Crisi politica italiana e debolezza PIL frenano la corsa dell’Indice Ftse Mib

Il listino delle Blue Chips italiane si trova a fare i conti con la forte resistenza statica rappresentata da area 23.000 punti, dopo aver fatto segnare un nuovo massimo plurimensile a 23.003 punti.

Dopo aver toccato i top appena indicati, infatti, l’indice Ftse Mib è sceso fino ad un minimo intraday che ha sfiorato i 22.500 punti.

Sicuramente il clima politico rovente in Italia, con il governo Conte messo all’angolo dal partito Italia Viva, che fa parte della maggioranza, non aiuta nel brevissimo, a dispetto di un sentiment positivo generalizzato sulle principali borse mondiali.

Anche il clima di fiducia degli investitori dell’Eurozona è positivo. Secondo l’ultima stima rilevata nel corso della prima settimana di Gennaio, il relativo indicatore, il cosiddetto Sentix, ha fatto registrare un valore con il segno più per la prima volta dallo scorso Febbraio, assestandosi a 1,3 punti dai -2,7 punti della lettura di Dicembre. Anche l’indice sulle aspettative è salito ha toccato i nuovi massimi, portandosi a 33,5 punti dai 29,5 punti dello scorso mese. In miglioramento l’indice che rileva la situazione, passato da -30,3 punti di Dicembre ai -26,5 punti del mese in corso.

La fiducia degli investitori nell’aerea euro è stata principalmente supportata dall’inizio dei piani di vaccinazione per contrastare la diffusione del Covid-19, programmati in concerto tra tutti gli stati membri UE.

Nonostante l’ottimismo che circola in Europa, tuttavia, in Italia si dovrà prima o poi farei conti con un rapporto Deficit/PIL che potrebbe portare le casse dello Stato al collasso. Dall’ultima rilevazione ISTAT è infatti emerso che nel terzo trimestre il rapporto tra debito e crescita in Italia è stato rivisto al rialzo, all’11,2% dal 10,3% stimato in precedenza. Rivista al rialzo anche la contrazione del PIL che da -8% ipotizzato ad Aprile è peggiorata a -9%.

Il peggioramento per il Prodotto Interno Lordo tricolore è stato principalmente causato dalla riduzione delle entrate e dall’aumento della spesa per le misure di sostegno alle imprese ed alle famiglie per contrastare gli effetti negativi causati dall’emergenza sanitaria in corso. In forte crescita anche l’indebitamento della Pubblica Amministrazione, lievitato al 9,4% dal 2,2% dello stesso periodo del 2019.

L’aumento del reddito disponibile delle famiglie consumatrici, aumentato del 6,3% e la spesa per i consumi finali, in crescita del 12,1%, fatti registrare nel trimestre in considerazione, non sono riuscite a supportare adeguatamente il PIL.

Sempre secondo l’ISTAT, il tasso di disoccupazione a Novembre si è assestato al 9,8%, dal 9,7% di Ottobre, mentre le previsione erano per una percentuale al 9,9%.

Molti analisti stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per approfittare di questa situazione . Ad esempio si può utilizzare ForexTB (trovi qui il sito ufficiale) per negoziare grazie agli utili segnali di trading. Per ricevere i segnali gratis clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento Future Indice Ftse Mib sul Breve-Medio Periodo

Grafico Ftse Mib - 14 Gennaio 2021

Anche il derivato dell’indice Ftse Mib in questa prima parte del nuovo anno fa fatto registrare nuovi top di periodo, fermandosi poco meno di 100 punti al di sotto di area 23.000 punti.

Come in evidenza sul grafico giornaliero in alto, qualsiasi tentativo di forzare al ribasso il trend di brevissimo è stato respinto dal primo supporto rappresentato dalla media mobile a 10 giorni (la linea azzurra sul grafico).

Tuttavia, finché le quotazioni si manterranno sopra l’ampia fascia compresa tra 22.000 e 21.500 punti, l’impostazione tecnica di breve-medio periodo rimarrà saldamente rialzista.

Sui livelli appena indicati sopra si collocano infatti le due medie mobili maggiori, a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea rossa e la linea verde sul grafico.

Una chiusura daily, o meglio ancora settimanale sopra i 23.000 punti, invece, potrebbe favorire un ulteriore slancio verso area 24.000-24.500 punti.

Per approfondimenti: Come investire online in modo profittevole.

Pattern di Future Indice Ftse Mib – FIB – Valido da 1 a 5 Giorni

Il pattern di trading rialzista si attiva con close oraria maggiore di 22.635 punti e pronostica i primi due target price in area 22.720 e 22.860 punti; stop loss in caso di discesa sotto 22.410 punti in close orario.

Mantenere o incrementare le operazioni al rialzo in caso di allungo oltre 22.860 punti in chiusura oraria o giornaliera, per sfruttare eventuali estensioni al rialzo prima a 22.945 punti e successivamente a 23.035 punti; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto 22.550 punti in chiusura di oraria o di giornata.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di 23.035 punti, per cercare di prendere profitto in area 23.275 e 23.505 punti, estesa a 23.750 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 22.720 punti in chiusura di candela oraria.

Long sulla debolezza in caso di affondo in area 21.435 punti, per sfruttare eventuali rimbalzi a 21.650 punti e 21.785 punti, estesi a 21.870 punti; stop loss in caso di ulteriori avvitamenti sotto 21.220 punti in chiusura daily.

Il pattern ribassista, invece, si attiva con chiusura oraria sotto 22.410 punti, e fissa i primi due obiettivi in area 22.365 e 22.230 punti; stop loss in caso di chiusura oraria oltre 27.275 punti.

Analisi tecnica Ftse Mib - 14 Gennaio 2021

Mantenere o incrementare le operazioni Short in caso di discesa sotto 22.230 punti in chiusura di candela oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in prima battuta a 22.085 punti e successivamente a 21.870 punti; stoppare le operazioni in caso di recupero di quota 22.450 punti in chiusura oraria o daily.

Lecito attivare nuove posizioni corte con chiusura oraria minore di 21.870 punti, per sfruttare eventuali flessioni in area 21.785 e 21.650 punti, estesi a 21.435 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 22.085 punti in chiusura oraria.

Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 23.750 punti, in ottica di pull-back a 23.505 punti e 23.275 punti, estesi a 23.035 punti; stop loss in caso di allungo oltre 24.000 punti in chiusura di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *