Investire in Borsa: guida per iniziare

Come investire in Borsa? Conviene? Ecco una guida completa su come investire in Borsa e tutte le cose da sapere. Porsi queste domande è già un primo atto fondamentale, perché occorre informarsi bene prima di entrare in questo mondo, dalle tante opportunità ma anche dai molti rischi.

Con l’avvento dei dispositivi mobili prima e l’esplosione delle criptovalute poi, sempre più persone si sono interessate ad investire in Borsa. Ma spesso si avvicinano ad essa senza avere le informazioni giuste per farlo.

Molti trader stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per fare trading sulle azioni. Ad esempio si può usare il broker eToro per investire sull'andamento delle principali azioni grazie agli utili servizi di copy trading e social trading.

Puoi registrarti gratuitamente su eToro cliccando qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Investire in Borsa: che significa

Che vuol dire investire in Borsa? Vuol dire impegnare un capitale posseduto confidando che dopo un determinato lasso di tempo, esso torni indietro maggiorato. In pratica l’investimento in Borsa si pone l’obiettivo di realizzare un profitto nel mercato azionario.

Ossia, si consegua un profitto su quanto investito in partenza. Altrimenti, se esso risulta essere perfino ridotto, finiremmo per conseguire una perdita. Quindi, l’investimento non sarà andato a buon fine.

L’investimento implica quindi fare delle scelte ponderate, individuare l’oggetto su cui si intende puntare un capitale, il tempo del nostro investimento, la modalità, ecc.

Nel caso della Borsa, investire in Borsa significa approdare sui mercati finanziari e scegliere gli asset su cui si intende conseguire un profitto.

❓Cosa significaInvestire sui mercati finanziari un capitale con l’obiettivo di realizzare un profitto.
👍 Livello di difficoltàBasso
💰Quanto serve per iniziare?Broker regolamentati richiedono deposito da 50 euro (eToro) fino ai 250 Euro.
🥇Migliore piattaforma con conto demoeToro
🥇Miglior broker per investire in BorsaCapital.com

Come Investire In Borsa: le modalità

Per investire in borsa le modalità principali sono tre:

  1. mediante un consulente finanziario professionista chiamato broker, che alloca i capitali per conto nostro, in base alle proprie competenze. In tal caso, ci affidiamo ad un terzo che lo faccia per conto nostro, ottenendo poi in cambio una remunerazione prestabilita tramite contratto
  2. mediante una Banca, presso la quale abbiamo un conto corrente aperto o di cui non siamo necessariamente clienti. Sebbene, alla fine, quando si decide di operare tramite essa, molte richiedano di diventare anche correntisti. La banca avrà un proprio consulente finanziario
  3. mediante il trading online, quindi agendo autonomamente iscrivendosi ad una piattaforma che offre dei servizi e si pone da ponte tra i nostri capitali e i mercati finanziarie. Questa piattaforma prende il nome di broker

Ciascuna di queste modalità ha i propri vantaggi e svantaggi. Nel primo caso, ci affidiamo ad un terzo che fa questo di mestiere. Quindi, a parte metterci i soldi e fare delle considerazioni, dovremo sperare che egli ci veda giusto.

Nel secondo caso, invece, lo svantaggio principale sarà soprattutto quello dei costi, visto che le banche tendono ad addebitare pesanti commissioni sull’eseguito. Oltre al fatto che molte richiedano pure di diventare correntisti.

Nel terzo caso, infine, avremo il vantaggio di agire autonomamente, e di abbattere molti costi. Ma anche il rischio di fare molte scelte sbagliate se non siamo adeguatamente preparati.

Diciamo che, in linea di massima, il trading online può rappresentare la scelta ideale se però si è disposti a formarsi al meglio. Senza lasciarsi prendere dall’entusiasmo di avere totale autonomia. Anche perché il rischio è quello di subire pesanti perdite e incorrere in gravi truffe.

Investire in Borsa con i CFD

I contract for difference sono contratti derivati mediante i quali è possibile investire sugli asset senza possederli direttamente. Quindi, potremo svincolarci agevolmente dall’investimento una volta che il contratto arriva al termine.

Un grande vantaggio, inoltre, è quello di poter investire sia long che short su un asset. Quindi, possiamo guadagnare sul suo andamento anche quando il prezzo è in calo. Cosa che non potremmo fare se fossimo ovviamente proprietari diretti del bene, in quanto, per conseguire un profitto, dovremmo sempre sperare che il suo prezzo aumenti.

Con i Contract for difference i costi sono ridotti, sebbene qui conti molto la scelta del broker che faremo. Infine, potremmo aumentare i nostri ricavi utilizzano la leva finanziaria, che li moltiplica sempre ovviamente in caso di previsione azzeccata. Altrimenti, avverrà l’effetto opposto: moltiplicherà le perdite.

Proprio consapevole dei rischi della Leva finanziaria, la massima autorità di vigilanza sui mercati finanziari, l’ESMA, ha deciso di ridurle drasticamente in base agli asset. Anche se solo per i trader retails, quelli cioè che tendenzialmente sono meno esperti e investono somme più basse.

Quindi, per esempio, nel caso delle criptovalute, la leva finanziaria è di 1:2, proprio perché è un asset già spiccatamente volatile di suo.

I contract for difference si chiamano così poiché il profitto o la perdita finale scaturiranno dalla differenza di prezzo tra quando abbiamo aperto il contratto e quando è arrivato a scadenza.

Piattaforme CFD per investire in Borsa:

Qui di seguito trovate le migliori piattaforme di trading per operare in Borsa:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE 
Copy trading su azioni
66% dei trader perde soldi
Social tradingRecensioneISCRIVITI
Spread contenutiIntelligenza artificiale RecensioneISCRIVITI
Social tradingConto demo, trading automaticoRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadPiattaforma regolataRecensioneISCRIVITI
Sicurezza al massimo
72% dei trader perde soldi
Deposito minimo, servizio CFDRecensioneISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-78% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

tutte registrate in Consob e provviste di licenza

Giocare in Borsa o Investire?

Giocare o Investire in borsa non sono proprio la stessa cosa. Il verbo giocare viene utilizzato ampiamente, ma a nostro avviso, questa abitudine è alquanto pericolosa. E lo è ancora di più perché perpetrata anche dagli addetti ai lavori.

Certo, può essere inteso come un gergo, ma un conto è che ad usarla sia un professionista con esperienza pluriennale, che sa di cosa parla e un conto che questa terminologia arrivi a persone alle prime armi. Un conto è pianificare come, dove e quando rischiare i propri capitali.

Insomma, giocare è più adatto per un’azione che implica il rischio di denaro ma in un limitato lasso di tempo, che si esaurisce nel giro di poche operazioni. Ed un conto è ragionare sul lungo periodo, ponderare e programmare le nostre operazioni. Col termine giocare in Borsa si fa riferimento in generale agli investimenti speculativi nel breve termine.

Dunque, riteniamo che, per quanto concerne la borsa, sia più giusto adoperare il termine investire, mentre è sbagliato e pericoloso parlare di giocare. Soprattutto per il fatto che oggi gli strumenti tecnologici per farlo hanno reso l’ingresso sui mercati molto facilitato. E in tanti potrebbero prendere ciò appunto come un gioco. Cascando anche eventualmente nelle tante truffe presenti sul web.

Migliori piattaforme per investire in Borsa

Vediamo di seguito quali sono i migliori broker per investire in Borsa.

eToro

Ecco cosa offre ai trader che hanno deciso di investire in borsa il broker eToro:

  • Licenze: CySEC, FCA e ASIC
  • Commissioni e spread: contenuti
  • Deposito minimo: 50 euro
  • Servizi: copy trading, social trading, eToroX e Copyportfolios
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
Apri ora il tuo conto demo su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

OBRinvest

Il broker OBRinvest offre invece i seguenti servizi per investire in Borsa:

  • Licenze: CySEC
  • Commissioni e spread: inferiori alla media del mercato
  • Deposito minimo: 250 euro
  • Servizi: ebook gratuiti, webinar gratuiti, segnali di trading di Trading central, intelligenza artificiale Buzz
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
Apri ora il tuo conto demo su OBRinvest cliccando qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Il broker Capital.com prevede le seguenti condizioni per investire in Borsa:

  • Licenze: CySEC e FCA
  • Commissioni e spread: broker spread-only
  • Deposito minimo: 20 euro
  • Servizi: app Investmate, +70 indicatori ed oscillatori di trading, MT4, intelligenza artificiale integrata
  • Conto demo: 1000 euro virtuali
Apri ora il tuo conto demo su Capital.com cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Plus500

Vediamo, infine, quali condizioni offre per fare trading in Borsa il broker Plus500:

  • Licenze: CySEC e FCA
  • Commissioni e spread: molto contenuti
  • Deposito minimo: 100 euro
  • Servizi: assistenza clienti in Live chat, +2.500 asset su cui investire, alert mail
  • Conto demo: 40mila euro virtuali, che si ricarica quando scende sotto soglia 200 euro
Apri ora il tuo conto demo su Plus500 cliccando qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Come investire in Borsa da casa

Abbiamo già accennato al trading online, opportunità di investire in Borsa in totale autonomia.

Basta infatti avere un dispositivo ben funzionante (meglio evitare che si impalli quando siamo nel clou del trading online) e una connessione internet funzionante (meglio evitare che la linea cadi mentre stiamo operando).

Possiamo farlo da una postazione fissa con un Pc desktop, o tramite i dispositivi mobili, quindi anche da altre postazioni.

Oltre alla questione strumenti, è molto importante anche:

  • assicurarci che il denaro che mettiamo a repentaglio investendo in borsa possiamo permetterci di perderlo
  • dobbiamo essere disposti a formarci su cos’è e come funziona il trading online, oltre ad essere disposti a farlo anche nel tempo perché i mercati sono mutevoli
  • dobbiamo scegliere con oculatezza il broker online da usare, perché sarà il nostro traghettatore. E dobbiamo fare in modo che non si tramuti in un Caronte che ci porti diritti all’inferno

Investire in azioni

Come investire in azioni? Le azioni rappresentano uno degli asset più tradati tra quelli esistenti, diciamo pure un classico dei mercati finanziari.

Le azioni rappresentano una porzione di capitale che le società che decidono di quotarsi in borsa, rendono pubbliche per reperire capitali.

Tuttavia, tramite il trading CFD, potrai investire in borsa senza possedere le azioni direttamente. Quindi potrai puntare sia al rialzo che al ribasso dei prezzi, previa analisi tecnica e fondamentale.

L’analisi tecnica è quella prettamente quantitativa, che prende in considerazione i grafici e calcola i cambiamenti dei prezzi tramite oscillatori e indicatori.

L’analisi fondamentale, invece, è quella prettamente qualitativa, e si basa sui fattori esterni al mercato che incidono sui cambi di prezzo.

Se quindi, per esempio, dalle tue previsioni ritieni che le azioni Amazon saliranno, ti posizionerai long, quindi comprerai, virtualmente, azioni Amazon. Se invece prevedi che le azioni Amazon saranno in calo, allora dovrai posizionarti short.

Chi possiede invece direttamente azioni Amazon, dovrà solo sperare che lo stock vada in rialzo per poter poi conseguire dei dividendi.

Strategie per investire in Borsa

Quali sono le migliori strategie per investire in Borsa? Ecco quelle che vanno per la maggiore.

Scalping

Si basa sulla capacità di individuare varie lacune di prezzo causate dalla quotazione bid/ask e dei flussi di ordine.

Gli scalper aprono molte posizioni in una giornata, anche di durata breve. E’ dunque una versione estrema del trading day.

Si tende quindi ad ottenere tanti piccoli profitti, che poi a fine giornata costituiranno un profitto più evidente.

Per operare con lo scalping, occorre essere veloci a fare le proprie analisi e ad aprire e chiudere posizioni. Occorre quindi grande dimestichezza coi grafici.

Day Trading

Il Day Trading, come dice il nome stesso, è una strategia che vede aprire e chiudere una posizione nell’arco della stessa giornata.

Quindi, non si lasciano posizioni aperte durante la notte, nel weekend o per più giorni.

Rispetto allo scalping si movimentano capitali maggiori essendo poche le posizioni aperte ma ciò lascia anche più spazio ad analisi più ponderate.

Swing Trading

Questa strategia punta ad approfittare di un trend in partenza. Dunque, occorre essere bravi a capire quando un trend si sta ormai esaurendo e un altro in direzione opposta sta partendo.

Approfittare di un trend in partenza significa coglierne tutte le opportunità, giacché generalmente, al termine di un trend, c’è di solito molta volatilità dei prezzi, dato che la nuova tendenza tenta di entrare in gioco. E con i dovuti accorgimenti si possono conseguire più profitti.

Buy and Hold

Detta anche strategia cassettista, consiste nel fatto che, quando il trader apre una posizione, la mette “nel cassetto”, e aspetta mesi e mesi prima di chiuderla.

Siamo però di fronte più ad un investimento in senso classico che al trading online.

Anzi, non manca chi ritiene la strategia buy and hold una sorta di trading passivo. Occorre un capitale abbastanza ampio (minimo €5.000) per portare avanti una strategia simile, dal momento che Stop Loss e take Profit sono importati a non meno di 150 Pips dal livello di entrata a mercato.

Anche perché, investire somme limitate per un investimento di lungo periodo non avrebbe senso. Visto che, dopo il tempo passato (generalmente almeno 3-5 anni, ma si arriva anche a 10) ci si attende un profitto importante.

I rischi dell’investimento in Borsa

Investire in borsa comporta dei rischi, che non possono essere azzerati dato che non ci sono investimenti certi. Ma possono essere molto ridotti se si prendono le dovute precauzioni del caso.

Ogni strategia, ogni asset, ogni periodo storico, comporta dei livelli di rischio diversi.

Ecco perché una buona formazione di partenza, un po’ di fortuna, l’esperienza, hanno un ruolo fondamentale affinché tali rischi vengano mitigati.

Investire in Borsa conviene?

Investire in Borsa conviene se sappiamo di cosa parliamo. Cioè se conosciamo rischi, opportunità, come operare. Buttarsi a capofitto solo per sentito dire, seguendo una falsa promessa o per esigenze economiche, non è certo il modo migliore per iniziare.

Investire in Borsa conviene se siamo disposti a formaci teoricamente e praticamente, se abbiamo dei capitali che per noi rappresentano un surplus e non dobbiamo usarli per altro, se siamo disposti a confrontare i vari broker prima di registrarci a uno.

Investire in Borsa può dare grandi soddisfazioni ma anche comportare seri rischi da prendere in considerazione.

Investire in Borsa: da dove iniziare (Video Tutorial)

Per approfondire ancora di più la questione abbiamo preparato un video che spiega i differenti approcci che si possono avere agli investimenti in Borsa:

Giocare in Borsa  o Investire?  Ecco come iniziare partendo da zero

The video was uploaded on 6/10/2021.

You can view the video here.

The video lasts for 18 minutes and 7 seconds.

Investire in Borsa: le domande frequenti

Come investire in Borsa?

Possiamo farlo affidandoci ad un broker professionista, ad una banca o in autonomia col trading online. Ciascuna di queste opzioni comporta vantaggi e svantaggi e dipende dai capitali a disposizione e dal nostro grado di conoscenza.

Investire in Borsa col trading online conviene?

Può sicuramente essere un’ottima opportunità di guadagno, ma dobbiamo essere disposti a formarci nel migliore dei modi. Sia teoricamente che praticamente. Inoltre, dobbiamo essere certi di avere capitale che possiamo permetterci di perdere e avere il carattere giusto per questo genere di attività.

Quali sono i migliori broker per investire in Borsa?

Possiamo provare a farlo con eToro e OBRinvest.

Investire in Borsa: riepilogo

Conclusioni

Investire in Borsa significa impegnare un capitale sul mercato azionario con l’obiettivo di realizzare un profitto. A seconda dell’orizzonte temporale (breve, medio, lungo periodo) ci sono delle aspettative diverse e dunque degli approcci diversi all’investimento.

Il trading online consente di investire in borsa in piena autonomia, ma sarebbe un errore considerarlo qualcosa di facile. C’è bisogno di formazione e strategia.

I broker consigliati per investire in borsa col trading online sono quelli che offrono la possibilità di registrarsi gratuitamente aprendo un conto demo.

Per iniziare al meglio investendo nel trading online conviene partire dalla pratica e da un buon conto demo. Vi lasciamo quindi con i collegamenti ufficiali alle migliori piattaforme con conto demo:

si tratta di piattaforme con licenza, regolarmente autorizzate e conti demo gratuiti ed illimitati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here