Drawdown Trading: cos’è e come si calcola negli investimenti

Il drawdown è un concetto fondamentale nel mondo del trading e degli investimenti, spesso trascurato da chi si avvicina a queste attività per la prima volta. Nel trading il drawdown si riferisce all’ampiezza tra il picco più alto (massimo) e il punto più basso (minimo) raggiunti dal prezzo di un asset o da un conto di trading durante un periodo di tempo specifico.

Il drawdown inizia cioè a essere rilevante dal primo movimento opposto al trend e il suo valore complessivo varierà soltanto quando saranno registrati nuovi massimi o minimi. Spesso sentiamo parlare anche di correzione del mercato quando i prezzi scendono dopo aver fatto registrare un massimo o minimo (relativo o assoluto).

Monitorare e calcolare accuratamente il drawdown è fondamentale per gestire i rischi associati agli investimenti. Un modo per apprendere come gestire efficacemente il drawdown è osservare e imparare dai trader esperti, come quelli presenti sulla piattaforma di eToro. Nei profili dei vari utenti è presente una statistica proprio su questo parametro.

Inoltre, eToro offre l’opportunità di copiare le strategie di questi trader esperti, permettendo di ottenere rendimenti simili a quelli dei trader copiati (proporzionalmente al capitale investito).

Clicca qui per registrarti su eToro e iniziare.
74% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

In questa guida, cercheremo quindi di spiegare il concetto di drawdown, la formula per calcolarlo, e come può essere utilizzato negli investimenti e nel trading.

Cos’è il Drawdown ?

Il drawdown è un concetto fondamentale nel mondo degli investimenti e del trading, utilizzato per misurare il rischio e la performance di un portafoglio o di una strategia di investimento.

Questo indicatore è particolarmente utile per quantificare le perdite temporanee che un investitore può subire, consentendo di comprendere meglio come affrontare la volatilità del mercato.

Drawdown

Possiamo infatti ribadire, invece, che cosa non è un drawdown. Un drawdown, pertanto, si differenzia da una perdita, in quanto rappresenta solamente il movimento tra un massimo e un minimo.

I trader, infatti, interpretano le perdite come variazioni negative rispetto al capitale iniziale investito.

Il concetto di Drawdown

In ambito finanziario, il drawdown rappresenta la riduzione del valore di un investimento, calcolato come la differenza percentuale tra un picco (massimo) e un successivo minimo.

Il drawdown può riguardare singoli asset, come azioni o coppie di valute nel forex, oppure interi portafogli di investimento.

Per gli investitori, un drawdown elevato può significare un aumento del rischio, poiché indica una maggiore volatilità e la potenziale difficoltà nel recuperare le perdite.

❓ Cosa significaRiduzione del valore di un investimento, calcolato come la differenza percentuale tra un picco (massimo) e un successivo minimo.
📊 Perchè calcolarlo?Per misurare il rischio di un investimento
📊 Su quali titoli investire oggiETF/ Commodities / Azioni / Criptovalute / Indici
💰 Migliori piattaforme per investimentieToro / FP Markets

Tipi di Drawdown

Il drawdown può essere classificato in diversi tipi, ognuno con caratteristiche specifiche. Di seguito sono elencati i principali tipi di drawdown:

  • Drawdown Relativo: questo tipo di drawdown si riferisce alla riduzione del valore di un investimento rispetto al massimo storico. Mostra quanto un investimento si è allontanato dal suo picco precedente.
  • Drawdown Massimo (Max Drawdown): rappresenta la perdita massima registrata in un periodo di tempo specifico. È utile per valutare il peggior scenario di perdita (worst case scenario ) per un investimento o una strategia di trading.
  • Drawdown Assoluto: misura la perdita complessiva dall’inizio dell’investimento. Questo tipo di drawdown è utile per comprendere l’entità delle perdite subite nel corso dell’intera durata di un investimento.

Come si calcola il Drawdown

Per calcolare il drawdown, è necessario identificare i picchi e i minimi del valore dell’investimento nel periodo considerato. Una volta identificati questi valori, si calcola la differenza percentuale tra il picco e il minimo successivo.

La formula del drawdown è la seguente:

Drawdown MAX = (Picco Massimo (Pmax) – Picco Minimo (PMin) ) / Picco Massimo (Pmax)

dove

  • Pmin = minimo storico (trough)
  • Pmax = massimo storico (peak)

Ad esempio, se il valore di un investimento raggiunge un massimo di 10.000 euro e successivamente scende a 8.000 euro, il drawdown sarà del 20% (2.000 euro di perdita divisi per 10.000 euro).

Oltre ai picchi è importante capire in quanto tempo avviene il drawdown per capire le contromisure che il trader prende.

Se consideriamo ad esempio un drawdown del 50%, questo ha una valenza diversa se avviene in un mese piuttosto che in una settimana. Questo significa che il trader ha meno tempo per reagire e contrastare le perdite in una settimana piuttosto che in un mese.

Il Drawdown nel Trading e negli Investimenti

Nel trading, il drawdown è particolarmente importante per valutare la performance di una strategia e il rischio associato. Un trader che registra un drawdown elevato potrebbe essere esposto a un rischio maggiore, poiché potrebbe impiegare più tempo per recuperare le perdite e tornare a un livello di guadagno soddisfacente.

Ecco perché, se utilizzate ad esempio il CopyTrading di eToro (che trovi qui) , è importante filtrare i vari popular investor facendo attenzione a questo parametro, in modo da selezionare i trader più bravi che ottengono meno perdite.

Anche negli investimenti, il drawdown è utile per valutare il rischio di un portafoglio. Gli investitori possono utilizzare il drawdown per confrontare diverse strategie di investimento e determinare quelle che offrono un migliore equilibrio tra rendimento e rischio. Un drawdown più basso, infatti, indica una minore volatilità e una maggiore capacità di recupero delle perdite.

Broker consigliati: piattaforme per valutare i drawdown

Per parlare del drawdown e delle tecniche e dei calcoli necessari per monitorarlo, è importante avere a disposizione strumenti e materiali utili. Prima di procedere, vogliamo fornirti una lista aggiornata dei migliori broker che, a nostro avviso, ti permettono di proteggere il tuo portafoglio finanziario dal drawdown.

È importante sottolineare che tutti i broker che ti presenteremo sono regolamentati dalle principali autorità europee, inclusa l’italiana CONSOB. Le loro licenze di trading garantiscono sicurezza e affidabilità e confermano la qualità delle loro offerte. Inoltre, queste piattaforme mettono a tua disposizione un conto demo gratuito e illimitato, così puoi fare pratica con il trading prima di investire denaro reale.

Il conto di trading demo è fondamentale, soprattutto per i principianti che devono acquisire le competenze necessarie per affrontare i mercati. Il conto demo offerto da questi broker non ha vincoli: se provando la simulazione ti rendi conto che il trading non fa per te o che quella piattaforma non soddisfa le tue esigenze, puoi cancellare il tuo account senza alcuna conseguenza o costo.

Quindi, prendiamo in considerazione i migliori broker che ti consigliamo e spieghiamo perché li abbiamo scelti.

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIRECENSIONE
Funzioni demo
Social tradingRecensioneISCRIVITI
Formazione avanzataCopy TradingRecensioneISCRIVITI
Spread bassiPiattaforma professionaleRecensioneISCRIVITI
Commissioni basseAzioni FrazionateRecensioneISCRIVITI
Deposito minimoServizio CFDRecensioneISCRIVITI
Conti Zero spreadCommissioni basseRecensioneISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-78% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

eToro

eToro è un broker molto apprezzato nel settore finanziario. In qualità di market maker, eToro agisce sempre come controparte rispetto agli utenti, assicurando l’esecuzione degli ordini senza problemi.

Il servizio di punta offerto da eToro è il eToro. Questa piattaforma ha contribuito a rendere popolare questo particolare metodo di investimento. Il servizio è ben strutturato, soprattutto dal punto di vista informativo, fornendo agli utenti tutte le informazioni necessarie per valutare con efficacia i trader da seguire come riferimento.

Nella sezione dedicata ai Popular Investor è possibile visionare la scheda di ogni utente in cui sono evidenziate bene le statistiche sul drawdown.

Con un deposito minimo di 50€, è possibile aprire un conto reale anche con un budget limitato.

Per iniziare a fare trading su eToro, clicca qui.
74% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

XTB

XTB è una piattaforma che raccomandiamo particolarmente per coloro che sono interessati al Forex Trading.

Come scoprirai in seguito, il forex è adatto per operazioni intraday, in cui i calcoli di drawdown risultano meno rilevanti, poiché le principali strategie forex prevedono una gestione del rischio equilibrata.

Inoltre, aprendo un conto su XTB, avrai l’opportunità di investire sulla xStation 5, una piattaforma proprietaria di alto livello, e applicare al tuo portafoglio di forex robot gratuiti chiamati Expert Advisor.

Alcuni di questi Expert Advisor includono, nella loro programmazione, alcuni dei rapporti di drawdown più diffusi.

Puoi utilizzare la xStation 5 sia su un conto reale che su un conto demo gratuito.

Puoi iscriverti su XTB, cliccando qui.

Perchè il drawdown è importante nel trading?

Il drawdown è un concetto chiave nel trading poiché offre un’indicazione del rischio e della performance associati a una strategia di investimento o a un portafoglio. Ecco alcune ragioni per cui il drawdown è importante nel trading:

  1. Misurazione del rischio: il drawdown aiuta a valutare il livello di rischio associato a una strategia di trading. Un drawdown elevato indica una maggiore volatilità e la possibilità di subire perdite significative prima di poter recuperare il valore del portafoglio.
  2. Valutazione della performance: il drawdown può essere utilizzato per confrontare la performance di diverse strategie di trading o portafogli di investimento. Un drawdown minore suggerisce che una strategia ha una migliore capacità di resistere a periodi di perdita e può recuperare più rapidamente.
  3. Gestione del capitale: il drawdown è utile per stabilire quanto capitale può essere investito in una strategia di trading senza incorrere in perdite insostenibili. Monitorando il drawdown, i trader possono adeguare le loro posizioni e il loro capitale per ridurre il rischio di perdite significative.
  4. Tolleranza al rischio: comprendere il drawdown associato a una strategia di trading aiuta i trader a determinare se una strategia è adatta alla loro tolleranza al rischio personale. Se un trader ha una bassa tolleranza al rischio, potrebbe scegliere di evitare strategie con un drawdown elevato.
  5. Ottimizzazione delle strategie: il drawdown fornisce un’indicazione di come una strategia di trading può essere migliorata. Analizzando il drawdown, i trader possono identificare le aree in cui la strategia subisce le maggiori perdite e apportare modifiche per ridurre il rischio e migliorare la performance.

Nel trading è perfettamente normale che ci siano periodi in cui si verificano una serie di insuccessi. È in questo contesto che i drawdown assumono un ruolo fondamentale.

I drawdown sono parte integrante di qualsiasi attività di trading e ogni piano di gestione del rischio deve prevedere come affrontarli efficacemente per evitare di mettere a rischio il portafoglio.

Drawdown: quanto incide la psicologia?

La psicologia umana funziona in modo molto più complesso e diverso rispetto ai mercati finanziari, motivo per cui le formule di calcolo del rischio descritte in precedenza non sono direttamente applicabili a questo ambito.

Tuttavia, la psiche reagisce intensamente alle paure e alle preoccupazioni, e nel mondo degli investimenti, non c’è nulla che spaventi di più che perdere denaro. Ecco perché la psicologia nel trading è così fondamentae, soprattutto per i principianti.

Ciò implica che, in generale, un trader non esperto è molto più incline a reagire con panico alle perdite, specialmente a quelle ingenti come nel caso di un drawdown.

Non è raro che la rapida alternanza di due picchi opposti (un massimo e un minimo relativi a un determinato periodo) possa portare a fenomeni di panic selling. Pertanto, sebbene l’aspetto psicologico del drawdown non possa essere quantificato attraverso formule e rapporti rigorosi, influisce comunque su di essi.

Abbiamo visto anche nel settore delle criptovalute (molto volatile) come ci siano fenomeni di FOMO quando attorno ad un progetto c’è molto interesse e marketing o FUD (paura incertezze e dubbio) nei momenti di crisi o calo generale dei mercaati.

Valutazioni da fare sui drawdown

Per gestire efficacemente i drawdown nel trading, è importante considerare alcuni aspetti chiave che possono influenzare la performance e la gestione del rischio del portafoglio:

  1. Durata del drawdown: valutare quanto tempo impiega un portafoglio per recuperare da un drawdown può fornire informazioni importanti sulla resilienza di una strategia di trading. Un tempo di recupero più breve indica una maggiore capacità di resistere a periodi di perdita e riprendersi rapidamente.
  2. Frequenza dei drawdown: analizzare la frequenza con cui si verificano i drawdown aiuta a comprendere la volatilità del portafoglio e la necessità di adeguare la strategia di trading per ridurre il rischio.
  3. Profondità o Ampiezza del drawdown: valutare l’entità del drawdown è fondamentale per capire quanto sia grave la perdita subita dal portafoglio. Un drawdown più profondo richiede un recupero maggiore e può indicare una strategia di trading ad alto rischio.
  4. Recovery Window: indica il periodo di tempo necessario per recuperare e compensare le perdite dovute al drawdown, e cambia in base al tipo di asset e agli obiettivi di trading. La finestra di recupero può essere notevolmente più breve nei mercati dei CFD rispetto ai mercati tradizionali, come quelli delle azioni e delle obbligazioni.
  5. Correlazione tra gli investimenti: esaminare la correlazione tra gli investimenti nel portafoglio può aiutare a identificare le cause dei drawdown e permettere di diversificare il portafoglio per ridurre il rischio complessivo.

Effettuando queste valutazioni sui drawdown, i trader possono prendere decisioni informate per ottimizzare le loro strategie, ridurre il rischio e proteggere il portafoglio dalle perdite.

Video Tutorial sul Drawdown

Per concludere questa guida ti segnalo questo video sul CopyTrading in cui abbiamo trovato un’ampia parte del video che spiega il concetto di drawdown in modo esemplare. Ti consigliamo di darci un’occhiata:

Copy Trading: si guadagna veramente o è una Truffa? Ecco la Verità!
Il Copy Trading è una forma di investimento online che consente ai trader meno esperti o a coloro che dispongono di meno tempo per seguire i mercati, di copi…
Copy Trading: si guadagna veramente o è una Truffa? Ecco la Verità!

The video was uploaded on 16/3/2023.

You can view the video here.

The video lasts for 20 minutes and 42 seconds.

Drawdown: le domande frequenti (FAQ)

Cos’è il drawdown nel trading?

Il drawdown nel trading è la misura della diminuzione del valore di un portafoglio dall’ultimo picco massimo al minimo successivo, indicando il rischio e la performance associati a una strategia di investimento.

Come si calcola il drawdown?

Il drawdown si calcola sottraendo il minimo successivo dall’ultimo picco massimo del valore di un portafoglio e dividendo il risultato per l’ultimo picco massimo, moltiplicando infine per 100 per ottenere una percentuale.

Perché è importante monitorare il drawdown nel trading?

Monitorare il drawdown è fondamentale nel trading per valutare il rischio associato a una strategia, ottimizzare le performance, gestire il capitale e selezionare strategie adatte alla propria tolleranza al rischio.

Qual è un buon livello di drawdown?

Un buon livello di drawdown dipende dalla tolleranza al rischio individuale e dagli obiettivi di investimento. In generale, un drawdown più basso è preferibile, poiché indica minori perdite e una strategia di trading più resiliente. Tuttavia, ciò che è accettabile varia da trader a trader.

Drawdown: riepilogo

Conclusioni

In questa guida abbiamo visto come drawdown sia un indicatore fondamentale per misurare il rischio di perdita in un investimento o in un trading.

Essendo una metrica di riferimento, è importante comprenderne la definizione e il calcolo, così da poterlo utilizzare nel proprio approccio agli investimenti o trading.

Ci sono diverse tecniche per ridurre il rischio di drawdown, come la diversificazione e l’utilizzo di strumenti di risk management. Investire e fare trading comporta sempre un certo rischio, ma comprendere il drawdown e come gestirlo può aiutare ad evitare perdite e migliorare i risultati nel lungo termine.

Basandosi sulle formule illustrate, sulle regole e sui broker menzionati, e facendo pratica con un conto demo, siamo convinti che anche questo aspetto del trading possa essere compreso e sfruttato

Vogliamo ricordare che i broker raccomandati che trovate qui sotto.

Per iniziare a fare trading online in modo efficace, è importante acquisire esperienza con un buon conto demo. Qui di seguito vi presentiamo i link ufficiali delle migliori piattaforme di trading che offrono conti demo gratuiti e illimitati:

Tutte le piattaforme sono dotate di licenza e regolarmente autorizzate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here