Comprare azioni Nexi

Conviene comprare azioni NEXI? Scopriamolo di seguito.

Ti anticipiamo dicendo che stiamo parlando di un'azienda italiana che offre servizi e infrastrutture ai fini delle transazioni digitali. Rivolti a banche, aziende, istituzioni e pubblica amministrazione.

Dall’aprile 2019 è anche quotata sulla Borsa italiana, dunque, in quanto tale, potrebbe anche essere un interessante asset per il trading online.

E sarà proprio di questo che ci occuperemo in questo articolo. Come comprare azioni Nexi, se conviene comprare azioni Nexi, migliori broker per investire sulle azioni Nexi e le previsioni sul titolo. Una guida utile per chi vuole iniziare ad investire in Borsa da subito.

Molti trader stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per fare trading sulle azioni. Ad esempio si può usare la piattaforma di eToro per investire sull'andamento delle principali azioni grazie agli utili servizi di copy trading e social trading. Puoi registrarti gratuitamente su eToro cliccando qui.

Nexi: cos'è

Cos’è Nexi S.P.A.? Come già accennato nell’incipit, stiamo parlando di un'azienda italiana che offre servizi e infrastrutture per il pagamento digitale. Come principali clienti vanta istituti di credito, aziende, istituzioni pubbliche e la PA.

Ad oggi è arrivata a gestire oltre circa 41 milioni di carte di pagamento e quasi 3 miliardi di transazioni annuali. Può contare inoltre su quasi 900mila punti vendita convenzionati.

Abbiamo detto che la società è quotata su Borsa italiana dal 16 aprile 2019, presente nell'indice FTSE MIB.

Migliori broker per investire in NEXI

Prima di proseguire con questa guida sulle azioni Nexi vi proponiamo una serie di broker certificati per negoziare sul titolo:

Broker Caratteristiche Vantaggi Recensione Apri un conto
eToro CFD azioni e CopyPortfolios Social e copy trading Recensione Iscriviti
Plus500 CFD su azioni e indici Deposito minimo, servizio CFD Recensione Iscriviti
Segnali gratuiti CFD sulle principali azioni Recensione Iscriviti
Spread contenuti Piattaforma WebTrader Recensione Iscriviti
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Nexi: Storia

Azioni NEXI

La storia di Nexi parte nel 1939, da una iniziativa di sei banche popolari del Nord, tra Lombardia e Veneto per migliorare i propri servizi.

Dopo circa mezzo secolo di attività, anche grazie al supporto della partecipata spa Servizi Centralizzati-Seceti, assume un ruolo da protagonista per la nascita di un servizio elettronico trasferimento interbancario fondi (meglio noto con l’acronimo SETIF) e del sistema interbancario trasferimento dati (SITRAD). Inoltre, contribuisce alla nascita dei moderni sistemi di pagamento interbancari.

Negli anni 2000 accresce la propria rilevanza acquisendo Key Client Cards & Solutions (un distaccamento di Deutsche Bank). Una operazione importante giacché stiamo parlando di una issuer con quasi un milione e mezzo di carte di credito destinati a 450 banche e gestore di 150.000 pos.

Negli anni a seguire mette in piedi altre operazioni rilevanti. Particolarmente attivo il 2008:

  • attiva Automated Clearing House - ACH Sepa Compliant con ICCREA Banca
  • incorpora la Società per azioni servizi centralizzati – Seceti.
  • crea con l’austriaca Equens SE una joint venture, la Equens Italia
  • acquista la maggioranza di S.I. Holding

Nel 2010 mette poi in atto due colpi importanti: l’acquisto di Banca Carige per 19,5 milioni di euro e l'acquisizione dell'attività di banca depositaria da Banca Sella.

Nel giugno 2015 ICBPI viene acquisita da Mercury Italy S.r.l. per 2,15 miliardi di euro. Quest’ultima viene fusa per fusione inversa in ICBPI.

L’anno seguente rileva da Intesa Sanpaolo le controllate Setefi e Intesa Sanpaolo Card. Mentre l’anno seguente è la volta delle attività di acquiring gestite da MPS, Deutsche Bank e Carige. Oltre all’acquisizione di Bassilichi (società attiva nella gestione dei terminali Pos).

L’attuale denominazione Nexi giunge nel novembre 2017, dalla fusione tra ICBPI e CartaSi al fine di realizzare un’unica realtà finanziaria concentrata sui pagamenti digitali in tutte le sue sfaccettature (dalla infrastruttura alla emissione di carte).

Nexi S.p.A. diventa quindi una controllata di Mercury UK Holdco Limited e nel 2018 subisce una importante ristrutturazione. Separando le attività legate ai pagamenti digitali da quelle di natura strettamente bancaria, come del resto richiesto da Banca d’Italia.

Le attività bancarie sono state concentrate in DEPObank.

Comprare azioni Nexi: i migliori broker

Vediamo quali sono i migliori broker per comprare azioni Nexi.

Comprare azioni Nexi con eToro

Il broker broker eToro offre anche le azioni di questa realtà finanziaria italiana. Ecco cosa offre ai trader che decidono di iscriversi:

  • Licenze possedute: CySEC, FCA, ASIC, registrato in Consob
  • Deposito minimo: 200 euro
  • Servizi disponibili: copy trading, copy portfolios, Social trading, exchange eToroX
  • Conto demo: 100mila euro
  • Costi: broker spread-only, commissioni sui servizi bassi

Per iniziare a investire in azioni con eToro clicca qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Usare i segnali di OBRinvest con il titolo Nexi

OBRinvest prevede le azioni di questa Fintech italiana nel suo ventaglio di scelta. Ecco alcune sue caratteristiche:

  • Licenze possedute: CySEC, registrato in Consob
  • Deposito minimo: 250 euro
  • Servizi disponibili: segnali di trading di Trading central, intelligenza artificiale, manuali in formato eBook, webinar
  • Conto demo: 100mila euro
  • Costi: broker spread-only, commissioni sui servizi bassi

Puoi iniziare a fare trading azionario con OBRinvest cliccando qui.

78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Fare trading CFD su Nexi con Plus500

Plus500 è un broker operativo da un quindicennio e diventato di recente anche sponsor di una squadra di Serie A: l’Atalanta. Ecco cosa offre:

  • Licenze possedute: CySEC (numero Licenza 250/14, FCA, registrato in Consob
  • Deposito minimo: 100 euro
  • Servizi disponibili: alert mail sui trend in partenza, +2.500 asset disponibili, assistenza in live chat, 32 lingue disponibili
  • Conto demo: 40mila euro (che si ricarica quando scende sotto la soglia dei 200 euro)
  • Costi: broker spread-only, commissioni sui servizi bassi

Puoi iniziare a fare trading CFD sulle azioni con Plus500 cliccando qui.

72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Comprare Nexi con Capital.com

Il broker Capital.com chiude le nostre proposte. Ecco cosa ti offre:

  • Licenze possedute: CySEC, FCA, NBBR, registrato Consob
  • Deposito minimo: 20 euro
  • Servizi disponibili: grafici con molteplici indicatori, intelligenza artificiale, app implementata Investmate
  • Conto demo: 100mila euro
  • Costi: broker spread-only, con commissioni sui servizi bassi

Puoi iniziare a fare trading CFD sulle azioni con Capital.com cliccando qui.

71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Quotazione e grafico azioni Nexi

Ecco la quotazione in tempo reale delle azioni Nexi:

Competitors di Nexi

La buona notizia è che Nexi S.P.A. è stata stimata seconda nelle società Fintech da una recente stima Invyo, che ha stilato un elenco delle 50 aziende più valutate in Europa nel settore Fintech passando al setaccio oltre 3500 aziende.

Di seguito vediamo la Top ten, quindi le 9 principali società concorrenti di Nexi. Anticipando che ben 5 sono inglesi, del resto Londra è la capitale finanziaria del mondo dal dopoguerra.

Adyen

Società Fintech olandese di respiro internazionale, offre assistenza per e-commerce, negozi fisici e mobile. Nel suo portafoglio clienti conta società come eBay, Spotify, Brunello Cucinelli, Boggi.

Klarna

Società svedese nata nel 2005, fornisce soluzioni di pagamento a 60 milioni di consumatori tramite 100mila clienti in 14 paesi.

Tra i servizi offerti:

  • pagamenti diretti
  • opzioni di pagamento dopo la consegna
  • rateizzazioni

Greensill

Prima società inglese della Top ten, è nata nel 2011 da una intuizione di Lex Greensill. Fornisce strumenti per il SCF. Con questo acronimo, stante per Supply Chain Finance, troviamo l’insieme di soluzioni che permettono a un’impresa di trovare finanziamenti per il proprio Capitale Circolante.

Greensill è presente praticamente in tutti i continenti, cooperando con banche ed investitori istituzionali.

Transferwise

Altra società londinese nata nel 2011 da una idea di Taavet Hinrikus e Kristo Käärmann, con lo scopo di rendere il trasferimento di denaro trasparente ma al contempo economico. Conta circa 1600 dipendenti sparsi per le varie sedi internazionali.

Di recente ha ricevuto importanti finanziamenti per quasi 300 milioni di dollari, tra nuovi e vecchi investitori. Prima di questo già valeva 3,5 miliardi di dollari.

N26

Questa Fintech tedesca sta realizzando una importante Mobile Bank globale.

Il suo scopo è quello di creare servizi bancari più flessibili e trasparenti. Punta a lanciare servizi nuovi o implementare quelli già esistenti.

Del resto, da anni N26 propone nuove soluzioni per risolvere i problemi legati ai servizi bancari, migliorando la qualità e la quantità dei servizi che le banche offrono ai clienti. Sia che essi siano investitori o risparmiatori.

Oaknorth

Considerata una delle fintech in ascesa più interessanti idel vecchio continente, Oaknorth Bank è specializzata nell’erogazione del credito alle medie imprese.

Ha raccolto 1 miliardo di dollari da fondi di venture capital. Si basa sull’Intelligenza artificiale per analizzare i dati che provengono da centinaia di banche dati diverse. Così da essere in grado di realizzare un credit report modello investment banking nel giro di 48 ore.

Vanta operazioni come 4 miliardi di prestiti emessi nel solo mercato UK con un NPL ratio e missed payments dello 0%. Mentre il premium interest l’ha portata a raggiungere il traguardo di 46 milioni di dollari di profitti nel 2018. Registrando un +220% rispetto all’anno precedente.

Monzo è una new bank mobile fondata nel 2015, permette di aprire un conto in pochi minuti. All’inizio si chiamava Mondo e, fin dalla sua fondazione, ha raggiunto traguardi notevoli che l’hanno portata ad essere una delle fintech più interessanti (e finanziate) in Europa: la banca mobile-first e mobile-only nel 2016 ha lanciato una campagna di crowdfunindig ottenendo 1,3 milioni in 96 secondi.

Funding Circle

Piattaforma di prestiti online inglese destinata alle piccole imprese. Non solo del Regno Unito, ma anche di Usa, Germania e nei Paesi Bassi. Si pone da tramite tra le società in cerca di finanziamenti e chi vuole investire.

Questi ultimi ottengono in cambio degli interessi molto interessanti.

Izettle

Nata nel 2010, questa società svedese ha realizzato una piattaforma per gestire le transazioni al dettaglio, ormai usata da 500mila commercianti.

I quali possono contare su soluzioni portabili point-of-sale solutions e strumenti gratuiti di supervisione delle vendite. Offre lettori mobili per elaborare pagamenti con carte di credito e di debito. Rendendo quindi la vita più facile a piccole e medie imprese, spesso vessate dai grandi colossi bancari.

Nel 2010 ha lanciato il primo lettore di carte della storia con mini-chip per device mobili.

Conviene comprare azioni NEXI S.P.A.?

Il settore del Fintech è in costante evoluzione e cambia continuamente. Quindi, le società devono aggiornarsi costantemente per restare sempre in sella e non lasciarsi sopraffare dalle innovazioni.

Nexi sta dimostrando di farlo alla grande, grazie anche all’acquisizione di una realtà come Carta SI, che a sua volta era già nata sotto un altro nome nel 1986.

Abbiamo visto che deve fronteggiare una concorrenza agguerrita. Ma dalla sua a questi numeri:

  • Oltre 41 milioni di carte di pagamento emesse
  • circa 2,7 miliardi transazioni eseguite ogni anno
  • circa 890 mila punti vendita convenzionati
  • 1,4 milioni terminali POS
  • circa 500 miliardi di euro transati
  • 13,5 mila ATM in Italia
  • 420mila imprese che utilizzano i servizi Corporate Banking Interbancario

Questi i servizi offerti:

  • emette per le banche partner carte di debito, carte credito e carte prepagate. servizi di pagamento con smartphone come Apple Pay, Samsung Pay e Google Pay
  • servizi di sicurezza come il 3D Secure (in collaborazione con Visa e Mastercard), l’SMS Alert e le notifiche in-app
  • soluzioni e servizi per l’accettazione di ogni tipo di pagamento
  • servizi bancari di tipo digitale

Ricopre anche importanti ruoli, come:

  • Centro applicativo RNI (Rete nazionale interbancaria)
  • Primo nodo CBI nazionale in termini di volumi, con 80 banche aderenti
  • E’ membro dell'EACHA European Automated Clearing House Association

Ha anche promosso eventi volti a sensibilizzare clienti già acquisiti e potenziali sulle tematiche legati alla Fintech.

Riguardo l’andamento delle azioni Nexi, dopo il crollo all’indomani dell’esplosione della Pandemia (quasi dimezzate, da 16 a 9 euro), si sono poi subito riprese, raggiungendo i 15 euro il 22 maggio 2020.

Il titolo ha mantenuto questa media fino a settembre 2020, quando ha raggiunto il massimo storico di 17 euro. Poi una serie di sali-scendi, tenendo i 16 euro come resistenza e i 14 euro come supporto.

Il titolo quindi, si mostra interessante sia per l’importanza che sta assumendo nel campo della Fintech, sia per i profitti che può far scaturire posizionandosi long o short col trading online. Proprio per i continui movimenti del prezzo.

Comprare azioni NEXI: FAQ

Prima di proseguire con l’articolo cerchiamo di rispondere alle domande più frequenti:

Cos’è Nexi S.P.A.?

Si tratta di una società italiana operativa nel settore del Fintech, con origini nel 1939 e specializzatasi dagli anni 2000 nel campo dei servizi online. Anche grazie all’acquisizione di CartaSi.

Conviene comprare azioni Nexi?

Il trading online CFD si mostra particolarmente adatto per questo asset, che compie continui cambi di prezzo ora al rialzo ora al ribasso. Riguardo l’analisi fondamentale, rientra nella Top 10 delle società Fintech per valore e conta su un numero elevato di clienti nel Mondo.

Come comprare azioni Nexi?

Tramite broker come eToro, OBRinvest e Plus500.

Previsioni NEXI

Le azioni Nexi si stanno mantenendo su una media dei 15 euro ad inizio 2021, compiendo movimenti al rialzo o al ribasso ma con pochi scostamenti.

Nexi conta su un numero elevato di clienti, tra cui nomi molto importanti nel panorama bancario mondiale e del settore dei pagamenti online.

Un titolo che farà ancora parlare di sé e che potrebbe essere interessante tenere nel proprio portafoglio titoli.

Conclusioni

Come comprare Azioni NEXI

Nexi è una realtà tutta italiana nel settore della Fintech. In rapida ascesa e costante evoluzione.

La società conta partnership molto importanti e continua ad implementare la propria società con novità tecnologiche.

Il trading CFD ti permette di poter guadagnare anche nel caso in cui le cose per Nexi dovessero mettersi male.

Puoi investire sulle azioni Nexi tramite broker come eToro che consentono di prendere spunto dalle operazioni dei migliori investitori nella community e dunque copiarne le attività in modo rapido. E’ il modo migliore per investire sulle azioni sopratutto se si è agli inizi.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.