ETF, cosa sono e come iniziare a guadagnare

Tutte le basi da sapere assolutamente per cominciare ad investire in ETF e guadagnare capienti somme di denaro. Vedremo, dunque, cosa sono per l’esattezza questi strumenti che si sono molto diffusi negli ultimi anni, studiando le principali caratteristiche che li differenziano da altri beni di investimento e le modalità con cui vengono sfruttati da chi opera ogni giorno in questa importante attività.

In questa guida sugli ETF approfondiremo alcuni temi, in particolare:

Cosa sono gli ETF

Investire in ETF

La sigla ETF corrisponde esattamente ad Exchange Traded Fund e racchiude in sé strumenti derivati che possono essere basati su azioni, obbligazioni, materie prime e molti altri indici. Al contrario di molti altri prodotti comuni come opzioni binarie e CFD, gli ETF sono regolarmente quotati in Borsa proprio come avviene con le azioni e possiedono come caratteristica simile ai contratti per differenza il fatto di replicare fedelmente l’indice di riferimento.

Nonostante il mercato degli ETF sia simile a quello delle azioni per il fatto di essere strumenti negoziabili in tempo reale, con la totale flessibilità e trasparenza nelle informazioni, il rischio di fallimento è più contenuto grazie alla diversificazione tipica dei fondi. Caratteristica di importanza fondamentale per gli Exchange Traded Fund, è infatti quella di racchiudere in sé un intero indice, noto con il nome di benchmark.

Tipologie di investimento con gli ETF

Investire in ETF, al contrario di quanto può avvenire ad esempio con opzioni binarie e CFD che sono beni rispettivamente commerciati nel breve e nel medio-breve periodo, è un’azione che può essere impiegata in modi di gran lunga differenti. Gli investimenti, possono infatti essere a lungo termine così come a medio, fino ad arrivare al trading intraday.

Con il mercato degli ETF avrete la possibilità di acquistare e vendere questi strumenti ogni qualvolta ne abbiate il desiderio, senza la necessità di definire preventivamente l’orizzonte del vostro investimento, come invece avviene con CFD e opzioni binarie. Si tratta di un’opportunità molto importante, che diminuisce così il rischio di andare incontro a grandi perdite.

Perché scegliere gli ETF per guadagnare: il vantaggio delle basse commissioni

Gli ETF possiedono una caratteristica che li rende ineguagliabili sul mercato di questo genere, ovvero il vantaggio di avere le commissioni più basse in assoluto. Grazie a questo fattore, i costi di gestione del fondo se non sono nulli poco ci manca e di conseguenza a lievitare sono i guadagni netti, provenienti quasi esclusivamente dalle nostre intuizioni sull’andamento del mercato per l’indice preso in considerazione.

Quando operare nel mercato degli ETF, qualche dritta sugli orari

Per entrare con successo nel concetto di investimenti in ETF, è bene conoscere quando è bene operare, con acquisti e vendite, nei relativi mercati. La prima regola è quella di effettuare le transazioni negli orari di apertura della Borsa di riferimento ed evitare, inoltre, di comprare o vendere titoli poco dopo l’orario di apertura giornaliera o poco prima della chiusura, prendendosi almeno mezz’ora di margine. Quest’ultimo fattore, molto importante, è dovuto alle notevoli fluttuazioni di valore che puntualmente avvengono nei primi e negli ultimi minuti di una giornata standard in Borsa.

Piattaforme per fare trading su ETF

Qui sotto alcuni consigli con broker e piattaforme per fare trading EFT :


Broker consigliati

  • Plus500
    Miglior sito per provare le tue strategie

Strumenti di trading

  • Guide in pdf per negoziare sui mercati