Calendario economico: come funziona e perché è importante

Il calendario, si sa, è uno strumento utile per fissare i nostri futuri impegni. E venire a conoscenza di volta in volta degli eventi in corso.

Un calendario economico funge proprio da anticipatore degli eventi economici e finanziari che stanno per accadere. Purché ovviamente si tratti di eventi previsti e calendarizzati. Non possono ovviamente essere registrati eventi improvvisi e imprevedibili.

In questo articolo scopriremo meglio il calendario economico, a cosa serve, come va interpretato e come sfruttarlo nel trading online.

Per fare trading in sicurezza è consigliabile utilizzare le piattaforme di trading CFD. Ad esempio si può utilizzare eToro per negoziare su vari asset finanziari grazie a servizi di copy trading e social trading.

Puoi aprire un conto demo su eToro cliccando qui.

Calendario economico: cos’è

Cos’è il calendario economico? Si tratta di uno strumento mediante il quale possiamo venire a conoscenza di tutti gli eventi economici e finanziari che sono programmati per i prossimi giorni o mesi.

In questo modo, venendone a conoscenza prima, possiamo prepararci nel migliore dei modi prendendo le dovute posizioni rialziste o ribassiste. A seconda del caso in cui l’evento in questione riteniamo che provocherà un rialzo dei prezzi o un calo.

Possiamo noi stessi gestire un calendario economico, aggiungendoci di volta in volta gli eventi di cui siamo a conoscenza. Tuttavia, scegliendo i migliori broker, possiamo ottenere dei calendari economici già aggiornati in automatico. Così da toglierci l’incombenza di doverlo fare noi di volta in volta.

Un ottimo vantaggio, cosicché noi potremo dedicarci ad altro senza particolari distrazioni.

❓Cos’èStrumento mediante il quale possiamo venire a conoscenza di tutti gli eventi economici e finanziari che sono programmati per i prossimi giorni o mesi.
👍 Chi può usarloAccessibile a tutti
📕 Dove trovarloSulle migliori piattaforme di trading.
🥇Migliore piattaforma con calendario economicoeToro
🥇Miglior broker con corso gratuitoOBRinvest

Migliori piattaforme per usare il calendario

Qui di seguito vi proponiamo le migliori piattaforme di trading che consentono di fare analisi sfruttando il calendario economico:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE 
Funzioni demo
66% dei trader perde soldi
Social tradingRecensioneISCRIVITI
Spread contenutiPiattaforma WebTraderRecensioneISCRIVITI
Social tradingConto demo, trading automaticoRecensioneISCRIVITI
Sicurezza al massimoDeposito minimo, servizio CFDRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadCommissioni basseRecensioneISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-78% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Come utilizzare il Calendario Economico

Il calendario economico va consultato giorno per giorno, anche perché gli eventi possono essere in costante aggiornamento.

Naturalmente, tutto dipende anche dai tipi di asset che abbiamo nel portafoglio titoli. Ciascuno ha un proprio tipo di eventi in programma.

Per esempio, per il Forex ci interesseranno soprattutto gli eventi collegati ai vari Stati. Per le azioni, ci interesseranno i report sugli utili e i bilanci o il lancio di qualche nuovo prodotto, o la cessione o l’acquisizione di altre società.

Gli indici azionari, invece, sono un po’ un mix di questi eventi e dipende anche dal tipo di asset sottostante.

Controllare il programma giornaliero

E’ importante controllare in modo giornaliero il calendario economico, per capire se il giorno seguente ci sono eventi che possono interessarci.

Tuttavia, la frequenza di consultazione del calendario economico dipende anche dalla strategia di trading che mettiamo in pratica. Se siamo cioè trader intraday o cassettisti.

E dipende anche dal tipo di asset che abbiamo in portafoglio. alcuni richiedono un’assiduità della consultazione, altri una frequenza molto più ridotta.

Va da sé che un trader intraday deve tenere sempre d’occhio quanto sta per accadere, mentre i cassettisti tenderanno a guardare gli eventi una sola volta prima di posizionarsi, sebbene cercando di valutare un lasso di tempo molto più ampio, anche di mesi (anni è già più difficile, perché gli eventi programmabili hanno una cadenza annuale).

Come interpretare il calendario economico

L’interpretazione del calendario economico dipende sempre dal tipo di asset. Come detto, ci sono eventi che portano al rialzo dei prezzi, altri al ribasso.

In genere, per quanto riguarda le azioni, un movimento rialzista viene innescato da un evento positivo per la società quotata. Per esempio:

  • acquisizione di una società strategica del settore
  • lancio di un prodotto molto atteso
  • dati finanziari solidi e positivi
  • nuove assunzioni
  • nuovi investimenti in macchinari e know-how

Gli eventi che possono causare tre nd ribassisti sono per esempio:

  • cessioni di rami importanti dell’azienda
  • piano di licenziamenti
  • flop di un prodotto lanciato sul mercato
  • dati finanziari negativi
  • mancati investimenti, indice di scarsa visione futura

Nel Forex, invece, gli eventi principali per uno Stato in chiave rialzista possono essere:

  • Dati occupazione positivi
  • Crescita del Pil
  • Ribasso tassi di interesse
  • Bilancia commerciale in attivo
  • Situazione politica stabile
  • Inflazione in diminuzione

Diciamo pure che la negatività o positività di una notizia dipende pure dalla situazione del settore in generale.

Se è tutto un settore in sofferenza, allora il fatto che una società sta andando male non ha lo stesso peso del caso in cui a crescere sia mediamente tutto il settore mentre essa cresce molto meno o è addirittura in negativo (e viceversa. Siamo di fronte al classico “mal comune mezzo gaudio”.

Gli eventi che possono comportare un ribasso di una valuta sono:

  • Dati disoccupazione alti
  • Decrescita del Pil
  • Inflazione in aumento
  • Colpi di Stato o situazione governativa molto instabile
  • Guerre o gravi crisi diplomatiche
  • Tassi di interesse in aumento

Occorre comunque anche aggiungere che un cambio Forex è dato da due valute, al numeratore e al denominatore. Quindi, il valore finale espresso è dato dal rapporto tra queste due forze e quindi le notizie positive e negative possono avere un maggiore o minore impatto a seconda appunto dell’andamento di entrambe le valute.

Ci sono poi asset come gli ETF o gli indici azionari, dove la tipologia di eventi e il loro relativo impatto dipende dal benchmark sottostante. Quindi dall’asset che esprimono.

Calendario economico trading: quale strategia usare

Il trading basato sul calendario economico è un tipo di trading che dà molto peso all’analisi fondamentale. Vale a dire all’analisi qualitativa che prende in considerazione i fattori esterni al mercato, che, come visto, pure influenzano pesantemente i prezzi.

La strategia da usare dipende sia dal nostro carattere, sia dagli asset su cui prediligiamo investire, sia dalle nostre possibilità finanziarie.

Se siamo persone decise, dal polso fermo, freddi calcolatori che non si lasciano facilmente influenzare dagli eventi, molto inclini allo stress, allora possiamo agire con il trading intraday. Anche nella sua forma più estrema: lo scalping.

In quel caso, il calendario economico dovrà essere tenuto costantemente sotto osservazione, per poter percepire ogni eventuale possibile cambiamento di prezzo.

Occhio però sempre comunque anche alle breaking news, vale a dire quelle notizie improvvise e imprevedibili, che possono sbaragliare il banco.

Dovrete essere capaci di cambiare strategia nel caso in cui qualcosa sia cambiato analizzando i market mover.

Se invece siete trading cassettisti, dovrete fare un’analisi sul lungo periodo, quindi considerare tutti gli eventi che capiteranno nel vostro cammino fino al termine della vostra posizione.

Calendario economico: migliori piattaforme per investire

Quali sono le migliori piattaforme per sfruttare il calendario economico? Vediamole di seguito.

eToro

Il broker eToro offre tanti strumenti per sfruttare al massimo l’analisi fondamentale. Quindi il calendario economico ed altri strumenti per restare sempre aggiornati su quanto accade.

Il broker eToro offre anche la possibilità di capire cosa stanno facendo gli altri trader su un asset, con la sezione Feed.

Iscriviti ora su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Il broker Capital.com ha un calendario economico ben fatto, molto chiaro, sempre aggiornato.

Oltre a questo, aggiorna costantemente le news, quindi ti renderà conto anche di notizie appena accadute che potrebbero risultare determinanti per il tuo trading.

Iscriviti ora su Capital.com cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

FP Markets

Il broker FP Markets ha un calendario economico molto completo e funzionale per le tue esigenze. Potrai studiare il suo utilizzo tramite ebook e webinar gratuiti.

Oltre ad esso, potrai beneficiare di strumenti molto interessanti come il social trading e gli strumenti di auto trading.

Iscriviti ora su FP Markets cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Tipologie di indicatori

Vediamo quali sono le tipologie di indicatori che troviamo sul calendario economico:

I tassi d’interesse

Sono fissati dalle banche centrali dopo accurate riunioni di politica monetaria e possono influenzare molto le valute Forex.

Si tratta dei tassi che vengono pagati sopra i prestiti e più sono alti più incentivano ad investire sui titoli di uno stato. Ma significa anche che quello stato ha bisogno di maggiore denaro in prestito e quindi anche maggiore indebitamento dovendo corrispondere interessi maggiori.

PIL

Acronimo di Prodotto interno lordo, indica tutti i beni e servizi prodotti all’interno di un confine statale. Rappresenta in genere pertanto la totalità delle ricchezze prodotte annualmente da un paese o da un gruppo di paesi.

Un PIL che cresce, significa che il paese sta producendo bene. Un Pil in decrescita significa che uno stato sta riducendo la propria capacità produttiva. Nel PIL rientrano anche le aziende straniere, purché producano all’interno di confini di uno stato.

Indice dei prezzi al consumo

Noto anche con l’acronimo “IPC”, consente di valutare il livello dell’inflazione in un paese o in una zona geografica basandosi sui salari, sulla popolazione attiva e sulla disoccupazione.

Ci aiuta a comprendere l’aumento del livello generale dei prezzi, vale a dire l’inflazione al consumo per il periodo considerato. Che può anche dirsi la misura del costo della vita dello specifico periodo.

Le vendite al dettaglio

Consentono, allo stesso titolo che i prezzi al consumo, di valutare il livello del potere di acquisto di un paese e, quindi, la sua inflazione. Serve principalmente a prevedere i movimenti futuri di altri indicatori.

Occupazione e disoccupazione

La capacità di un paese di generare posti di lavoro e quindi di avere un alto tasso di occupazione è indicatore della buona salute della sua economia. Serve da indicatori di un’eventuale modifica della sua politica monetaria.

Bilancia commerciale

La bilancia commerciale è data dal rapporto tra importazioni ed esportazioni. Vale a dire i costi dati dai beni e servizi che uno stato è costretto ad importare perché carente e i profitti che consegue esportando prodotti e servizi all’estero.

Ovviamente, se in un paese i profitti derivanti dalle esportazioni superano i costi dovuti alle importazioni, allora la bilancia commerciale sarà in positivo. Viceversa, sarà in negativo.

Bilanci, utili e dividendi

Questi indicatori economici si riferiscono alle azioni, quindi alle società quotate in borsa che le emettono.

Una società che macina importati fatturati, che ha un basso indebitamento, che riesce a bilanciare i dividendi con i reinvestimenti degli utili, è una società che ha dei fondamentali ottimi. E quindi può affrontare anche con maggiore forza periodi di crisi, strutturali o societari che siano.

Come usare le informazioni del Calendario Economico

Un buon trader deve sapere quali sono le notizie buone e quelle cattive. Cioè sapere se una notizia può indurre un rialzo dei prezzi oppure un loro calo. Avere una chiave di lettura rapida ed automatica, soprattutto se agisce in modalità intraday. Il cassettista, invece, può ponderare maggiormente le sue decisioni.

Non è detto però che la borsa reagisca sempre come ci attendiamo in modo automatico. A volte si creano dei falsi segnali, e il movimento atteso non si verifica fallendo nelle previsioni di Borsa.

Non dobbiamo quindi dare nulla per scontato ed è sempre opportuno fare delle prove con il conto demo. Così da verificare se abbiamo assunto una certa dimestichezza col calendario economico e il trading relativo.

Calendario economico: le domande frequenti

Cos’è il calendario economico?

Si tratta di un calendario dove vengono riportate tutte le notizie economiche principali che stanno per accadere, con tanto di data. E’ molto utile per l’analisi fondamentale.

Come sfruttare il calendario economico per il trading online?

Occorre saper distinguere quegli eventi che possono comportare movimenti rialzisti e quelli che invece possono comportare un calo del prezzo degli asset. In questo modo, ci si potrà posizionare nel migliore dei modi e beneficiare del trend.

Quali sono i migliori broker dove trovare il calendario economico?

Puoi provare broker come eToro e OBRinvest.

Calendario Economico

Conclusioni

Il calendario economico è uno strumento mediante il quale possiamo venire a conoscenza di tutti gli eventi economici e finanziari che sono programmati per i prossimi giorni o mesi.

In questo modo, venendone a conoscenza prima, possiamo prepararci nel migliore dei modi prendendo le dovute posizioni rialziste o ribassiste.

Non è detto comunque che i movimenti attesi si verifichino sempre in modo automatico. Spesso la borsa lancia dei falsi segnali, per poi tornare sul trend precedente.

Per acquisire dimestichezza col calendario economico, meglio sfruttare il conto demo.

Puoi trovare degli ottimi calendari economici, uniti ad altri strumenti per l’analisi fondamentale, su broker regolati.

Per iniziare al meglio investendo nel trading online conviene partire dalla pratica e da un buon conto demo. Vi lasciamo quindi con i collegamenti ufficiali alle migliori piattaforme con conto demo:

si tratta di piattaforme con licenza, regolarmente autorizzate e conti demo gratuiti ed illimitati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here