La BCE apre a nuovi stimoli monetari e QE: la coppia EUR-GBP frena dai massimi a 5 mesi

La nuova presa di posizione della BCE in ambito di politica monetaria manda in rosso la moneta unica europea nel rapporto con le principali valute mondiali. Limitato comunque il calo della coppia eur-gbp, che dopo essersi spinta nei giorni scorsi sui massimi degli ultimi cinque mesi, toccando un top intraday a quota 0,8974, ha ritracciato sul supporto dinamico in area 0,89.Al momento della scrittura il cambio euro-sterlina evidenzia un rialzo dello 0,10%, a quota 0,892.

Ottimo momento per negoziare sull’andamento del prezzo sfruttando una piattaforma di trading come 24option (clicca qui per maggiori dettagli). Offre servizi di segnali di trading oltre ad un ebook ottimo per chi vuole imparare a muoversi sui mercati.

Il governatore dell’istituto centrale europeo, Mario Draghi, ha dichiarato difronte alla comunità finanziaria intervenuta al convegno di sintra, in portogallo, che se necessario saranno usate tutte le “armi necessarie“ per stimolare l’economia e l’inflazione nell’eurozona, aprendo le porte oltre ad un taglio dei tassi, al rispolvero del programma di quantitative easing. “Il programma di acquisto di asset ha ancora uno spazio considerevole ”, ha affermato draghi, e la conferma del deciso rallentamento evidenziato dal tasso d’inflazione nel mese di maggio sembra avvalorare tale ipotesi. L’istituto di statistica europeo ha infatti confermato che lo scorso mese, l’indice dei prezzi al consumo nell’area euro è aumentato soltanto dell’1,2% su base annua, in netta frenata dal +1,7% di aprile. Su base mensile l’inflazione, invece, è cresciuta di appena lo 0,1%.

Euro giù dopo il calo registrato dalle aspettative di crescita economica nell’eurozona, che secondo quanto evidenziato dall’indice zew, nel mese in corso, sono peggiorate a -20,2 punti, crollando rispetto ai -1,6 punti di maggio ed i +4,5 punti di aprile. L’indagine condotta dallo zentrum fur europaische wirtschaftsforschung (ZEW) ha inoltre messo in luce anche il rallentamento delle aspettative di crescita della prima economia dell’eurozona, ovvero quella tedesca, che sempre a giugno è scesa a-21,2 punti dai -2,1 punti di maggio.

In frenata anche il saldo della bilancia commerciale destagionalizzata dell’eurozona del mese di aprile, sceso a +15,3 miliardi di euro, rallentando rispetto al surplus di 18,6 miliardi di euro di marzo, rivisto al rialzo dall’avanzo di 17,9 miliardi di euro della stima preliminare. Lettura inferiore anche ai pronostici degli analisti, che invece avevano indicato un surplus di 17 miliardi di euro.

Andamento cross EUR-GBP sul breve-medio periodo

A livello tecnico, dopo la zampata sui massimi dalla metà dello scorso gennaio, non molto lontani da area 0,90, delle prese di beneficio sono del tutto lecite. Come in evidenza sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, le quotazioni stanno testando il primo supporto di brevissimo rappresentato dalla media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico), che transita in area 0,8896. L’eventuale perdita di ema 10 potrebbe causare un ulteriore calo sul primo sostegno giornaliero, che passa sulla media mobile a 25 giorni (la linea di colore rosso sul grafico), in area 0,884.

L’impostazione tecnica di breve-medio periodo si manterrà tuttavia rialzista, finché le quotazioni stazioneranno al di sopra della media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico), che passa in area 0,877. Al rialzo, invece, l’eventuale break-out dei recenti massimi a quota 0,874 potrebbe favorire un ulteriore allungo oltre area 0,90, con primo target in area 0,905 ed obiettivo più importante in area 0,915-0,92.

Modello di trading sul cambio Euro-Sterlina valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista prende forma in caso di ritorno sopra quota 0,893 in close orario e fissa i primi due obiettivi in area 0,8951 e 0,8985; stop loss in caso di ritorno sotto quota 0,8895 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni long in caso di allungo oltre quota 0,8985 in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 0,9006 e successivamente a quota 0,904; stop loss in caso di ritorno sotto quota 0,893 in close orario.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di quota 0,904 per approfittare di possibili allunghi in area 0,906 e 0,9096, estesi a quota 0,9152; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 0,8974 in chiusura oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 0,8677 per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 0,8731 ed in un secondo momento a quota 0,8765, esteso a quota 0,8819; stop loss in caso di discesa sotto quota 0,8625 in close orario o giornaliero.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con chiusura oraria minore di quota 0,8895 e prevede i primi due target price in area 0,8874 e 0,884; stop loss in caso di close orario sopra quota 0,893. Mantenere o aumentare l’esposizione ribassista in caso di close orario sotto quota 0,884 per cercare di prendere profitto in primo luogo a quota 0,8819 e successivamente a quota 0,8785; stop loss in caso di recupero sopra quota 0,8895 in chiusura oraria.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di rottura oraria di quota 0,8785, per cercare di ricoprirsi in area 0,8765 e 0,8731, estesa a quota 0,8677; stop loss in caso di ritorno sopra quota 0,884 in close orario. Short speculativi in caso di approdo in area 0,9152, per approfittare di eventuali storni in prima battuta a quota 0,9096 e successivamente a quota 0,906, estesi a quota 0,904; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 0,921 in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *