Cos’è il rating ?

Che cos’è il Rating in economia, e come funziona? Questa è una domanda che in molti tutt’oggi si fanno, in quanto i telegiornali e i principali quotidiani e siti web finanziari ne fanno ormai un uso a dir poco smodato. È quindi arrivato il momento di cercare di riassumere in maniera semplice e veloce che cos’è veramente il rating.

Il rating, in economia e finanza, è una sorta di "voto” o "giudizio” che viene effettuato in base alle capacità di un’azienda di pagare o meno, i propri debiti. Si tratta quindi di un giudizio che viene fornito da un ente (solitamente indipendente, e quindi il meno possibile "influenzabile”).

Nel mondo degli investimenti, il rating obbligazionario rappresenta la capacità di credito delle obbligazioni societarie o governative. Non è tuttavia lo stesso rating individuale del credito in questione. I rating sono pubblicati dalle agenzie di rating e utilizzate da professionisti dell'investimento (ad esempio i Trader) per valutare le probabilità per cui il debito verrà rimborsato.

Il rating è dunque un vero e proprio giudizio che viene fornito da un ente preposto a ciò, come ad esempio l’agenzia di rating, in base alla capacità (o meno) di una società di pagare i propri debiti. Il lavoro importantissimo che deve quindi eseguire l’agenzia di rating, è quello di valutare dunque la solvibilità di un soggetto che è l’emittente di obbligazioni, dando dunque un giudizio alle capacità da parte della società di onorare gli impegni che sono stati presi nei confronti dei creditori. Non si tratta però di una decisione "una tantum” ma di un vero e proprio confronto periodico, in quanto le società sono perennemente sotto lo scrutinio delle agenzie di rating.

Rating

Il rating è quindi un rating del credito che si basa quindi sul debito della società. Tuttavia non esiste soltanto questo tipo di rating, in quanto sono presenti altri svariati tipi rating, come quelli internazionali che valutano spese e rischi per un investire che vuole trasferire la propria valuta i titoli che sono in una valuta di un’altro stato. Sono inoltre presenti anche i rating sulle nazioni, che rappresentano una delle news macroeconomiche più importanti per i mercati finanziari.

Gli stati sono infatti dei grandi debitori, e quindi vengono scrutinati molto spesso, e i loro titoli di debito vengono classificati e messi alla prova in base alla capacità degli stati di affrontarli, attraverso dei veri e propri stress-test.

Quando si giudica una società, si tratta di un processo alquanto lungo e che comprende il confronto di vari parametri, come ad esempio l’analisi della varie caratteristiche finanziarie ed economiche dell’azienda in questione. Il bilancio viene quindi sottoposto ad uno studio molto oculato, dove vengono passate letteralmente ai raggi x tutte le componenti e parametri, come ad esempio la redditività della società, come la sua capacità di produrre reddito e risorse, i flussi di cassa, remunerazione del capitale, il debito e molti altri fattori ancora.

L’agenzia di rating, deve dunque effettuare un confronto molto importante della società con altre società del settore, analizzando poi le caratteristiche del settore stesso, e ovviamente anche dell’andamento del mercato. Non ci sono solo però dei fattori quantitativi, ma anche qualitativi, come ad esempio la capacità e l’affidabilità della direzione dell’azienda, e dei vari obiettivi e progetti prefissati dall’azienda.

Cosa è il rating AAA

AAA è il punteggio più alto possibile, assegnato alle obbligazioni di un emittente, da parte delle agenzie di rating. I Bond con un rating AAA hanno un eccezionale livello di affidabilità creditizia, perché l’emittente può facilmente far fronte ai propri impegni finanziari. Le agenzie di rating quali Standard & Poor (S & P) e Fitch Ratings, utilizzano il rating AAA per identificare i bond con la più alta qualità del credito, così come Moody utilizza il rating AAA per definire il punteggio massimo possibile del credito.

Agenzie Rating

Il valore predefinito "Default” è il rischio che il bond manchi un pagamento di capitale o degli interessi. Dal momento che le obbligazioni con rating AAA sono percepite per avere il più piccolo rischio di default, queste obbligazioni offrono agli investitori i rendimenti più bassi tra i titoli con scadenze simili. La crisi globale del credito del 2008, ha decretato che un certo numero di aziende, tra cui General Electric, abbiano perso il rating AAA. A metà del 2009, solo quattro società del S&P 500 possedevano il tanto ambito rating AAA.

Un alto livello di credito abbassa il costo del denaro per un emittente, e quindi le aziende possono prendere in prestito grandi somme di denaro, con un rating elevato. Il basso costo del denaro è un grande vantaggio competitivo, in quanto l'impresa può trarre vantaggio dalle opportunità, accedendo facilmente credito. Se, per esempio, un'azienda ha la possibilità di iniziare una nuova linea di prodotti o di comprare un concorrente, potrà prendere in prestito fondi per finanziare l'operazione.

Gli emittenti possono vendere titoli garantiti e non garantiti, e il rischio di default è diverso per ogni tipo di bond (obbligazione). Un legame garantito significa dunque che una specifica attività viene impegnata come garanzia per il bond, e il creditore ha un credito nei confronti del bene in caso di insolvenza dell'emittente sul bond. Le obbligazioni garantite sono collateralizzate quindi con attrezzature, macchinari o immobili, e questi bond possono avere un rating superiore a quello di un bond non garantito venduto dallo stesso emittente. Un legame non garantito, d'altra parte, è semplicemente sostenuto dalla capacità dell'emittente di pagare, e la valutazione del credito di un bond non protetto, si basa sulla fonte di reddito dell'emittente.