L’Indice Ftse Mib si riaffaccia oltre i 20.000 punti guidato dal faro di Wall Street

L’indice Ftse Mib inizia l’ottava con il piede sull’acceleratore, accodandosi al rialzo dei listini azionari statunitensi, che hanno visto il Nasdaq aggiornare un nuovo record storico.

Il paniere che raccoglie le 40 Blue Chips italiane ha terminato la seduta di Lunedì 13 Luglio con un progresso dell’1,19%, chiudendo la sessione a 20.003 punti, dopo aver toccato un massimo intraday poco sopra i 20.090 punti. Netta la reazione dal minimo a 19.395 punti su cui l’indice Ftse Mib era sceso nella mattinata dello scorso Venerdì. In circa una seduta e mezza sono stati infatti recuperati ben 700 punti di indice.

Il sentiment sui mercati internazionali è ritornato ad essere positivo, e di riflesso anche per il Ftse Mib, dopo che alcune case farmaceutiche statunitensi hanno reso noto dei progressi sulla creazione di un vaccino anti-Covid. La speranza che una cura contro il coronavirus possa arrivare già all’inizio del 2021 ha fatto passare in secondo piano l’aumento esponenziale dei contagi negli USA ed in America Latina.

La riscossa dell’indice Ftse Mib è stata guidata un po’da tutti i settori. Tra le azioni del compongono il principale listino di Piazza Affari si è messo in evidenza Leonardo, con un balzo del 7%, un titolo ritardatario, rispetto a quelli che fanno parte del settore industriale, tra cui è svettato anche FCA, con un rialzo del 2,52%.

Molto bene anche Telecom Italia, in crescita di quasi il 6%, sulle voci del pressing del governo italiano su Enel, tramite la controllata Open Fiber, per la creazione di una rete unica con TIM.

Denaro anche su ENI, in rialzo di quasi il 2%, nonostante l’andamento piatto del prezzo del petrolio. Maglia nera per Atlantia, giù di oltre il 15%, dopo che il governo Conte, deluso della proposte del gruppo guidato dalla famiglia Benetton, ha minacciato la revoca delle concessioni autostradali.

Il mercato da domani in poi sarà con le orecchie tese verso oltreoceano, dove prenderà il via la stagione delle trimestrali, con i risultati dei colossi bancari statunitensi. Venerdì inizierà il Consiglio UE dove discuterà dei cosiddetti Recovery Fund e del bilancio dell’Unione. Si spera che nel corso del meeting le distanze dei Paesi del Nord e quelli che si affacciano sul Mediterraneo si riducano, per lavorare ad una bozza di accordo prima della pausa estiva.

Quale momento migliore per investire su questo indice? Molti trader stranno sfruttando le piattaforme CFD per negoziare sul prezzo. L’aspetto che ci preme sottolineare è dato dal fatto che bisogna usare solo e SOLTANTO piattaforme regolate. Un esempio può essere Forex TB che è uno dei siti più usati in Italia. Per visitare il sito ufficiale clicca qui.

Andamento Future Indice Ftse Mib sul Breve-Medio Periodo


Il derivato dell’indice Ftse Mib, come risulta ben evidente sul grafico giornaliero in alto, ha trovato nella media mobile a 25 giorni (la linea rossa sul grafico) un forte supporto da cui reagire.

Successivamente le quotazioni del FIB hanno riguadagnato anche il sostegno di brevissimo rappresentato dalla media mobile a 10 giorni (la linea azzurra sul grafico), ma hanno trovato un forte ostacoli sulla resistenza dinamica che passa in area 20.100 punti, toccando un top intraday a 20.110 punti.

L’eventuale break-out dell’ostacolo appena segnalato in area 20.100-20.150 punti potrebbe favorire un primo allungo in area 20.350-20.400 punti, sui massimi di Giugno, oltre i quali le quotazioni potrebbero volare in area 21.000-21.500 punti.

Il primo sostegno di brevissimo, passa invece in area 19.700 punti, mentre sul breve-medio periodo l’impostazione tecnica rimarrà rialzista finché il FIB si manterrà al di sopra della media mobile a 50 giorni (la linea verde sul grafico), che al momento transita in area 19.050 punti.

Pattern di Trading Future Indice Ftse Mib – FIB – Valido da 1 a 5 Giorni

Il pattern di trading rialzista prende forma con close oraria maggiore di 19.970 punti e pronostica i primi due target price in area 20.090 e 20.170 punti; stop loss in caso di discesa sotto 19.830 punti in close orario.

Mantenere o incrementare le operazioni al rialzo in caso di allungo oltre 20.170 punti in chiusura oraria o giornaliera, per sfruttare eventuali estensioni al rialzo prima a 20.290 punti e successivamente a 20.370 punti; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto 19.940 punti in chiusura di oraria o di giornata.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di 20.370 punti, per cercare di prendere profitto in area 20.550 e 20.715 punti, estesa a 20.845 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 20.110 punti in chiusura di candela oraria.

Long sulla debolezza in caso di affondo in area 18.920 punti, per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a 19.140 punti e successivamente a 19.320 punti, estesi a 19.435 punti; stop loss in caso di ulteriori avvitamenti sotto la soglia dei 18.700 punti in chiusura daily.

Il pattern ribassista, invece, si attiva con chiusura oraria sotto 19.830 punti, e fissa i primi due obiettivi in area 19.710 e 19.635 punti; stop loss in caso di chiusura oraria oltre 19.970 punti.

Mantenere o incrementare le operazioni Short in caso di discesa sotto 19.635 punti in chiusura di candela oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in prima battuta a 19.510 punti e successivamente a 19.435 punti; stoppare le operazioni in caso di recupero di quota 19.830 punti in chiusura oraria o daily.

Lecito attivare nuove posizioni corte con chiusura oraria minore di 19.435 punti, per sfruttare eventuali flessioni in area 19.320 e 19.140 punti, estesi a 18.920 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 19.635 punti in chiusura oraria.

Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 20.845 punti, in ottica di veloci pull-back di prezzo prima a 20.715 punti e successivamente a 20.550 punti, estesi a 20.370 punti; stop loss in caso di allungo oltre 21.050 punti in chiusura di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *