Cross EUR-USD tiepido nonostante impennata indice Zew tedesco ed Eurozona

Il rapporto di cambio tra la moneta unica europea ed il biglietto verde viaggia ancora sotto area 1,11, scambiando a quota 1,1085 (+0,03%), al momento della scrittura . La coppia di valute è rimasta tiepida, nonostante l’ottima lettura dell’indice Zew di Gennaio, relativo a Germania ed Eurozona.

Il suddetto indicatore, elaborato dallo Zentrum für Europäische Wirtschaftsforschung, ha infatti rivelato che le aspettative sulla prima economia dell’area Euro, nel mese in corso, sono aumentate a 26,7 punti, migliorando nettamente rispetto ai 10,7 punti di Dicembre. Quella appena evidenziata è stata la più forte lettura da Luglio 2015. La suddetta stima viene elaborata dallo ZEW con cadenza mensile, raccogliendo l’opinione di 350 esperti, che rilasciano le loro aspettative sull’economia per i sei mesi successivi al periodo in cui vengono intervistati.

Un punteggio di indice Zew sopra lo zero è sinonimo di ottimismo sul futuro dell’economia, mentre un risultato con segno negativo è indice di pessimismo tra gli esperti. Migliore delle attese anche l’indicatore relativo alle condizioni attuali dell’economia tedesca, passato dai -19,9 punti di Dicembre ai -9,5 punti del mese corrente.

In netto miglioramento anche la stima dell’indice Zew relativo all’Eurozona, che sempre a Gennaio è balzato a 25,6 punti, indecisa ascesa dagli 11,2 punti della lettura di Dicembre. Esperti ed analisti ritengono che la netta accelerazione del suddetto indicatore, sia per quanto riguarda l’economia tedesca che per quella dell’intera Area Euro, è stata favorita dalla recente pace sul commercio raggiunta la scorsa settimana tra Stati Uniti e Cina.

Tuttavia, a tal proposito, non è ancora giunta l’ora di abbassare la guardia sulla disputa tra Washington e Pechino. Sono le parole del segretario del tesoro statunitense, Steven Mnuchin, a confermarlo. Mnuchin ha infatti dichiarato che l’eventuale sigla dell’accordo di fase due con la Cina non necessariamente rimuoverebbe tutti i dazi esistenti.

Un invito a mettere al primo posto il benessere dei propri cittadini è arrivato dal Presidente Trump, direttamente dal World Economic Forum. Sponsorizzando il proprio motto “America First“ ha suggerito a tutti gli altri paesi a fare lo stesso. Peccato che Mnuchin allo stesso tempo ha minacciato Gran Bretagna ed Italia sulla digital tax. Il segretario del tesoro ha fatto sapere attraverso un’intervista rilasciata al Wall Street Journal che fferma che i due paesi dovranno fare i conti con dazi da parte degli Stati Uniti se andranno avanti con la tassa digitale su società come Alphabet e Facebook .

Molti analisti stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per approfittare di questa situazione . Ad esempio si può utilizzare Investous (trovi qui il sito ufficiale) per negoziare grazie agli utili segnali di trading. Per ricevere i segnali gratis clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento cross EUR-USD sul breve-medio periodo


Come abbastanza evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, il tentativo di rimbalzo della coppia Euro-Dollaro si è arenato contro la resistenza che passa a cavallo tra le tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore azzurro, la linea rossa e la linea verde sul grafico). Le tre EMA risultano quasi sovrapposte e si collocano in uno stretto trading range compreso tre 1,11078 e 1,1179.

Il mancato recupero oltre il livello appena indicato potrebbe causare ulteriori affondi con primo target in area 1,10-1,095 ed obiettivo successivo in area 1,09-1,085. L’eventuale break-out della suddetta area di resistenza, se confermata anche nelle sedute successive, invece, potrebbe favorire un primo allungo in area 1,12 ed una successiva estensione al rialzo verso area 1,13-1,135.

Modello di trading sul cambio euro-dollaro valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista prende forma in caso di ritorno sopra quota 1,1116 in close orario e fissa i primi due obiettivi in area 1,1142 e 1,1185; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1073 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni Long in caso di allungo oltre quota 1,1185 in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 1,1211 e successivamente a quota 1,1254; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1116 in close orario.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1,1254 per approfittare di possibili allunghi in area 1,128 e 1,1323, estesa a quota 1,135; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1,1185 in chiusura oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 1,0844 per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 1,0911 e in un secondo momento a quota 1,0937, estesi a quota 1,0979; stop loss in caso di discesa sotto quota 1,08 in close orario o giornaliero.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con chiusura oraria minore di quota 1,1073 e prevede i primi due target price in area 1,1047 e 1,1005; stop loss in caso di close orario sopra quota 1,1116. Mantenere o aumentare l’esposizione ribassista in caso di close orario sotto quota 1,1005 per cercare di prendere profitto in primo luogo a quota 1,0979 e successivamente a quota 1,0937; stop loss in caso di recupero sopra quota 1,1073 in chiusura oraria.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di rottura oraria del supporto a quota 1,0937, per cercare di ricoprirsi in area 1,0911 e 1,087, estese a quota 1,0844; stop loss in caso di ritorno sopra quota 1,1005 in close orario. Short speculativi in caso di balzo in area 1,135 per approfittare di eventuali storni in prima battuta a quota 1,1323 e successivamente a quota 1,128, estesi a quota 1,1211; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 1,142 in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *