Conto trading: dove aprire il miglior conto di trading online

Per poter operare nel trading online, occorre chiaramente aprire un conto trading.

Si tratta della necessità di depositare del denaro per poter cominciare ed avere quello che in gergo si chiama Conto Live. Per distinguerlo da un conto demo che, come vedremo, è composto da denaro virtuale.

Il primo serve appunto per “fare sul serio” ed operare con denaro reale. Il secondo, invece, serve per fare pratica.

Di seguito vedremo meglio cos’è un conto trading, cosa deve avere il miglior conto trading, quali sono i migliori broker per averne uno, come aprire un conto trading.

Per fare trading in sicurezza è consigliabile utilizzare le piattaforme di trading CFD. Ad esempio si può utilizzare eToro per negoziare su vari asset finanziari grazie a servizi di copy trading e social trading.

Puoi aprire un conto demo su eToro cliccando qui.

Conto trading: cos’è

Il conto trading è un conto composto da denaro reale aperto su una piattaforma che si pone come tramite tra i nostri capitali e il mercato finanziario. Che prende il nome di Broker.

Per aprire un conto trading viene richiesto un deposito minimo, che varia da broker a broker. Generalmente la media si aggira intorno ai 100 euro, ci sono broker che chiedono anche meno, altri che chiedono di più. In genere, comunque, non superano i 250 euro.

Conto trading

Per aprire un conto trading, il versamento viene consentito con diverse opzioni. Ciascuna delle quali prevede propri costi e tempi di ricezione. Gli strumenti di deposito più usati sono:

  • bonifico bancario
  • versamento tramite carte (di credito, di debito, prepagate)
  • piattaforme online come PayPal, Skrill, Neteller, ecc.

Lo strumento utilizzato per il deposito viene anche consentito per il prelievo. Sebbene possa essere richiesto un capitale minimo per poter prelevare.

Un conto trading dà diritto a tanti servizi, che aiutano il trader ad operare in modo agevole. Per esempio, strumenti come stop loss e take profit, per chiudere in automatico un trade. Oppure, grafici per poter analizzare tecnicamente l’andamento del prezzo di un asset. E così via.

Nel prossimo paragrafo vedremo meglio quali caratteristiche deve avere un conto trading.

❓ Cos’è?Conto composto da denaro reale aperto su una piattaforma che si pone come tramite tra i nostri capitali e il mercato finanziario. Che prende il nome di Broker.
✅ Conviene?Si se si utilizzano le piattaforme regolamentate.
💰 Quanti soldi per iniziare a fare trading ?Deposito minimo richiesto tra 20 e 250 Euro.
👍 Chi può usarlo?Adatto a tutti
🥇Miglior conto di tradingeToro
🥇Migliore conto con formazione gratuitaCapital.com

Miglior conto trading: le caratteristiche

Premesso che non esista il conto trading migliore tout court, ma va sempre selezionato in base alle proprie esigenze di trading, possiamo comunque individuare alcune caratteristiche tipiche che deve avere.

  • Commissioni e spread bassi: queste voci corrispondono a dei costi che andranno a ridurre il tuo profitto. Cerca broker che li riportino in modo trasparente e non siano esosi
  • Licenze per operare: il conto trading deve essere aperto su broker con regolare licenza, meglio se più di una. Le piattaforme con regolare licenza hanno degli obblighi per tutelare i capitali e i dati sensibili degli utenti
  • Leva finanziaria: si tratta di uno strumento per moltiplicare il proprio profitto oltre il denaro “scommesso”. Si badi bene che si tratta di una arma a doppio taglio, che come moltiplica i profitti, moltiplica anche le perdite in caso di previsione sbagliata. Dunque, usare con cautela
  • Assistenza clienti: dato che ormai i mercati “non dormono mai”, complici funzioni come le posizioni aperte anche nel weekend o le criptovalute che sono sempre tradabili, è consigliabile un broker che offra assistenza 24×7, in italiano e anche in Live chat. Per non dover attendere mail di risposta o telefonare a numeri in chissà quale paese
  • Grafici chiari e personalizzabili: l’analisi tecnica è fondamentale per poter fare previsioni future. Quindi, meglio grafici che permettano di inserire quanti più indicatori ed oscillatori di trading
  • Breaking news e calendario economico: oltre all’analisi tecnica, è molto importante anche l’analisi fondamentale. Che si basa su dati qualitativi, quindi notizie dai mercati. Per poterne reperire un broker deve mettere a disposizione notizie sempre aggiornate e avvisi di eventi in arrivo
  • Stop loss e take profit: abbiamo accennato prima a questo strumento, che consente al trader di staccarsi dal dispositivo e non dover seguire l’operazione costantemente, proprio perché può impostare dei livelli di prezzo entro cui la posizione deve essere chiusa. Ciò ovvia anche azioni dettate dall’emotività, come chiudere troppo presto o troppo tardi una posizione perché si sta mettendo bene o male
  • Piattaforma user-friendly: il broker deve mettere a disposizione una piattaforma veloce, che non si impalli, graficamente chiara, che non costringa il trader a fare una caccia al tesoro per cercare quello che gli serve. Il tempo è prezioso e ogni secondo può essere decisivo
  • Conto demo: conto costituito da denaro virtuale per fare pratica senza rischiare il proprio capitale. Approfondiremo questo punto nel prossimo paragrafo

Conto trading demo

Il conto trading demo è un conto, come detto, costituito da denaro virtuale. Che il broker mette a disposizione del trader per consentirgli di fare pratica ed imparare il trading online senza mettere a rischio i propri soldi.

Il denaro virtuale presente sul conto demo può essere di vario ammontare. Si va da broker che danno poco denaro per aiutare il trader ad imparare il money management (vedi Capital.com che offre mille euro virtuali) a broker che offrono cifre molto generose per dare più tempo possibile al trader (come eToro o AvaTrade, che offrono 100mila euro virtuali).

Il conto demo non va preso come un gioco, altrimenti non si imparerà nulla e si continuerà a prenderla alla leggera anche quando si farà sul serio. Allora però, le perdite saranno reali.

Altra cosa da ricordare è che il conto demo non è utile solo ai trader alle prime armi, ma anche a quanti sono diventati dei trader esperti. Giacché il denaro virtuale può essere sfruttato per provare una nuova strategia o per provare un nuovo asset su cui investire.

I broker consentono di passare agevolmente da un conto demo ad un conto live, senza che il trader si accorga della differenza.

Conto trading più conveniente: le commissioni

Quando abbiamo parlato delle principali caratteristiche che un conto trading ideale dovrebbe avere, abbiamo accennato anche ai costi.

Lo spread è la differenza tra i due prezzi di un bene nel settore finanziario. Da un lato, il valore del suo acquisto e dall’altro quello della sua vendita. È una semplice misura statistica che ci aiuta a conoscere il grado di liquidità dello spazio finanziario su cui è calcolato.

Le commissioni sono invece le tariffe che il broker impone per i servizi che offre. Possono essere:

  • fisse, cioè non variano al variare di determinate condizioni e quindi se ne conosce la misura a priori
  • variabili: variano al variare delle condizioni e quindi possono aumentare o diminuire a seconda dei casi

Inoltre, un broker deve riportare in modo chiaro tutti gli spreads e le commissioni imposte, oltre ad avvisare sempre il trader quando modifica le sue condizioni. Così da consentirgli di chiudere il conto se non gli conviene più.

Miglior conto di trading: dove trovarlo

In questo paragrafo compariamo quelli che a nostro avviso sono tra i migliori broker in circolazione per aprire un conto trading.

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE 
Funzioni demo
Social tradingRecensioneISCRIVITI
Spread contenutiPiattaforma WebTraderRecensioneISCRIVITI
Social tradingConto demo, trading automaticoRecensioneISCRIVITI
Sicurezza al massimoDeposito minimo, servizio CFDRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadCommissioni basseRecensioneISCRIVITI

Cercando di coglierne gli aspetti principali e fare una scelta.

eToro

Ecco le caratteristiche principali del broker eToro:

  • Deposito minimo: 50 euro
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
  • Servizio principale: copy trading per guadagnare copiando i trader più bravi
  • Spread e commissioni: chiari e molto competitivi
Puoi iniziare a fare trading su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Il broker Capital.com è uno dei migliori per via delle commissioni basse, inoltre offre altre caratteristiche interessanti:

  • Deposito minimo: 20 euro
  • Conto demo: 1.000 euro virtuali
  • Servizio principale: Intelligenza artificiale integrata alla piattaforma di trading
  • Spread e commissioni: per taluni scambi arrivano anche a 0.0 pips
Apri il tuo conto Capital.com cliccando qui.
83.45% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

AvaTrade

Il broker AvaTrade è uno dei broker storici che offre:

  • Deposito minimo: 100 euro
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
  • Servizio principale: trading automatico per poter essere aiutati dalla tecnologia nelle scelte di trading
  • Spread e commissioni: più bassi della media di mercato
Apri il tuo conto AvaTrade cliccando qui.
79% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

XM.com

Un conto di trading ottimo tra le altre cose per operare sulle azioni è quello offerto da XM

  • Deposito minimo: 5 euro
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
  • Servizio principale: oltre al deposito minimo molto basso, consente di aprire posizioni con un solo euro
  • Spread e commissioni: molto vantaggiosi
Puoi aprire un conto di trading su XM cliccando qui.

FP Markets

Altro conto interessante per operare su vari asset è quello fornito da FP Markets

  • Deposito minimo: 100 euro
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
  • Servizio principale: Connettività ottica del Centro Dati NY4, che consente di non perdere una sola occasione di trading
  • Spread e commissioni: Spread bassi sulle coppie
Apri subito il tuo conto FP Markets cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Miglior banca per Trading Online

Fare trading tramite una banca comporta sicuramente dei costi più elevati rispetto ai broker prima citati. Inoltre, generalmente si è costretti ad aprire un conto corrente presso la banca con cui si vuole operare.

Fatta questa doverosa premessa, è anche giusto dire che questa possibilità esiste e di seguito ti elenchiamo alcune valide alternative. Presentandoti per ciascuna di essi i principali vantaggi:

  • Banca Sella: Diverse piattaforme a disposizione degli utenti e la possibilità di scegliere quella che si preferisce, oltre ad un’assistenza professionale
  • Wirex: Dopo aver aperto un conto gratuitamente è possibile comprare e vendere sia criptovalute che valute tradizionali. Direttamente dall’app dedicata, con lo smartphone, in maniera sicura
  • Widiba: accesso a 22 mercati diversi, investimento in azioni, ETF e obbligazioni, possibilità di gestire il portafoglio in maniera multicanale, indici e quotazioni in tempo reale
  • Revolut: Il conto Revolut è gratis e si possono comprare e vendere crypto senza commissioni. Oltre a questo, il conto Revolut può essere usato per investire nelle migliori azioni del mercato, tra cui quelle di Amazon, di Facebook e di Google.
  • We Bank: puoi investire con le obbligazioni italiane, con gli ETF, CW e Certificates, oppure con i Derivati. Le commissioni sono decisamente abbordabili, permettendoti di pagare fino a 2,75€ per le azioni e le obbligazioni, e fino a 1,90€ per i derivati
  • Binck Bank: aprire (ed eventualmente chiudere) il conto è gratuito. Alla registrazione si riceverà un bonus di 300 euro da spendere in commissioni trading entro due mesi dall’apertura.
  • Hello! Trading: permette di fare investimenti direttamente da smartphone, con cui si può sempre tenere a portata di mano l’andamento del portafoglio e dei mercati finanziari. Tra le funzionalità di questa app dedicata, anche le notizie in tempo reale e gli alert che informano sull’esito di ogni operazione che si fa.
  • N26: Oltre che come conto tradizionale, quello di N26 può essere usato anche come metodo di pagamento per versare denaro in un conto di trading ed investimenti.
  • Fineco Bank: Semplice da usare e molto veloce, è possibile operare sulle azioni, sui CFD (anche di Forex), Futures e Opzioni, sulle Obbligazioni, ed infine su ETF, CW e certificati.
  • Unicredit: con Moduli Investimento, avrai a disposizione un pacchetto da aggiungere al conto corrente My Genius. Sono previste diverse tipologie di conto.
  • Youbanking Trading: Per ogni tipologia di investimento che si fa c’è una commissione da pagare, che va dallo 0,19% delle azioni ed obbligazioni italiane (minimo 5€, massimo 15€) fino allo 0,50% per azioni ed obbligazioni estere (minimo 25€).
  • Banco Posta: occorre aprire il conto corrente dell’istituto (con annesso servizio di internet banking) e attivare in un secondo momento il conto deposito titoli. Il canone può essere ridotto di 1 euro con accredito di stipendio o pensione o altre condizioni.

Come aprire un conto Trading

Per aprire un conto trading devi innanzitutto scegliere il broker giusto tra quelli prima enunciati. Inizialmente dovrai inserire solo pochi dati, come indirizzo email, numero di telefono e scegliere una password. Avrai a disposizione subito un conto demo per testare la piattaforma.

Ad esempio vediamo come aprire un conto di trading su eToro. Basta recarsi sulla pagina di registrazione:

Conto trading eToro

inserire pochi dati e confermare.

Se invece vorrai fare trading realmente, dovrai depositare denaro reale, con un capitale minimo richiesto. Inoltre, dovrai inoltrare anche dei documenti in formato digitale per mostrare la tua identità oltre all’autentificazione in due fattori. Il tutto per ottemperare alle normative anti-riciclaggio.

Miglior Conto Trading: le domande Frequenti

Cos’è un conto trading?

Si tratta di un conto per poter svolgere il trading online sui mercati finanziari.

Conviene investire con un conto trading?

Le opportunità sono molte, ma anche i rischi. Occorre dunque formarsi prima bene e scegliere un broker sicuro e con costi limitati.

Quali sono i migliori broker per aprire un conto trading?

Puoi provare broker come eToro, Capital.com, FP Markets, Avatrade, XM.com

Conto trading - Riepilogo

Conclusioni

Il conto trading è un conto composto da denaro reale aperto su una piattaforma che si pone come tramite tra i nostri capitali e il mercato finanziario. Che prende il nome di Broker.

Per aprire un conto trading viene richiesto un deposito minimo, che varia da broker a broker.

Il conto trading demo è un conto invece costituito da denaro virtuale. Che il broker mette a disposizione del trader per consentirgli di fare pratica ed imparare il trading online senza mettere a rischio i propri soldi.

Le opportunità sono molte, ma anche i rischi. Occorre dunque formarsi prima bene e scegliere un broker sicuro e con costi limitati.

Puoi provare broker che offrono piattaforme regolamentate con le commissioni basse e conti demo illimitati.

Per iniziare al meglio investendo nel trading online conviene partire dalla pratica e da un buon conto demo. Vi lasciamo quindi con i collegamenti ufficiali alle migliori piattaforme con conto demo:

si tratta di piattaforme con licenza, regolarmente autorizzate e conti demo gratuiti ed illimitati.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here