Indici di Borsa: come funzionano e come investire

Come investire sugli indici di borsa? Gli indici di borsa, detti anche indici azionari, offrono una ottima radiografia della situazione di un settore o economica di un’area geografica, giacché racchiudono le principali società quotate in borsa di uno o dell’altro (o di entrambi).

A differenziare gli indici azionari possono essere il numero dei titoli in esso inseriti, nonché il calcolo che ne è alla base. Il quale è dato da una media ponderata che può però dare anche maggiore peso ad un tipo di titolo anziché un altro.

E’ possibile investire sugli indici azionari tramite trading CFD. Ed in questa guida completa sugli indici di borsa, vedremo anche quali sono i migliori broker per farlo in totale sicurezza e convenienza.

Molti trader stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per fare trading in Borsa. Ad esempio si può utilizzare eToro (clicca qui per maggiori informazioni per negoziare grazie agli utili servizi di copy trading e social trading.

Per saperne di più sui servizi del broker eToro clicca qui.

Indici di Borsa: cosa sono

Cosa sono gli indici di borsa? Gli indici di borsa sono una statistica utile al fine di verificare le variazioni delle quotazioni azionarie delle società quotate in Borsa.

Vanno pensati come un “paniere” di titoli azionari, ed il valore finale che esprimono sono dati dal loro valore complessivo.

Ecco perché nell’incipit parlavamo di un ottimo riferimento per gli analisti di borsa. Visto che danno un quadro complessivo di un determinato settore o di una determinata zona. Sono anche definiti come il “termometro” di un gruppo di azioni.

❓ Cosa sono?Statistica utile al fine di verificare le variazioni delle quotazioni azionarie delle società quotate in Borsa.
💻 CaratteristicheMedia del valore delle azioni quotate
🏢 EsempiDow Jones / Nasdaq / S&P500 / Ftse Mib / DAX 30
🥇Migliore piattaforma con conto demoeToro
🥇Miglior broker per azioniFP Markets

Broker regolamentati per fare trading sugli indici azionarie

Prima di proseguire in questa guida vi segnaliamo i migliori broker per investire in azioni:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE 
Copy trading su azioni
66% dei trader perde soldi
Social tradingRecensioneISCRIVITI
Spread contenutiIntelligenza artificiale RecensioneISCRIVITI
Social tradingConto demo, trading automaticoRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadPiattaforma regolataRecensioneISCRIVITI
Sicurezza al massimo
72% dei trader perde soldi
Deposito minimo, servizio CFDRecensioneISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-78% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Tipologie di Indici

Le tipologie di indici azionari si distinguono in base alle metodologie di calcolo. Ne troviamo 3 principali:

Equally weighted

Il nome deriva da “equally”, traducibile in “uguaglianza”. Ciò significa che tutti i titoli sono trattati con lo stesso peso, quindi, vige l’uguaglianza tra i fattori di ponderazione.

Non sono quindi prese in considerazione le singole capitalizzazioni delle società quotate in Borsa che ne fanno parte, per dare maggiore peso ad uno o all’altro titolo.

Price weighted

In questa tipologia di indici azionari, invece, viene data importanza al prezzo di ciascun titolo azionario incluso nel paniere. Quindi, ogni stock ha un peso diverso in base al prezzo vantato.

Se è vero che da un lato sono di facile calcolo, è anche vero che dall’altro non offrono uno specchio fedele dello stato dell’arte di un settore o di una zona geografica. Proprio perché si prende in considerazione soprattutto le azioni con un prezzo più alto, trascurando le altre che pure incidono nell’economia reale.

Tra gli esempi più importanti di questi indici di borsa troviamo:

Value weighted

Si tratta degli indici di borsa maggiormente utilizzati, poiché considerati più equi e rappresentativi della realtà.

Come funzionano? Tali indici di borsa, infatti, associano ai titoli un peso proporzionale alla capitalizzazione della società emittente. E sono rettificati ogni qualvolta le società mettono in atto frazionamenti, distribuiscono dividendi, acquistano o cedono rami di attività o società, ecc.

In questo modo, il titolo azionario viene soppesato per il suo reale valore di mercato, considerando anche operazioni che ne hanno potuto accrescere o ridurre lo stesso.

Esempi di questa tipologia sono i seguenti indici di borsa:

Investire sugli indici online

Investire oggi sugli indici di Borsa quindi è relativamente più semplice rispetto quanto avviene con le azioni. Se pensate che ad esempio un anno sarà di crescita per un determinato paese (es. il 2014 per l’Italia), investire su un indice comporterà una scelta più semplice, anche se a fronte di un guadagno minore rispetto a quello che si potrebbe avere investendo solo su una forte società in crescita.

Sulla bilancia quindi potremo mettere: facilità di scelta e potenzialità di crescita. A voi spetterà la decisione se puntare su un rialzo più forte o su una via più facilmente pronosticabile.

Fare trading sugli indici online

Se investire sulle azioni significa investire su una singola società quotata in borsa ed esporre dunque il proprio capitale ad un singolo titolo e una singola realtà, investire negli indici azionari significa investire su un gruppo di titoli azionari.

Se da un lato avrete in un solo asset un raggruppamento di asset più o meno grande, a seconda della grandezza dell’Indice (l’S&P 500, per esempio, include ben 500 società americane prime per capitalizzazione di mercato, mentre il Dax 30 sono appunto trenta società tedesche quotate in Borsa), dall’altro farete i conti con una minore volatilità rispetto alle azioni.

Questo significa, magari, andare incontro a meno rischi. Ma, è anche vero che andrete incontro anche a minori guadagni. Fermo restando che in alcune epoche storiche, tra l’altro recenti, si è andati incontro a crolli o rialzi sensibili degli indici azionari in base al crollo o al rialzo della relativa economica.

Si pensi al Nikkei, l’indice di borsa giapponese crollato alla fine degli anni ‘80 dopo l’esplosione della bolla finanziaria. O agli indici americani crollati con l’esplosione dello scandalo sub-prime.

Attualmente, invece, sta registrando un sostenuto rialzo il Nasdaq, che invece racchiude i titoli azionari americani legati al settore tecnologico. Quindi, le cosiddette Big Five, o FAAMG: Alphabet (Google), Amazon, Facebook, Apple e Microsoft. Ma non solo.

Piattaforme regolamentate per fare trading sugli indici di Borsa

Vediamo ora quali sono i migliori broker per investire sugli indici

Investire sugli indici con eToro

Il broker eToro ha una vasta scelta di indici azionari tra i quali scegliere. Puoi leggere le statistiche inerenti, una breve descrizione, i grafici sull’andamento. Ed ancora, cosa ne pensano gli altri trader nella sezione Feed.

Puoi anche copiare cosa fanno i trader migliori, grazie al copy trading. Quindi guadagnare approfittando della loro bravura.

eToro ti consente di esercitarti anche con un lauto Conto demo, di 100mila euro virtuali.

Per iscriverti sulla piattaforma di eToro e aprire un conto demo clicca qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Fare trading con i CFD sugli indici con Plus500

Il broker Plus500 ti offre una formazione pratica continua sugli indici azionari grazie ad un conto demo che si ricarica quando il denaro virtuale sta per finire.

Se lo vuoi, puoi anche farti avvisare via email quando un indice azionario di tuo interesse sta per iniziare un trend. Così da beneficiarne appieno posizionandoti per tempo.

Plus500 sarà sempre al tuo fianco grazie ad una Live chat sempre disponibile.

Puoi iniziare a fare trading CFD sugli indici con Plus500 cliccando qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Investire sugli indici con Capital.com

Il broker Capital.com, dall’alto dei suoi oltre 3mila asset offerti, non manca di offrire anche molti indici azionari.

Le varie piattaforme messe a disposizione dei trader sono basate sull’intelligenza artificiale, quindi sarai condotto da una mano virtuale che ti accompagnerà nel tuo trading online.

Se hai bisogno di formarti, oltre alle tante faq e sezioni presenti gratuitamente sul sito, Capital.com mette a disposizione la app Investmate. Oltre ad un conto demo.

Capital.com offre anche tanti indicatori ed oscillatori di trading per aiutarti appieno nella tua analisi tecnica.

Capital.com

Investire sugli indici con Fp Markets

Il FP Markets ti consente di avere a disposizione una piattaforma completa. Dalla formazione teorica (ebook e webinar) a pratica (conto demo). Oltre gli strumenti di trading come il social trading e autochartis, molto utili per chi inizia.

Altri punti di forza di questo broker sono i vari account tra cui scegliere, per ogni possibilità ed esigenza, oltre che spread e commissioni contenute.

FP Markets
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Principali indici azionari europei

Vediamo ora tre tra i principali indici azionari del vecchio continente. Il quale, a partire dalla seconda guerra mondiale, ha visto sempre più lasciare il passo a livello di supremazia ad altre realtà mondiali. Stati Uniti prima e e Cina poi.

Ecco un elenco:

Elenco indici azionari
StockPriceChart (24H)
FTSEMIB.MI
FTSE MIB Index
FTSEMIB.MI
25.938,52 €
^FTSE
FTSE 100
^FTSE
$7,122.32
15.169,98 €
^FCHI
CAC 40
^FCHI
6.765,52 €
^STOXX50E
ESTX 50 PR.EUR
^STOXX50E
4.080,15 €

Ftse Mib : indice della Borsa di Milano

Il FTSE MIB (acronimo di Financial Times Stock Exchange Milano Indice di Borsa) è il più significativo indice azionario della Borsa Italiana.

Include le azioni delle 40 società italiane con oltre l’80% della capitalizzazione complessiva e quasi il 90% del controvalore degli scambi.

Viene rivisto ogni 3 mesi dell’anno, con ribilanciamenti in base ad eventuali operazioni delle società quotate incluse.

Dax 30: l’indice tedesco

Il DAX 30 (Deutsche Aktienindex 30, in precedenza Deutscher Aktien-Index 30) è il segmento della Borsa di Francoforte che include i 30 titoli a maggiore capitalizzazione.

E’ possibile trovarci dunque tanti colossi dell’economia tedesca e molto noti anche in Italia. Come:

  • Adidas
  • Allianz
  • Bayer
  • BMQ
  • Continental
  • Daimler
  • Deutsche Bank
  • Lufthansa
  • ThyssenKrupp
  • Volkswagen
  • ecc.

CAC 40: indice Borsa Parigi

L’indice azionario CAC 40 – acronimo di Cotation Assistée en Continu – è il principale indice di borsa francese. E considerato tra i più importanti d’Europa considerando il peso politico ed economico del paese transalpino.

L’indice include 40 titoli azionari tra i 100 per maggiore capitalizzazioni sulla Borsa di Parigi. Sebbene quasi la metà di essi siano di proprietà straniera, frutto della privatizzazone in questi anni di molte società importanti francesi.

Indici azionari americani

Vediamo ora gli indici azionari degli Stati Uniti.

Elenco indici azionari
StockPriceChart (24H)
^GSPC
S&P 500
^GSPC
$4,538.43
^DJU
Dow Jones Utility Average
^DJU
$914.03
$15,712.04

S&P 500

Acronimo di Standard & Poor 500, è un indice azionario realizzato da Standard & Poor’s nel 1957 ed è costituito dalle 500 aziende americane a maggiore capitalizzazione.

Va da sé che ciò fa sì che questo indice sia molto rappresentativo dell’economia americana nel suo complesso, sebbene sia trascinato soprattutto dai titoli tecnologici. Che occupano nella top 10 ben 8 posizioni.

Lasciandone due solo a Berkshire Hathaway, che si occupa di attività finanziarie (nota perché il presidente è il 90enne Warren Buffet, decano del trading) e a Procter & Gamble, che ci occupa di prodotti per la salute personale.

Nasdaq 100

Il NASDAQ-100 è un indice azionario che include le principali 100 imprese non-finanziarie quotate sul NASDAQ.

Il peso delle società quotate è differenziato, in base alla loro capitalizzazione di mercato, pur tenendo conto le componenti maggiori.

Non vi si trovano società finanziarie, ma società estere sì. Due aspetti che lo distinguono dall’indice di borsa precedente.

Dow Jones

IlDow Jones (nome per esteso Dow Jones Industrial Average) è il più noto indice azionario della borsa di New York (NYSE) realizzato da Charles Dow – considerato il fondatore dell’analisi tecnica con i suoi scritti e fondatore del prestigioso quotidiano economico americano The Wall Street Journal – e da Edward Jones, a sua volta statistico finanziario americano.

L’indice racchiude 30 società quotate a Wall Street, un numero però considerato da molti analisti ormai esiguo e superato. Quindi troppo limitativo.

Indici delle borse asiatiche

Veniamo infine agli indici di borsa più importanti dell’economia asiatica, in grande ascesa nell’ultimo trentennio.

Elenco indici azionari
StockPriceChart (24H)
$27,927.41
$23,466.39
000001.SS
SSE Composite Index
000001.SS
$3,620.92

Nikkei 225

L’indice azionario Nikkei 225, o semplicemente Nikkei, racchiude 225 titoli azionari principali per capitalizzazione di mercato quotati sulla borsa di Tokyo.

Viene calcolato tutti i giorni dal quotidiano Nihon Keizai Shinbun, quarto giornale per importanza in Giappone, dal 1971.

Il Nikkei 225 include molte società giapponesi note anche nel nostro paese ormai da anni. Come Sony, Canon, Toyota, Mitsubishi, Honda, Panasonic, Kyocera, Softbank, ecc.

Hang seng

Il Hang Seng Index (abbreviato in HSI) è un indice azionario della borsa di Hong Kong. E’ costituito da 50 società che da sole rappresentano quasi il 60 percento della capitalizzazione dell’intera borsa.

HSI è stato avviato il 24 novembre 1969 ed è attualmente compilato e gestito dalla Hang Seng Indexes Company Limited, una consociata interamente controllata da Hang Seng Bank.

Il suo fondatore, Ho Sin Hang, ha voluto realizzato un Dow Jones Index hongkonghese.

Investire sugli indici: le domande frequenti

Cosa sono gli indici di borsa?

Si tratta di panieri che includono un certo numero di società quotate in borsa, che si distinguono per la loro capitalizzazione di mercato.
In base al tipo di calcolo su cui si basano, abbiamo 3 tipi diversi di indici di borsa.
Gli indici di borsa sono un ottimo strumento per valutare la situazione economica di un paese o di un settore.

Come investire sugli indici di borsa?

Il modo migliore è farlo col trading CFD, così da speculare anche sui ribassi del valore degli indici azionari.
I Contract for difference ne replicano il valore, essendo contratti derivati.

Dove investire sugli indici azionari?

Su broker come eToro e Plus500.

Conclusioni

Gli indici di borsa sono una statistica utile al fine di verificare le variazioni delle quotazioni azionarie delle società quotate in Borsa.

In base al modo con cui calcolano il loro valore finale, abbiamo tre tipi di incidi azionari:

  • equally weighted
  • price weighted
  • value

Puoi investire sugli indici azionari col trading CFD. E per farlo, puoi affidarti a broker che offrono il conto demo. Qui sotto vi lasciamo i link per poter creare un conto demo mediati dal server sicuro di Comefaretradingonline:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here