Le 3 migliori Piattaforme di trading di Settembre 2022

In questa guida vedremo di capire quali sono le migliori piattaforme di trading di Settembre 2022. In particolare ci occuperemo di quei broker che offrono attualmente le migliori condizioni per operare sul mercato azionario, sul Forex e perché no anche sulle criptovalute.

Quando parliamo di piattaforme di trading facciamo riferimento al software ed alla tecnologia offerta da un broker, ma non solo. Un broker professionale deve avere delle caratteristiche ben precise:

  1. Deve essere regolamentato
  2. Deve offrire condizioni convenienti in termini di costi, spread ed eventuali condizioni imposte su depositi e prelievi
  3. Deve avere un software facile da usare e comprensibile
  4. Deve avere una grande varietà di strumenti
  5. Deve offrire la possibilità di negoziare su un insieme ampio di asset

Usare gli strumenti efficaci è fondamentale per poter operare in maniera rapida sul mercato per cercare di sfruttare tutte le opportunità che questo ci offre.

Qui sotto possiamo trovare una tabella con un elenco completo di piattaforme recensite sul nostro sito.

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE 
Funzioni demo
Social tradingRecensioneISCRIVITI
Spread contenutiPiattaforma WebTraderRecensioneISCRIVITI
Spread bassiPiattaforma professionaleRecensioneISCRIVITI
Commissioni basseAzioni FrazionateRecensioneISCRIVITI
Deposito minimoServizio CFDRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadCommissioni basseRecensioneISCRIVITI

Si tratta di siti autorizzati e regolamentati che possono essere utilizzati nel mercato italiano. In questo contenuto vedremo quelle che sono state più utilizzate in questo 2022 cercando di evidenziarne vantaggi e svantaggi.

Che cos’è una piattaforma di trading?

Una piattaforma di trading è il software che consente di operare sui mercati tramite una serie di funzioni integrate: aprire e chiudere posizioni, monitorare l’andamento dei mercati e le quotazioni, analizzare i grafici.

E’ in pratica il punto di ingresso del trader nei mercati e consente a chiunque si iscrive di accedere ai mercati finanziari di tutto il mondo.

Una piattaforma di trading, in genere consente di operare su vari mercati tra i quali troviamo:

  • azioni
  • indici azionari
  • materie prime
  • criptovalute
  • ETF

Ciascuno di questi asset ha proprie caratteristiche peculiari e merita tipi di analisi diverse, sia quantitativa (tecnica) che qualitativa (fondamentale).

Con una piattaforma di trading è possibile fare analisi tecnica anche se spesso conviene usarla in abbinamento ad altre più specifiche che permettono di analizzare i grafici come la Metatrader o il sito di TradingView, due degli strumenti più utilizzati dagli investitori.

Le piattaforme di trading online offrono svariati servizi per mettere il trader nelle migliori condizioni di operare. In cambio di questi servizi prevedono delle commissioni o costi addebitati ai trader come gli spread, o commissioni sull’eseguito o costi imposti sulle posizioni aperte e non chiuse all’interno della giornata.

Sono tutte caratteristiche che bisogna valutare prima di scegliere una piattaforma con cui operare e non si tratta di una scelta banale. La scelta di una piattaforma errata può infatti influenzare il modo con cui ci avviciniamo ai mercati e persino le performances.

Piattaforme di trading : riepilogo

👍 Cosa sonoSoftware che consente di operare sui mercati tramite una serie di funzioni integrate.
✅ CaratteristicheRegolamentate / Strumenti
💰Modalità di investimentoCFD / Investimento long term
🥇Migliori piattaforma per fare trading su AzionieToro / Trading 212
🥇Migliori piattaforme per fare trading cryptoBinance


Come si sceglie una piattaforma: criteri di valutazione

Nel 2022 sono arrivate sul mercato moltissime piattaforme e l’interesse verso il trading è sempre in aumento. Quindi non è facile stabilire dei criteri oggettivi per determinare qual è la piattaforma migliore in senso assoluto.

Cercheremo di valutare in base a delle caratteristiche di base che non devono mai mancare, alle condizioni applicate ed al numero di utenti che utilizzano ogni giorno la piattaforma. In questo modo potremo arrivare ad una lista di vantaggi e svantaggi che ci aiuteranno nelle nostre valutazioni.

Ecco alcune caratteristiche fondamentali per scegliere una piattaforma.

Regolamentazioni

Il primo aspetto che valutiamo è quello delle licenze e di regolamentazioni. In quanto utenti italiani dovremo scegliere una piattaforma che abbia la licenza per operare nel nostro paese.

Questo è un primo passo per evitare di incappare in truffe o in broker che non sono per niente convenienti. Abbiamo assistito, per esempio al proliferare di tanti siti truffa che offrono sistemi automatici per investire sulle criptovalute, su Bitcoin o che sfruttano le ultime notizie come i crolli delle azioni in Borsa.

Sicuramente sarete incappati in qualche pubblicità di questo tipo sui social.

Un broker regolamentato invece garantisce maggiore sicurezza e trasparenza agli utenti. In Europa ad esempio è la Cysec che si occupa delle regolamentazioni, mentre in Italia abbiamo la Consob, la società che si occupa di controllare la Borsa e le società quotate, oltre ad una serie di altri controlli per quanto riguarda i servizi finanziari.

Molto importante è anche la ESMA (European Securities and Markets Authority), un organismo dell’Unione Europea che effettua controlli sul mercato finanziario europeo.

Quindi capirete bene che una piattaforma, se vuole operare in Europa, deve rispettare delle regole molto precise perché gli investitori devono comunque essere tutelati.

Costi e commissioni

In generale per una piattaforma si parla di commissioni e di spread. Sono due elementi che determinano un costo per l’utente e che può incidere su eventuali profitti.

Per questo motivo bisogna utilizzare le piattaforme che offrono costi trasparenti. Spesso su alcuni siti non ci capisce quali sono le commissioni e questo è uno svantaggio per il trader che deve conoscere quali sono le condizioni reali con cui sta facendo trading.

Quando si utilizza una piattaforma è bene controllare anche periodicamente i siti o le email ricevute dal broker in quanto le commissioni possono essere anche modificate.

In generale quando parliamo di costi facciamo riferimento a :

  • Spread: si tratta della differenza tra il prezzo di acquisto (ask) e il prezzo di vendita (bid) nel momento in cui si apre una posizione
  • Commissioni: sono i costi previsti dal broker per i servizi che offre. Per esempio, sui prelievi, sui depositi, su posizioni aperte che non vengono chiuse entro la giornata e via dicendo.

Quando sentiamo parlare di piattaforme spread-only, facciamo riferimento a quei broker che non applicano commissioni nascoste ma in generano guadagnano solo sullo spread.

In alcuni casi lo spread viene incluso nei costi e non mostrato come come commissione aggiuntiva.

Facilità d’uso e strumenti

La sicurezza e le commissioni basse non sono gli unici aspetti da tenere in considerazione. Bisogna infatti cercare di usare piattaforme di trading semplici da utilizzare.

Molti principianti che si avvicinano al settore potrebbero essere confusi nel momento in cui si iscrivono su una piattaforma. E la semplicità d’utilizzo è uno dei fattori che valutiamo.

Anche i traders più esperti, inoltre, possono apprezzare la pulizia dell’interfaccia o il fatto di operare in un ambiente graficamente chiaro e comprensibile. Tutto questo non fa altro che aumentare la produttività.

Altre caratteristiche che dovrebbero esserci sono poi:

  • materiale formativo di qualità come video, corsi di trading, webinar
  • strumenti e asset negoziabili: più è alto il numero più ci sono possibilità e opportunità per il trader
  • conto demo: è uno degli aspetti fondamentali che può essere un elemento vincente per chi vuole iniziare a fare trading

Ci sono poi caratteristiche che sono particolarmente ricercate dai principianti: pensiamo ad esempio alla possibilità di seguire gratuitamente un corso di trading (un buon corso di trading a pagamento può costare anche più di 1.000 euro) oppure alla possibilità di copiare quello che fanno gli investitori più bravi.

Anche la disponibilità di una demo gratuita e illimitata può essere un elemento positivo da valutare per chi comincia a fare trading online.

Migliori 3 Piattaforme di Trading di Settembre 2022

Abbiamo visto quelle che sono le caratteristiche fondamentali per orientarsi nella difficile scelta di una buona piattaforma di trading.

In aggiunta a questo valutiamo anche la base di utenti attiva su un broker. Risulta evidente che un broker con milioni di clienti nel mondo è probabile che sia più professionale ed in generale migliore di uno con 100 clienti.

Vediamo allora quali piattaforme si sono distinte in questo 2022 ed in particolare nel mese di Settembre.

Capital.com

Capital.com è una piattaforma di trading CFD che sta crescendo molto nell’ultimo periodo, tanto da essere inserito tra i migliori broker in circolazione per fare trading.

Ha ricevuto tanti premi per i servizi innovativi che offre, ed è una piattaforma dotata anche di tecnologia basata su Intelligenza Artificiale, utile per analizzare il tuo comportamento di trading e suggerire azioni personalizzate in base al proprio storico.

❓Chi èPiattaforma di trading tra le migliori per operare sui mercati finanziari. Offre numerosi asset su cui investire
💸 CommissioniBasse
👍 RegolamentazioniCapital Com SV Investments Limited è una società registrata a Cipro con numero di registrazione HE 354252. Autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC) con numero di licenza 319/17.
📚 Principali caratteristicheIntelligenza Artificiale / App di trading
🥇Conto demoClicca qui per aprire un conto demo
📚 RecensioneGuida Capital.com

Sul sito ufficiale vediamo sintetizzate alcune delle caratteristiche principali:

  • 0% di commissioni
  • Spread ridotti
  • Leva fino a 1:30
  • Le regolamentazioni
  • App formativa, corsi online e guide al trading

Come prima cosa si tratta quindi di un broker regolamentato Cysec e registrato naturalmente in Consob. Sul sito della Consob lo troviamo nell’elenco degli intermediari registrati.

La piattaforma di trading di Capital.com

Qui sotto potete vedere la piattaforma molto pulita:

Piattaforma di trading Capita.com

con la possibilità di negoziare sugli asset preferiti, inserirli in una watchlist, analizzare i grafici e monitorare l’andamento delle proprie posizioni nel portafoglio. E’ possibile inoltre collegare la piattaforma proprietaria di Capital.com a quella di TradingView.

Nella sezione Negozia di Capital.com possiamo aggiungere i nostri asset preferiti, scorrendo in basso invece abbiamo tutti i mercati su cui si può investire divisi per categorie come Forex, Azioni, ETF, Criptovalute. Selezionando un asset ad esempio il cambio Euro – Dollaro (EUR/USD) vediamo sotto il grafico ed è possibile aggiungerlo anche alla sezione Grafici.

In questa sezione Grafici, appunto, vediamo il grafico dei mercati che abbiamo aggiunto e possiamo fare analisi tecnica cambiando i timeframe, aggiungere indicatori ed oscillatori oppure utilizzare gli strumenti di disegno come facciamo su TradingView, tracciando medie mobili, linee di trend e via dicendo.

Nella sezione Scopri possiamo avere varie informazioni utili come i titoli più scambiati, quelli più volatili e sulla destra tutte le notizie di attualità che è sempre bene conoscere per rimanere aggiornati.

Capital.com - Scopri asset

Poi abbiamo la sezione “Impara ad investire” che ci consente di scaricare l’applicazione formativa per principianti che si chiama Investmate. Sono presenti anche dei video che spiegano le basi dei mercati finanziari, molto interessanti e cioè un vero e proprio corso di trading online gratuito. Le stesse informazioni le troviamo nel sito principale nella sezione Impara.

Piattaforme disponibili

Tra le piattaforme disponibili abbiamo un app di trading molto comoda, con una interfaccia intuitiva e facile da usare.

App di trading Capital

Registrarsi su Capital.com è molto semplice e richiede pochi minuti. Basta fornire una mail ed una password per registrarsi e poi confermare il conto. Con pochi dati è comunque già possibile usare il conto demo.

Abbiamo poi la piattaforma web based e oltre alla possibilità di collegare un account Metatrader 4, la piattaforma di trading utilizzata dai professionisti.

Per iscriverti sulla piattaforma di Capital.com vai qui.

Commissioni e spread competitivi

Capital.com è un broker molto competitivo in termini di spread tra i più bassi del settore.

Non ci sono commissioni su depositi, prelievi e nessuna fee per quotazioni e materiale didattico che sono gratuiti.

Il profitto del broker è basato unicamente sullo spread acquisto/vendita, che varia a seconda degli strumenti. Basta andare sullo strumento e cliccare su Informazioni di mercato, la i posizionata in alto a destra

e vedremo tutte le informazioni come lo spread calcolato dinamicamente, il margine, la leva come imposta dalle limitazioni ESMA e tante altre cose utili.

Insomma parliamo di una piattaforma completa basata su contratti derivati (CFD) con 500,000+ clienti registrati in tutto il mondo.

Puoi creare un account gratuito su Capital.com cliccando qui.

eToro

Uno dei broker migliori di Settembre è sicuramente eToro un brand internazionale affermato e riconosciuto.

Offre una piattaforma per negoziare CFD su Forex e Azioni e Futures sui crypto e vari asset. Ha un software molto facile da usare e l’iscrizione completamente gratuita. E’ regolamentata da Cysec e dunque garantisce il massimo della sicurezza ai suoi utenti. E’ ovviamente registrato sul sito della Consob nell’elenco degli intermediari registrati senza succursale

❓Chi èPiattaforma di trading tra le migliori per operare sui mercati finanziari. Offre numerosi asset su cui investire
💸 CommissioniBasse
👍 RegolamentazioniCysec
📚 Principali caratteristicheCopy Trading / Smart Portfolios
🥇Conto demoClicca qui per aprire un conto demo
📚 RecensioneGuida eToro

eToro è una piattaforma di social investing ovvero si presenta in modo diverso dalle tradizionali piattaforme. E’ infatti noto come il social degli investimenti in quanto la sua struttura ricorda molto quella di un social network, però specifico per il trading.

Su eToro è possibile:

  • comprare criptovalute come Bitcoin ed Ethereum ed oltre 60 crypto asset
  • investire in azioni con zero commissioni al contrario di molte banche che applicano commissioni salate sia in acquisto che in vendita richiedendo poi anche l’apertura di un conto corrente. Con eToro invece le commissioni sono azzerate. Ci sono però altre commissioni che possono essere applicate alle posizioni in leva e sui prelievi, conviene consultare la pagina del sito per verificare eventuali cambiamenti. Sui CFD ci sono però degli spread anche se bassi che vengono applicati.
  • investire a lungo termine con una varietà di ETF e diversificare il portafoglio con lo 0% di commissioni.

La piattaforma di trading di eToro

eToro è una piattaforma particolare che si rivela adatta ad ogni tipo di utenza. Come notiamo in questa schermata:

Piatttaforma di trading di eToro

abbiamo una interfaccia molto semplice da utilizzare, quasi essenziale. Abbiamo a sinistra il nostro profilo con alcune informazioni come la lista dei preferiti nei quali possiamo aggiungere i nostri mercati preferiti, la possibilità di cercare l’asset che ci interessa e Portafoglio che mostra lo stato del nostro patrimonio e gli ordini inseriti.

Inserire un ordine di acquisto o vendita è molto semplice, basta scegliere un asset e come vedete qui:

eToro - S&P 500

se prendiamo ad esempio l’indice S&P 500 vediamo che ci vengono mostrate varie informazioni come le quotazioni, gli ultimi aggiornamenti, grafici e le ultime notizie su quell’asset.

Se prendiamo invece una azione, ad esempio Tesla nella sezione statistiche:oltre al grafico e alle informazioni sul titolo quotato in Borsa abbiamo altre utilissime informazioni come il riepilogo finanziario sui dati dell’azienda quindi il Bilancio, i dati sulle trimestrali con entrate, ricavi e tutto il resto.

eToro - Riepilogo finanziario

Queste informazioni possono essere molto utili anche per chi vuole fare analisi fondamentale e vuole le informazioni finanziarie tutte integrate in un’unica piattaforma.

Nel tab Grafico possiamo vedere un grafico di base su cui applicare gli indicatori di base. Probabilmente è una sezione migliorabile e poco adatta ai traders professionisti ma è stata realizzata così proprio per facilitare il compito dei principianti.

Cliccando su Investi:

potremo comprare o vendere l’asset sia per importo che per unità. Scegliamo l’importo da investire, impostiamo stop loss e clicchiamo su Apri posizione. Fatto questo vedremo la posizione aperta tra gli ordini in portafoglio.

Il CopyTrading

Una delle funzioni per cui eToro è noto al grande pubblico è quella del Copy Trading. Cos’è?

E’ la possibilità per gli utenti, specie per i meno esperti, di “copiare” quanto fanno i trader più esperti. Non si tratta pertanto di monetizzare scopiazzando le strategie trading altrui o di giocare a fare trading.

Grazie al Copy Trading è possibile seguire altri trader e copiare (letteralmente) le operazioni svolte dai trader seguiti. Diventerete quindi dei “followers” a tutti gli effetti e potrete scegliere i trader più esperti guardando il loro storico, la percentuale di guadagni, la foto del profilo.

Come vedete qui nella sezione Cerca o Discover:

eToro CopyTrading - Elenco Popular Investor

possiamo vedere gli utenti più Copiati, una schermata che cambia in base ai risultati ottenuti. Come vedete ci sono le percentuali di rendimento ottenute negli ultimi anni e la percentuale degli utenti che copia.

Gli utenti in queste liste sono degli esperti in quanto finiscono in questa vetrina solo in base ai loro risultati. Inoltre vengono incentivati dal fatto che guadagnano ancora di più se hanno risultati dimostrabili nella piattaforma e se vengono seguiti da molti utenti.

Naturalmente chi utilizza questa funzione segue i più bravi, quelli che hanno le percentuali di profitto migliori.

Questi investitori “popolari” vengono divisi anche in base alle loro strategie. Troviamo investitori multi strategia che diversificano o che investono a lungo termine.

Prendiamo ad esempio uno degli investitori sulla piattaforma:

eToro - Scheda trader

e vediamo che nella piattaforma abbiamo varie statistiche come:

  • Rendimento da inizio anno
  • Rendimento a 2 anni
  • Punteggio di rischio
  • Settimane in profitto

e poi la scheda ed il numero di follower oltre ai traders che lo copiano. Se volessimo copiarlo basta cliccare su “Copia” e replicarne gli investimenti.

Potete comunque filtrare tra gli investitori e ordinare in base alle performances o al profilo di rischio per decidere se utilizzare questa funzione. Per quanto riguarda il copy trading eToro è sicuramente la piattaforma più completa.

Per iniziare ad utilizzare il Copy Trading di eToro vai qui.

Ci sono poi addirittura i “Portafogli Intelligenti” o Smart Portfolio dove dentro sono selezionati vari asset da team di esperti o tramite l’intelligenza artificiale. Ad esempio abbiamo portafogli apprezzati come CryptoPortfolio che comprende varie criptovalute come se fosse un indice, oppure Portfolio tematici come quelli su energie rinnovabili (renewableenergy) e via dicendo. Insomma una scelta ampia e interessante per chi vuole diversificare.

Naturalmente i risultati passati non sono garanzia di successi futuri. Ci sono molti che affermano che basta copiare i più bravi per ottenere i profitti. Non è così. Il trading è fatto da un bilancio di posizioni in profitto e perdita.

Fate dunque le vostre valutazioni personali prima di investire in qualunque asset.

Commissioni e spread competitivi

Come detto in precedenza eToro è un broker dai costi estremamente contenuti.

Non ci sono commissione di gestione, anche quando si copiano altri trader o si investe con i Portfolios. Abbiamo poi 0% commissioni sulle azioni, ma potrebbero essere applicati gli spread di mercato bid/ask, di conversione valuta, di prelievo e di inattività. Trovate tutto nell’apposita sezione dedicata ai costi.

Puoi creare un account gratuito su eToro cliccando qui.

Trading 212

Uno dei broker che sta diventando molto popolare per via del trading senza commissioni è sicuramente Trading 212.

Si tratta di una società con sede nel Regno Unito che offre due tipi di conti: uno speculativo di trading con i contratti per differenza (CFD) e l’altro per investimenti.

Trading 212 non è quindi solo un broker di trading online ma una piattaforma completa per investire anche a lungo termine.

❓Chi èPiattaforma di trading che permette di investire su azioni frazionate.
💸 CommissioniBasse
👍 RegolamentazioniCysec
📚 Principali caratteristicheAzioni frazionate / Piattaforma di investimento
🥇Conto demoClicca qui per aprire un conto demo
📚 RecensioneGuida Trading 212.

Questa piattaforma sta crescendo molto e conta ormai circa 1 milione e mezzo di clienti nel mondo. Come vediamo sul sito parliamo di un broker che è regolamentato dalla Cysec e naturalmente iscritto in Consob.

La piattaforma di trading di Trading212

Trading 212 offre due tipi di piattaforme:

  • Trading 212 Invest: dedicata agli investimenti a lungo termine
  • Trading 212 CFD: che supporta i prodotti a leva e gli investimenti a breve termine o speculativi

Dopo essersi registrati e confermato l’account ci troviamo di fronte ad una schermata di questo tipo:

Trading 212 - Piattaforma

molto semplice e pulita nella grafica. Sulla sinistra abbiamo le varie voci a cui abbiamo accesso:

  • la watchlist
  • l’elenco dei migliori e peggiori titoli
  • gli ETF
  • il portafoglio di investimenti
  • il calendario economico molto importante per chi vuole rimanere aggiornato con gli eventi di economia
  • la sezione video con un centro formativo fatto veramente bene

Nella sezione Cerca abbiamo accesso a tutti i titoli azionari e agli ETF che possiamo acquistare anche in modo frazionato come vedremo tra poco.

E’ possibile in ogni istante passare dalla piattaforma Invest a quella CFD. In questo caso nella sezione degli asset vedremo anche nuovi titoli su cui investire con i derivati:

  • Azioni
  • Indici
  • Criptovalute
  • Materie prime

ricordiamo che i CFD sono strumenti derivati che replicano l’andamento del prezzo di un sottostante.

Supponiamo di voler acquistare 0,25 Bitcoin. Selezioniamo l’asset e si aprirà questa schermata:

cliccando su Inizia a fare trading.

Qui potremo inserire i classici ordini delle piattaforme in leva come gli ordini a mercato, gli ordini limite o stop con impostazione dei relativi stop loss e take profit e cosi via.

Nella piattaforma CFD ovviamente i grafici sono più avanzati e consentono di tracciare linee, indicatori e tutto quello che serve per fare analisi tecnica.

Azioni ed asset frazionabili

La caratteristica principale è quella di poter investire nelle azioni frazionate. Cioè è possibile anche comprare 1€ di una azione molto costosa.

Come sapete quando si costruisce un portafoglio azionario è conveniente diversificare. Ci sono però delle azioni molto costoste che possono costare singolarmente anche 1000 € per singola azione.

Un’azione frazionata, invece, ci offre la possibilità di acquistare una “frazione” di quella azione e dunque poter impostare il nostro budget su un paniere diversificato di azioni.

Trading 212 - Azioni frazionate

Trading 212 consente di eseguire facilmente questa operazione. In genere nel mercato tradizionale non è consentito comprare frazioni ma possiamo acquistare solo singole unità di azioni.

Posso per esempio acquistare 1 Azione di Tesla, o 2 azioni Amazon ma non mezza azione Tesla per esempio o ¼ di azione Amazon.

Supponiamo di voler acquistare azioni frazionate di Tesla:

Trading 212 - Piattaforma

Apro la scheda del titolo Tesla e clicco su Compra.

come vedete nella scheda di Tesla possiamo accedere a varie informazioni. Se clicchiamo su Compra avremo questa schermata:

in cui possiamo decidere la frazione in unità vogliamo comprare. Ad esempio supponiamo di voler di comprare 0,5 azioni di Tesla, impostiamo questo numero in “Numero di azioni” e clicchiamo su Controlla ordine.

Trading212 ci mostra il riepilogo con varie informazioni sulle commissioni e costi vari:

In questo sarà possibile comprare azioni frazionate che ci ritroveremo nel nostro portafoglio. La cosa interessante è che è possibile utilizzare questa modalità per comprare qualsiasi “asset frazionato”, anche ETF ed Indici.

Commissioni e spread competitivi

Per quanto riguarda le commissioni abbiamo un deposito minimo di 10 Euro per entrambe le piattaforme. Per la piattaforma Invest abbiamo alcune commissioni come lo 0,15% sul cambio valuta, nessuna commissione per ordini e posizioni overnight oltre a prelievi gratuiti.

Per la piattaforma CFD invece abbiamo invece lo 0,5 sul cambio valuta e per ogni posizione aperta un interesse addebitato in base agli swap.

Ci sono inoltre dei requisiti di margine richiesto a seconda dello strumento finanziario su cui si opera.

In generale risulta essere uno dei broker più convenienti.

Puoi creare un account gratuito su Trading 212 cliccando qui.

Piattaforme di trading: Video Tutorial

Per concludere questa guida abbiamo realizzato un video tutorial sulle migliori piattaforme di trading online, che spiega quali caratteristiche deve avere una buona piattaforma, e come si usano dal punto di vista pratico.

Piattaforme di trading: 🚀 le Top 3 di Settembre 2022 🚀
Quando si parla di migliori piattaforme di trading online si fa riferimento alle soluzioni tecnologiche proposte dai broker che consentono agli investitori d…
Piattaforme di trading: 🚀 le Top 3 di Settembre 2022 🚀

The video was uploaded on 22/9/2022.

You can view the video here.

The video lasts for 27 minutes and 50 seconds.

Top 3 Piattaforme di Trading di Settembre 2022: le domande frequenti

Quali sono le migliori piattaforme di trading?

Per scegliere una buona piattaforma di trading bisogna valutare alcuni aspetti come le licenze, il numero di utenti attivi, la qualità della piattaforma che deve essere veloce e facile da usare. E naturalmente i costi che devono essere bassi.

Quali sono i rischi di usare le piattaforme di trading?

Trattandosi di investimenti, sappiamo che comportano dei rischi. Ai quali però possono essere aggiunte le truffe. Quindi, meglio scegliere i broker in base alle caratteristiche prima elencati.

Conclusioni

Abbiamo visto in questa panoramica quelle che sono le migliori piattaforme di trading di questo Settembre 2022 in base a vari criteri che il nostro staff ritiene importanti.

Non si tratta di una “classifica” dunque cercate di analizzare le varie piattaforme secondo le vostre esigenze che non sono necessariamente simili alle nostre. Da parte nostra abbiamo cercato di presentare le piattaforme che ogni giorno vengono utilizzati da trader principianti e professionisti.

Conviene creare un account su ognuna di esse prima di decidere in modo da provare il conto demo prima di iniziare a fare trading reale.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here