Piattaforme trading online: ecco le migliori

Quando si parla di migliori piattaforme di trading online si fa riferimento alle soluzioni tecnologiche proposte dai broker che consentono agli investitori di negoziare sui mercati. Utilizzare gli strumenti migliori significa operare in maniera rapida sui mercati riuscendo a cogliere tutte le opportunità che il mercato propone.

Su ComeFareTradingOnline.com siamo molto attenti a presentare ai nostri lettori solo quelle piattaforme che garantiscono condizioni ideali per iniziare a fare trading online. Per questo motivo oggi presentiamo un elenco delle migliori piattaforme per trading gratuite che offrono conti per negoziare su vari beni di mercato.

Non è una vera a propria classifica anche perchè parliamo di siti sicuri e autorizzati che offrono si condizioni diverse che strumenti differenti. In ogni caso se volete avere una visione di insieme vi invito a utilizzare le demo che offrono per poterne apprezzare le caratteristiche.

In questa guida completa sulle piattaforme di trading online, vedremo tutto quanto concerne i broker per fare trading, vale a dire quei siti che ci permettono di entrare nei mercati finanziari ed investire agevolmente sui mercati finanziari con il trading CFD.

Purtroppo, i prezzi raggiunti dalle criptovalute hanno alimentato l’interesse verso il trading online, ma anche la diffusione delle truffe. Ideate da chi crea scatole vuote online, dicendo che fanno arricchire facilmente, facendo leva sulla voglia delle persone di arricchirsi facilmente. Quando poi in realtà finiranno solo per perdere il proprio denaro.

Quindi, in questa recensione completa sulle piattaforme di trading online vogliamo proprio anche metterti in guardia da esse, oltre a suggerirti i migliori broker.

Per iniziare puoi iscriverti ad una delle piattaforme consigliate attivando una demo gratuita. Ad esempio una delle migliori è eToro (clicca qui per il sito ufficiale) che permette di copiare dai migliori trader, l’ideale per chi è all’inizio.

Per saperne di più sulla piattaforma di trading di eToro clicca qui.

Piattaforme trading online: definizione

Cos’è una piattaforma di trading online? Si tratta di un sito online, chiamato in gergo broker (proprio come quelli ante-tecnologia, in giacca e cravatta, col telefono in mano per cercare di piazzare azioni), il quale consente a chi si iscrive di accedere ai mercati finanziari di tutto il mondo.

E quindi fare trading su tanti tipi di asset disponibili.

Tra i quali troviamo:

  • azioni
  • indici azionari
  • materie prime
  • criptovalute
  • ETF
  • ecc.

Ciascuno di questi asset ha proprie caratteristiche peculiari e merita tipi di analisi diverse, sia quantitativa (tecnica) che qualitativa (fondamentale).

Le piattaforme di trading online offrono svariati servizi per mettere il trader nelle migliori condizioni di operare. Per i quali prevedono delle commissioni. Altro costo addebitato ai trader sono gli spread, imposti sulle posizioni aperte.

Ed è proprio sui servizi offerti che sui costi, che si gioca la partita principale della concorrenza tra le varie piattaforme in circolazione.

Le piattaforme di trading sono utilizzabili in 3 modalità:

  • formato web-based, ossia dal proprio browser
  • app per device mobile, per consentirti di fare trading comodamente da smartphone e tablet ovunque tu sia
  • software da scaricare sul Pc, il più diffuso è MetaTrader

Piattaforme di trading regolamentate

Ecco un elenco delle piattaforme di trading più sicure ed utilizzate:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE 
Funzioni demo
66% dei trader perde soldi
Social tradingRecensioneISCRIVITI
Sicurezza al massimoDeposito minimo, servizio CFDRecensioneISCRIVITI
Segnali gratuitiConto demo da 100.000 €RecensioneISCRIVITI
Spread contenutiPiattaforma WebTraderRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadCommissioni basseRecensioneISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-78% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Piattaforme di trading: quale scegliere?

Quale piattaforma di trading scegliere? La scelta non è facile perché anche il mercato dei broker è diventato molto vario. Vediamo quali aspetti valutare per trovare la migliore broker:

Licenza

Il primo aspetto che ti suggeriamo di valutare è che la piattaforma di trading abbia regolare licenza per operare nel tuo paese. Ciò ti metterà a riparo dalle truffe, giacché per avere e mantenere successivamente una licenza, il broker deve ottemperare una serie di obblighi. In favore della tutela dei fondi e dei dati sensibili dei trader.

In Italia, a vigilare sull’onesta dei broker (almeno teoricamente) è la Consob, istituita nel 1974 per slegare questo ruolo alla politica (prima era tenuto dal Ministero delle finanze). La Consob agisce di concerto con la Banca d’Italia, sebbene spesso siano state criticate per la scarsa vigilanza posta sul sistema bancario e finanziario italiano.

La Consob si attiene ai dettami dell’ESMA, la massima autorità europea.

Spread e commissioni

Questi due fattori costituiscono per un trader dei costi, che alla lunga gravano sui suoi profitti. Ecco perché occorre porre particolare attenzione ad essi.

I broker devono riportare questi costi in modo trasparente sul loro sito, per consentire al trader di conoscere preventivamente le condizioni che offre. Inoltre, devono anche avvisare gli utenti iscritti in caso di modifica delle condizioni.

In particolare, ecco cosa intendiamo per spread e commissioni:

  • Spread: si tratta della differenza tra il prezzo di acquisto (ask) e il prezzo di vendita (bid) quotati per un asset
  • Commissioni: sono i costi previsti dal broker per i servizi che offre. Per esempio, sui prelievi, sui segali di trading.

I broker spread-only sono quelli che non prevedono il pagamento di una commissione sui trades aperti, ma a punto solo lo spread. E sono quelli preferibili perché più convenienti.

App

Un broker deve offrire la possibilità al trader di poter controllare le posizioni aperte o verificare nuove occasioni di trading comodamente dal proprio smartphone o sul proprio tablet. Ormai è imprescindibile per un sito avere anche una versione app fatta bene, poiché buona parte dei trader agisce da device mobile, così come il traffico dati in generale deriva per oltre il 70% da mobile e non da desk.

Occorre però dire che diversi esperti consiglino di utilizzare le app solo per verificare le posizioni già prese, quindi intervenire qualora le condizioni lo prevedano. Ma di valutare l’apertura di trades nuovi da un Pc, che offre un ambiente operativo più professionale, rispetto ai device mobili che rendono tutto più leggero e quasi ludico. Ma qui abbiamo a che fare con i soldi.

Assistenza clienti

Molto importante è anche l’assistenza clienti, che deve essere veloce ed efficace nelle risposte. Meglio se in italiano, poiché talvolta le traduzioni possono lasciare spazio a malintesi (soprattutto quelle fatte con Google translate).

Inoltre, l’assistenza clienti deve essere 24×7, quindi sempre reperibile a qualsiasi ora e tutti i giorni. Dato che ormai è possibile sempre fare trading, visto che i mercati aprono e chiudono in orari diversi tra loro.

Una assistenza clienti Live chat è preferibile, poiché puoi connetterti con l’operatore in presa diretta, senza una comunicazione epistolare lenta o telefonate verso numeri stranieri con costi elevati.

Grafici

Prima abbiamo parlato di analisi tecnica. I grafici sono molto importanti per essa, poiché ti consentono di valutare l’asset dal punto di vista quantitativo. Cioè puoi valutare il valore numerico dell’asset nel tempo, anche utilizzando indicatori ed oscillatori di trading che formano un grafico chiaro attraverso delle formule date in default.

Un broker con grafici integrati ben fatti ti evita di doverti recare su un’altra piattaforma per fare le tue valutazioni. Una perdita di tempo che mina al tuo profitto.

News e calendario economico

Le piattaforme di trading devono aggiornarti costantemente sulle breaking news che riguardano i mercati finanziari, poiché anche le notizie che non riguardano prettamente i mercati (politiche, geopolitiche, climatiche, tecnologiche, legate al settore, i dati di bilancio delle aziende, acquisizioni o scorpori, Exchange che hanno inserito una criptovaluta, ecc.) possono influenzare l’andamento degli asset. E pure pesantemente.

Anche i calendari economici sono importanti, cioè l’aggiornamento di tutte le date con le notizie che riguardano gli asset. L’uscita dei dati sull’occupazione, i dati manifatturieri, quelli sulla disoccupazione, i report di bilancio trimestrali o annuali, i ricavi, l’uscita di un nuovo prodotto, votazioni elettorali, ecc.

News e calendario economico, invece, ti aiutano nella cosiddetta analisi fondamentale. Quindi, devono essere chiari e facilmente accessibili.

Migliori piattaforme di trading online

Vediamo ora quali sono, a nostro avviso, quei broker che rispondono pressapoco a tutte le caratteristiche prima descritte. Si tratta delle migliori piattaforme di trading in assoluto, con le condizioni migliori:

eToro

In quest’elenco inseriamo in questa posizione la piattaforma di eToro che è uno dei broker storici, un brand internazionale affermato e riconosciuto. E’ un broker che garantisce una piattaforma eccellente per negoziare CFD su Forex e Azioni e Futures sui bitcoin. Ha un software web molto facile da usare e l’iscrizione completamente gratuita. E’ regolamentata da Cysec e dunque garantisce il massimo della sicurezza ai suoi utenti.

Il broker eToro offre ben 3 licenze per operare (ASIC, FCA e FCA). Tra i servizi che offre, oltre a tutti quelli menzionati, ricordiamo anche il copy trading, per copiare cosa fanno i trader migliori. Inoltre, si propone come un autentico social network per trader, con il Social trading.

Il deposito minimo è di 50 euro e prevede un solo account.

Se volete aprire un conto di trading con etoro o approfondire fate click qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Plus500

Il Plus500 offre una piattaforma davvero professionale ache permette di negoziare tramite CFD su Forex,Azioni,Indici,Commodities e criptovalute. E’ un sito di sicuro valore che ha conquistato ad oggi più di 60 mila clienti in Europa. Parliamo di una piattaforma di trading completa che permette di negoziare su una vasta gamma di titoli.

In fatto di licenze è una delle più sicure. Plus500 UK Ltd è infatti autorizzata dalla Financial Conduct Authority (FCA) con licenza FRN 509909. Plus500 CY LTD è autorizzata and regolata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (Cysec) con Licenza No. 250/14. Plus500 Ltd è quotata nel listino principale della Borsa di Londra (Stock London Exchange).

Le opinioni su Plus500 non possono essere che positive come potete verificare anche sui siti finanziari specializzati e sui forum.

Da un punto di vista della convenienza parliamo di uno degli spread più bassi del mercato che lo rendono un broker sicuramente conveniente per tutti. Per tutti questi motivi lo abbiamo inserito fra le prime piattaforme di trading consigliate.

Per avere maggiori informazioni ed iniziare a fare trading con Plus500 clicca qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

OBRinvest

In Italia quando si parla di segnali di trading non si può che citare la piattaforma di trading di OBRinvest che è davvero facile da usare e che viene utilizzata da migliaia di clienti oltre ad ebook che permettono anche a chi è principiante di iniziare a negoziare con successo sui mercati.

E’ dunque senza dubbio una delle piattaforma più innovative che il mercato propone attualmente.

Fra gli altri servizi da segnalare un utilissimo servizio di segnali di trading gratis (che trovi qui) che permette di ricevere, una volta iscritti, dei consigli attraverso l’email o tramite manager professionali sulle ultime opportunità per fare trading.

Naturalmente non si ha la certezza di fare soldi ma comunque si ha questa ulteriore possibilità per fare trading in automatico.

Per avere maggiori informazioni ed iniziare a negoziare con OBRinvest clicca qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Capital.com ha anche esso licenza CySEC e FCA e si contraddistingue per il fatto che preveda anche l’intelligenza artificiale tra i suoi servizi, così che potrai farti aiutare dalla tecnologia nelle tue scelte. Molto interessante anche la app Investmate, molto diversa per ciò che offre dalla versione web-based.

Capital.com offre 4 account diversi e il deposito minimo è di soli 20 euro.

Per aprire un conto di trading su Capital.com clicca qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

XM.com

Il broker XM ha la licenza CySEC e ha già ricevuto oltre 30 premi per la sua attività. Prevede 16 piattaforme di trading disponibili e zero spread in taluni casi.

Il broker prevede 3 account diversi, con deposito minimo di soli 5 euro.

Per aprire un conto di trading su XM.com visita questa pagina.

Sicurezza della piattaforma

La sicurezza della piattaforma è molto importante. Con essa intendiamo sia come la piattaforma cura la difesa rispetto agli attacchi hacker, sia come cura la crittografia dei dati sensibili del trader.

In genere, anche questi dati sono riportati sui siti dei broker e se non mastichi dei termini riportati, è consigliabile farti un giro sul web per vedere se sono misure ormai tecnologicamente superate o meno sicure di altre.

Asset disponibili

Il numero e il tipo di asset disponibili pure sono molto importanti per valutare le piattaforme di trading online. Ciò che viene sempre consigliato ai trader è di diversificare il proprio portafoglio, inserendo asset legati a categorie diverse e possibilmente cercando sia asset tra loro correlati in modo positivo che negativo.

Cosa significa? Nel primo caso, la correlazione positiva (o diretta, o pura) indica che all’aumentare del prezzo di un asset, aumenta anche il prezzo di un altro. Per esempio, il dollaro statunitense e il petrolio. Essendo il prezzo dei barili del petrolio espresso in dollari, allora va da sé che aumentando il valore dei dollari aumenta anche il petrolio. Stesso dicasi se il valore del dollaro scendere, così cala anche il prezzo per barile.

La correlazione negativa (o indiretta o spuria) indica invece che all’aumentare del prezzo di un asset diminuisce il prezzo dell’altro. Un esempio classico sono Oro e azioni. Generalmente, se il mercato azionario sta andando bene, allora il prezzo dell’oro tende a scendere poiché è un bene rifugio, quindi i trader sono più portati a rischiare anziché rifugiarsi nel suo valore stabile. Viceversa, se i mercati finanziari sono in piena tempesta, allora il valore dell’oro tende a schizzare. Ne sono un esempio gli anni successivi al 2008 o il 2020.

Gli asset principali che non possono mancare nell’offerta di un broker sono:

  • azioni: le quote di capitale di una società quotata in borsa rese pubbliche per reperire finanziamenti. La quotazione avviene tramite Ipo. Mentre un’Opa totale genera l’effetto opposto, poiché si tratta dell’acquisto di tutto il valore di una società quotata in borsa da parte di un’altra. Ciò produce come effetto il cosiddetto delisting, cioè il ritiro dalla borsa della società in questione
  • indici azionari: sono dei panieri di azioni collegati ad un determinato settore merceologico o ad una zona geografica in particolare. Il valore degli indici azionari viene dato dalla media del valore dei titoli contenuti, sebbene il calcolo possa variare in base al fatto che si dia più o meno peso a questa o quella azione
  • criptovalute: asset digitale rappresentato dal valore delle valute digitali. La prima è stata il Bitcoin, lanciata nel 2009, che ha dato il via alla nascita di tutte le successive con la blockchain che ne è alla base. Si contraddistinguono per la loro volatilità e imprevedibilità
  • materie prime: si dividono in Hard o Soft, a seconda del tipo di reperibilità. Nel primo caso, prevedono il reperimento dal sottosuolo, quindi la trivellazione (petrolio, gas, metalli preziosi). Nel secondo caso, sono reperite sul suolo (prodotti agricoli, derivati da animali, ecc.)
  • ETF: anche in questo caso parliamo di panieri, lanciati da società private di gestione, che incorporano asset legati ad un determinato settore o una determinata categoria. Anche in questo caso, il valore finale è dato dalla media dei componenti. Tra i vantaggi principali degli ETF è che prevedono commissioni basse e rischi molto bassi, oltre a consentire una alta diversificazione del portafoglio con un solo asset

Conto demo

Il Conto demo è un altro aspetto che devi valutare, poiché si tratta di uno strumento che ti permette di fare pratica con denaro virtuale. Pertanto, non perderai i tuoi soldi veri in caso di trading errato. L’importante è che non prenda il conto demo come un gioco, ma che lo utilizzi per fare pratica in modo serio.

In genere, un Conto demo ha un tempo di utilizzo illimitato e prevede solo una iscrizione veloce iniziale. Mentre il capitale a disposizione è limitato, i soldi vengono caricati automaticamente per permette di fare tutte le prove.

Una modalità che dovete sfruttare è quella delle piattaforme demo. Per attivarle è sufficiente iscriversi presso uno dei siti proposti con un indirizzo email vero e confermare l’iscrizione. Da quel momento avete a accesso a tutte le caratteristiche del conto di trading ma con soldi reali.

Quindi potete simulare il trading online e verificare come vanno le vostre operazioni e strategie. Poi potete passare in ogni momento tramite un deposito al trading reale. E’ un ottimo modo per iniziare anche per verificare se la piattaforma soddisfa le proprie esigenze.

Ecco i migliori broker con conto demo:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE 
Funzioni demo
66% dei trader perde soldi
Social tradingRecensioneISCRIVITI
Sicurezza al massimoDeposito minimo, servizio CFDRecensioneISCRIVITI
Segnali gratuitiConto demo da 100.000 €RecensioneISCRIVITI
Spread contenutiPiattaforma WebTraderRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadCommissioni basseRecensioneISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-78% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Materiale formativo

Un ultimo aspetto che devi valutare di una piattaforma di trading online è il materiale formativo che ti offre. Per esempio, se ha una sezione dedicata alla spiegazione dei principali termini afferenti al trading (Glossario).

Se prevede la possibilità di scaricare manuali in formato eBook. Se organizza periodicamente dei webinar curati da esperti. Se invia segnali di trading, ovvero suggerimenti, curati da esperti.

Da questo punto di vista il broker OBRinvest è uno dei migliori per quanto riguarda il materiale formativo. Offre un ebook da scaricare (che trovi qui) con tante informazioni utili per chi inizia a fare trading e vuole subito un corso pratico e operativo.

Per saperne di più sui servizi di OBRinvest clicca qui e visita il sito ufficiale.

Piattaforme di trading per chi inizia da zero

Per chi inizia da zero, si consigliano broker con una interfaccia intuitiva, in gergo chiamata user-friendly. Così da non dover smanettare troppo per trovare qualche strumento importante.

Ed ancora, deve offrire strumenti per poterti formare, essendo tu neofita. Come i succitati conto demo o gli ebook o i webinar.

Del resto, una piattaforma di trading ha tutto l’interesse affinché tu diventi bravo, poiché guadagnerà dagli spread e dalle commissioni che impone sui servizi che ti offre. Dunque, se guadagnerai pochi profitti o ti ritirerai del tutto, sarà un mancato guadagno anche per loro.

Per chi inizia da zero è consigliabile usare broker come eToro che permettono di fare copy trading. Si tratta di una funzione molto comoda che permette di ricercare gli utenti della piattaforma e copiarne le operazioni in modo facile e veloce.

Puoi accedere ai servizi della piattaforma eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Piattaforme di trading professionali: Metatrader 4 (MT4)

Metatrader 4 è una piattaforma che esiste dal 2005 ma malgrado ciò, è ancora largamente usata dalla maggioranza dei trader e pure preferita.

Meglio nota come MT4, si fa apprezzare da trader esperti e trader alle prime armi. I primi ci troveranno una piattaforma completa di funzioni, quindi all’altezza delle loro esigenze. I secondi ci troveranno una piattaforma semplice ed intuitiva.

MetaTrader offre tante funzioni, come ottimi grafici e pure il trading bot. Dando la possibilità di acquistare sistemi già pronti nel Marketplace oppure di crearne di propri se si conosce il linguaggio.

Nel 2012 è arrivata una seconda versione, che l’ha ulteriormente migliorata. Ma nonostante ciò, grazie ai successivi aggiornamenti, si difende ancora.

Piattaforme trading demo: fare pratica senza depositare

Abbiamo già accennato al conto demo tra i servizi imprescindibili che un broker deve offrire.

Scegliendo uno dei broker sopra citati, avrai a disposizione già un conto demo integrato alla piattaforma, utilizzabile anche senza fare un primo deposito iniziale e senza dover dare i tuoi dati personali. A parte ovviamente, almeno una email e una password.

Il conto demo è molto utile anche per fare pratica senza rischi ma non va usato come un gioco, altrimenti si finirà per non imparare nulla.

Il trading demo può risultare utile però anche ai trader esperti, giacché possono provare nuove strategie senza il rischio di perdere i propri capitali faticosamente guadagnati. Del resto, si può sempre passare da un conto live ad un conto demo in corso d’opera, in modo molto agevole.

Piattaforme sicure e affidabili: le licenze

Prima, non a caso, abbiamo messo le licenze per operare al primo posto tra le cose da valutare. Poiché ciò ti garantisce che il broker sia affidabile.

Gli stati dell’Unione europea devono sottostare alle regole ESMA, la massima autorità nel setore. La Gran Bretagna, il cui organismo è la FCA, che vigila anche sulla London stock exchange, per ora ha deciso ancora di restare allineata alle direttive ESMA malgrado la Brexit.

Regole ESMA

L’Esma – acronimo di European Securities and Markets Authority – che ha sede a Parigi, fondata nel 2011, è la massima autorità di vigilanza sui mercati finanziari dell’Unione europea. Vara le direttive MiFID, a cui i broker devono sottostare. L’ultima direttiva MiFID, la MiFID II, è entrata in vigore il primo gennaio 2018, ed impone ai broker, tra le altre cose:

  • di non erogare bonus ai trader per incentivarli ad operare
  • di non effettuare il marketing selvaggio tramite telefonate
  • di non proporre forme di trading troppo semplicistiche, che possono trarre in inganno i trader
  • di proporre leve finanziarie per i trader retails limitate, poiché questo strumento è molto pericoloso, non a caso chiamato “arma a doppio taglio”

Piattaforme trading professionali

I trader professionali sono quei trader che investono somme consistenti e hanno già anni di esperienza alle spalle. Quindi, giustamente, hanno pretese diverse rispetto ai trader neofiti e puntano ad avere maggiori servizi più dettagliati.

I broker che abbiamo prima menzionato, oltre ad essere molto semplici, si prestano bene anche per questa categoria di trader per i servizi che offrono e per livelli di Leva finanziaria più ampia.

Se parliamo di strumenti professionali non possiamo non citare Plus500, uno dei broker con una piattaforma estremamente professionale. Permette infatti di fare trading con semplicità ed avere a disposizioni i grafici aggiornati con cui fare analisi.

Puoi accedere alla piattaforma di trading di Plus500 cliccando qui.

Scegliere piattaforme per asset

La diversificazione del portafoglio è molto importante, per equilibrare i profitti e le perdite. Quindi meglio scegliere broker che ti permettano di investire su più asset diversi, così da inserire nel tuo wallet asset anche tra loro slegati.

Piattaforme per trading di Azioni

Le azioni sono uno degli asset più diffusi nei portafogli dei trader. Generalmente, la scelta ricade su quelli più volatili, come i titoli tecnologici e quelli più stabili, come quelli legati a servizi imprescindibili (per esempio, la distribuzione di corrente o gas).

I broker che vi abbiamo proposto sono interessanti per fare trading azionario in Borsa. Nella sezione dedicata alle azioni potete trovare oltre alle migliori piattaforme per investire in Borsa anche le quotazione dei principali titoli azionari e degli indici delle principali Borse europee.

Un’ottima piattaforma è Plus500 che ha un elenco di azioni molto completo che varia dalla Borsa italiana fino alle principali piazze europee.

Puoi accedere alla piattaforma di trading CFD di Plus500 per negoziare sulle azioni da qui.

Piattaforme di trading Forex

Il Forex rappresenta il mercato più grande al mondo per volumi mossi quotidianamente. E’ basato sullo scambio tra valute degli stati, divise per Major, secondarie ed esotiche.

Broker molto interessanti per il Forex sono Plus500 e OBRinvest, che hanno selezionato in modo certosino le coppie valutarie migliori da proporre.

Piattaforme di trading criptovalute

eToro si propone sia come Broker per il trading CFD sulle criptovalute, sia come Exchange per gestirle comodamente su un wallet comodo e sicuro.

Offre anche la possibilità di negoziare su criptovalute minori oltre a Bitcoin, Ethereum e le più famose, un bel vantaggio per chi vuole diversificare.

Per investire sulle criptovalute con eToro clicca qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Piattaforme di trading gratuite

Tutti questi siti sono gratuiti nel senso che permettono di iscriversi senza ulteriori costi aggiuntivi. Naturalmente per fare trading reale richiedono un versamento che è comunque molto basso se lo paragoniamo ai costi di alcune banche online.

Molto spesso per investire in azioni si è costretti a pagare costi inutili mentre qui abbiamo delle piattaforme gratuite che presentano le condizioni ideali per un cliente. Consigliamo sempre di usare siti non a pagamento.

Piattaforme di trading italiane

Potete trovare le piattaforme di trading proposte sul sito della Consob nella sezione delle società senza succursale. Non tutti i broker hanno infatti una sede in Italia operando ormai via Internet, questo non vuol dire che non abbiano superato i controlli rigidi della Consob. Ci sono infatti piattaforme di trading con sede in Italia che non hanno però le autorizzazioni. In ogni caso i broker che vi abbiamo proposto sono in lingua italiana e danno l’assistenza in Italiano grazie allo staff che ha al suo interno persone italiano.

Piattaforme di trading: le domande frequenti (FAQ)

Prima di approfondire l’argomento cerchiamo di rispondere ad alcune domande frequenti:

Cosa sono le piattaforme di trading?

Si tratta di broker che offrono la possibilità di operare tramite i CFD su una varietà di asset quotati sui mercati finanziari. Offrono anche tanti servizi, ma prevedono anche dei costi, sotto forma di spread e commissioni.

Quali sono le migliori piattaforme di trading?

Le migliori sono eToro e Plus500 dal punto di vista della semplicità di utilizzo e delle commissioni.

Quali sono i rischi di usare le piattaforme di trading?

Trattandosi di investimenti, sappiamo che comportano dei rischi. Ai quali però possono essere aggiunte le truffe. Quindi, meglio scegliere i broker in base alle caratteristiche prima elencati.

Piattaforme trading online

Conclusioni

La scelta delle piattaforme di trading è molto delicata. Meglio farla in modo oculato, seguendo una guida come la presente. Onde evitare di ritrovarsi in qualche truffa o di perdere tempo (e denaro) con un broker che poi alla fine non conviene.

Se volete iniziare al meglio è consigliabile partire dalle piattaforme con con conto demo gratuito ed illimitato in modo da esercitarsi e passare al trading reale quando si è pronti.

Per iniziare al meglio investendo nel trading online conviene partire dalla pratica e da un buon conto demo. Vi lasciamo quindi con i collegamenti ufficiali alle migliori piattaforme con conto demo:

si tratta di piattaforme con licenza, regolarmente autorizzate e conti demo gratuiti ed illimitati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here