Accordo Rete Unica Vicino e Trimestrale Migliore delle Attese Infiammano il Titolo Telecom Italia

Le azioni Telecom Italia continuano a premere sull’acceleratore arrivando a guadagnare il 18% in appena tre sedute. Il titolo ha riguadagnato gran parte del terreno perso dopo aver ceduto il 20% dai massimi di periodo toccati a metà Luglio, sopra area 0,40 euro.

La seduta di Mercoledì 5 Agosto è terminata a 0,3856 euro, con un rialzo che ha sfiorato il +4%, dopo aver toccato un top intraday a 0,393 euro.

L’ondata di acquisti è stata sostenuta dall’accelerazione sul processo di rete unica e dalla diffusione dei conti trimestrali.

L’amministratore delegato del gruppo, Luigi Gubitosi, ha dichiarato che Tim mira a mantenere il 51% della futura entità, auspicando che la rete unica sia aperta a tutti gli operatori che intendono prestare la loro collaborazione.

Il consiglio di amministrazione di TIM ha inoltre apprezzato l’offerta ricevuta da KKR Infrastructure per la separazione della rete secondaria. KKR è disposto a mettere sul piatto 1,8 miliardi di euro per l’acquisto 37,5% di FiberCop sulla base di un enterprise value di circa 7,7 miliardi di euro (equity value 4,7 miliardi di euro).

Il colosso telefonico italiano ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un utile netto reported pari a 118 milioni di euro. Il risultato netto dei primi sei mesi dell’anno, invece, è stato pari a 678 milioni di euro, in crescita del 23% rispetto al primo semestre 2019.

Il fatturato totale si è invece assestato a 3,8 miliardi di euro, in flessione del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il calo dei ricavi è stato principalmente causato dalla riduzione degli afflussi nelle attività commerciali durante il lockdown, nonché dai minor traffico roaming determinato dai minori afflussi di turisti stranieri in Italia.

L’Ebitda è stato pari a 3,5 miliardi di euro, in flessione del 6,9% su base annua, ma con un margine in aumento dell’1,8%, salito al 46,1%.

Ottime notizie per quanto riguarda l’indebitamento, ridotto di quasi 1,7 miliardi di euro nei primi sei mesi dell’anno ed assestatosi a 25,971 miliardi di euro.

Molti analisti stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per approfittare di questa situazione . Ad esempio si può utilizzare ForexTB (trovi qui il sito ufficiale) per negoziare grazie agli utili segnali di trading. Per ricevere i segnali gratis clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento Azioni Telecom Italia sul Breve-Medio Periodo


In appena tre sedute il titolo Telecom Italia è passato dall’inferno al paradiso. Le quotazioni delle azioni del gigante della telefonia si sono infatti riportate al di sopra delle medie mobili di riferimento a 10-25 e 50 periodi.

Sia nel brevissimo che nel breve-medio periodo, il quadro tecnico sul titolo è ritornato ad essere positivo, anche se non si escludono nuovi scossoni verso il basso per testare la bontà del recupero.

Il primo supporto di brevissimo transita sulla media mobile a 10 giorni (la prima linea di colore azzurro sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), che passa in area 0,36622 euro.

A poco distanza dal sostegno appena indicato transitano anche le medie mobili maggiori a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea rossa e la linea verde sul grafico), ovvero in area 0,366-0,3655 euro.

L’eventuale ritorno, in chiusura daily o peggio ancora settimanale, al di sotto delle EMA maggiori potrebbe nuovamente compromettere al ribasso la struttura tecnica del titolo, causando una possibile ricaduta in area 0,35 euro.

Oltre area 0,39 euro, in chiusura giornaliera, invece, le quotazioni potrebbero nuovamente riprendere la strada verso area 0,40 euro che, se superata con decisione, potrebbe favorire un ulteriore allungo in area 0,42 euro, in prima battuta, e successivamente verso area 0,44-0,45 euro.

Pattern di Trading sul Titolo Telecom Italia (TIT.MI) – Valido da 1 a 5 Giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di recupero oltre 0,39€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 0,3939 e 0,3963 euro; stop loss in caso di discesa sotto 0,3836€ in close oraria.

Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 0,3963€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 0,4002 e successivamente 0,4043€; stop loss in caso di ritorno sotto 0,39€ in close oraria o giornaliera.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close oraria o daily maggiore di 0,4043€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 0,41 e 0,4141 euro, estesi a 0,4182€; stop loss in caso di ritorno sotto 0,3963€ in close oraria o giornaliera.

Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 0,358€, in ottica di rimbalzo, in primo luogo a 0,361€ ed in seconda battuta a 0,3675€, esteso a 0,3713€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 0,354€ in chiusura daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 0,3836€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 0,3773 e 0,3736 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 0,39€ in chiusura oraria.

Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 0,3736€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 0,3713€ e successivamente a 0,3675€; stop loss in caso di ritorno sopra 0,3836€ in close oraria.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 0,3675€ in close oraria o giornaliera, con l’intento di ricoprirsi in area 0,364 e 0,361 euro, estesa a 0,358 euro; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 0,3736€ in close oraria o daily.

Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 0,4182€, per sfruttare eventuali correzioni prima a 0,4141€ e successivamente a 041€, estese a 0,4043€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 0,421€ in chiusura giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *