Ue approva slittamento Brexit al 31 gennaio 2020: respira il cambio euro-dollaro


Con una riunione lampo, durata soli 30 minuti, a cui hanno partecipato 27 rappresentanti dei Paesi che rimarranno nell’Unione Europea, Bruxelles ha accettato la richiesta di proroga della Brexit fino al 31 Gennaio 2020. Adesso, per l’ennesima volta, toccherà al parlamento britannico votare l’accordo sottoscritto tra le due parti. Quello approvato oggi è stato il terzo rinvio della data di uscita, che sarà flessibile, ovvero la Brexit potrà scattare anche prima della fine di Gennaio del prossimo anno se il governo UK ratificherà il decreto sul divorzio.

Intascato il rinvio, il Premier Boris Johnson potrebbe aumentare le pressioni sui parlamentari per indire nuove elezioni, per chiarire una volta per tutte se uscire dall’Unione Europea con o senza accordo. Grazie al tempo guadagnato, c’è chi addirittura ipotizza un nuovo referendum con cui chiedere nuovamente ai cittadini britannici se stare dentro o fuori l’UE.

Euro in rimonta sul dollaro, con il biglietto verde indebolito dalle crescenti aspettative di un accordo tra USA e Cina per cercare di abbattere i reciproci dazi. Il Capo della Casa Bianca ha dichiarato che presto si aspetta di firmare una parte significativa di un accordo con il governo cinese, pur non fornendo delle precise tempistiche.

Prima seduta della settimana povera dal punto di vista macro, con nessun dato rilevante in arrivo dall’Eurozona; mentre negli USA, l’indice manifatturiero elaborato dalla Federal Reserve di Dallas, nel mese in corso si è assestato a -5,1 punti. Per questo importante indicatore, quella appena evidenziata è stata una netta inversione rispetto ai +1,5 punti della precedente stima mensile, Nettamente delusi anche i pronostici degli analisti, che invece avevano indicato un minor rallentamento, ad 1 punto, pertanto ancora in territorio positivo.

Molti analisti stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per approfittare di questa situazione . Ad esempio si può utilizzare 24option (trovi qui il sito ufficiale) per negoziare grazie agli utili segnali di trading. Per ricevere i segnali gratis clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento cambio euro-dollaro sul breve-medio periodo


Mentre scriviamo la coppia EUR-USD ha riconquistato area 1,11, evidenziando un rialzo di poco superiore allo 0,22%. Da due sedute le quotazioni oscillano a ridosso del supporto di brevissimo rappresentato dalla media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico con time-frame giornaliero, in alto). L’eventuale perdita di EMA 10, che passa in area 1,107 potrebbe causare una rapida flessione sul primo supporto daily rappresentato dalla media mobile a 25 giorni (la linea di colore rosso sul grafico), che transita in area 1,10545. Impostazione tecnica di breve-medio periodo che continuerà comunque a mantenersi rialzista finché le quotazioni stazioneranno al di sopra delle media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico), che si colloca in area 1,102.

L’eventuale perdita di EMA 50, in chiusura giornaliera o peggio ancora settimanale, potrebbe causare il ritorno in ara 1,095-1,09, in prima battuta ed un successivo scivolone in area 1,08. Il break-out di area 1,11, confermato nelle sedute successive, potrebbe invece favorire un primo allungo in area 1,12-1,125 e, nella migliore delle ipotesi, fornire benzina per una seconda estensione al rialzo con target finale in area 1,135-1,14.

Modello di trading sul cambio euro-dollaro valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading rialzista prende forma nel caso in cui si assista ad una chiusura oraria maggiore di quota 1,1105 e pronostica i primi due target price in area 1,1131 e 1,1173 ; stop loss in caso di discesa sotto quota 1,1062 in close orario. Mantenere o incrementare le operazioni al rialzo in caso di allungo oltre quota 1,1173 in chiusura oraria o giornaliera, per sfruttare eventuali estensioni al rialzo prima a quota 1,1199 e successivamente a quota 1,1242; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1,1105 in chiusura di oraria o di giornata.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1,1242, per cercare di prendere profitto in area 1,1268 e 1,1311, estesa a quota 1,1381; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1173 in chiusura di candela oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 1,0817, per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a 1,09 ed in seconda battuta a quota 1,0926, estesi a quota 1,0967; stop loss in caso di ulteriori avvitamenti sotto quota 1,0775 in chiusura daily.

Il pattern di trading ribassista, invece, si attiva in caso di discesa sotto quota 1,1062 in close orario e fissa i primi due obiettivi in area 1,1035 e 1,0993; stop loss in caso di chiusura oraria oltre quota 1,1105. Mantenere o incrementare le operazioni Short in caso di discesa sotto quota 1,0993 in chiusura di candela oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in prima battuta a quota 1,0967 ed in un secondo momento a quota 1,0926; stoppare le operazioni in caso di recupero di quota 1,1062 in chiusura oraria o daily.

Lecito attivare nuove posizioni corte in caso di close orario minore di quota 1,0926, per sfruttare eventuali flessioni in area 1,09 e 1,0858, estese a quota 1,0817; stop loss in caso di ritorno sopra quota 1,0993 in chiusura oraria. Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 1,1381, in ottica di veloci pull-back di prezzo in prima battuta a quota 1,1311 e successivamente a quota 1,1268, estesi a 1,1242; stop loss in caso di allungo oltre 1,143 in chiusura di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *