Investimenti Finanziari: guida per iniziare a investire 2022

In questa guida parleremo di investimenti finanziari, dove capiremo meglio cosa sono, come funzionano, quali sono i più sicuri e a basso rischio. Vedremo anche quali sono le migliori piattaforme per intraprendere investimenti finanziari, gli strumenti generalmente più scelti e perché fare investimenti finanziari.

Di opportunità oggi come oggi ce ne sono molte ma proprio per questo serve molta attenzione per in incappare in truffe o comunque false promesse.

Molti analisti stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per investire online su vari asset. Ad esempio si può utilizzare Degiro(trovi qui il sito ufficiale) per negoziare grazie agli utili strumenti di investimento.

Per iniziare ad usare gli strumenti di Degiro clicca qui.

Investimenti finanziari: cosa sono

Cosa sono gli investimenti finanziari? Si tratta di quell’insieme di procedimenti mediante il quale un soggetto (definito investitore) impiega in un determinato lasso di tempo le proprie disponibilità economiche, o, quanto meno, quelle che ha deciso di rischiare. Con l’obiettivo di conseguire profitti. Quindi, un surplus di capitale aggiuntivo a quanto investito.

Questo ritorno economico resta quindi lo scopo ultimo di un investimento finanziario, in base anche alle aspettative. Stando però attenti ai costi che ciò comporta, giacché si tratta di quelle voci che vanno a sottrarsi al profitto finale.

Inoltre, particolare peso va dato ai rischi che l’investimento comporta, vale a dire il fatto che il profitto non venga raggiunto o sia quasi esiguo. Per cui il gioco non sia valsa la candela. Pertanto, ci si riferisce al rischio di una perdita di denaro o di aver impiegato tempo e risorse in modo sproporzionato rispetto al risultato finale.

Occorre però anche aggiungere che il profitto di un investimento finanziario, generalmente, è anche direttamente proporzionale al rischio che comporta. Infatti, più alto è il rischio che si corre e più in genere il profitto è elevato. Ma non è una regola fissa e scontata. Talvolta investimenti rischiosi hanno fatto conseguire profitti esigui, e, viceversa, investimenti a basso rischio hanno dato seguito ad un ottimo profitto.

Gli investimenti finanziari possono anche essere definiti come potere d’acquisto differito nel tempo. Quindi, assume le vesti di un procedimento con cui ognuno di noi sposta nel tempo le disponibilità economiche rinunciando a consumarle oggi, per farlo domani.

Dunque, ogni investimento viene effettuato con una parte del denaro destinata al risparmio, che diventa pertanto la differenza tra il reddito prodotto e il reddito consumato.

❓ Cosa sonoInsieme di procedimenti mediante il quale un investitore impiega le proprie disponibilità economiche per conseguire profitti.
📊 Dove investire oggiETF/ Commodities / Azioni / Criptovalute / Indici
💣 Cosa serve per iniziare?Impegno e formazione / Imparare a investire
📊 Su quali titoli investire oggiEcco come iniziare a investire in azioni.
💰 Migliore Piattaforma per investimenti finanziarieToro
📚 Piattaforma con migliori rendimentiCapital.com

Migliori piattaforme per investimenti finanziari

Ecco un elenco di alcune delle piattaforme più utilizzate per investire online:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE 
Copy trading su azioniSocial tradingRecensioneISCRIVITI
Spread contenutiIntelligenza artificiale RecensioneISCRIVITI
Commissioni basseAzioni FrazionateRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadPiattaforma regolataRecensioneISCRIVITI
Deposito minimo
Servizio CFDRecensioneISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-78% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Come funzionano gli investimenti finanziari

Per avviare un investimento finanziario, dobbiamo valutare diversi aspetti. Come:

  • scopo finale: quali sono gli obiettivi che ci stiamo ponendo? A quale profitto aspiriamo?
  • capitale impiegato: quanto possiamo permetterci di investire, ovvero di rischiare?
  • durata: quanto tempo deve durare il nostro investimento? Giorni, mesi, anni?
  • propensione al rischio: quanto siamo disposti a rischiare?
  • profilo personale di rischio: che tipologia di investitore siamo? Prudente, avventore, razionale, istintivo?

Dunque, prima di avviare un investimento dobbiamo tenere in considerazione aspetti personali ma anche oggettivi.

Volendo restringere il campo ad aspetti più tecnici, si riducono a 3 fattori:

  1. rendimento: il reddito prodotto dall’investimento, confrontato con il capitale iniziale e la durata
  2. rischio finanziario: la possibilità che il bene o lo strumento acquisito vari di valore nel tempo, comportando pertanto un guadagno o una perdita
  3. orizzonte temporale: l’arco di tempo entro il quale è durato l’investimento, tra i fattori principali per capire se si è trattato di un buon investimento

Investimenti finanziari sui mercati

Svolgere degli investimenti finanziari sui mercati significa quindi impiegare un determinato capitale dopo aver effettuato tutte le valutazioni di cui sopra.

E’ importante scegliere i mercati giusti, sempre in base ai propri obiettivi, alle proprie possibilità, al rischio che si vuole correre, alla durata dell’investimento, al proprio profilo caratteriale.

Ogni mercato può andare bene per un determinato caso. Ci sono quelli meno rischiosi ma meno profittevoli, quelli più volatili e quindi più rischiosi, quelli che durano più tempo e comportano maggiore ponderazione, ecc.

Se si sceglie il trading online, due piattaforme consigliabili sono eToro e Capital.com.

Investire con eToro

Il broker eToro prevede un deposito minimo di 50 euro, ma è già possibile usare la piattaforma con un capitale virtuale nel conto demo.

I costi sono competitivi in termini di commissioni e spread, così come tanti sono i servizi per aiutare il trader. Si pensi al Copy trading, per copiare i trader migliori.

Il Social trading per comunicare con gli altri investitori. Gli smart portfolios, per investire in pacchetti di asset organizzati scientificamente dal broker in base ai rischi e alle performance degli asset.

Per aprire un conto demo gratuito su eToro vai qui.

Investire con Capital.com

Capital.com prevede un deposito minimo, ma anche qui c’è un conto demo per testare il broker senza rischi.

Tanti anche in questo caso i servizi offerti, tra grafici approfonditi, intelligenza artificiale integrata alla piattaforma, app Investmate per fare pratica ed altro ancora.

Bene anche sul fronte dei costi, dove spread e commissioni sono contenuti.

Puoi aprire un conto demo su Capital.com cliccando qui.

Investimenti finanziari sicuri

Possiamo dire che non esistono investimenti finanziari sicuri, ma sarebbe meglio dire, investimenti finanziari a basso rischio. In quanto, anche quello più garantito, ha una percentuale (seppur magari esigua) di rischio.

Si pensi ai titoli obbligazionari emessi da uno Stato. Ci sono stati solidi, come quelli dell’Unione europea, soprattutto quelli del Centro-Nord, che difficilmente falliranno. Tuttavia, una crisi improvvisa potrebbe provocare una revisione contrattuale, con riduzione degli interessi o uno spostamento in là nel tempo della scadenza.

Così come i titoli emessi da Poste, anche essi a bassissimo rischio ma che potrebbero essere travolti da imprevisti o profonde crisi. Oltretutto, le Poste italiane sono ormai quasi completamente private e vendono prodotti finanziari per guadagnarci anche loro. Dopotutto, i consulenti finanziari guadagnano anche delle provvigioni in base ai contratti fatti sottoscrivere ai clienti.

Sul web, poi, sono prolificate le promesse di investimenti finanziari sicuri. Soprattutto da parte delle piattaforme che si basano sulle criptovalute. Approfittando del successo del Bitcoin, sfruttando personaggi noti come specchio per le allodole. Ripresi in finti video o foto.

Altra caratteristica immancabile è lo sbandieramento di una tecnologia esclusiva basata su algoritmi infallibili. Tutte cose false ovviamente.

Tuttavia, l’ignaro utente che affiderà loro il denaro finirà per ritrovarsi con un pugno di mosche. Impossibilitato anche a riprendersi il proprio denaro perché generalmente le società dietro queste truffe hanno sede nei paradisi fiscali.

Investimenti finanziari a basso rischio

Come detto, ha più senso parlare di investimenti finanziari a basso rischio. Vediamo quelli che generalmente sono ritenuti tali.

Conti di Deposito

I conti di deposito sono conti vincolati aperti presso un istituto di credito. La sicurezza di questo strumento è molto elevata, a patto di investire con una banca europea. Per le somme inferiori ai 100.000 euro c’è anche la garanzia statale.

Pronti e contro termine

I pronti contro termine (PCT) sono particolari contratti finanziari con cui l’investitore compra da una banca dei titoli finanziari che la banca stessa si impegna a riacquistare. In pratica si tratta di un prestito fatto alla banca tramite dei titoli finanziari.

Buoni postali

I buoni postali sono emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti e sono quindi direttamente garantiti dallo Stato Italiano. Il capitale può essere ritirato in qualunque momento. L’investimento non ha costi o commissioni, c’è solo da pagare l’imposta di bollo nel caso si investa più di 5.000 euro.

Un vantaggio dei Buoni Fruttiferi Postali è che vengono tassati con un interesse agevolato del 12.5%.

Obbligazioni indicizzate all’inflazione

Se si sottoscrive un’obbligazione con un tasso di interesse fisso al 2% ma nel contempo l’inflazione arriva al 5%, si perde il 3% all’anno anche se, nominalmente, si riceverà un capitale maggiore di quanto investito.

Il rendimento di questo tipo di obbligazioni è direttamente legato alla solidità dell’emittente: tanto più è sicuro, tanto più è basso (come sempre).

Obbligazioni emittenti sovranazionali

Si tratta di obbligazioni considerate particolarmente sicure visto che sono emesse da organismi che riuniscono più stati.

Prima di sottoscrivere obbligazioni di questo tipo è consigliabile valutare attentamente anche il rischio di inflazione, soprattutto nel caso di un investimento a lungo termine.

Titoli di Stato

I Titoli di Stato sono considerati di solito un investimento sicuro ma, ovviamente, tutto dipende da chi li emette. Se si tratta di stati considerati solidi, gli interessi sono molto bassi, proprio perché i rischi sono bassi.

Di contro, i Titoli di Stato di paesi emergenti pagano interessi elevati proprio perché elevato è il rischio di non riavere indietro il proprio denaro.

C’è poi da dire che spesso i Titoli di Stato non remunerano in modo adeguato il rischio: vale a dire, pagano un interesse più basso di quello che dovrebbero.

Tipi di investimento finanziario

Vediamo quali sono i principali asset su cui puntare per un investimento finanziario mediante trading online, una modalità in ascesa che consente di investire oggi su diversi strumenti con la possibilità di non possederli direttamente.

Investire in Azioni

Diventare azionisti diretti di una società quotata in borsa, almeno che non si abbiano importanti capitali da movimentare, non è molto semplice.

Il trading online dà la possibilità di farlo in maniera indiretta, tramite contratti derivati che ne replicano il valore. I cosiddetti Contract for difference.

Tali contratti permettono di investire su un titolo puntando tanto al suo rialzo, quanto al suo ribasso. Quindi, se le nostre analisi ci spingono a pensare che un’azione è destinata a scendere di valore, possiamo anche posizionarsi short.

E’ anche possibile moltiplicare i profitti con la leva finanziaria, ricordando però che in caso di previsione errata, essa si muoverà contro di noi. Facendoci conseguire una perdita.

Investire nel Forex

Il forex è il più grande mercato al mondo per volume di transazioni giornaliere, nato nel 1971 per sostituire gli ormai superati accordi di Bretton Woods.

E’ qui che si incontrano le valute di tutto il mondo ed è possibile speculare sulle variazioni di valore dei cambi (forex trading) anche in questo caso al rialzo o al ribasso.

Esistono tre tipi di coppie sul Forex:

  • Major: si tratta delle coppie dove, al numeratore o al denominatore, compare sempre il dollaro americano. Scambiato con una delle valute che vedremo di seguito.
  • Minor: in questo caso, compaiono le valute considerate degli statipiù solidi ed affidabili come Euro, Sterlina britannica, Franco svizzero, Yen giapponese, Dollaro canadese, Dollaro australiano. Non compare invece il dollaro americano
  • Esotic: tra queste coppie figura fissa una valuta dei paesi cosiddetti emergenti, ma anche il dollaro sebbene non necessariamente. Si tratta delle coppie con un valore maggiormente volatile, quindi con un maggiore rischio di investimento

Investire in commodities

Le materie prime sono un must degli investimenti. Si tratta di quei beni che si trovano in natura e si dividono in Hard o Soft in base al tipo di reperimento. Le prime sono quelle che si reperiscono nel sottosuolo (metalli preziosi o idrocarburi), le seconde in superficie (prodotti agricoli o di allevamento).

Anche in questo caso, si può puntare al trading CFD, ma anche a partecipare a fondi di investimento passivi come gli ETF. Gli Exchange traded-fund comportano rischi ridotti e costi calmierati.

E’ possibile investire sia sulle aziende che si occupano di materie prime (pensiamo ai colossi petroliferi o del gas, o anche alle società estrattive di oro), ma parliamo sempre di azioni quotate in borsa. Oppure investendo direttamente sulla materia prima, speculando sui cambi di prezzo. O, ancora, tramite i succitati ETF.

Investire in criptovalute

Le criptovalute sono le ultime arrivate per quanto riguarda gli investimenti finanziari. Data la loro natura incontrollata e digitale, sono anche i più rischiosi, complice la loro alta volatilità.

Le criptovalute si sono evolute molto negli anni, occupando oggi un ruolo importante sia nella finanza tradizionale con un crescente riconoscimento, sia in altri ambiti. Come i videogiochi, lo streaming di prodotti culturali, perfino l’arte. Si pensi anche agli NFT.

E’ possibile investire in criptovalute acquistandole direttamente o sempre tramite CFD.

Perché fare investimenti finanziari?

Gli investimenti finanziari possono essere un buon modo per arrotondare uno stipendio ritenuto insufficiente, per avere una prima entrata, per fare una vita di lusso.

Sono tanti gli scopi che possono spingere a fare investimenti finanziari e ciascuno comporta un impegno diverso e un impiego di capitali differente. Sicuramente gli investimenti finanziari sono un’ottima occasione, ma come detto, dobbiamo avere a mente rischi e costi.

Investimenti finanziari: le domande frequenti

Cosa sono gli investimenti finanziari?

Si tratta dell’attività tramite la quale impieghiamo un quantitativo di capitale allo scopo di trarre maggiore profitto possibile.

Sono diversi i fattori che incidono sul risultato finale, come la durata dell’investimento, il livello di rischio, il capitale inizialmente investito.

Conviene svolgere degli investimenti finanziari?

Dipende dai nostri obiettivi, da quanto vogliamo rischiare, dal contesto storico del momento.

Può essere sicuramente un buon modo per avere una entrata aggiuntiva, stando però attenti ai rischi e al costo.

Quali sono gli investimenti finanziari a rischio zero?

Non esiste un investimento a rischio zero. Anche una piccola percentuale ci sarà sempre. Inoltre, occorre tenere presente che generalmente più il rischio è prossimo allo zero, inferiore sarà il rendimento. Anche se non è sempre così.

Un esempio di investimenti a basso rischio sono le obbligazioni, i Conti di Deposito, i titoli di Stato, i buoni fruttiferi postali.

Investimenti Finanziari - riepilogo

Conclusioni

Gli investimenti finanziari implicano una scelta ponderata, che tenga presente del rischio e dei costi che essi comportano.

I fattori che incidono sugli investimenti finanziari sono la durata, il capitale inizialmente investito, il grado di rischio dell’investimento.

Ogni investitore deve scegliere in base alle proprie possibilità reali e al proprio profilo di rischio. Per iniziare è possibile partire dalle piattaforme che offrono conti demo gratuiti in modo da provarle senza spendere denaro.

Per iniziare al meglio investendo nel trading online conviene partire dalla pratica e da un buon conto demo. Vi lasciamo quindi con i collegamenti ufficiali alle migliori piattaforme con conto demo:

si tratta di piattaforme con licenza, regolarmente autorizzate e conti demo gratuiti ed illimitati.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here