Forex trading

Abbiamo visto quelle che sono le caratteristiche del mercato forex, in questo articolo invece ci occuperemo della fase vera e propria di negoziazione detta “forex trading”.

Il mercato internazionale delle valute è in grado di muovere più di 4 trillioni di dollari al giorno una cifra enorme se confrontata con la liquidità mossa dal mercato azionario italiano ad esempio. Essenzialmente il forex trading non è altro che il processo simultaneo di compravendita di valute (divise) in cui lo scopo principale è fare profitto sul margine o speculare. I prezzi di una valuta aumentano o diminuiscono a seconda delle economi mondiali o delle notizie geopolitiche.

Lo scopo principale del trader è quindi quello di di trarre profitto da questi cambiamenti speculando sui movimenti futuri di una valuta rapportata ad un'altra detta base. Poichè il mercato è OTC, questo implica che non ci sia una sede fisica ma che gli scambi possono avvenire 24 ore su 24 grazie a banche, investitori e fondi che offrono grandi opportunità.

Un mercato aperto sempre

Uno dei fattori chiave della popolarità del trading è il fatto che il mercato è aperto praticamente sempre dalla domenica fino a venerdì notte. Ci sono degli investitori che fanno letteralmente l'alba seguendo i mercati oltre oceano partendo dall'Asia fino a Londra e New York passando per Milano.

Questo aspetto assicura a molte persone una libertà completa. Possono infatti negoziare di mattina o di sera, quando vogliono.

Fare trading sui mercati conviene

Leva finanziaria : l'effetto leverage

Questo termine indica che per negoziare devi semplicemente depositare un capitale iniziale inferiore a quanto ti verrà richiesto per fare le transazioni effettive ed inserire gli ordini. L'effetto leva finanziaria può essere eccezionale per amplificare i guadagni ma se usato male può farti perdere velocemente. Per questo motivo il guadagno rispetto al trading tradizionale è molto più elevato. Ti consiglio di dare un'occhiata agli articoli dedicati ai rischi connessi che non devi mai sottovalutare.

Quotazioni delle valute

L'unità di misure del forex è dato da una coppia di valute. Si ragiona per valute dunque. Ogni coppia ha una valuta detta base. Ad esempio in una coppia (EUR, USD) la valuta base è EUR ed indica quanti euro ci vogliono per comprare dollari. Il prezzo o quotazione varia ed è quello su cui agire. Quando negozi coppie comprerai una coppia se pensi che la valuta base diventerà più forte in modo da guadagnarci quando la rivendi e così via, una cosa molto semplice.

Pips (Percentage in Points)

La maggioranza delle coppie di valute sono espresse in termini percentuali con circa 5 posizioni decimali. Ad esempio il dollaro attualmente è quotato a 1,35800. Il cambiamento della quarta cifra decimale viene comunemente denominato pip (0.0001). Se il dollaro sale ad esempio a 1,35920 avremmo 12 pips dalla differenza.

Spread (bid, ask)

La differenza tra prezzi di acquisto e vendita (bid / ask) rappresenta lo spread ed è il fattore comune su cui guadagnano i broker.

I prezzi delle valute vengono influenzati da moltissimi fattori economici e politici, sia nazionali che internazionali. Per questo motivo vedrai che per cogliere le opportunità che il trading offre bisogna tenere in considerazioni tanti aspetti per poter fare una analisi completa ed utile.