Comprare azioni Google

Conviene comprare le azioni Google? Come fare? Se ti interessa il titolo azionario di Google, che prende il nome Alphabet in Borsa, allora sei capitato nel posto giusto.

Big G, infatti, come viene soprannominato, oltre ad offrire una miriade di servizi web e ha tentare di insediarsi in altri settori - come il self-driving, l’intelligenza artificiale, la telefonia mobile, ecc - è anche un interessante asset su cui fare trading.

Ti basta solo sapere che fa parte delle cosiddette Big Tech o Big Five, insieme ad Amazon, Apple, Facebook e Microsoft. Inoltre, traina, insieme a questi titoli, anche l’importante indice azionario Nasdaq e S&P 500.

Se abbiamo ulteriormente alimentato il tuo interesse, allora non ci resta che proseguire questa guida completa su come comprare le azioni Google e se conviene.

Molti trader stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per fare trading sulle azioni. Ad esempio si può usare la piattaforma di eToro per investire sull'andamento delle principali azioni grazie agli utili servizi di copy trading e social trading. Puoi registrarti gratuitamente su eToro cliccando qui.

Azioni Google: storia

Qual è la storia di Google? Inizia nel 1995, alla Stanford University, quando Larry Page stava valutando se iscriversi o meno e Sergey Brin, che all’epoca era già studente, doveva fargli visitare l'università.

Tra i due non fu subito intesa, ma scambiandosi le reciproche idee, iniziarono l’anno seguente una proficua partnership.

Page intanto si era iscritto all’Università e nella loro stanza in comune diedero vista ad un motore di ricerca in grado di sfruttare i link per stabilire l'importanza di singole pagine nel World Wide Web. All’epoca in ascesa tra la massa, dopo essere stato per decenni usato soprattutto per scopi militari.

Questo primo rudimentale motore di ricerca fu ribattezzato "Backrub", chiamato poco dopo con un nome più simpatico e facile da pronunciare: l’attuale "Google".

Azioni Google

Quest’ultimo derivava semplicemente da un gioco di parole, che derivava dall'espressione matematica rappresentata dal numero 1 seguito da 100 zeri. Raffigurava così lo scopo ufficiale di entrambi così sintetizzato: "organizzare le informazioni di tutto il mondo e renderle universalmente accessibili e utili".

Il progetto piacque subito all’ambito accademico, ma iniziò anche ad attrarre importanti investitori della Silicon Valley. Rigenerata nel decennio precedente per volere di Ronald Reagan, soprattutto per scopi militari. Ma che negli anni ‘90 iniziò ad essere la casa di molti colossi informatici.

E così, nell'agosto 1998, Andy Bechtolsheim, co-fondatore di Sun, staccò un assegno da 100.000 dollari intestato a Larry e Sergey. Nacque così Google Inc.

Così, viene trovata una nuova sede ufficiale, che non sia una semplice stanza di un’università: un garage nella periferia di Menlo Park, in California. All’epoca di proprietà di Susan Wojcicki, il quale sarà poi il sedicesimo assunto dalla società e attuale Ceo di YouTube.

L’ufficio era molto semplice: pochi Pc assemblati, un tavolo da ping pong e un tappeto blu intenso.

Il primo server di Google fu realizzato con i mattoncini Lego. Mentre il primo "Doodle" arrivò subito nel 1998: un omino stilizzato all'interno del logo creato per segnalare agli utenti che tutto lo staff era assente dal lavoro per partecipare al Festival del Burning Man.

Via via Google diventa sempre più importante: arrivano nuovi ingegneri, un team di vendita e il primo cane aziendale: Yoshka. La sede viene così di nuovo trasferita, ma ora si fa sul serio: "Googleplex", a Mountain View, in California.

Via via, servizio dopo servizio, implementazione dopo implementazioni, Google è diventato ciò che è ora. Oltre 60.000 dipendenti in 50 diversi paesi.

Tra i prodotti di punta lanciati in questi anni, troviamo YouTube, rilevato nel 2006 a soli 2 anni dalla nascita. E poi il sistema operativo Android, nettamente il più utilizzato al mondo grazie a smartphone di successo che lo prevedono come Samsung, Huawei (anche se la guerra commerciale con la Cina ha portato alla sospensione del rapporto commerciale), Xiaomi o Lg (che però di recente ha smesso di produrre telefoni).

Ed ancora, la posta elettronica Gmail, molto utile anche a livello aziendale per la grandezza dei file che riesce ad inviare e il servizio di storage interno abbastanza generoso.

Come non citare, poi, il primo prodotto lanciato: il motore di Ricerca Google. Ancora oggi imbattibile.

Non ha avuto successo, invece, la community Google Plus, che puntava a sfidare Facebook. Di fatto dismessa qualche anno fa. Ma ci può stare.

Ed oggi Google punta a primeggiare anche nelle auto self drive, dove però sembra ancora arrancare e molto indietro rispetto ad altre realtà come Tesla. O l’intelligenza artificiale, sempre più richiesta in futuro.

Migliori broker per investire sulle azioni Google

Prima di proseguire con questa guida sulle azioni di Google vi proponiamo una serie di piattaforme di trading certificate per negoziare sul titolo:

Broker Caratteristiche Vantaggi Recensione Apri un conto
eToro CFD azioni e CopyPortfolios Social e copy trading Recensione Iscriviti
Plus500 CFD su azioni e indici Deposito minimo, servizio CFD Recensione Iscriviti
Segnali gratuiti CFD sulle principali azioni Recensione Iscriviti
Spread contenuti Piattaforma WebTrader Recensione Iscriviti
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Come Comprare azioni Google

Le azioni Google possono essere comprate agevolmente grazie al trading CFD. Acronimo di Contract for difference.

Si tratta di contratti standardizzati, quindi non dovrai imparare chissà cosa per utilizzarli. Inoltre, si tratta di contratti derivati, che replicano asset sottostanti. Quindi, andrai a comprare il contratto, che a sua volta replica il valore delle azioni Google.

Il trading CFD ti permette di negoziare sulle azioni Google sia quando il titolo è in rialzo, sia quando è in ribasso. Pertanto, potrai speculare sulle azioni Google anche quando stanno andando male posizionandoti short.

Le azioni Google possono essere comprate su broker con regolari licenze e tanti servizi al seguito. Oltre che spread e commissioni contenuti.

Vediamo quali sono i migliori nel prossimo paragrafo.

Broker per investire in Google

Ecco i migliori broker per comprare le azioni Google.

Comprare azioni Google con eToro

Il broker eToro ti offre questi servizi:

  • Spread e commissioni bassi
  • Copy trading per copiare trader migliori
  • Social trading per interagire con trader di tutto il mondo
  • Conto demo da 100mila euro virtuali
  • Un solo account disponibile
  • Deposito minimo di 200 euro

Per iniziare a fare trading CFD azionario su eToro clicca qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Fare trading CFD di azioni Google con Plus500

Ecco le principali caratteristiche di Plus500:

  • spread e commissioni contenuti
  • alert mail per essere avvisati quando un trand è in partenza
  • +2.500 asset disponibili
  • Conto demo da 40mila euro virtuali che si ricarica quando si sta esaurendo
  • Un solo account disponibile
  • Deposito minimo 100 euro

Per iniziare a fare trading CFD azionario su Plus500 clicca qui.

72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Comprare azioni Google con OBRinvest

Vediamo invece cosa offre OBRinvest ai trader iscritti:

  • spread e commissioni più bassi della media di mercato
  • ebook e webinar per la formazione teorica
  • segnali di trading di Trading central
  • Conto demo da 100mila euro virtuali
  • Quattro account disponibili
  • Deposito minimo 250 euro

Per iniziare a fare trading CFD azionario su OBRinvest clicca qui.

78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Trading azioni Google con Capital.com

Queste le caratteristiche principali del broker Capital.com:

  • spread e commissioni convenienti
  • intelligenza artificiale integrata nelle piattaforme
  • app investmate per esercitarsi
  • Conto demo da 100mila euro virtuali
  • Tre account disponibili
  • Deposito minimo 20 euro

Per iniziare a fare trading CFD azionario su Capital.com clicca qui.

71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Prezzo Google tempo reale

Vediamo qual è il prezzo delle azioni Google in tempo reale.

L’andamento del titolo azionario Google ci mostra che il titolo ha innescato un continuo rialzo per tutta la sua storia. Partendo da 54 dollari nell’agosto 2004 fino a circa 1.500 dollari nel giorno di San Valentino del 2020. Poi la Pandemia Covid-19 ha portato un crollo del titolo intorno ai mille dollari. Registrando un -30% nel giro di 3 settimane.

Poi ha ripreso il suo cammino meglio di prima, tanto da essere intorno ai 2.300 dollari al momento della scrittura.

Azioni Google Dividendi

Devi sapere che le azioni Google non offrono alcun dividendo ai loro possessori.

Come molte altre società del settore tech quotate al NASDAQ (vedi Facebook, Netflix o Amazon), anche Alphabet sceglie di reinvestire completamente gli utili generati senza staccare alcuna cedola.

Previsioni sul titolo Google

In Borsa, troverai il titolo Alphabet riferito a Google. Si tratta della holding che controlla la società e viene gestita dagli storici fondatori di Google: Sergey Brin e Larry Page.

Alphabet è stata fondata nel 2015 allo scopo di riunire tutti i servizi di Google: Youtube, Android, Google Capital, Google Ventures, Maps, Ads, ecc.

La nascita di Alphabet non ha spiazzato i mercati, anzi, il titolo ha proseguito la sua lenta ma costante crescita. Arrestata bruscamente, come accaduto un po’ per tutti, con l’esplosione del Covid-19.

Sebbene poi la crescita sia ripresa in modo esponenziale e più accelerata di prima.

Anzi, se prima del Covid il titolo Google era più adatto per chi prediligeva una strategia cassettista, proprio perché offriva una crescita lenta seppur costante, quindi evidente solo sul lungo termine, ora fa registrare sbalzi importanti. Quindi si adatta anche col trading intraday.

Uno dei servizi che stanno trascinando il titolo Alphabet è proprio YouTube, diventato praticamente la Tv dei millennials e che dà grandi occasioni di mettersi in mostra e avviare proficue carriere da Influencer in molti campi.

Youtube ha saputo rifarsi il look, minacciato com’era dall’avanzata di Facebook e da nuove app come Instagram. Resta invece oggi ancora un punto di riferimento come piattaforma per i video. Dando anche la possibilità di trasmettere video live.

Non a caso, ad aprile 2021 è emerso che le vendite pubblicitarie di YouTube sono aumentate del 49% anno su anno a $ 6 miliardi. Nel 2020, le vendite del quarto trimestre nel 2020 sono aumentate del 46% e sono migliorate del 32% nel terzo trimestre.

In generale,Alphabet ha registrato nel complesso un inizio 2021 incredibile. Ecco qualche dato:

  • i margini di profitto operativi sono aumentati di 230 punti base dal quarto trimestre al 36%
  • le vendite di Google Cloud sono aumentate del 45,6%
  • la ricerca è aumentata del 30,1%
  • la rete di Google è migliorata del 30,1%

Secondo l’analista di Guggenheim Securities Michael Morris:

Alphabet ha ulteriormente rafforzato la sua posizione tra le idee più interessanti nella nostra copertura”.

Secondo lui, il prezzo di Alphabt potrebbe avere un target price di 2.850 dollari. Mantendo una valutazione “buy”.

Le opinioni sul trimestre di Alphabet e le prospettive degli analisti Thill e Morris sono state riprese da altri sulla strada.

Va anche oltre l’analista di Deutsche Bank Lloyd Walmsley, con un target price per il 2021 di Alphabet a $ 3.050 e una valutazione Buy.

Azioni Google: principali concorrenti

Dato che Google occupa più settori, occorre dividere i competitors in base al settore di riferimento.

Ricerca

Nella ricerca online, Google è quasi in monopolio con oltre il 94% del volume e del mercato della ricerca online. Il secondo motore di ricerca più grande e il principale concorrente di Google è Yahoo (AABA), che detiene una quota di mercato del 2,32% a partire da ottobre 2018.

Intrattenimento

Dopo aver acquisito YouTube nel 2006 per 1,65 miliardi di dollari, Google ha potenziato la piattaforma di contenuti video e di intrattenimento.

Poiché la domanda di piattaforme e servizi di streaming online è cresciuta negli ultimi anni, i principali concorrenti di YouTube includono Netflix, Hulu, Vimeo, Walt Disney Company e altre piattaforme di streaming di contenuti.

Tuttavia, a seconda di come lo classifichi, YouTube compete anche con piattaforme di social media tra cui Facebook, Instagram, Twitter e LinkedIn.

Self-driving car

Waymo è nato nel 2009 per lanciare un veicolo più sicuro in grado di ridurre gli incidenti stradali e rimodellare il trasporto urbano. In questo spazio competitivo Google deve però vedersela con colossi come Uber, Zoox, Nissan, Tesla, Renault. Ai quali dovrebbe aggiungersi anche Amazon, già presente riguardo le consegne.

Tecnologia in generale

In generale, per quanto concerne la tecnologia Big G deve vedersela con:

  • Oracle
  • PTC
  • Intel
  • CA Technologies
  • Compuware,
  • EMC
  • Red Hat
  • F5 Networks
  • IP Cisco Systems
  • Hewlett-Packard
  • Symantec
  • Moody's Investor Services
  • IBM
  • Salesforce
  • Microsoft
  • ecc.

Comprare azioni Google: le FAQ

Conviene comprare le azioni Google?

Il titolo da sempre ha registrato una crescita lenta ma costante. Con una accelerazione dopo il crollo dovuto alla pandemia Covid-19. Così da mostrarsi conveniente non solo per i trader cassettisti ma anche per quelli intraday.

In generale, i dati fondamentali di Google sono molto solidi e sta crescendo anche nel primeggiare coi servizi che offre.

Cos’è Alphabet?

Alphabet è la società creata al fine di riunire tutti i servizi offerti da Google sotto un unico marchio. Parliamo per esempio di Youtube, Android, Google Capital, Google Ventures, Maps, Ads, ecc.

Google sta cercando di dire la sua anche per quanto riguarda il self-driving e l’intelligenza artificiale, sebbene per ora sia ancora abbastanza indietro rispetto alla concorrenza in questi settori.

Dove comprare le azioni Google?

Puoi farlo su broker CFD con regolare licenza, tanti servizi all’attivo e spred e commissioni convenienti. Come eToro, Plus500 e Capital.com.

Come comprare Azioni Google

Conclusioni

Google è nato a metà anni ‘90 come motore di ricerca in ambito accademico, per poi diventare il più grande ed utilizzato motore di ricerca del mondo ancora oggi.

Google offre diversi servizi sul web: dalla piattaforma video Youtube, alla mail Gmal, passando per il clouding fino al diffusissimo sistema operativi Android.

Consente altresì di guadagnare con i banner pubblicitari e di farsi pubblicità, tramite Adsense. E da anni offre un navigatore satellitare: Google Maps.

Google sta cercando di farsi strada anche in altri settori in ascesa, come il self-driving e l’intelligenza artificiale.

Se da sempre il titolo Google è stato proteso ad una crescita lenta ma costante, dopo il Covid-19 ha subito una incredibile accelerata. Dovuta soprattutto allo sfruttamento della tecnologia favorito dai vari lockdown mondiali.

Puoi sfruttare i movimenti delle azioni Google con il trading CFD, su broker come eToro ad esempio che consentono di copiare dai migliori investitori del mondo.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.