Migliori broker a zero commissioni: la classifica dei Top 5

Per un investitore le commissioni di negoziazione hanno un peso determinante sulla performance complessiva. Operando frequentemente, anche piccole differenze nei costi fissi possono tradursi in centinaia se non migliaia di euro risparmiati ogni anno. Ecco perché tutti sono alla ricerca di broker a zero commissioni.

Le commissioni di trading applicate dai broker, infatti, possono avere un impatto negativo sui guadagni, soprattutto per i piccoli investitori.

Per questo motivo, la ricerca di piattaforme che non prevedano costi fissi per il trading è diventata una priorità.

In questo articolo vedremo quali sono i migliori broker che permettono di fare trading senza commissioni, evidenziandone pregi e difetti.

Vedremo come anche senza costi sulle operazioni sia possibile investire in borsa in modo vantaggioso e quali accorgimenti adottare nella scelta del broker zero commissioni.

Cosa sono i broker a zero commissioni?

I broker a zero commissioni sono piattaforme di trading online che non applicano costi fissi sulle operazioni effettuate dai clienti. Questi intermediari guadagnano principalmente grazie agli interessi sui margini non investiti e sulle attività di market making, ovvero vendendo gli ordini dei propri utenti a intermediari terzi.

Broker a zero commissioni

Il modello delle zero commissioni si differenzia da quello tradizionale in cui il broker faceva pagare un compenso per ogni ordine eseguito. Tale compenso poteva essere una cifra fissa oppure una percentuale sul controvalore negoziato. Con l’avvento del digitale e l’elevata competitività del settore, alcuni operatori hanno scelto di azzerare questa voce di costo per attrarre nuovi clienti.

I broker zero commissioni sono particolarmente indicati per gli investitori attivi, che eseguono molte operazioni. Azzerando i costi fissi, il risparmio può essere consistente.

Tuttavia, è bene controllare che non vengano applicati rincari su altre voci come spread, tassi d’interesse, conversioni valutarie e così via. Inoltre spesso il servizio offerto da questi intermediari è più scarno in termini di formazione, assistenza, strumenti avanzati.

Conviene dunque valutare con attenzione pro e contro prima di scegliere un broker senza commissioni

❓Cosa sonoBroker che permettono di fare trading con commissioni nulle o quasi.
⚙️ RegolamentazioniEuropee / Registrazione in Consob
💰 Investimento inizialeDa 10$ fino ai 250$ a seconda del broker
🥇Migliori broker con costi bassieToro / AvaTrade
🥇Migliori broker per azioni ed ETFScalable Capital / XTB

Migliori Broker senza Commissioni

Andiamo allora a vedere quali sono i broker senza commissioni partendo da una tabella in cui abbiamo elencato alcune piattaforme regolamentate.

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE
Funzioni demo
Social tradingRecensioneISCRIVITI
Formazione avanzataCopy TradingRecensioneISCRIVITI
Spread bassiPiattaforma professionaleRecensioneISCRIVITI
Commissioni basseAzioni FrazionateRecensioneISCRIVITI
Deposito minimoServizio CFDRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadCommissioni basseRecensioneISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-78% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Scalable Capital

Scalable Capital è un broker tedesco attivo in diversi paesi europei, tra cui l’Italia. Si tratta di una valida piattaforma di investimento online, che si distingue per un approccio flessibile e trasparente in termini di commissioni.

Scalable Capital offre infatti diversi piani a canone mensile, che permettono di fare trading su azioni, ETF e fondi senza pagare commissioni per singola operazione. Ad esempio, con il piano Prime Broker da 2,99€ al mese è possibile investire senza commissioni su oltre 7.000 azioni e 1.700 ETF.

Anche il piano base Free Broker è gratuito, sebbene preveda un costo di 0,99€ per ciascun ordine eseguito. In ogni caso, non ci sono costi di custodia o inattività. Un vantaggio di Scalable Capital sono i piani di risparmio automatici a costo zero, ideali per chi investe con un orizzonte di lungo termine.

Per quanto riguarda la piattaforma, Scalable Capital vanta un’interfaccia semplice e intuitiva, adatta sia per principianti che investitori esperti. L’assistenza clienti è di qualità ed è disponibile anche in italiano.

Considerando la struttura commissionale conveniente e l’esperienza utente positiva, Scalable Capital rappresenta una valida opzione come broker senza commissioni per investire sui mercati.

Per aprire un conto gratuito su Scalable Capital clicca qui.

XTB

XTB è un broker online con sede in Polonia, autorizzato da enti regolatori come CySEC e FCA. Si tratta di una piattaforma completa che offre la possibilità di investire in azioni, ETF, criptovalute e CFD.

Un punto di forza di XTB è l’assenza di commissioni per il trading di azioni reali e ETF, uno dei pochi broker ad offrire questa condizione. Il limite è di 100.000 euro di controvalore al mese, oltre il quale si applica una commissione dello 0,2%.

Inoltre, XTB non addebita costi di custodia o per il pagamento di dividendi. Questo lo rende particolarmente adatto per chi vuole investire con un orizzonte di lungo termine, ad esempio costruendo un PAC su ETF.

Anche l’investimento in frazioni di azioni è possibile, a partire da soli 10 euro. Questo permette di accedere ai mercati con capitali molto contenuti. XTB offre poi una piattaforma professionale dotata di numerosi strumenti per l’analisi tecnica e grafici avanzati.

Completano il quadro un’assistenza clienti in italiano e ampie risorse formative, tra cui la Trading Academy. Quindi nel complesso XTB risulta una scelta valida come broker senza commissioni sulle azioni reali, con un servizio di qualità per il trading online.

Per creare un account gratis su XTB, clicca qui.

Degiro

Degiro è un broker online olandese, presente in Italia dal 2015. La sua caratteristica distintiva è l’offerta di un numero selezionato di ETF gratuiti, su cui non si pagano commissioni di negoziazione.

Attualmente la lista include oltre 200 ETF, selezionati tra i principali provider europei. DEGIRO ha stipulato degli accordi ad hoc con questi emittenti, rendendo possibile il trading a zero commissioni su tali strumenti.

Oltre agli ETF gratuiti, Degiro propone più di 1000 ulteriori ETF a prezzi estremamente convenienti: solo 1€ a transazione per acquistare o vendere. Questo lo rende ideale per creare e ribilanciare un PAC a bassissimo costo.

Anche le commissioni su azioni sono tra le più basse, a partire da 2€ per mercati come Italia e Germania. DEGIRO inoltre non applica costi di custodia o di inattività. Supporta oltre 50 borse mondiali.

La piattaforma proprietaria è essenziale ma stabile e facile da usare. Tra i punti deboli, l’assenza di materiale formativo e l’assistenza clienti solo in inglese e olandese. Complessivamente però rimane uno dei migliori broker con commissioni ridotte per investire in ETF ed azioni.

Clicca qui per iniziare a investire con Degiro

Interactive Brokers

Interactive Brokers è un broker americano con una presenza consolidata anche in Europa. Si distingue per l’ampia offerta di mercati e prodotti disponibili, oltre 100 in totale. Tra cui azioni, ETF, obbligazioni, futures, forex e criptovalute.

Per quanto riguarda le commissioni, la struttura è decisamente competitiva ma non integralmente zero fee. Ad esempio, per le azioni si pagano 0,005 USD per azione, con un minimo di 1 USD. Gli ETF invece prevedono una commissione di 0,05% sul controvalore negoziato.

Interactive Brokers è dotato di piattaforme professionali molto complete in termini di strumenti e funzionalità, tra cui l’accesso diretto ai mercati elettronici. L’ideale per trader attivi ed esperti.

Meno indicato invece per principianti, dato che l’interfaccia risulta piuttosto complessa. Viene offerto materiale formativo di qualità, anche se principalmente in lingua inglese. Assistenza clienti eccellente.

Nel complesso Interactive Brokers è probabilmente il miglior broker per investitori istituzionali e professionisti del trading, grazie alle tante opzioni disponibili.

Per creare il tuo conto su Interactive Brokers, clicca qui.

Per investitori retail alle prime armi la proposta di Scalable Capital o Trade Republic potrebbe essere più adatta.

Trade Republic

Trade Republic è un broker tedesco recentemente sbarcato anche in Italia. Si tratta di una piattaforma ideale per chi vuole investire tramite PAC automatizzati, grazie alla vasta scelta di piani di risparmio offerti a costo zero.

Sono disponibili oltre 4.000 piani di accumulo su ETF ed azioni, con versamenti programmabili a cadenza mensile o trimestrale. In questo modo è possibile investire con costanza nel tempo senza sostenere alcun costo di gestione.

Anche l’acquisto e vendita di titoli azionari ed ETF prevede solo 1€ di commissione fissa per ogni operazione, rendendo Trade Republic molto conveniente. A disposizione ci sono oltre 7.000 azioni e 1.500 ETF negoziabili sulle principali borse europee ed americane.

Un altro vantaggio è rappresentato dagli interessi fino al 2% annuo applicati sulla liquidità depositata sul conto, che contribuiscono a generare extra-rendimenti.

L’interfaccia dell’app Trade Republic è moderna e user-friendly, adatta sia per principianti che investitori esperti.

Punto debole l’assenza di una piattaforma desktop e l’assistenza clienti solo via e-mail. Nel complesso rimane tra le migliori soluzioni per investire in PAC a lungo termine senza commissioni.

Esistono broker a zero commissioni?

Negli ultimi anni sempre più broker pubblicizzano trading e investimenti “senza commissioni”.

Ma esistono davvero piattaforme che azzerano totalmente i costi per i clienti?

In realtà è bene chiarire che broker senza alcun tipo di commissione non esistono. Anche chi propone il modello zero fee infatti deve comunque trarre profitto e remunerare le proprie attività.

Quello che viene tipicamente azzerato dai broker “zero commissioni” sono i costi fissi sulle operazioni di compravendita. Quindi non si pagano fee per acquistare o vendere titoli.

Tuttavia rimangono altre voci di spesa. Ad esempio lo spread tra prezzo di acquisto e vendita, i costi per tenere posizioni overnight, le commissioni per il prelievo di fondi o per la conversione di valute.

Inoltre spesso i broker senza commissioni sui trade tendono a limitare i servizi offerti ai clienti, per ridurre le proprie spese operative. Quindi potrebbero non fornire materiale formativo approfondito, assistenza tempestiva, piattaforme dotate di strumenti avanzati.

Il modello zero commissioni va analizzato con attenzione prima di scegliere un intermediario. Conviene sempre verificare quali altri costi potrebbero essere applicati e il livello qualitativo del servizio offerto nel complesso. Per evitare che il risparmio su un fronte si traduca in una spesa superiore su un altro.

Struttura delle commissioni

Le commissioni sono uno dei principali costi che un investitore deve sostenere utilizzando un broker online. Esistono varie tipologie di commissioni che i broker possono applicare:

  • Commissioni di negoziazione: sono i costi fissi applicati su ogni operazione di acquisto o vendita di strumenti finanziari. Possono essere un importo fisso (es. 5 euro per trade) oppure una percentuale sul controvalore (es. 0,1% del valore negoziato).
  • Commissione di custodia: è una fee periodica per la custodia dei titoli e la gestione del conto. Può essere una cifra fissa annuale o mensile.
  • Commissione di inattività: alcuni broker la applicano se il conto rimane inutilizzato per un certo periodo, per coprire i costi di gestione.
  • Commissione sui prelievi: è l’importo pagato per trasferire denaro dal conto del broker alla propria banca.
  • Spread: è la differenza tra prezzo di acquisto e vendita, che costituisce il guadagno del broker.
  • Tassi d’interesse: sono applicati per operazioni di marginazione o per posizioni overnight.
  • Conversione valuta: spesso i broker applicano una commissione per convertire la valuta del conto in quella dello strumento acquistato.

È importante conoscere tutte le voci che compongono la struttura commissionale di un broker, per capire il costo totale del trading online.

Vantaggi del trading senza commissioni

Il modello di trading senza commissioni fisse presenta diversi vantaggi, soprattutto per investitori attivi che effettuano molte operazioni:

  • Permette di risparmiare notevolmente sui costi. Per un trader che esegue decine o centinaia di operazioni al mese, anche piccole commissioni di pochi euro possono tradursi in migliaia di euro risparmiati ogni anno.
  • Consente di essere più flessibili nelle strategie, senza dover “ammortizzare” ogni singola operazione. Ad esempio si può chiudere velocemente una posizione in perdita, oppure aprire e chiudere uno swing trade nell’arco di pochi minuti o ore.
  • Favorisce l’esecuzione di piccoli investimenti anche con capitali ridotti, poiché ogni operazione ha un impatto costo pari a zero sul conto. Questo è particolarmente utile per chi è agli inizi ed ha un capitale limitato.
  • La struttura commissionale conveniente di questi broker li rende adatti anche per investimenti passivi di lungo periodo, come i PAC. È possibile ribilanciare periodicamente il portafoglio senza costi aggiuntivi.

Consigli per investire senza commissioni con successo

Scegliere un broker senza commissioni sul trading non basta di per sé a garantire investimenti di successo. È bene adottare alcuni accorgimenti:

  • Analizza la struttura completa dei costi. Controlla che non vengano applicate commissioni nascoste su altri servizi o attività. Ad esempio su prelievi, conversioni valutarie, margini.
  • Verifica la qualità e completezza della piattaforma di trading. Deve avere gli strumenti e le funzionalità necessarie per eseguire la tua strategia. Ad esempio grafici avanzati, stop loss, trailing stop ecc.
  • Valuta il livello del servizio offerto. La formazione, l’assistenza, i contenuti informativi sono all’altezza? Il supporto clienti è veloce e competente?
  • Scegli un broker affidabile e sicuro. Verifica che sia regolamentato dagli enti di controllo europei, che custodisca i fondi dei clienti separatamente e che adotti standard elevati di sicurezza.
  • Costruisci un piano operativo chiaro, con stop loss e take profit definiti per limitare le perdite e massimizzare i profitti. Non lasciarti tentare nell’aprire posizioni avventate.
  • Studia e preparati adeguatamente prima di investire in nuovi mercati e strumenti finanziari. La formazione è essenziale.
  • Sii paziente e dai tempo al tuo capitale di crescere. Non cercare di ricavare profitti immediati con rischio e leva eccessivi. La costanza è la chiave.

Broker a zero commissioni: le domande frequenti (FAQ)

Posso fare trading senza commissioni?

Sì, alcuni broker zero commissioni offrono la possibilità di fare trading senza commissioni aggiuntive, ma è importante verificare le condizioni specifiche di ogni piattaforma.

I broker senza commissioni sono adatti ai principianti?

Assolutamente sì. I broker senza commissioni sono ideali per i principianti grazie alla loro facilità d’uso e alla riduzione dei costi di trading, che rende l’investimento più accessibile.

Ci sono costi nascosti nei broker zero commissioni?

Anche se non ci sono commissioni sulle operazioni, potrebbero esserci altri costi come spread, commissioni overnight o tasse di inattività. È importante leggere attentamente i termini e le condizioni del broker.

Broker a zero commissioni: riepilogo

Conclusioni

Il trading online senza commissioni fisse è un’opportunità interessante per ridurre i costi d’investimento.

Bisogna però valutare con attenzione tutte le funzionalità, prima di scegliere un broker. Puntare solo al risparmio può portare a trascurare qualità del servizio, sicurezza e formazione.

Con un po’ di accortezza è però possibile individuare ottime piattaforme che permettono di investire senza costi, riducendo l’impatto sul rendimento finale.

Scegliere il broker che propone le condizioni più vantaggiose è dunque fondamentale. Oltre a guardare a spread, tassi d’interesse e altre voci, le commissioni sulle operazioni dovrebbero avere un ruolo prioritario nel processo decisionale.

Qui di seguito alcuni dei migliori broker che puoi utilizzare per operare sui mercati:

Per iniziare a fare trading online in modo efficace, è importante acquisire esperienza con un buon conto demo. Qui di seguito vi presentiamo i link ufficiali delle migliori piattaforme di trading che offrono conti demo gratuiti e illimitati:

Tutte le piattaforme sono dotate di licenza e regolarmente autorizzate.

Disclaimer: Gli autori e i gestori di comefaretradingonline.com precisano che i contenuti e le analisi relative a valute, azioni e altri strumenti finanziari non devono essere visti come consigli d'investimento. Le opinioni espresse nell'articolo sono personali e soggettive, e devono essere interpretate come tali. I post riflettono le opinioni personali dell'autore e della redazione, e hanno lo scopo di informare, non di incoraggiare il trading o gli investimenti su specifici mercati finanziari o strumenti. Né gli autori né lo staff del sito detengono azioni di società quotate o altri asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non può garantire che i dati siano in tempo reale o che le analisi siano sempre puntuali. Il trading e la speculazione sui mercati finanziari o attraverso strumenti derivati comportano il rischio di perdita di capitale. Di conseguenza, lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità per investimenti errati o decisioni basate su qualsiasi tipo di analisi trovata sul sito web. L'utente si assume ogni responsabilità e non considera comefaretradingonline.com e i suoi autori responsabili per eventuali perdite o danni diretti o indiretti derivanti dall'utilizzo delle analisi, dalla loro inesattezza, incompletezza o accuratezza. Chiunque intenda investire dovrà informarsi adeguatamente, assumendosi i rischi connessi a eventuali investimenti, e non basarsi esclusivamente sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com, che rimane un sito di natura puramente informativa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here