CFD : guida trading sicuro

Un CFD (Contract for diffence) è l'acronimo di contratto per dfferenza e rappresenta attualmente lo strumento derivato più utilizzato per fare trading online. Si tratta di un contratto tra due parti, il trader ed un broker, che esprime la differenza di prezzo di un asset di mercato.

La differenza si esprime tra il prezzo di acquisto e di chiusura moltiplicato il numero di azioni specificate nel contratto. Si tratta di un modo di operare che ricalca molto quello che avviene nell'acquisto di azioni. I prezzi indicati dal broker CFD sono molto simili al prezzo di mercato ed è possibile negoziare CFD ricevendo un addebito di una commissione.

Questo tipo di trading è diventato ormai popolare come strumento alternativo che consente di speculare sui movimenti dei prezzi dei titoli azionari ma anche sugli indici di borsa.

Vantaggi dei Contratti per Differenza (CFD)

Ci sono molti vantaggi che li rendono adatti ad essere utilizzati dai trader :

  • la negoziazione avviene sul margine in modo da poter massimizzare i guadagni
  • non ci sono le imposte di bollo tradizionali che si pagano quando si acquistano azioni in banca
  • è possibile guadagnare in qualunque situazione anche quando una azione scende non solo quando sale
  • con un solo account è possibile accedere a tanti mercati
  • è possibile fare money management ed impostare degli stop per poter controllare i rischi

Rischi CFD

Si tratta di strumenti finanziari leveraged e che dunque possono comportare dei rischi di perdita di capitali. Cerchiamo dunque di elencare i principali rischi:

  • sia i profitti che le perdite possono essere amplificate se non si impostano degli stop loss e le posizioni aperte sono negative
  • si tratta di strumenti poco adatti a chi ama a investire a lungo termine
  • acquistando dei CFD non si diventa azionisti dell'azienda (questo può essere anche un vantaggio a volte)

Fare trading con i CFD

Cfd : contratti per differenza cosa sono e come funzionano

Vediamo come funziona brevemente il trading CFD elencando alcune caratteristiche che bisogna tenere in considerazione.

Trade a marginazione o su margine

Quando si fa trading con i CFD per ogni transazione non si ha bisogno di investire l'intero capitale ma è sufficiente solo una percentuale dell'intero capitale, questo è detto margine iniziale. L'effetto leva si ottiene utilizzando il margine. In questo modo è come se aveste a disposizione un capitale più ampio dato dall'effetto moltiplicatore della leva finanziaria. In questo modo potete comprare azioni o speculare sul forex in quantità maggiore.

Questo margine deve essere mantenuto sulle posizioni aperte in modo da coprire eventuali perdite. Se una posizione aperta va in modo contrario a quanto previsto il vostro capitale residuo si riduce. Se questo raggiunge un livello tale inferiore al margine richiesto ci sarà una Margin Call e sarà richiesto ulteriore capitale per mantenere aperta la posizione oppure si sarà costretti a chiuderla.

Trading su salita o discesa dei mercati

Da un punto di vista tecnico il trading con i derivati consente di scambiare posizioni long o short. Con long si indica il fatto di acquistare un bene con l'aspettativa che il suo valore aumenti proprio come accade acquistando una azione. Una posizione short si apre, invece, quando il trader crede che il prezzo del bene scenderà e dunque si dovrà vender per ricavare un profitto. Questo tipo di situazioni sono impossibili se invece investite in azioni a lungo termine.

Usando i CFD ma anche le opzioni binarie si può andare long o short con molta facilità facendo enormi profitti anche quando il valore di un bene cala drasticamente.

Tasse trading e commissioni

Come sapete acquistando azioni si pagano delle imposte di bollo molto salate. Per questo motivo conviene sempre operare con i broker CFD che sono praticamente gratuiti ed offrono delle condizioni molto più convenienti.

CFD su azioni e indici

I derivati sono ormai utilizzati non solo nel forex ma anche per fare trading su indici e azioni. Ad esempio Plus500 offre una grandissima scelta su titoli azionari, coppie di valute, indici di borsa.

Clicca qui per saperne di più sul trading con Plus500.

Come funzionano i CFD

Poichè il trading leveraged comporta dei rischi i broker seri offrono degli strumenti per fare risk management mettendo a disposizione stop loss e limit orde in modoa da poter gestire il rischio dovuto ai movimenti rapidi di mercato.

Stop loss

Uno stop loss rappresenta un livello di prezzo fissato dal cliente su una determinata posizione che, se viene raggiunta, chiude automaticamente una posizione al prezzo desiderato.

Supponiamo di voler acquistare azioni Apple ed il prezzo è fissato. Impostando uno stop loss se la quotazione cala di evita di perdere soldi inutili perchè l'ordine viene bloccato quando raggiunge il livello fissato. In caso contrario il trader lasciando la posizione aperta di notte, ad esempio, non avrebbe il tempo di intervenire dunque realizzerebbe una perdita maggiore.

In alcuni casi è possibile impostare anche degli ordini di arresto per aspettare finchè un titolo si muove nella giusta direzione prima di aprire.

Limit Order

Un ordine limite è un tipo di ordine che viene eseguito ad un prezzo migliore rispetto al prezzo di mercato. In pratica si usa per tenere una posizione aperta che è profittevole in modo da guadagnare di più dopo che il prezzo ha raggiunto un determinato livello di profitto.

Strategie di trading con i CFD

Ci sono vari tipi di strategie che possono essere utilizzate per fare trading con i CFD. Il consiglio migliore è sempre quello di impostare un piano di trading prima e seguirlo fedelmente senza deviazioni.

Poichè i CFD sono convenienti da un punto di vista economico e possono consentire di operare sui margini sono dei prodotti ideali per il trading a breve termine. Una ulteriore strategia da applicare potrebbe essere quella della copertura. Si può usare un CFD per protegger il proprio investimento contro le condizioni variabili di mercato. Ad esempio se prendiamo come riferimento il mercato azionario potrebbe essere più conveniente aprire una posizione short su azioni piuttosto che vendere le azioni fisiche per acquistarle in un secondo tempo.

Migliori broker CFD

In questa tabella potete trovare tutti i migliori siti italiani che offrono il trading via CFD:

Broker Caratteristiche Vantaggi Recensione Apri un conto
Plus500 Sicurezza al massimo Deposito minimo, servizio CFD Recensione Iscriviti
Markets App e tutorial Trading mobile Recensione Iscriviti
24Option Rendimenti elevati Webinar gratuiti Recensione Iscriviti
Xm broker Conti Zero spread Commissioni basse Recensione Iscriviti
eToro Broker ideale per principianti Social e copy trading Recensione Iscriviti
iqoption Broker con deposito minimo CFD su forex, azioni, criptovalute Recensione Iscriviti
itrader Broker in ascesa CFD e guide trading Recensione Iscriviti
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Si tratta di broker italiani rigorosamente autorizzati dalla Consob che offrono le condizioni più convenienti. E' questo significa garantirsi il massimo, la possibilità di fare i massimi profitti sfruttando la qualità delle migliori piattaforme di trading.