Cross BTC-USD crolla ad un soffio dai massimi storici in area 20.000

Quando ormai quasi tutti pensavano che il cambio Bitcoin-Dollaro fosse destinato a superare i massimi storici in area 20.000, puntuale, è arrivata “la doccia fredda“, in gergo di trading il classico sciacquone. Nel giro di 24 ore, dopo aver toccato un massimo di periodo a 19.352, il rapporto di cambio tra il BTC ed il biglietto verde è crollato di quasi il 15%, toccando in minimo intraday a 16.562.

D’altronde, da qualche seduta si respirava un certo nervosismo tra i trader professionisti, divisi tra coloro che vedevano la prosecuzione del rally oltre area 20.000 e quelli che invece optavano per un sano ritraccio, considerato l’elevato ipercomprato di brevissimo.

Al picco segnalato in precedenza, la capitalizzazione di mercato del BTC aveva toccato un nuovo massimo storico, salendo a 356 miliardi di dollari. Anche i volumi di scambio erano schizzati alle stelle nelle 24 ore che hanno preceduto le forti prese di beneficio, quelli registrati dall’exchange Binance avevano toccato i 37 miliardi di dollari. In forte ascesa anche l’Open Interest sui future con sottostante BTC, che secondo la stima di Glossnode sono volati a 1,17 miliardi di dollari.

Ciò significa che nonostante il calo fisiologico in atto, gli investitori continuano a scommettere sul trend rialzista del cambio BTC-USD. Lo testimonia il cosiddetto rapporto prezzo/sentiment che si mantiene ancora su livelli elevati.

Oltre agli amanti più convinti del Bitcoin, anche le grandi banche mondiali, in passato molto scettiche, si stanno ravvedendo sulla valuta digitale più famosa ed utilizzata. JP Morgan Chase è una di queste. La banca statunitense ha recentemente fatto sapere che il BTC è diventato un asset molto appetibile sul mercato e che per soddisfare la domanda degli investitori il suo valore potrebbe crescere di 10 volte.

Anche BlackRock ha ammesso che il Bitcoin è ormai divenuto un asset molto desiderato e riconosciuto nel sistema finanziario globale, tant’è che sempre più investitori istituzionali non se lo fanno mancare nel proprio portafoglio.

Attualmente il metodo migliore per fare profitti con Bitcoin, più in generale con tutte le criptovalute, consiste nello sfruttare le oscillazioni di prezzo. Ad esempio piattaforme regolamentate come Investous (qui trovi il sito ufficiale) offrono la possibilità di negoziare sull’andamento del prezzo delle principali criptovalute in maniera semplice e veloce

Non a caso molti investitori stanno sfruttando il servizio gratuito di segnali di questa piattaforma (trovi i dettagli qui) per ricevere spunti e consigli sul momento migliore in cui fare i profitti traendo vantaggio dal movimento del prezzo di Bitcoin.

Andamento cross bitcoin-dollaro sul breve-medio periodo

Come in evidenza sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, il cambio BTC-USD ha trovato supporto nel primo sostegno multiday rappresentato dalla media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico) che al momento transita in area 16.690.

Dopo essere crollate in area 16.500 le quotazioni sono rimbalzate fino a quasi 17.500, facendo intendere che la coppia potrebbe aver trovato un sostegno da cui provare a ripartire.

Fondamentale nel brevissimo sarà comunque la tenuta di area 16.500-16.000, sotto la quale il rapporto di cambio tra il Bitcoin ed il biglietto verde potrebbe nuovamente scivolare in area 15.000. Sul livello appena indicato, non a caso, si colloca la media mobile a 50 periodi (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico), supporto che regge il quadro tecnico di breve periodo.

La pressione ribassista potrebbe allentarsi in caso di ritorno sopra la media mobile a 10 periodi (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), che passa in area 17.775. Sopra EMA 10, atteso un possibile allungo in area 18.500-18.800, in prima battuta, e successivamente un possibile test di area 19.500.

Andamento cambio ETH-USD sul breve-medio periodo

Anche per la coppia Ethereum-Dollaro, dopo il forte rally che ha portato le quotazioni sopra area 600, puntuali, sono arrivate le prese di beneficio. Mentre scriviamo il cambio ETH-USD scambia in area 500, quindi quasi il 20% sotto i massimi toccati a quota 616.

Modello di trading cambio BTC-USD – valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista si attiva in caso di allungo oltre quota 17.060 in chiusura di candela oraria o daily e consiglia di prendere profitto in area 17.366 e 17.790; stop loss in caso di ritorno sotto quota 16.613 in close orario o giornaliero.

Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori estensioni oltre quota 17.790 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 18.077 e successivamente a quota 18.551; stop loss in caso di close orario minore di quota 17.366

Suggeriti ulteriori Long in caso di nuovi acquisti oltre quota 18.551 in close orario o daily, per tentare di prendere profitto in area 18.851 e 19.344 estesa a quota 19.851; stop loss in caso di ritorno sotto quota 18.077 in chiusura giornaliera

Comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 14.520, per approfittare di eventuali rimbalzi a quota 14.910 ed a quota 15.313, con possibili estensioni verso area 15.563; stop loss con discesa sotto area 14.140 in close daily.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con discesa sotto quota 16.613 in chiusura oraria o daily, e pronostica i primi due obiettivi in area 16.344 e 16.079; stop loss in caso di recupero oltre quota 17.060 in chiusura oraria.

Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 16.079, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 15.819 e in seconda battuta a quota 15.563; stop loss in caso di ritorno sopra quota 16.344 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali discese sotto quota 15.563 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in un primo momento a quota 15.312 e successivamente a quota 14.910, estesa a quota 14.520; stop loss in caso di recupero sopra quota 16.079 in close daily.

Short speculativi in caso di allungo in area 19.851, per sfruttare eventuali storni verso area 19.344 e 18.851, estesi a quota 18.551; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre quota 20.370 in chiusura daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *