Investire nel forex: guida pratica per principianti

Come investire nel Forex? Come imparare a investire nel Forex? Cosa significa Forex? Su quali Broker conviene investire sul Forex?

In questo articolo ci occuperemo del Forex, il mercato col maggiore volume di scambi giornalieri al Mondo. Dove si incontrano le valute FIAT, ossia le monete a corso legale dei vari Stati. Il cui cambio consente anche di poter trarre dei profitti.

La valuta quasi sempre presente su ogni cross è il Dollaro statunitense. Mentre il cambio più importante è quello tra esso e l’Euro, la moneta unica europea (Usd/Eur). Importanti sono anche Dollaro contro sterlina britannica (Usd/Gbp) e quest’ultima contro Euro (Gbp/Eur).

Altre valute importanti sono il dollaro australiano, lo Yen giapponese, lo Yuan cinese, il Rublo russo e così via.

Negli ultimi anni si sono fatte strada anche le criptovalute, monete digitali nate nel 2008 da una idea di Satoshi Nakamoto e lanciate per la prima volta nel 2009 col nome di Bitcoin. Le criptovalute sono nate con l’intento di creare una economia alternativa a quella mainstream, manipolata da governi, banche e istituzioni finanziarie.

Anche le criptovalute danno vita a speculazioni tramite cambi, utilizzando gli Exchange. Alcuni Exchange consentono anche il cambio tra criptovalute e valute FIAT.

Vediamo di seguito cos’è il Forex e come investire nel Forex in tutta sicurezza.

Molti analisti stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per approfittare di questa situazione . Ad esempio si può utilizzare Investous (trovi qui il sito ufficiale) per negoziare grazie agli utili segnali di trading. Per ricevere i segnali gratis clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Forex cosa significa

Cosa significa Forex? Si tratta di un abbreviativo di The foreign exchange market. Oltre a Forex, viene anche ridotto in solo due lettere: FX. Altro modo per indicare il Forex è currency market.

Forex cos’è

Introduzione al Forex per principianti

Cos’è il Forex? Si tratta di un tipo di mercato globale decentralizzato o over-the-counter (noto anche con l’acronimo OTC) per lo scambio di valute. Tramite l’FX vengono determinati i tassi di cambio di ogni singola valuta.

Il Foreign Exchange include acquisto, vendita e scambio di valute a prezzi correnti o determinati. I player principali che vi partecipano sono i principali istituti di credito di livello internazionale.

Dato che le valute sono sempre scambiate in coppia, tale mercato non determina il valore assoluto di una valuta. Bensì, designa il suo valore relativo, impostando il prezzo di mercato di una valuta se pagato con un'altra.

Ecco perché diciamo che un Dollaro statunitense corrisponde tot dollari canadesi, un Euro tot sterline, uno Yuan cinese corrisponde a tot dollari australiani, e così via.

Forex come funziona

Come funziona il Forex? Lo fa mediante istituti finanziari, operando su più livelli. Le banche si rivolgono a un numero minore di società finanziarie meglio note come "rivenditori", protagoniste di livelli alti di negoziazioni in valuta estera.

In genere, i principali traders di valuta estera restano comunque le Banche, tanto che il mercato viene definito "mercato interbancario". Un ruolo marginale, ma comunque importante, viene comunque svolto da alcune compagnie assicurative e altri tipi di società finanziarie.

Gli scambi possono anche riguardare centinaia di milioni di dollari.

Occorre però sapere che, trattandosi di valute sulle quali impera la sovranità degli Stati che le emettono, il Forex ha poco (se non nessun) potere di vigilanza. Quindi, si limita a fare da palcoscenico all’incontro tra due valute, che confrontano la propria forza. Per una sorta di metaforico braccio di ferro.

Il Forex ha comunque un ruolo molto importante per il commercio internazionale, dato che incentiva gli scambi e gli investimenti internazionali, proprio perché consente la conversione di valute diverse.

Altro ruolo importante resta quello di supportare speculazioni e valutazioni dirette riguardanti il valore delle valute e il verificarsi del cosiddetto carry trade. Il tutto basandosi sul tasso di interesse differenziale tra 2 valute differenti.

Come investire seriamente nel Forex

La scelta migliore per investire nel Forex è quella di farlo tramite Broker iscritti regolarmente presso una autorità vigilante sui mercati finanziari. Possibilmente la nostra succitata Consob, ma anche la CySEC con sede a Cipro. O ancora, l’ASIC in Australia, la SEC americana o la FCA in Gran Bretagna.

Ciò vi metterà a riparo da brogli come i tanti che circolano sul web. Basati su promesse assurde ed irrealizzabili. Come quella di farvi arricchire anche se siete ignoranti in materia, mediante una piattaforma che si baserebbe su algoritmi automatici infallibili.

Nelle loro pubblicità, vedrete Vip impegnati in false interviste presso noti programmi o emittenti (CNN, BBC, i programmi della D’Urso, Domenica In), tutti sorridenti perché si sono arricchiti.

I Vip presi più spesso a loro insaputa per queste truffe sono in genere Bill Gates, Warren Buffet, Gigi Buffon, Flavio Briatore, Vasco Rossi.

In genere impostano banner su Facebook, inviano mail spam o messaggi su WhatsApp.

Di seguito vediamo alcuni Broker affidabili per investire nel Forex. Tutti con regolare licenza CySEC, senza commissioni sul trading ma solo spread.

Investire nel Forex con eToro

Nato nel 2009, eToro (clicca qui per il sito ufficiale) è uno dei Broker più apprezzati e popolari in circolazione. Non a caso, ormai sfiora i quasi undici milioni di trader iscritti.

eToro offre servizi molto apprezzati quali:

  • Social trading, uguale ad un Social come Facebook o Instagram, dove ogni traders può seguire i feeds di altri trader. Quindi commentarli, chiedere consigli, opinioni, ecc.
  • Copy trading per copiare cosa fanno i trader più rinomati, al fine di guadagnare imparando. Il trading può comunque essere modificato o interrotto quando si vuole.
  • Copyportofolios, consente di investire su panieri di asset gestiti da algoritmi automatici, supervisionati da tecnici “in carne ed ossa”.

Per aprire un account gratuito con eToro clicca qui.

Investire nel Forex con Investous

Investous (clicca qui per visitare il sito ufficiale) è nato molto più recentenemente rispetto ad eToro: nel luglio 2018.

Investous offre molti servizi, su tutti i segnali di trading inviati da Trading central. Colosso del settore, che offre anche altri servizi, come il trading online stesso o grafici molto definiti per seguire lo storico degli asset.

Trading central ha vinto per molti anni di seguito prestigiosi premi come società più importante del settore. Non a caso, i suoi servizi sono stati scelti da altri Broker famosi. Anche questi con regolare licenza CySEC.

Per ricevere gratuitamente i segnali gratuiti di Investous clicca qui.

Investire nel Forex con Plus500

Il Broker Plus500 (clicca qui per visitare il sito ufficiale), infine, si fa apprezzare per:

  • piattaforma di trading semplice e intuitiva
  • spread competitivi, bassi e fissi
  • facile prelievo dei propri fondi
  • alto numero di strumenti negoziabili
  • basso deposito minimo richiesto per aprire un conto

Plus500 è sponsor di una società blasonata come l’Atletico Madrid. Il che aggiunge una ulteriore pagina importante al capitolo sicurezza per gli iscritti.

Per aprire un account gratuito su Plus500 clicca qui.

Cos’è il carry trade nel Forex

Il carry trade in valuta è un arbitraggio di interessi scoperto. Il termine carry trade, senza ulteriori modifiche, si riferisce al carry trade in valuta: gli investitori prendono in prestito valute a basso rendimento e prestano (o investono in) valute a elevato rendimento.

Si ritiene che sia correlato alla stabilità finanziaria e di cambio globale e viene ridotto l’uso durante la carenza di liquidità globale. Ma il carry trade viene spesso accusato del rapido crollo o apprezzamento del valore di una determina valuta.

Un rischio nel carry trade è che i tassi di cambio possono cambiare in modo tale che l'investitore debba rimborsare la valuta più costosa con una valuta di minor valore. In teoria, secondo la parità dei tassi di interesse non coperta, i carries trades non dovrebbero produrre un profitto prevedibile perché la differenza tra i tassi di interesse tra due paesi dovrebbe essere uguale al tasso a cui gli investitori si aspettano che la valuta a basso tasso di interesse salga, rispetto a quella a tasso di interesse elevato.

Tuttavia, i carry trade indeboliscono la valuta presa in prestito, perché gli investitori vendono il denaro preso in prestito convertendolo in altre valute.

All'inizio del 2007, è stato stimato che circa 1 trilione di dollari USA potrebbero essere stati puntati sul carry trade dello yen. Dalla metà degli anni '90, la Banca del Giappone ha fissato i tassi di interesse giapponesi a livelli molto bassi, il che rende redditizio prendere in prestito yen giapponesi per finanziare attività in altre valute.

Queste attività comprendono il prestito di subprime negli Stati Uniti e il finanziamento dei mercati emergenti, in particolare dei paesi BRIC e dei paesi ricchi di risorse. Il commercio è ampiamente crollato nel 2008, in particolare per quanto riguarda lo yen. La Banca centrale europea ha esteso il suo programma di allentamento quantitativo nel dicembre 2015.

La politica monetaria della BCE accomodante ha reso l'EUR a basso rendimento una valuta di finanziamento spesso utilizzata per gli investimenti in attività a rischio.

L'euro stava guadagnando in periodi di stress del mercato (come i cali delle azioni cinesi nel gennaio 2016), sebbene non fosse una valuta tradizionale rifugio sicuro.

La maggior parte delle ricerche sulla redditività del carry trade sono state condotte utilizzando un ampio campione di valute. Tuttavia, i trader retails al dettaglio hanno accesso a coppie di valute limitate, che sono per lo più composte dalle principali valute del G20. E sperimentano riduzioni dei rendimenti dopo il factoring in vari costi e spread.

In una tipica transazione di cambio, una parte acquista una quantità di una valuta pagando con una quantità di un'altra valuta.

Migliori broker per investire nel Forex

Broker Caratteristiche Vantaggi Recensione Apri un conto
eToro Funzioni demo Social trading Recensione Iscriviti
Plus500 Sicurezza al massimo Deposito minimo, servizio CFD Recensione Iscriviti
ForexTB Segnali gratuiti Conto demo da 100.000 € Recensione Iscriviti
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Forex caratteristiche principali

Quali sono le caratteristiche principali del mercato Forex? Le seguenti:

  • L’enorme volume di scambi, che comporta una liquidità elevata
  • Dato che coinvolge più valute, ha una accentuata delocalizzazione geografica
  • E’ attivo 24 ore su 24, 5 giorni su 7. In pratica, partendo dagli scambi dalle 22:00 GMT di domenica (Sydney) fino alle 22:00 GMT di venerdì a New York
  • Molteplici fattori influenti sui tassi di cambio
  • Bassi margini di profitto rispetto ad altri mercati a reddito fisso
  • Leva finanziaria per migliorare i margini di profitto e perdita, sebbene occorra sempre ricordare che questo strumento è una arma a doppio taglio. Poiché come moltiplica i profitti, moltiplica pure le perdite
  • Viene considerato il mercato più vicino all'ideale di mercato in cui vige la concorrenza perfetta. Sebbene non bisogna dimenticare che non manchi l'intervento valutario “dall’alto” delle banche centrali

Volendo individuare le varie dimensioni del volume di cambi, si possono individuare nelle seguenti:

  • transazioni spot
  • outright forwards
  • swaps in valuta estera
  • currency swaps
  • opzioni e altri prodotti

Come imparare a investire nel Forex

Sebbene esistano dei corsi di formazione, che vanno dai 200 ai 2-3mila euro, la scelta migliore per imparare a investire nel Forex è affidarsi al materiale fornito dai Broker stessi.

Questi ultimi, del resto, hanno tutto l’interesse affinché il trader si prepari al meglio giacché la piattaforma di trading online guadagna sulle sue vincite tramite spread e commissioni.

Un Broker offre materiale informativo come:

  • eBook: manuali digitali scaricabili solitamente in modo gratuito sulla piattaforma del Broker stesso (ad esempio trovi il miglior ebook gratis qui)
  • Webinar: seminari virtuali seguibili in diretta tramite il sito stesso. In genere con la possibilità di porre delle domande al docente, che è in diretta via webcam
  • Corsi e-learning, sempre disponibili sulla piattaforma e fruibili on demand ogni qualvolta possa servire
  • Appuntamenti annuali in cui intervengono esperti del settore come relatori. In genere si svolgono nelle principali città italiane, come Milano, Roma e Napoli
  • Conto demo, un conto virtuale mediante il quale i trader neofiti di Forex possono fare pratica senza rischiare denaro reale. Ma un Conto demo può risultare molto utile anche per i trader già esperti per provare nuove strategie senza rischiare i propri capitali.

Ad esempio uno dei migliori conti demo è fornito da eToro (clicca qui per saperne di più), la più potente piattaforma di social trading che mette in contatto trader principianti e più esperti dai quali poter copiare le operazioni.

Per saperne di più su eToro clicca qui e visita il sito ufficiale.

Il Conto demo viene offerto in più modalità. Può essere richiesto o meno di iscriversi, così come possono essere illimitati o meno capitale e tempo a disposizione.

Il Conto demo non va preso come un gioco dato che il conto è virtuale. Altrimenti, quando si passerà ad un Conto live, si rischierà di incassare sonore perdite. Dato che faremo le stesse scelte azzardate essendoci abituati bene.

Il Conto demo generalmente rispecchia in tutto e per tutto un Conto live, proprio per fare in modo che il trader si ambienti al meglio.

Conclusioni

Come abbiamo visto anche i principianti possono cimentarsi nel Forex con successo ed iniziare a guadagnare. Per partire, però, è fondamentale selezionare con molta cura quelle che sono le piattaforme da usare per investire nel Forex. State lontani da broker che promettono facili guadagni evitando le truffe. Ricordiamo che solo le piattaforme regolamentate sono quelle da tenere in considerazione.

Ma per investire occorre essere preparati prima di iniziare a investire. Non sono necessari grossi budget ma può essere utile partire dalla formazione e da corsi, ad esempio alcuni dei migliori corsi gratuiti li trovi cliccando qui.