Trend, supporto e resistenza: cosa sono e come funzionano

Nella tua, speriamo proficua, attività di trader incontrerai dei termini tecnici che non potrai fare a meno di conoscere. Come Trend, supporto e resistenza.

Tutti e tre ti torneranno sempre utili quando dovrai analizzare il movimento del valore di un asset in un determinato periodo di tempo. E capire quindi quale posizione migliore prendere in prospettiva.

In questa guida completa su trend, supporto e resistenza ti definiremo meglio cosa significano, come utilizzarli, perché sono utili e i migliori broker per metterli a frutto.

Per fare trading in sicurezza è consigliabile utilizzare le piattaforme di trading CFD. Ad esempio si può utilizzare eToro per negoziare su vari asset finanziari grazie a servizi di copy trading e social trading.

Puoi aprire un conto demo su eToro cliccando qui.

Trend, supporti e resistenze: introduzione ai mercati

I mercati finanziari sono il luogo virtuale dove si incontrano domanda ed offerta. Quindi da un lato i compratori interessati e dall’altro i venditori che intendono ottenere profitti dagli asset posseduti.

Questo incontro genera un prezzo finale, che non sarà quasi mai statico ma tenderà a modificare anche di pochi centesimi costantemente. Quindi, cambierà non solo durante lo stesso arco della giornata, ma anche tra giorni, mesi e ovviamente anni.

Ed in queste variazioni di prezzo che troverai trend, supporti e resistenze. Ciascuno indicherà un aspetto preciso di tale movimento nel tempo.

❓Cos’èTre strumenti fondamentali per chi fa analisi tecnica
👍 Chi può usarliAccessibile a tutti
📕 Cosa studiareBasi dei mercati finanziari / Analisi dei grafici / Oscillatori di trading
📈 Come si usanoNei grafici di trading.
🥇Migliore piattaforma con indicatorieToro
🥇Miglior broker con corso gratuitoOBRinvest

Migliori piattaforme per usare gli indicatori:

Qui di seguito vi proponiamo le migliori piattaforme di trading che consentono di fare analisi dei grafici:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE 
Funzioni demo
66% dei trader perde soldi
Social tradingRecensioneISCRIVITI
Spread contenutiPiattaforma WebTraderRecensioneISCRIVITI
Social tradingConto demo, trading automaticoRecensioneISCRIVITI
Sicurezza al massimoDeposito minimo, servizio CFDRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadCommissioni basseRecensioneISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-78% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Trend: definizione

Il trend stabilisce il movimento compiuto dal prezzo di un determinato asset in un dato lasso temporale. Diremo che un trend è rialzista, ribassista o laterale in base al movimento appunto compiuto dal valore di un asset.

Come intuibile, nel caso di un trend rialzista, si parla di un prezzo che tende a crescere poiché aumenta la sua richiesta. Quindi è particolarmente attenzionato dai trader cosiddetti “tori” che acquistano il bene.

Si dice ribassista, se invece il prezzo dell’asset tende a scendere, poiché a prevalere sono coloro che vendono e che hanno applicato una strategia shortista.

Si dice invece che un trend è laterale, quando segue un movimento non ben definito, né al rialzo né al ribasso.

Il trend è fondamentale per capire come posizionarci rispetto ad un asset. Ma può servire agli analisti anche per individuare come sta andando un intero settore, un tasso d’interesse o il rendimento di un’obbligazione.

Nel trading online, se il trend è rialzista, conviene assumere una posizione long. Se il trend è ribassista, conviene invece posizionarsi short. Attenzione però. Un trend potrebbe anche essere alle battute finali e in via di esaurimento. Quindi sta per cambiare direzione. Oppure, si tratta di un falso segnale, una situazione di breve durata e quindi trarci in inganno.

Per capirlo, ci vengono in soccorso i tanti oscillatori e indicatori di trading in circolazione, da utilizzare di concerto per avere un quadro più completo.

Grafico con linea di trend

Ecco un esempio di trend sul grafico.

Cos’è un Supporto e come funziona

Si chiama supporto quel livello di prezzo sotto il quale un asset non riesce a scendere per un periodo medio-lungo. Da qui la definizione di supporto, perché è come se il trend si appoggiasse ad esso e i trend shortisti non riescono a valicarlo.

La violazione di un supporto, generalmente, indica che il trend prosegue con forza verso il trend shortista e il livello di prezzo subito dopo assunto viene considerato il nuovo supporto.

Anche qui però non bisogna dare nulla per scontato. Potrebbe infatti trattarsi di un falso segnale, con il trend che, dopo aver violato il livello di supporto, finisce per tornare su di esso se non addirittura iniziare un trend rialzista. In tal caso si parla di rimbalzo.

Pure in questo caso sarà utile una certa dimestichezza con l’analisi tecnica. Cioè con l’analisi dei grafici.

Grafico con linea di Supporto

Ecco un esempio di grafico con linea di supporto.

Cos’è una Resistenza e come funziona

Discorso opposto vale invece per la resistenza. Cioè quel livello oltre il quale il trend rialzista non riesce ad andare. Come se fosse un muro invalicabile.

Generalmente, quando il trend tocca il livello di resistenza torna indietro. Ora per pochi centesimi, ora in modo più evidente. Fino anche a provocare una inversione di tendenza, appunto un rimbalzo.

Anche qui, il nuovo livello di resistenza è quello immediatamente successivo a quello violato ed anche qui, vale il discorso fatto in precedenza per il supporto.

Quando viene violato un livello di resistenza, si tende a credere che il trend rialzista proseguirà in modo evidente. Tuttavia, potremmo trovarci di fronte a falsi segnali, dove il trend non prosegue ma tende a tornare indietro se non pure ad invertirsi.

Anche qui, molto utili sono gli indicatori ed oscillatori di trading.

Grafico con linea di Resistenza

Ecco un esempio di resistenza sui grafici.

Come tracciare trends, supporti e resistenze sui grafici dei prezzi

Come fare per riconoscere supporti e resistenze importanti? Occorre innanzitutto fare due distinzioni di supporto e resistenza: i supporti e le resistenze statici e i dinamici.

Per supporti e resistenze statiche, si intende quei livelli di prezzo che non cambiano valore con l’avanzare del tempo e si presentano in maniera orizzontale sul grafico.

Ne sono un esempio i Ritracciamenti di Fibonacci, i vecchi massimi e minimi di prezzo, le cifre tonde identificate come soglie psicologiche, e così via.

All’opposto, le resistenze e supporti dinamici sono quei livelli di prezzo che con l’avanzare del tempo cambiano valore.

Per fare qualche esempio, pensiamo alle trend-line e le rispettive return line, le medie mobili, ed eventuali indicatori applicati direttamente sul prezzo (ad esempio medie mobili, Supertrend, bande di Bollinger).

Su un grafico, le linee orizzontali sono riferite a dei supporti statici (linee orizzontali azzurre) identificati grazie a dei vecchi minimi di prezzo, e dei supporti dati dai Ritracciamenti di Fibonacci (linee azzurre orizzontali tratteggiate).

I supporti e le resistenze dinamiche, per loro natura, cambiano con l’avanzare del tempo. Come capire se il supporto o la resistenza respingerà le quotazioni oppure si verificherà una rottura? Occorre sapere come tracciare supporti e resistenze correttamente.

Per stabilire l’importanza delle linee di supporto o di resistenza occorre tenere presenti determinati fattori.

1. Più volte il livello respinge i prezzi più è importante

2. Se nello stesso livello vengono identificati più fattori come supporto/resistenza prende maggiore importanza

3. Più è ripido il movimento fermato, o invertito, più il livello prende importanza

4. Più alti sono i volumi scambiati sui supporti e resistenze più il livello è significativo

Naturalmente, ogni strategia di trading (intraday, scalping, cassettista, ecc.) ed ogni tipologia di asset ha un discorso a parte.

Trend, supporti e resistenze: le piattaforme per sfruttarli

Quali sono i migliori broker per sfruttare trend, supporti e resistenze? Ecco quelli che riteniamo più convenienti in termini di costi e quelli più sicuri.

eToro

Il broker eToro vanta tre licenze per operare: CySEC, FCA e ASIC. Quindi, dal punto di vista della sicurezza, siamo di fronte ad una delle piattaforme più sicure in circolazione.

Per sfruttare trend, supporti e resistenze, eToro ti mette a disposizione dei grafici molto dettagliati. Ma puoi anche approfittare di servizi aggiuntivi, come il copy trading per copiare i trader migliori e il Social trading per confrontarsi con gli altri sulle decisioni da prendere.

Per capire come funzionano trend, supporti e resistenze, hai a disposizione un conto demo da 100mila euro virtuali. Così, anche in caso di errori, non subirai perdite reali.

Apri ora il tuo conto demo su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

OBRinvest

Il broker OBRinvest è invece un broker con due licenze: CySEC e FCA. Commissioni e spread sono molto contenuti, e potrai provare agevolmente trend, supporti e resistenze con un ampio Conto demo di 100mila euro virtuali.

Puoi anche studiare meglio questi termini con un glossario, ebook da scaricare e webinar da seguire.

Un servizio molto interessante sono poi i segnali di trading di Trading central, che arrivano direttamente via sms con le indicazioni da seguire.

Apri ora il tuo conto demo su OBRinvest cliccando qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Capital.com, con soli 20 euro, ti fa entrare in un mondo fatto di molti servizi a disposizione. Come la app Investmate per fare pratica senza mettere a rischio i propri capitali reali; oltre 70 indicatori ed oscillatori di trading per studiare trend, supporti e resistenze sui grafici; avere a disposizione l’intelligenza artificiale integrata nella piattaforma.

Capital.com offre anche la piattaforma MetaTrader 4 ancora molto diffusa per i tanti servizi che offre.

Apri ora il tuo conto demo su Capital.com cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Dove usare i supporti e le resistenze

Avere dimestichezza con i supporti e le resistenze nel trading, significa avere la possibilità di fare le scelte giuste.

Vediamo due esempi di mercati finanziari tra i più tradati: il forex e il mercato azionario.

Forex

Il Forex è il mercato dei cambi valutari e quello più oggetto di analisi tecnica. Anche perché si caratterizza per ripetute piccole oscillazioni quotidiane.

Nel Forex, che ricordiamo essere il mercato finanziario che muove i maggiori capitali tra quelli esistenti, diventa fondamentale riuscire a identificare livelli di supporto e resistenza di lungo termine.

Un evento molto importante per il forex trading sono le decisioni delle banche centrali, in particolare, la modifica dei tassi di interesse e dei tassi di cambio.

Nel lungo termine, i livelli di supporto e resistenza sul grafico finiscono per rispecchiare le decisioni delle banche centrali.

Mercato azionario

Per le azioni, supporti e resistenze assumono un ruolo importante soprattutto per quanto concerne il lungo periodo, visto che le azioni tendono ad acquisire valore in periodi più lunghi. E raramente il trend è orizzontale, quindi laterale.

Quando il livello di resistenza viene violato e stabilisce un nuovo livello superiore senza indugi di tornare verso il basso, allora siamo di fronte ad un trend forte.

Nel caso in cui, invece, il trend sia ribassista, allora diventa molto più difficile interpretare supporti e resistenze.

Supporti e resistenze: stop loss e take profit

Take profit e stop loss sono due strumenti molto interessanti per provare a gestire il trading senza dover seguire tutto il tempo sullo schermo. Ma si posizionano dei livelli toccati i quali si acquisisce un profitto.

Ciò fa in modo che non si finisca di subire delle perdite attendendo che il trend rialzista prosegua ancora, quindi non si chiude la posizione, ma intanto poi il trend tende ad andare nella direzione opposta.

Col take profit, una volta che il trend tocca il livello di prezzo configurato, otterremo in automatico il profitto.

Oppure, si ritiene che la situazione migliori ma intanto la nostra posizione è in perdita e continua a peggiorare. Invece, stabilendo un livello di stop loss, stabiliremo quale sarà la perdita che intendiamo conseguire, evitando che peggiori credendo invano che le cose migliorino.

Avere dimestichezza con trend, resistenza e profitto significa saper collocare nel migliore dei modi possibili take profit e stop loss.

Trend, supporti e resistenze: video tutorial

Per chiarire ancora di più i concetti abbiamo preparato un video che spiega come usare insieme questi strumenti per analizzare il trend di un sottostante:

Trend, supporto e resistenza: cosa sono e come funzionano

The video was uploaded on 1/10/2021.

You can view the video here.

The video lasts for 10 minutes and 51 seconds.

Trend, supporti e resistenze: le domande frequenti

Cosa sono trend, supporti e resistenze?

Il trend stabilisce il movimento compiuto dal prezzo di un determinato asset in un dato lasso temporale. Diremo che un trend è rialzista, ribassista o laterale in base al movimento appunto compiuto dal valore di un asset.

Il supporto è quel livello di prezzo sotto il quale un asset non riesce a scendere per un periodo medio-lungo.

La resistenza è invece il livello oltre il quale il trend rialzista non riesce ad andare. Generalmente, quando il trend tocca il livello di resistenza torna indietro.

Come interpretare resistenze e supporti?

Saper interpretare i trend, resistenze e supporti significa anche posizionarsi nel migliore dei modi, perché avremo capito il trend in che direzione sta andando.

Dovremo comunque utilizzare anche indicatori ed oscillatori di trading, perché talvolta potremmo trovarci di fronte a dei falsi segnali, col trend che finisce per tornare indietro.

Quali sono i migliori broker per usare resistenze e supporti?

E’ opportuno farlo su broker che ti mettono a disposizione dei grafici chiari su cui svolgere la propria analisi tecnica. Ma che prevedano anche dei servizi aggiuntivi. Oltre a costi limitati, che non inficino il nostro profitto sul lungo termine.

Pensiamo a eToro e OBRinvest.

Trend, supporto e resistenza

Conclusioni

Il trading online è una attività sempre più perseguita da chi cerca guadagni alternativi. Ma diventa molto importante avere dimestichezza coi grafici per capire il prezzo di un asset quale direzione sta intraprendendo e posizionarsi di conseguenza.

Diventano molto importanti, quindi, saper leggere i trend e capire come individuare supporti e resistenze. Cioè quei livelli che i trend ribassisti o rialzisti, non riescono a violare.

Puoi provare il trading online su broker che offrono il conto demo.

Per iniziare al meglio investendo nel trading online conviene partire dalla pratica e da un buon conto demo. Vi lasciamo quindi con i collegamenti ufficiali alle migliori piattaforme con conto demo:

si tratta di piattaforme con licenza, regolarmente autorizzate e conti demo gratuiti ed illimitati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here