uno dei modi migliori per interpretare i segnali è in primo luogo di guardare le condizioni di ipervenduto e ipercomprato, che possono segnalare estremi di prezzo insostenibili. In secondo luogo, le divergenze bullish e bearish possono essere utilizzate per prevedere le inversioni di trend. In terzo luogo, gli swing interrotti (rotture) a 80 o 20 possono essere utilizzati per identificare inversioni di prezzo. Per questo articolo, le divergenze e le rotture possono essere combinate per creare un solo groppo di segnali, che ci aiuteranno quindi ad incrementare la robustezza del segnale.

Ipercomprato e Ipervenduto

I livelli di ipercomprato ed ipervenduto, possono essere utilizzati per identificare estremi di prezzo che non sono sostenibili. Tipicamente, un MFI sopra gli 80 viene considerato ipercomprato, ed un MFI sotto i 20 viene di rimando considerato come ipervenduto. Trend energici possono presentare dei problemi per questi classici livelli da ipervenduto e ipercomprato. MFI può diventare ipercomprato e i prezzi potrebbero quindi semplicemente continuare ad andare verso l'alto, in caso di forte uptrend. Al contrario, il MFI può entrare in ipervenduto e prezzi potrebbero continuare a procedere al ribasso quando il downtrend è molto forte. Per risolvere questo problema, conviene utilizzare il livello 90 come livello "veramente" ipercomprato, e il livello 10 come "veramente" ipervenduto. Quindi se il prezzo continua a mantenersi nel range "tranquillo" di 90/10, oltre questi livelli siamo davanti a degli interessanti segnali.

Conclusioni

Il Money Flow è un indicatore abbastanza unico, che combina momentum e volume con una formula dell'RSI, che fornisce segnali molto accurati. Il momentum dell'RSI è generalmente in favore di movimenti rialzisti quando l'indicatore è sopra a no, e bearish quando è sotto.

Consigliamo l'MFI per identificare inversioni su livelli di ipercomprato/ipervenduto, divergenze bullish/bearish, bull/bear rotture di swing. Tuttavia, sconsigliamo di utilizzare il MFI da solo. Usatelo sempre con altri indicatori.