IOTA (IOT): cos'è e come fare trading

IOTA cos’è? IOTA come funziona? Come guadagnare con IOTA? Perchè IOTA è diversa dalle altre? Di seguito risponderemo a tutte queste curiosità. D’altronde, il mondo delle criptovalute sta aumentando a dismisura la platea delle persone interessate. Che leggono il prezzo a cui sta volando il Bitcoin. Che però ricordiamo essere molto volatile, come ogni criptovaluta che si rispetti.

IOTA cos’è

Cos’è IOTA? Si tratta di una criptovaluta disegnata per il cosiddetto Internet delle Cose. Quello che sembra essere l’irrinunciabile futuro, dove tutto sarà collegato alla rete. Rispetto alle altre monete del Blockchain, IOTA presenta 4 grandi vantaggi: è scalabile, decentralizzata, modulare e non soggetta a tassazione. Inoltre, è disponibile sulla principale piattaforma di scambio di monete digitali: Bitfinex. IOTA come tutte le cripovalute, ha un’unica funzione e una mission ben preciso, sebbene operi usando tecnologie diverse rispetto alla maggior parte delle criptovalute.

IOTA come funziona

IOTA : cos'è

Come funziona IOTA? Questa criptovaluta è stata realizzata al fine di aiutare le macchine a comunicare tra loro e stabilire transizioni senza dover pagare commissioni. Tutto ciò consente all’Internet delle Cose di esistere.

Dicevamo all’inizio che la criptovaluta IOTA sia in grado di diversificarsi da tutte le altre. Invece di usare il comune sistema blockchain, utilizza un libro mastro a cui ci si riferisce: The Tangle. Perchè gli sviluppatori di IOTA hanno fatto questa scelta? E’ spiegato sul loro sito ufficiale. In pratica, rievocano come il successo dei Bitcoin abbia provato il valore della tecnologia blockchain. Tuttavia, rammentano il fatto che abbia degli svantaggi, che impediscono al blockchain di essere usato come unica piattaforma di criptovaluta. Si pensi all’impossibilità di effettuare micro-pagamenti. Cosa invece fondamentale nella cosiddetta Internet delle cose.

Inoltre, aggiunto che la criptovaluta IOTA sia stata creata per scalare, cosa diversa da quanto fanno Bitcoin o Ethereum, strutturati per affrontare questi problemi. Ma a parte ciò, IOTA ha anche sdoppiato l’unicità del token stesso. Vale a dire il mining: IOTA, infatti, rispetto a tutte le altre criptovalute, non necessita di miners per operare. Visto che ha la capacità di auto mantenersi, operando con un meccanismo di auto-regolazione. Una grande rivoluzione, capace anche di attirare più investitori. Alquanto scettici sul mining.

IOTA caratteristiche

Quali sono le caratteristiche di IOTA? Si tratta di una tecnologia che consente alle macchine di comunicare tra loro. Può processare delle micro-transazioni senza commissioni, cosa che nessun’altra moneta digitale può fare. Ancora, IOTA opera usando una tecnologia chiamata “Tangle”. Non è una tecnologia blockchain, bensì un registro decentralizzato che si regola in maniera automatica. Non prevede come detto processi di mining.

IOTA, cos’è Internet delle cose

Iota è dunque una moderna criptovaluta per micro-transazioni pensata per l’Internet of Things (IoT). A differenza delle complesse e pesanti blockchain di Bitcoin e delle altre criptovalute, Iota è stato creato per essere il più leggero possibile. Ecco spiegato il il nome “Iota”, con enfasi sulla parte “IoT”, internet of things. Cos’è l’Internet delle cose? Il fatto che in un futuro ormai avviato, il numero di dispositivi connessi tra loro sarà di 50 miliardi. Ognuno di questi dispositivi è stato progettato per rendere il mondo un posto migliore e più facile per noi. Devono però superare il problema delle micro-transazioni, poiché questi dispositivi IoT collegati devono essere capaci di pagare in maniera automatica importi minuscoli l’uno con l’altro senza dover scendere a compromessi sulla progettazione del prodotto introducendo dell’hardware aggiuntivo.

Anche se sia stato sviluppato per risolvere i problemi di scalabilità affrontati nell’IoT, il protocollo sottostante è di tipo agnostico e può essere applicato in tutti gli altri casi di utilizzo prevedenti le micro-transazioni. La criptovaluta Iota punta dunque a dare il suo contributo allo sviluppo dell’Internet delle cose. Sebbene preservi le idee principali della blockchain, vuole anche essere capace di adattarsi alle dimensioni future dell’Internet of Things. Puntando ad essere un sistema leggero ed efficiente. E vi riesce grazie al succitato sistema The Tangle.

The Tangle come funziona

Come funziona The Tangle? Vediamo di seguito i suoi aspetti più importanti:

Centralizzazione del controllo

Come ormai noto, i piccoli miner arrivano a creare grandi gruppi per ridurre la variazione del premio, e ne consegue che vengono a crearsi monopoli (chiamati mining pool). Poche aziende di mining pool che hanno una grande potenza e il potere decisionale di filtrare o posticipare alcune transazioni. E ciò tradisce anche i propositi del Bitcoin, nato per essere un sistema monetario di tipo decentralizzato. Per ora, comunque, non si sono ancora verificati precedenti in cui le aziende hanno abusato del loro potere. Queste società stanno scegliendo di operare peraltro nei Paesi dell’est Europa, dove la corrente elettrica costa molto di meno.

Crittografia “obsoleta”

Se è vero che i Pc quantistici su larga scala non esistano ancora, è anche vero che le aziende orientate al futuro hanno già iniziato a intraprendere i primi passi verso la crittografia resistente ai computer quantici. Da un punto di vista della sicurezza, ha senso presumere che un hardware capace di hackerare i criptoalgoritmi classici possa essere prima o poi creato in futuro. Prepararsi a ciò è dunque l’unico modo per difendersi.

Incapacità di condurre micropagamenti

Le commissioni di transazione sono usate al fine di coprire le spese dei minatori e mitigare gli attacchi di spam. Stabiliscono altresì una soglia sull’importo minimo di un pagamento al di sotto del quale i trasferimenti di denaro diventano inopportuni.

Intolleranza al partizionamento

Le valute che si basano sulla piattaforma blockchain non sono capaci di sopravvivere al partizionamento a lungo sostenuto dalla rete, poiché ciò potrebbe comportare un’inversione di un numero elevato di transazioni. Infatti, con The Tangle di IOTA risulta impossibile iniziare una partizione intenzionale nei casi in cui venisse richiesta.

Discriminazione dei partecipanti

Le criptovalute esistenti sono sistemi di tipo eterogeneo con una chiara separazione dei ruoli (emittenti di transazioni, approvazioni di transazioni). Tali sistemi creano però una inevitabile discriminazione di alcuni dei loro elementi, che a loro volta creano conflitti e fanno sì che tutti gli elementi spendano risorse per risolvere gli stessi.

Limiti di scalabilità

Alcune criptovalute risentono dei limiti sulla velocità massima di transazione ed essi sono irremovibili in modo decentralizzato. Un numero pre-impostato non può soddisfare i requisiti di un sistema a meno che non sia impostato da una persona che abbia una capacità preveggente incredibile. Ne consegue che un valore troppo basso può ostacolare l’incremento dell’utenza, mentre di contro un valore troppo alto può aprire il sistema a diversi tipi di attacchi.

Elevati requisiti per l’hardware

Le monete virtuali che sono derivate dal Bitcoin usano il suo approccio basato su script, il quale permette di implementare una vasta gamma di casi d’uso. Altre valute usano un approccio simile a quello utilizzato dalle banche ma aggiungendo una funzionalità di tipo extra. Entrambi aumentano comunque sostanzialmente i requisiti per l’hardware complice la complessa logica di elaborazione delle transazioni.

Crescita illimitata dei dati

L’archiviazione di tutte le transizioni di stato comporta una rapida crescita dei dati ma non aumenta in maniera significativa le informazioni sull’equilibrio immagazzinato. Questa inefficienza non può essere rimossa neppure con la tecnica di potatura dei dati e pertanto l’alta popolarità della valuta potrebbe comportare il suo collasso.

Interoperabilità tangle-blockchain

Iota non cerca di sostituire del tutto la blockchain, ma vuole esserne una integrazione. Fungendo da oracolo per piattaforme di smart contract come quelli emanati da Ethereum e Rootstock. Gli smart contract sono contratti virtuali Incrementa altresì la sicurezza delle blockchain includendo la possibilità di prevedere checkpoint per le transazioni.

IOTA svantaggi

Quali sono gli svantaggi della criptovaluta IOTA? Senza dubbio è una idea futuristica e avvincente. Che va anche oltre Ethereum, sistema che a sua volta punta creare un sistema monetario parallelo da quello tradizionale. Proprio perché non si basa su Blockchain. Ma c’è un problema: la complessità con cui la moneta fornisce le possibili applicazioni, che potrebbe comportare il mancato utilizzo su larga scala. Tangle peraltro è una tecnologia ancora sconosciuta ai più, e si può dire che lo IOTA sia sostanzialmente in fase di test. Tutto lascia presagire che tale criptomoneta sia troppo in avanti coi tempi e possa ancora non essere capita. Oltretutto, ci si mette pure il fatto che il prezzo esagitato su cui viaggia Bitcoin gli sta rubando la scena.

Quotazione IOTA

Qual è la quotazione di IOTA? Nel grafico successivo possiamo osservare l’andamento di questa criptomoneta in tempo reale. Cliccando su Acquista o Vendi sarà possibile acquistare e fare trading su IOTA:

Come guadagnare con IOTA

Se però l’idea di IOTA vi piace e intendete guadagnarci, potete farlo tramite Trading online. Affidandovi a Broker regolarmente licenziati dalle autorità preposte al controllo dei mercati finanziari (in Italia ad esempio abbiamo la CONSOB). Inoltre, i Broker seri ed affidabili devono offrire i seguenti servizi:

  • Conto demo gratuito
  • Grafici chiari e maneggevoli
  • App per fare trading tramite smartphone e tablet
  • Formazione
  • News sui fatti giornalieri
  • Leva finanziaria
  • Assenza di commissioni
  • Spread basso

I migliori Broker per fare trading con IOTA sono:

Broker Caratteristiche Vantaggi Recensione Apri un conto
Plus500 Sicurezza al massimo Deposito minimo, servizio CFD Recensione Iscriviti
24Option Forex e CFD Webinar gratuiti Recensione Iscriviti
eToro Broker ideale per principianti Social e copy trading Recensione Iscriviti
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Diffidate invece da quei Broker che millantano guadagni facili, con fantomatici sistemi computerizzati ed automatici, che lavorano per voi facendovi guadagnare milioni di dollari al giorno. Rischiereste di perdere pure i vostri soldi iniziali, senza possibilità di recuperarli pure dietro regolare denuncia. I vostri soldi saranno finiti in Paradisi fiscali, nelle mani di truffatori anonimi.

Affidandovi ad uno dei Broker elencati, vi metterete in buone mani oltre ad usare uno strumento come i CFD. Acronimo di Contract For Difference. Che consentono di acquistare un asset senza possederlo direttamente.

Quando si fa trading è buona norma tenere presente anche il Money Management. Di cosa si tratta? Di una strategia tanto semplice quanto utile. In sostanza, è meglio diversificare i propri investimenti, cosicché se perdiamo su un investimento, possiamo recuperare su un altro. Così minimizzeremo le perdite.

IOTA storia

Qual è la storia di IOTA? Nel 2015 David Sønstebø, Sergey Ivancheglo, Dominik Schiener e Serguei Popov realizzano un dream team per lavorare a questo progetto. In particolare, spicca tra loro il nome di Serguei Popov, che è l’artefice di quegli strumenti che hanno determinato la creazione del Τangle. Il cuore del team di sviluppo ha sede a Berlino. Per foraggiare il progetto è stata fondata la Iota Foundation, che va avanti grazie ai fondi donati dagli utenti della community. In pochi anni di vita, la criptovaluta Iota ha subito destato l’interesse di diverse grandi aziende. Si pensi ad aziende rinomate come Bosh e Microsoft. Questa ultima è in particolare molto interessata alle microtransazioni nelle telecomunicazioni.

Come acquistare IOTA

Come acquistare IOTA? La criptovaluta è acquistabile sulle piattaforme Binance e su Bitfinex. Sulla prima non è possibile inoltrare un bonifico in euro, ma vanno trasferite le criptovalute a maggior diffusione (ossia il bitcoin) per poi procedere alla conversione direttamente sui siti citati. La seconda piattaforma invece accetta anche bonifici in valuta FIAT (ovvero le valute tradizionali come Dollaro e Euro) ma previo invio della documentazione adeguata.

Come conservare IOTA

Buona regola vuole che una volta acquistate le valute su un Exchange, è meglio trasferirle sul proprio wallet. Così da evitare che possano finire in cattive mani. Si pensi ad un attacco Hacker o una frode dell’Exchange stesso. Come conservare i propri IOTA? Bisogna scaricare un wallet, ovvero un portafoglio elettronico. Quelli in circolazione sono in versione desktop e in versione android, entrambi scaricabili dall’account github ufficiale di IOTA. Il client desktop è un’interfaccia locale usata per accedere a un full node esterno.

Tuttavia, prima di usare il wallet occorre disporre di un seed, vale a dire di una chiave necessaria per poter entrare nel portachiavi e poter disporre dei propri IOTA. In IOTA il seed va generato e conservato molto accuratamente. Infatti, una volta perso diventa impossibile recuperare i propri soldi. Se lo si perde non è più possibile accedere al wallet e quindi ai propri fondi.

Prima il wallet generava direttamente un seed, ma poi gli sviluppatori hanno deciso di eliminare questa funzionalità, per motivi di sicurezza. Quindi ad oggi risulta migliore la scelta di creare manualmente il proprio seed, o di utilizzare servizi con cui generare password a random. Se si vuole creare la password manualmente, è sempre buona norma non utilizzare password facilmente intuibili. Il seed necessità di 81 caratteri. Le lettere vanno in maiuscolo, mentre non devono essere usate cifre, solo il numero 9. Se si utilizza il client desktop, è buona norma controllare sempre che sia aggiornato all’ultima versione.

Broker consigliati

  • Plus500
    Miglior sito per investire in criptovalute

Investi in criptovalute

  • Guide in pdf e strumenti per fare trading su Bitcoin e criptovalute

Social trading

  • Inizia a copiare e guadagnare dai migliori.