Leva finanziaria: come funziona, effetto e calcolo

Cos’è la Leva finanziaria? Spesso avrai letto o sentito parlare della leva finanziaria nel trading. Soprattutto, del suo essere uno strumento che permette di impiegare un capitale oltre le proprie possibilità di investire denaro.

La Leva finanziaria è anche molto pericolosa, poiché, se usata male, moltiplica anche le perdite.

Per “usata male” intendiamo che se ne faccia un abuso, impostando dei livelli elevati. O impostando degli importi eccessivi. O, ancora, non facendo previsioni accurate sugli andamenti futuri. Perché, qualora la nostra previsione fosse errata, la leva finanziaria si muoverà contro di noi.

Non a caso, viene definita con il nomignolo poco rassicurante di “arma a doppio taglio”.

Dunque, avrai compreso che siamo dinanzi ad uno strumento dalle grandi potenzialità. Ma anche molto pericoloso. Ecco lo scopo di questa guida completa sulla leva finanziaria.

Per fare trading in sicurezza è consigliabile utilizzare le piattaforme di trading CFD. Ad esempio si può utilizzare eToro per negoziare su vari asset finanziari grazie a servizi di copy trading e social trading.

Puoi aprire un conto demo su eToro cliccando qui.

Leva Finanziaria: cos’è

Cos’è la leva finanziaria? Si tratta di un moltiplicatore. Attraverso il suo uso (o “leverage“) il trader può acquistare o vendere attività finanziarie per un ammontare superiore al capitale posseduto. Dunque, di ottenere un rendimento potenziale maggiore rispetto a quello derivante da un investimento diretto nel sottostante.

Avendo però come contraltare il fatto di esporsi al rischio di perdite molto significative in caso di previsione errata.

Cos’èMoltiplicatore di capitale che consente di investire più del capitale ma espone a rischi.
👍 Chi può usarla?Professionisti e retail
📕 Leva trader retail1:30
📈 Leva trader professionista1:200
🥇Dove usarlaeToro / Capital.com

Migliori broker per iniziare a fare trading

Qui di seguito vi proponiamo le migliori piattaformeper fare trading:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE 
Funzioni demo
Social tradingRecensioneISCRIVITI
Spread contenutiPiattaforma WebTraderRecensioneISCRIVITI
Spread bassiPiattaforma professionaleRecensioneISCRIVITI
Commissioni basseAzioni FrazionateRecensioneISCRIVITI
Deposito minimoServizio CFDRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadCommissioni basseRecensioneISCRIVITI

si tratta di broker regolamentati, registrati regolarmente in Consob.

Come funziona la leva finanziaria

Il miglior modo per comprendere la leva finanziaria è come sempre un esempio.

Leva finanziaria

Il trader ha a disposizione 100 € da investire su un asset.

Nel caso in cui decidessimo di rischiare di più investendo, oltre ai nostri 100 €, anche altri 900 € presi in prestito, vuol dire che avremo una leva finanziaria di 10 a 1 (investiamo 1000 € sebbene il nostro capitale di partenza fosse 100).

Facciamo invece un esempio più concreto con i derivati. Come sappiamo, essi consentono di acquistare una miriade di asset senza possederli direttamente, dato che ne moltiplicano il valore.

Se volessimo investire direttamente in oro fisico, tanto per mantenerci sul classico, con un esborso di 5000 € e tenerlo aspettando che il prezzo salga per poi rivendermelo.

Se decidessimo invece di usare i derivati, non dovremmo avere 5000 €, ma unicamente il capitale necessario per comprare il derivato.

Leva Finanziaria e margine

Il margine è l’importo che il broker richiede di avere sul conto, al fine di eseguire una operazione di trading.

Margine e leva finanziaria sono collegati, in quanto la leva è un effetto del margine richiesto dal broker.

Infatti, se per fare una operazione un controvalore di 100.000 euro il broker ci chiede di avere sul conto almeno 1.000 euro, di fatto ci sta dando la possibilità di usare una leva di 1 a 100 (1000.000 euro diviso 1.000 euro = 100).

Trading in leva con le migliori piattaforme

Vediamo quali sono le migliori piattaforme per operare con il trading in leva

eToro

Partiamo dal broker eToro, che vanta 3 licenze per operare:

  • CySEC, rilasciata a Cipro, posseduta da tutti i principali broker operativi nell’Unione europea
  • la licenza FCA, molto prestigiosa perché rilasciata in Gran Bretagna dall’organismo che vigila su una delle borse più importanti d’Europa: la London stock exchange
  • la licenza ASIC, rilasciata in un paese che si sta facendo strada per importanza finanziaria: l’Australia

Tra i servizi principali troviamo:

  1. Copy Trading consente di copiare quanto fanno i trader più bravi iscritti alla piattaforma, chiamati Popular Investors.
  2. Social trading: permettere ai trader di interagire tra loro come fossero su un social network vero e proprio.
  3. Smart portfolios: (ex CopyPortfolios) sono pacchetti di asset divisi per categoria e performance. Ne troviamo di tre tipi: a) Top Trader, b) Market Portfolios; c) Partner Portfolios, a loro volta divisi in: Tipranks, WeSave e Meitav Dash.

Ecco un esempio di trading in leva con eToro:

Leva finanziaria su eToro

Aggiungiamoci pure il Conto demo di 100mila euro virtuali per fare pratica senza rischiare un solo proprio centesimo.

eToro è un broker spread-only, che imposta sui trades solo lo spread e non le commissioni. Le quali riguardano solo alcuni tipi particolari di trades (come quelli overnight o tenuti aperti nel weekend), conti dormienti, prelievi, ecc.

Il deposito minimo iniziale, infine, è stato ridotto dai precedenti 200 euro a 50 euro.

Puoi registrarti gratis su eToro cliccando qui.

Capital.com

Il broker Capital.com vanta le stesse licenze possedute da eToro, commissioni contenute, trades spread-only. Inoltre, su alcune coppie di valute più popolari lo spreads 0.0.

Il deposito minimo è di 20 euro, per accedere al conto base. Capital.com ha una propria piattaforma nativa, ma offre anche la evergreen MT4.

Capital.com riceve spesso degli awards per i servizi che offre. Come l’Intelligenza artificiale integrata alla piattaforma, che ti consiglia passo dopo passo nelle operazioni di trading.

Il broker è tra i pochi ad offrire una app per fare pratica: Investmate.

Il conto demo è di 10mila euro virtuali per abituare il trader al money management.

Su Capital.com ci troverai grafici molto dettagliati, con integrati oltre 70 tra indicatori ed oscillatori di trading.

Per iscriverti su Capital.com clicca qui.

XTB

XTB è un Broker user-friendly, interamente personalizzabile. Ha una velocità di esecuzione delle operazioni di 85 millisecondi.

XTB mette a disposizione una Calcolatrice del trading avanzata, delle statistiche di performance in realtime, Trade dai grafici, ma anche la possibilità di chiudere contemporaneamente gruppi di ordini.

Ecco alcune delle caratteristiche principali del broker XTB:

  • oltre 5200 strumenti CFD disponibili
  • 4 settimane di trading senza rischi
  • Trada FX, Commodity, Azioni, Indici
  • spread bassi a partire da 0.2 pip
  • piattaforma di trading potente
  • Supporto clienti 24 ore su 24 (lunedi – venerdì)

Il broker è forse l’unico in circolazione a non chiedere un deposito minimo, dato che il trader può depositare qualsiasi cifra iniziale.

Il conto demo del broker XTB consta di 100mila euro virtuali, è anche esso spread-only.

Infine, ecco le tante licenze vantate da XTB:

1. FCA

2. KNF

3. CYSEC

4. BDF

5. BaFin

6. CNMV

7. CNB

8. NBS

9. CMVM

10. CMB

11. ASF

12. BCU

Per registrati su XTB ed aprire un conto forex clicca qui.

Leva finanziaria nel Forex

Il Forex è il mercato finanziario più importante del mondo, per volume di transazioni. Nato nel 1971 per sostituire l’ormai obsoleto trattato di Bretton Woods per regolare i rapporti commerciali tra gli stati, istituito nel 1943.

Il rapporto tra due valute dà vita ad un valore sul quale poi si basa il trading giacché è assimilabile al prezzo di un asset sul cui andamento il trader scommette.

Sul forex si scambiano le valute degli stati, il cui tipo di cambio dà vita a 3 categorie:

  • Major: negli scambi ci troverai sempre il dollaro americano (USD), scambiato con una valuta Minor. Vale a dire euro (EUR), sterlina britannica (GBP), dollaro canadese (CAD), dollaro australiano (AUD), franco svizzero (CHB), Yuan giapponese (JPY)
  • Minor: in queste valute ci troviamo una delle valute prima elencate escluso il dollaro americano
  • Esotic: le coppie valutarie in cui è presente sempre almeno una valuta di un paese in via di sviluppo escluso, a prescindere dalla presenza del dollaro americano

Ecco le principali valute su cui poter negoziare:

Quotazioni Forex - Principali Valute
StockPriceChart (24H)
EURUSD=X
EUR/USD
EURUSD=X
$0.9958
GBPUSD=X
GBP/USD
GBPUSD=X
$1.14
JPY=X
USD/JPY
JPY=X
$144.46
EURGBP=X
EUR/GBP
EURGBP=X
$0.8714
AUDUSD=X
AUD/USD
AUDUSD=X
$0.6495
EURJPY=X
EUR/JPY
EURJPY=X
$143.80

Veniamo ora a come sfruttare la leva finanziaria nel forex. Riguardo quale leva usare nel forex, non esiste una risposta univoca. Sono molte le correnti di pensiero tra i traders e gli studiosi di finanza in merito.

In linea di massima, si possono prendere in considerazione 3 principi per decidere se utilizzare una leva bassa, media o alta.

  1. Utilizza una leva finanziaria bassa (da 1 a 20) se disponi di un grosso capitale (50-100 mila euro) e vuoi operare a lungo termine. Più adatta per investimenti che dureranno anche 10 anni.
  2. Utilizza una leva media (da 50 a 200) se disponi di un capitale da 500 euro in su e vuoi adottare una strategia di operazioni intraday (della durata massima di un giorno) o operazioni multiday (della durata massima di una settimana).
  3. Utilizza una leva forex alta (oltre 200 sino a 1000) se hai un capitale molto basso e vuoi tentare di speculare rischiando molto. Questo genere di leva è per chi vuole tentare il cosiddetto “colpaccio”.

Naturalmente i trader retail possono avere una leva massima di 1:30 secondo le regole imposte dall’ESMA mentre i professionisti più alta.

Occorre poi considerare la tipologia di coppia. Generalmente, le coppie Major e Minor sono quelle meno volatili, perché composte da economie generalmente solide e che possono subire importanti variazioni solo in certi periodi storici.

Come per esempio la Brexit che scosse la sterlina britannica, l’elezione di Trump per il dollaro americano, le recessioni che ciclicamente colpiscono il Giappone o la crisi greca per l’euro.

Le coppie esotic sono quelle più volatili, perché composte da paesi in via di sviluppo, dalle economie fragili ed instabili.

Dunque, per la scelta del livello di leva finanziaria, è meglio tener presente anche di ciò. Perché si va sollecitare un asset già volatile per natura.

Formula Calcolo Leva Finanziaria

La formula della leva finanziaria viene espressa:

  • o in forma di 1:x (dove 1 sta per il capitale effettivamente investito e X per il capitale di esposizione sul mercato),
  • oppure in forma di x2-x3. Ovvero, nella forma di moltiplicatore.

Non cambia nulla ai fini del calcolo, perché dovremo moltiplicare il cpitale impegnato nella posizione x leva applicata

E dunque moltiplicare, nel caso di posizione di 1.000 euro con leva 1:10, 1.000 per 10, ottenendo 10.000 euro che saranno l’esposizione effettiva sui mercati.

Allo stesso modo se avremo invece un broker che ci segnala la leva in forma di moltiplicatore, come nel caso di x3, X4 e così via, potremo fare lo stesso identico calcolo. Su una posizione di 1.000 euro in leva x10, dovremo moltiplicare 1.000 x 10 per ottenere l’esposizione effettiva di 10.000 euro.

Il calcolo della leva finanziaria non è complesso. Il moltiplicatore medesimo della posizione che abbiamo visto espresso poco sopra infatti può essere ripetuto anche per calcolare gli effetti su guadagni e perdite che abbiamo ottenuto sul mercato.

Supponiamo un investimento sulle azioni Amazon di 1.000 USD con una leva finanziaria di 1:5, ovvero un moltiplicatore leva di 5. Avremo queste 2 situazioni in base al fatto che il valore aumenti o diminuisca:

a) Nel caso di aumento valore azioni Amazon del 2%: Dovremo moltiplicare il 2% per il valore della leva e otterremo il 10%.

b) Nel caso di diminuzione di valore delle azioni Amazon del 3%: Dovremo moltiplicare la leva x5 per il valore percentuale di variazione, ovvero 3%. Avremo 15% in totale, che andrà sottratto al capitale effettivamente investito, e dunque -15% di 1.000 USD.

Leva finanziaria: come limitare i rischi

Come anticipato nell’incipit, la leva finanziaria è un’arma a doppio taglio. I vantaggi sono facili da notare: usando piu’ soldi di quelli che effettivamente abbiamo, così come però possiamo perderne di più.

Fortunatamente in finanza esiste sempre la possibilità di gestire i rischi e quindi di ridurli. In tal caso, dovremo ricorrere ad uno strumento molto utile come stop loss.

Lo stop loss è uno stop automatico alle perdite. Per impostarlo, semplicemente, dovremo comprendere quanto siamo disposti a perdere. In tal modo, una volta che il valore dell’asset si abbassa fino a toccare quel punto, il trading si fermerà in automatico. Evitando così che prosegua, aggravando la nostra perdita.

Incasserai sempre una perdita, ma contenuta. E soprattutto gestita in base al tuo profilo di rischio.

Molti trader fanno l’errore di intestardirsi a tenere aperta una posizione nella speranza che il trend si ribalti, magari finendo per incassare perdite maggiori.

Limit Leva ESMA

Compresi i rischi della leva finanziari, l’ESMA, la massima autorità di vigilanza sui mercati finanziari dell’Unione europea, ha stabilito dei limiti alla leva finanziaria in base alla volatilità dell’asset. Mediante la direttiva MiFID II.

Ciò per aiutare i trader alle prime armi a non cascare nell’errore di utilizzare livelli elevati inconsapevoli dei rischi.

Ecco quali sono i limiti alla leva finanziaria stabiliti da ESMA:

  • sulle coppie valutarie principali: leva massima di 30:1 per gli indici
  • sulle altre coppie valutarie: 20:1
  • sulle altre materie prime e sugli indici non importanti il rapporto massimo è di 10:1
  • sui titoli azionari leva 5:1
  • criptovaluta con leva massima a 2:1

Ciò per quanto concerne i trader retails, mentre per i professionali il limite è molto più elevato, fino a 1:200.

Leva finanziaria: le FAQ

Cos’è la leva finanziaria?

Si tratta di un moltiplicatore, mediante il quale il trader può acquistare o vendere attività finanziarie per un ammontare superiore al capitale posseduto. Dunque, di ottenere un rendimento potenziale maggiore rispetto a quello derivante da un investimento diretto nel sottostante.

Conviene usare la leva finanziaria?

E’ uno strumento dalle grandi potenzialità, ma che comporta anche seri rischi. Conviene dunque stare molto attenti ed usarlo con parsimonia.

Dove sfruttare la leva finanziaria?

I broker CFD regolamentati e gli exchange consentono di operare in leva secondo i limiti imposti.

Leva Finanziaria - Riepilogo

Conclusioni

Il trading online si caratterizza per molti strumenti utili al trader. Tra questi, la leva finanziaria.

Si tratta di uno strumento capace di operare con un capitale superiore a quello disponibile. Quindi, va approfondito prima di un uso scellerato.

I migliori broker che consigliamo per utilizzare la leva finanziaria quelli che offrono i conti demo gratuiti, in modo da poter provare prima di operare con soldi reali.

Per iniziare al meglio investendo nel trading online conviene partire dalla pratica e da un buon conto demo. Vi lasciamo quindi con i collegamenti ufficiali alle migliori piattaforme con conto demo:

si tratta di piattaforme con licenza, regolarmente autorizzate e conti demo gratuiti ed illimitati.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here