Break even point : come usarlo in una strategia di trading vincente

Che cosa è il break even

Per spiegare l’analisi con il Break Even è necessario, prima di tutto, spiegare in cosa consiste questo Break Even. Più volte chiamato anche “Punto di Break Even”, ma anche “Punto di Pareggio”, è il punto di equilibrio tra un utile o una perdita. Il termine deriva dal mondo finanza, ma il concetto è stato esteso in molti altri campi. Noi ovviamente, ci concentreremo prettamente su quello finanziario.

In economia e nel mondo del business in generale, il BEP “Break Even Point” è il punto in cui i costi o le spese e i guadagni sono uguali, non c’è quindi nessuna perdita o guadagno, quindi uno va “in pareggio”.

Nel mondo del trading, questo metodo è utilizzato tantissimo, e permette di calcolare il punto di pareggio quando un trader utilizza la tecnica della “mediazione” nella sua strategia di trading. E’ possibile “mediare” sia in profitto che in perdita. Mediare, sostanzialmente, significa aggiungere unità alla posizione esistente, in modo da avvicinare il break even.

Per fare trading in sicurezza è consigliabile utilizzare le piattaforme di trading CFD. Ad esempio si può utilizzare eToro per negoziare su vari asset finanziari grazie a servizi di copy trading e social trading.

Puoi aprire un conto demo su eToro cliccando qui.

L’analisi del break even

L’analisi del break even è un tipo di analisi per l’offerta, analizza i costi della vendita in maniera molto efficace, ma non completa. Non analizza quindi come la domanda può variare a seconda dei livelli di prezzo differenti.

Mettiamo che produrre un libro costi 10 euro, e ci sono dei costi fissi di 2000 euro per produrlo, il punto di break even per vendere il libro saranno quindi:

  • Se lo vendiamo a 15 euro: 400 Libri (Calcolando 2000/15-10=400)
  • Se lo vendiamo invece a 30 euro: 100 Libri (Calcolando 2000/30-10)

E’ ovvio quindi che nel caso vendessimo il libro a 30 euro invece che 10, riusciremmo a raggiungere un break even più velocemente, dovendo vendere solo 100 libri.

Quello che però l’analisi non dimostra, è che potrebbe essere molto più semplice vendere i libri a 10 euro che a 30. Una analisi della domanda darà quindi al venditore questo tipo di informazione.

Come l’Analisi del Break Even può essere utile nel trading

Mediare una posizione (quindi aggiungere unità avvicinando il punto di break even) che è attualmente in rosso, potrebbe essere una mossa saggia, nel caso il mercato dovesse muoversi a nostro favore: riusciremo a riportare in profitto la posizione con meno pips, e faremo più profitto a parità di pips (rispetto allo stato della posizione prima della mediazione).

Tuttavia, è necessario considerare anche il caso contrario, ovvero se la posizione dovesse andarci nuovamente contro.
Ci troveremo in una situazione dove perderemo € ancora più gravemente rispetto alla situazione “pre-mediazione”, e quindi è necessario stabilire degli Stop Loss ben precisi in questi casi.

Facciamo un esempio con il Forex

10k unità buy USD/JPY a 120.00, con stop loss a 118.

Il mercato va a 119.00, quindi la nostra posizione sarà in perdita di -100 pips.

Apro altre 10k unità a 119, quindi la nostra posizione adesso sarà di 20k complessivi con Break Even a 119.50.
Adesso sarà necessario spostare lo stop loss a 118.50 per far sì che la perdita con il doppio delle unità sia la stessa che con il quantitativo originale di unità.

Questo ovviamente non è il modo in cui dovrete operare, ma soltanto un semplice esempio per farvi capire quanto può essere intelligente, ma anche pericolosissimo, operare con il Break Even sui mercati.

Per iniziare al meglio investendo nel trading online conviene partire dalla pratica e da un buon conto demo. Vi lasciamo quindi con i collegamenti ufficiali alle migliori piattaforme con conto demo:

si tratta di piattaforme con licenza, regolarmente autorizzate e conti demo gratuiti ed illimitati.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here