Truffe trading online : ecco cosa sapere e come difendersi

Cosa sono le truffe trading online? Lo scopriamo in questo articolo, dove approfondiremo il tema e ti diremo come fare per evitare le truffe.

Come scoprire se un broker è una truffa? Ci sono vari aspetti tipici di una piattaforma nata solo per truffare il prossimo e li scopriamo di seguito. Indicandovi anche come fare se già truffati e quali sono i migliori broker da scegliere.

Per fare trading in sicurezza è consigliabile utilizzare le piattaforme di trading CFD. Ad esempio si può utilizzare eToro per negoziare su vari asset finanziari grazie a servizi di copy trading e social trading.

Puoi aprire un conto demo su eToro cliccando qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Truffe nel trading: cosa sono

Cosa sono le truffe nel trading? Si tratta di piattaforme create appositamente da Hacker in combutta con imprenditori che creano società apposite, al fine di attrarre l’attenzione di chi vuole guadagnare col trading online.

Intendendo per essi una platea di persone che va da chi vuole solo arrotondare lo stipendio a chi vuole una entrata economica non avendone alcuna. Fino a chi sogna di fare la vita del nababbo.

Con l’esplosione delle criptovalute e la diffusione dei device mobili, oltre alla crisi delle tradizionali attività professionali, in molti hanno visto nel trading online una grande occasione per uscire dal guado.

E ovviamente, c’è chi è pronto a creare una rete grande per “pescare” tutte queste persone. O meglio, quelli che non hanno capito bene cosa sia realmente il trading online. Credendo che si tratti solo di un bottone capace di farci diventare milionari in breve tempo.

Piattaforme migliori per fare trading online

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE 
Funzioni demo
66% dei trader perde soldi
Social tradingRecensioneISCRIVITI
Spread contenutiPiattaforma WebTraderRecensioneISCRIVITI
Social tradingConto demo, trading automaticoRecensioneISCRIVITI
Sicurezza al massimoDeposito minimo, servizio CFDRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadCommissioni basseRecensioneISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-78% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

❓Cos’èSi tratta di piattaforme create appositamente da Hacker in combutta con imprenditori che creano società apposite, al fine di attrarre l’attenzione di chi vuole guadagnare col trading online.
👍 CaratteristichePromozione con VIP / Telefonate sospette / Promesse di guadagni facili
💰Esempi di truffe famoseBitcoin Code / Bitcoin Prime
🥇Migliore piattaforma con conto demoeToro
🥇Miglior broker con strumenti di formazioneFP Markets

Il trading è pericoloso?

No! Il trading online non è pericoloso. Il fatto che esistano dei truffatori che millantano guadagni facili e lauti, non deve indurti a credere che sia tutto un imbroglio. Esistono broker che fanno il loro lavoro con trasparenza e attenendosi alle leggi vigenti. Ed è a loro che devi rivolgerti.

Diventa pericoloso quando senti parlare di cifre astronomiche raggiunte nel giro di pochi giorni. Di fantomatici sistemi basati su algoritmi automatici capaci di anticipare cosa fa il mercato con una accuratezza vicina al 100 percento, capace di anticipare il mercato di pochi millisecondi.

Ancora, queste piattaforme si fanno pubblicità tramite dei Vip, ma a loro insaputa. Troverai strane interviste a personaggi famosi, raccolte in screenshot o video tradotti. Di solito, personaggi chiamati spesso in causa per questo scopo sono:

  • Bill Gates
  • Mark Zuckerberg
  • John McAfee
  • Donald Trump
  • Antonino Cannavacciuolo
  • Vasco Rossi
  • Valentino Rossi
  • e così via

Ed ancora, queste truffe dalle quali devi stare alla larga non forniscono alcun dato societario. Oppure, se indicano qualche indirizzo, poi è fasullo. Per scoprirlo, devi andare su Google Maps e digitare l’indirizzo per vedere se davvero si trova lì.

Non ci sono dati su chi si trova dietro il progetto, men che meno profili Social raggiungibili. Anzi, spesso il Ceo della società cambia nome cambiando la lingua del sito. E le foto sono prese palesemente dalla rete.

Queste truffe sono gestite da società con sede nei paradisi fiscali, con una scatola di società off shore per cui è difficile risalire al vero proprietario e recuperare denaro. Anche se più avanti vedremo come fare in caso di truffe trading.

Migliori piattaforme di trading regolamentate

Quali sono le migliori piattaforme di trading regolamentate? Vediamo quali sono le migliori piattaforme a cui affidarti per fare trading online in totale sicurezza.

eToro

Il broker eToro ha regolare licenza per operare, tanto da vantarne 3: CySEC, FCA e ASIC. Inoltre gode del beneplacito della Consob per operare in Italia.

Il broker eToro (qui trovi il sito ufficiale) offre una serie di servizi interessanti come il copy trading, che sulla piattaforma assume il nome di Copy Trader. Potrai così copiare fino a 100 trader contemporaneamente, che guadagneranno a loro volta fino al 2% in più del loro volume di profitti se copiati da molti trader.

Avrai facoltà di personalizzare il trading copiato impostando tuoi livelli di Stop loss e Take profit, nonché potrai interrompere la copia quando lo vorrai.

Ancora, su eToro puoi interagire con gli altri trader grazie al Social trading. E potrai copiare interi panieri di asset raccolti nei CopyPortfolios. Gestiti da un mix di bravura dei tecnici ed intelligenza artificiale.

Il broker eToro offre anche condizioni convenienti in termini di spread e commissioni e ti consente di iscriverti pagando un deposito minimo di 200 euro.

Se vuoi investire sulle criptovalute, al momento della scrittura il broker te ne offre ben 18. E potrai investire su di esse sia tramite trading online, che come se il broker fosse un Exchange: eToroX.

Infine, potrai avvicinarti al trading in totale sicurezza, oltre al Copy trading, anche tramite Conto demo.

Puoi iniziare a fare trading con la piattaforma di eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

FP Markets

Il broker FP Markets è un altro broker con regolare licenza: quella CySEC. Ti consente di scegliere tra 4 account diversi, che offrono servizi sempre maggiori più sale il loro livello. Ma già il Conto base, che richiede solo 100 euro di deposito minimo, offre tanti servizi.

FP Markets ha un pacchetto formativo davvero interessante. Infatti, offre un Conto demo con 100mila euro virtuali per fare pratica e senza limiti di tempo.

Il broker FP Markets offre anche condizioni economiche molto interessanti, con commissioni e spread più bassi della media del mercato.

Puoi iniziare a fare trading con FP Markets cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Plus500

Il broker Plus500 ha dalla sua due licenze: CySEC e FCA. Ed è anche quotata sulla London Stock Exchange, una delle borse valori più antiche e importanti al mondo.

Inoltre, Plus500 è sponsor di diverse società sportive ed è molto presente nel calcio. Infatti, dal 2015 è sponsor dell’Atletico Madrid, mentre dal 2020 dell’Atalanta. Non manca una presenza nel campionato elvetico nello Young Boys e in quello polacco (Legia Varsavia).

Plus500 (trovi qui il sito ufficiale) offre tanti servizi molto convenienti, come un Conto demo con 40mila euro virtuali, inferiori ai broker precedenti, ma che si ripristinano quando scendono sotto i 200 euro.

Molto interessante è anche l’allerta mail, che avvisa i trader quando gli asset compiono movimenti interessanti dei prezzi su cui speculare.

Anche Plus500 offre webinar da seguire, spiegazioni sul trading, una assistenza clienti in Live chat che risponde in modo immediato e in 32 lingue diverse.

Puoi iniziare a fare trading con Plus500 cliccando qui. Plus500

Piattaforme di trading non regolamentate

E’ importante scegliere broker che siano regolamentati, poiché ciò difende il trader dalle truffe. I broker che operano nei paesi dell’Unione europea devono attenersi ai dettami dell’Esma. E ogni paese deve allinearsi alle sue regole, tramite le commissioni di vigilanza sui mercati finanziari di ogni paese. In Italia, per esempio, abbiamo la Consob.

I broker regolamentati ESMA, devono sottostare a queste regole:

  • accantonare un fondo di garanzia in favore dei trader nel caso in cui il broker non abbia liquidità
  • i broker non possono fare marketing selvaggio tramite telefonate o mail spamming
  • non poter elargire bonus ai trader per spingerli ad investire di più
  • non possono offrire soluzioni di trading semplicistiche ed illusorie
  • i livelli della leva finanziaria sui vari asset devono essere limitati per i trader retails, poiché si tratta di un’arma a doppio taglio dalle grandi opportunità ma anche pericolosa se non compresa bene
  • e così via

Quindi, un broker non regolamentato non ha questi obblighi ed espone i trader ad un alto rischio truffa. Esistono comunque broker No ESMA che operano in modo trasparente, con sede nei paesi all’infuori dell’Unione europea. Tuttavia, offrono comunque condizioni che per i trader meno preparati possono essere pericolose.

Truffe telefoniche nel trading

Abbiamo accennato al marketing telefonico selvaggio. In effetti, potrebbe capitarti di ricevere una telefonata da parte di un Call center che propone di farti iscrivere ad una società ed offrirti condizioni di trading invitanti.

Evita sempre e comunque di cascare a queste lusinghe. Abbiamo visto infatti che i broker con regolare licenza legata all’ESMA non possono telefonare le persone per invitarli ad iscriversi o fare questo o quell’investimento. Al massimo, ciò può rientrare nei segnali di trading, che sono un servizio che il trader sottoscrive volontariamente.

Conviene chiudere subito la telefonata poiché a volte questi call center registrano il “Sì” per poi montare consensi a proprio favore.

Devi avvicinarti tu al trading online volontariamente, informandoti bene ed iscrivendoti ad un servizio.

Cosa fare se truffati

Se si è stati vittima di una truffa trading, innanzitutto conviene denunciare l’accaduto alla Polizia postale. Braccio della polizia preposto proprio ai misfatti, sempre in crescita, che si consumano sul web.

Poi puoi giocarti la carta del charge back, ossia dello storno. Contattando la Banca o la società che emette le carte che hai usato per inviare soldi in buona fede alla truffa, spiegando tutta la situazione e inviando qualche prova.

In genere, l’istruttoria durerà almeno un paio di mesi e non è detto che la spunterai. Però è l’unica carta che puoi giocarti. Attenzione però: solo se hai inviato soldi tramite carte potrai optare per il charge back e non tramite bonifico.

Informati bene sulle leggi vigenti riguardo il charge back, come le tempistiche entro le quali praticarlo, i tempi massimi che devono volerci, ecc.

Se questa opzione non va a buon fine, rivolgiti a qualche associazione dei consumatori o qualche avvocato accreditato per queste problematiche. Mi raccomando! Non affidarti a qualche azzeccagarbugli di turno che ti farà perdere solo ulteriore denaro e tempo. Né fidati di qualche legale che telefona di sua spontanea volontà spacciandosi per un risolutore del problema. In genere sono abbacchiati con la truffa.

Truffe nel trading: le domande frequenti

Prima di proseguire con questa guida cerchiamo di rispondere alle domande più frequenti:

Il trading online è una truffa?

Il trading online non è affatto una truffa se affrontato nel modo giusto. Basta infatti dedicare tempo alla formazione e allo studio ed utilizzare solo le piattaforme regolamentate.

Come difendersi dalle truffe online nel trading?

Innanzitutto bisogna capire che i soldi facili non esistono. E’ poi fondamentale usare solo broker autorizzati che dispongano di licenze per operare. Attenzione anche a rendimenti promessi, se sono troppo alti c’è qualcosa che non va.

Cosa fare se truffati da qualche broker?

Premesso che è molto difficile recuperare i soldi, si può tentare la carta del chargeback se avete usato la carta nel deposito. Poi segnalare alle autorità competenti il sito in questione.

Truffe trading online

Conclusioni

Dunque, abbiamo visto cosa sono le truffe trading online, come funzionano, come riconoscerle, cosa fare se si è truffati dal trading online. E quali sono i migliori broker a cui affidarsi per il trading online trasparente e pulito.

Il trading online non è una truffa a prescindere, ma una reale occasione di guadagno. Se si opera con broker legali come eToro o Plus500 si ha la certezza di operare con le migliori piattaforme del mercato, serie e regolamentate. Sta a te fare le scelte giuste, senza incappare in truffe.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here