Bitcon recupera terreno sul dollaro a contatto con resistenze in area 6.000

Il cross BTC-USD dopo aver trovato un pavimento sul minimo in area 4.000 ha messo in atto un poderoso rialzo di oltre il 50%, riportandosi sopra area 6.000. A metà settimana, dopo aver segnato una sorta di doppio minimo sporco a quota 4.468 è ripartito verso l’alto, accelerando e guadagnando oltre 16 punti percentuali, scambiando a 6.230, al momento della scrittura.

Molti analisti, anche rialzisti, sostengono che il recente crollo del Bitcoin sia stato salutare per il futuro, per ricaricare e ripartire a razzo dopo gli eccessi di ipervenduto. Gli stessi sostengono che sia importante che la valuta digitale per eccellenza tocchi un bottom di minimo prima di Maggio, mese dell’ Halving, ovvero l’evento che porterà al dimezzamento della ricompensa per i miners. Scavare nuovi minimi dopo questo importantissimo avvenimento potrebbe infatti significare sfiducia nel BTC per il futuro e pertanto nuovi crolli sul breve-medio periodo.

Se l’impatto dell’Halving sia sopravvalutato o meno si saprà soltanto tra quasi due mesi, ovvero il 6 Maggio. Il recente crollo delle quotazioni del cambio BTC-USD ha causato una riduzione degli introiti generati dall’attività di mining. L’Hashrate è rimasto elevato mentre i costi del mining non sono scesi di molto, gravando sui profitti.

Grandi novità sul fronte delle transazioni sono state introdotte dall’ exchange di criptovalute Coinbase. La famosa piattaforma, lo scorso 13 Marzo ha annunciato di aver implementato una nuova funzione che consente agli utenti di pagare tariffe più economiche. Coinbase ha introdotto transazioni batched per Bitcoi che consentono agli utenti di raggruppare in un’unica transazione tutte le operazioni on-chain predisposte. La funzione consente di ridurre le tariffe spese per spostare BTC, ma anche di ridurre il carico sul network della criptovaluta.

La soluzione migliore per operare sulle criptovalute rimane quella dei CFD. Ricordiamo che le migliori piattaforme di trading consentono il trading con i CFD sul prezzo delle criptovalute. Ad esempio Investous (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori critptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin. Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Andamento cross bitcoin-dollaro sul breve-medio periodo

Attualmente il rialzo delle ultime sedute è ancora classificabile come pull-back. Come in evidenza sul grafico con time-frame giornaliero in alto, le quotazioni stanno testando la prima resistenza di brevissimo rappresentata dalla media mobile a 10 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), che passa in area 6.090.

L’eventuale chiusura daily sopra l’ostacolo appena indicato potrebbe fornire ulteriore forza al recupero. Le quotazioni potrebbero pertanto testare la resistenza daily che passa in area 7.235, livello su cui si colloca la media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico).

Per un’inversione rialzista di breve-medio periodo che scacci definitivamente la pressione ribassista, invece, la coppia dovrebbe riguadagnare area 8.000. Poco più giù della quota appena indicata passa infatti la media mobile a 50 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico). Oltre EMA50 in chiusura settimanale atteso possibile ritorno in area 10.000, con step intermedio a quota 9.000.

Il mancato superamento di EMA 10 potrebbe invece causare un nuovo affondo in area 5.000.

Per il momento è consigliato non esporsi più di tanto. Meglio aspettare tale evento oppure cercare di fare trading intraday sfruttando le forti escursioni giornaliere, che si alternano sia al ribasso che al rialzo.

Andamento cambio ETH-USD sul breve-medio periodo

Recupero di poco superiore al 50% anche per la coppia Ethereum-Dollaro. Il cambio ETH-USD dopo essere crollato sui minimi a 15 mesi a quota 91,52 mentre scriviamo passa di mano a in area 135, in rialzo di quasi il 17%, dopo aver sfiorato area 140.

Modello di trading cambio BTC-USD valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista si attiva in caso di allungo oltre quota 6.310 in chiusura di candela oraria o daily e consiglia di prendere profitto in area 6.412 e 6.580; stop loss in caso di ritorno sotto quota 6.090 in close orario o giornaliero. Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori estensioni oltre quota 6.580 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 6.686 e successivamente a quota 6.860; stop loss in caso di close orario minore di quota 6.310

Suggeriti ulteriori Long in caso di nuovi acquisti oltre quota 6.860 in close orario o daily, per tentare di prendere profitto in area 6.972 e 7.155, estesa a quota 7.342; stop loss in caso di ritorno sotto quota 6.412 in chiusura giornaliera

Comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 5.215, per approfittare di eventuali rimbalzi a quota 5.355 e quota 5.590, con possibili estensioni verso quota 5.740; stop loss con discesa sotto area 4.285 in close daily.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con discesa sotto quota 6.090 in chiusura oraria o daily, e pronostica i primi due obiettivi in area 5.991 e 5.835; stop loss in caso di recupero oltre quota 6.310 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 5.835, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 5.740 e in seconda battuta a quota 5.590; stop loss in caso di ritorno sopra quota 6.145 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali discese sotto quota 5.590 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in un primo momento a quota 5.500 e successivamente a quota 5.355, estesa a quota 5.215; stop loss in caso di recupero sopra quota 5.835 in close daily.

Short speculativi in caso di allungo in area 7.342, per sfruttare eventuali storni a quota 7.155 e quota 6.972, estesi a quota 6.580; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre quota 7.535 in chiusura daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *