Comprare azioni Enel (ENEL) : come investire, previsioni e broker [2021

Stai pensando di investire sulle azioni ENEL e cerchi informazioni? Fai bene. Conoscere un asset bene prima di rischiare i propri soldi, è un fatto fondamentale per non commettere errori.

In questa guida completa sulle azioni ENEL ti diremo tutto quanto serve su questa società. Che sicuramente avrai sentito nominare essendo l’ente principale per il rifornimento di energia elettrica nel nostro paese.

Prima era un ente nazionale, poi è stato anche esso oggetto delle privatizzazioni partite negli anni ‘90. con tanto di quotazione in Borsa.

Nel corso di questo articolo, vedremo se conviene comprare le azioni ENEL e su quale broker farlo.

Molti analisti stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per investire in azioni. Ad esempio si può utilizzare FP markets (trovi qui il sito ufficiale) per negoziare grazie agli utili strumenti di trading.

Per iniziare ad usare gli strumenti di Fp Markets clicca qui.

Enel: chi è

Chi è ENEL? Acronimo di Ente nazionale per l’energia elettrica, è una multinazionale Italiana che si occupa dei settori dell’energia elettrica e del gas. Mantenendo ancora oggi una delle più importanti fette di mercato italiano, contendendosi il primato con un altro ex ente pubblico: Eni. Nata più o meno sempre ad inizio anni ‘60.

ENEL è diventata una società per azioni nel 1992, e nel 1999, in seguito alla liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica in Italia, è stata anche quotata in borsa.

Lo Stato italiano, tramite il Ministero dell’economia e delle finanze, mantiene ancora la posizione di principale azionista. Con il 23,6% del capitale sociale.

Tra gli eventi che hanno caratterizzato la sua storia, ricordiamo il disastro del Vajont accaduto proprio all’indomani della sua nascita. Con ENEL condannata a risarcire la comunità locale.

Negli anni ‘70 è arrivata la crisi energetica, a seguito della decisione dei paesi OPEC di ridurre la produzione di energia. Il che ha portato non pochi problemi al sistema italiano, fortemente dipendente, come ancora oggi, dall’estero.

Negli anni ‘80, c’è stato una riduzione del petrolio come principale energia, dando maggiore spazio alle energie alternative con diversi nuovi impianti. Inoltre, l’anno dopo il disastro di Cernobyl del 1986, ENEL ha chiuso tutti gli impianti nucleari in funzione nel nostro territorio (alcuni però già erano stati chiusi o funzionavano a regime ridotto). Per effetto del referendum che ha visto vincere il Sì per la chiusura delle centrali.

Gli anni ‘90 sono stati caratterizzati dalla graduale liberalizzazione, con lo Stato che ha conservato una quota di maggioranza e alcuni diritti riservati. Alla fine del decennio, è arrivata anche la quotazione sulla Borsa di Milano.

Con l’arrivo del Nuovo Millennio, ENEL ha investito maggiormente sulle rinnovabili, in favore quindi di una energia più pulita. Ha inoltre implementato la propria presenza a livello mondiale, con vari progetti, soprattutto in America Latina.

Gli anni ‘10 sono proseguiti su questa scia, con una accelerata dovuta anche alla maggiore sensibilizzazione generale verso la Green economy.

Da fine marzo 2019 è diventata la società più capitalizzata della Borsa Italiana con un valore di oltre 67 miliardi di euro, mentre il successivo settembre è entrata nell’indice STOXX Europe 50.

Ancora, la rivista Management delle Utilities e delle Infrastrutture (MUI) ha assegnato a Francesco Starace, Amministratore Delegato di Enel, il premio “Manager Utility Energia 2019” per gli sforzi in questa direzione.

❓Chi èAcronimo di Ente nazionale per l’energia elettrica, è una multinazionale Italiana che si occupa dei settori dell’energia elettrica e del gas
💡 SettoreEnergia
👍 SedeRoma
💻 QuotazioneBorsa di Milano, Quotata al Ftse MIB
👍 TickerENEL
🥇Migliore piattaforma con conto demoeToro
🥇Miglior broker per azioniCapital.com

Piattaforme per investire in ENEL

Prima di proseguire e capire come comprare le azioni Enel ecco le migliori piattaforme per investire in azioni:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE 
Copy trading su azioni
66% dei trader perde soldi
Social tradingRecensioneISCRIVITI
Spread contenutiIntelligenza artificiale RecensioneISCRIVITI
Social tradingConto demo, trading automaticoRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadPiattaforma regolataRecensioneISCRIVITI
Sicurezza al massimo
72% dei trader perde soldi
Deposito minimo, servizio CFDRecensioneISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-78% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Enel: dati societari

Vediamo i dati principali di ENEL.

Indirizzo: Sede Legale 00198 Roma, viale Regina Margherita 125

Numero R.E.A. RM 1150724.

Codice Fiscale 06655971007 – P.IVA 15844561009

Enel Management

  • Michele Crisostomo, Presidente
  • Francesco Starace, Amministratore Delegato e Direttore Generale
  • Alberto De Paoli, Administration, Finance and Control
  • Guido Stratta, People and Organization
  • Roberto Deambrogio, Communications
  • Ernesto Ciorra, Innovation and Sustainability
  • Giulio Fazio, Legal and Corporate Affairs
  • Silvia Fiori, Audit
  • Francesca Di Carlo, Global Procurement
  • Carlo Bozzoli, Global Digital Solutions
  • Carlo Tamburi, Italy
  • José Bogas Gálvez, Iberia
  • Maurizio Bezzeccheri, Latin America
  • Salvatore Bernabei, Africa, Asia and Oceania
  • Simone Mori, Europe
  • Enrico Viale, North America
  • Antonio Cammisecra, Global Infrastructure and Networks
  • Salvatore Bernabei, Global Power Generation
  • Claudio Machetti, Global Energy and Commodity Management
  • Francesco Venturini, Enel X

Fatturato e utili

Il gruppo Enel ha registrato nei primi mesi del 2021 gli stessi del 2020, risentendo ancora della frenata dell’economia globale complice il Covid-19.

Nel primo trimestre i fondamentali della società, che ha nel Tesoro il suo azionista di maggioranza, sono tutti in calo dal fatturato all’utile netto, con l’eccezione degli investimenti.

Quest’ultimi crescono dell’8,8% (da 1,87 a 2,035 miliardi), destinati soprattutto alle rinnovabili e alle reti.

Il giro d’affari è sceso del 14,4% a 17,07 miliardi, come conseguenza della frenata dei mercati in Italia e Spagna per la minore domanda di energia. Dati negativi sui quali ha pesato pure il Sud America, dove ha pesato anche l’effetto cambi negativo.

Anche l’Ebdita ordinario è in linea, per gli stessi motivi, con un calo del 12,3% a 4,74 miliardi. Il risultato netto è così sceso del 5,2% a 1,12 miliardi rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso,

Tra le entrate, annoveriamo il fatto che Enel incasserà dalla vendita di Open Fiber “un capital gain di 1,7 miliardi”.

La società ha deliberato la cessione del 10% di Open Fiber a Cdp equity alle stesse condizioni previste dall’offerta del fondo australiano Macquarie, che rileverà il restante 40% di Open Fiber controllato da Enel.

Enel punta ad uscire definitivamente dagli idrocarburi entro il 2050. La produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili .- si legge in una nota della società – è stata ampiamente superiore rispetto a quella termoelettrica, raggiungendo i 30,07 terawattora (28 twh nel primo trimestre del 2020, +7,6%), a fronte di una produzione da fonte termoelettrica pari a 19,1 twh (18,7 twh nel primo trimestre del 2020, +2%)”.

Nel trimestre, la produzione a zero emissioni ha raggiunto il 64,3% sul totale delle attività del gruppo.

Piattaforme per investire in Enel

Vediamo quali sono i migliori broker per investire in Enel.

Comprare azioni Enel con eToro

Il broker eToro consente di investire sulle azioni Enel pagando solo lo spread sulle posizioni aperte e con un deposito minimo di 200 euro.

Puoi esercitarti con denaro virtuale, con un conto demo di 100mila euro virtuali.

Puoi anche valutare cosa decidono di fare gli altri, seguendo i post che pubblicano dalla sezione Feed. O scegliere comodamente di guadagnare copiando l’operato altrui, con il Copy trading.

Iscriviti ora su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Fare trading di azioni Enel con Plus500

Il Plus500 prevede un conto demo di soli 100 euro e anche esso consente di investire sulle azioni Enel pagando solo lo spread.

Se hai bisogno di assistenza, puoi contattarla in Live chat. Ed ancora, puoi scegliere di farti avvisare quando il prezzo delle azioni Enel è in rialzo o in ribasso tramite un sistema di alert mail.

Anche qui, puoi esercitarti per fare le scelte migliori, tramite un Conto demo con 40mila euro virtuali. Che si ripristina quando si sta per esaurire.

Iscriviti ora su Plus500 cliccando qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Trading su Enel con Capital.com

Il broker Capital.com prevede oltre 3mila asset su cui investire. E non può mancare uno dei titoli italiani più importanti.

Capital.com ti mostra dei grafici chiari e un aggiornamento costante dei prezzi del titolo. Anche qui, hai a disposizione una modalità demo, scaricando una apposita app chiamata Investmate.

L’intelligenza artificiale integrata alla piattaforma ti aiuterà nel prendere le scelte migliori. Potrai anche effettuare delle analisi tecnica e fondamentale approfondite grazie a grafici, un calendario economico e breaking news costantemente aggiornati.

Qui il deposito minimo è ancora più basso: solo 20 euro.

Iscriviti ora su Capital.com cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Trading sul titolo Enel con OBRinvest

OBRinvest permette ai trader di formarsi per bene con ebook da scaricare e webinar da seguire. Inoltre, anche qui troverai un conto demo da 100mila euro virtuali.

Il broker OBRinvest prevede anche l’invio via sms di segnali di trading (che trovi qui) , suggerimenti elaborati dopo attente analisi, da esperti analisti di Trading central.

Anche qui troverai l’ausilio dell’intelligenza artificiale, con un servizio dal nome pixariano: Buzz.

Iscriviti ora su OBRinvest cliccando qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Azioni Enel: quotazione e grafico in tempo reale

Qual è la quotazione in tempo reale delle azioni ENEL? Ecco il grafico:

Se si guarda agli ultimi cinque anni del titolo, si denota un costante aumento, interrotto bruscamente solo dalla Pandemia Covid-19. Che ha portato il titolo da 8,62 a 5,44 euro. Poi una nuova ripresa, che ha portato le azioni Enel al livello pre-covid a metà luglio.

Nei mesi successivi, il titolo ha registrato timidamente qualche nuovo massimo storico, sfiorando anche i 9 euro ma non riuscendo a sfondare questa resistenza che ad oggi resta un tabù per la società elettrica.

Anzi, il titolo poi è rimbalzato sotto gli 8 euro per azione. Trovando difficoltà anche a sfondare tale livello.

Dunque, da questa breve descrizione si evince come il titolo Enel non sia caratterizzato da eccessiva volatilità. Ma si muova in un range molto ristretto, fatto di piccoli cali e piccoli aumenti, sebbene a distanza di 1-2 anni il range sia anche di 2-3 euro.

Dunque, è un titolo sostanzialmente stabile, che può servire in portafoglio per controbilanciare titoli molto più volatili. Come le azioni delle società tecnologiche o le criptovalute.

Fermo restando che, grazie al trading CFD, anche un titolo poco mobile come quello ENEL, può essere interessante posizionandosi ora long ora short a seconda dei casi.

Previsioni azioni Enel

Quali sono le previsioni Enel? Il titolo, come visto nel paragrafo precedente, non è riuscito a sfondare i 9 euro verso fine 2020. evento che avrebbe avuto una portata storica e che forse, avrebbe portato lo stock italiano a conseguire nuovi supporti e forse nuovi livelli di rialzo.

Tutto sommato, comunque, ha saputo riprendersi presto dal crollo delle borse, confermando la sua stabilità.

Difficilmente vedremo le azioni Enel proiettarsi verso i 10 euro, mentre possiamo fissare come punto massimo i 9 euro di prezzo. Mentre al ribasso, difficilmente scenderà sotto i 7 euro. Poiché i progetti e la solidità della società sono notevoli. Quindi non è una scelta ideale per chi ama giocare in Borsa speculando sul prezzo.

Per il 2022, molto dipenderà dall’evoluzione della Pandemia Covid-19 e dai nuovi progetti che Enel metterà in campo per proseguire nel suo percorso Green.

Tra questi, anche quelli in Sud America, che portano la società ad esporsi di più. Con possibili rialzi di prezzo delle azioni, ma anche maggiori rischi di ribassi.

Il titolo potrebbe quindi spingersi anche verso i 10-11 euro di rialzo, mentre come ribasso potrebbe scendere sui 6 euro. La forchetta si fa quindi più ampia, anche per avere una maggiore sicurezza nella previsione. Riteniamo infatti fuorviante dare delle cifre precise al centesimo.

Come detto, però, in questo range si può spaziare molto per il trading CFD. Approfittando di brevi rialzi e brevi ribassi di prezzo.

Ricapitolando, il target price di Enel dovrebbe essere:

  • Target price Enel 2021: 7-9 euro
  • Target price Enel 2022: 6-11 euro

Domande frequenti sulle azioni Enel

Chi è Enel?

E’ una multinazionale italiana nata nel 1962 per riunificare tutte le piccole società che da Nord a Sud fornivano energia elettrica e gas a livello territoriale.

L’ente è stato poi privatizzato in buona parte nel corso degli anni ‘90, con lo stato che ha comunque preservato la maggioranza azionaria. Nel 1999 è arrivata anche la quotazione in Borsa.

Conviene investire in Enel?

Conviene soprattutto se si sta cercando un titolo stabile, che controbilanci altri volatili. Enel si sta impegnando molto per la svolta ecologista e si sta esponendo in mercati stranieri, soprattutto esteri.

Ciò può portare il titolo a maggiori movimenti, che possono essere sfruttati in un senso o l’altro con i CFD.

Quali sono i migliori broker per investire in Enel?

Puoi provare eToro e OBRinvest che offrono le soluzioni migliori per chi vuole iniziare.

Comprare Azioni Enel - Riepilogo

Conclusioni

Enel, inizialmente acronimo di Ente nazionale per l’energia elettrica, è una società nata nel 1962 al fine di riunificare tutte le piccole società che da Nord a Sud fornivano energia elettrica e gas a livello territoriale.

In tali vesti, ha vissuto varie vicende legate all’energia elettrica in Italia. Dalla tragedia del Vajont alla crisi petrolifera degli anni ‘70, passando per la chiusura delle centrali nucleari negli anni ‘80 fino alle liberalizzazioni degli anni ‘90.

Arrivata anche la quotazione in Borsa nel 1999, dagli anni 2000 ha intrapreso un percorso verso le energie rinnovabili. Con l’obiettivo di fare a meno del petrolio definitivamente nel 2050. Inoltre, ha avviato molti progetti all’estero, soprattutto in Sud America.

Enel è un titolo stabile, che effettua movimenti di prezzo molto brevi e può servire in portafoglio per controbilanciare asset ben più volatili.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here