Ftse Mib consolida sopra area 22.000 punti

L’indice Ftse Mib continua a stazionare intorno ai massimi plurimensili toccati la scorsa ottava a quota 22.663 punti, nonostante qualche piccola presa di beneficio, del tutto lecita dopo la corsa di oltre 10 punti percentuali messa a segno dai minimi di metà Agosto, poco sotto area 20.000 punti.

Al momento della scrittura il principale listino azionario della borsa milanese quota 21.375 punti, in calo di mezzo punto percentuale.

Mercato con i fari puntati sulla Brexit e sui negoziati sul commercio tra Stati Uniti e Cina. Dopo la bocciatura della bozza degli accordi promossi da Premier britannico Boris Johnson da parte del parlamento UK, il governo del Regno Unito potrebbe essere costretto ad appellarsi all’articolo 50 della costituzione UE per chiedere un prolungamento della data di uscita oltre il prossimo 31 Ottobre.

Passi avanti si sono invece registrati tra le due maggiori superpotenze commerciali al mondo ela firma di un accordo sul reciproci dazi potrebbe arrivare a metà Novembre.

Indice Ftse Mib, penalizzato, invece, dalla lettera che Bruxelles ha inviato all’Italia per avere chiarimenti sulla manovra economica varata dal governo Conte-Bis. La bozza inviata alla Commissione Europea la scorsa settimana potrebbe non essere conforme alle normative comunitarie. Nella lettere recapitata oggi a Roma, firmata dai commissari Valdis Dombrovskis e Pierre Moscovici, si legge che la manovra 2020 tricolore non rispetta le raccomandazioni relative ai tagli di spesa.

Stabile tuttavia lo Spread tra BTP e BUND, che scambia in area 130 punti base; mentre il tasso di riferimento del BTP decennale si è assestato intorno allo 0,90%.

Tra i titoli in evidenza si segnala Pirelli & C. in rosso del 2%, in area 5,40 euro, sulla scia del profit warning sui conti lanciato dal competitor francese Nokian. Molto male Amplifon, che cede 4 punti percentuali, scendendo in area 20,40 euro. In calo tra l’1 e l’1,5% i titoli del comparto bancario, che hanno corso più di tutti nelle ultime due settimanale. Mentre in controtendenza si mette in luce Unipol con un rialzo dell’1%.

Quale momento migliore per investire su questo indice? Molti trader stranno sfruttando le piattaforme CFD per negoziare sul prezzo. L’aspetto che ci preme sottolineare è dato dal fatto che bisogna usare solo e SOLTANTO piattaforme regolate. Un esempio può essere 24option che è uno dei siti più usati in Italia. Per visitare il sito ufficiale clicca qui.

Andamento future indice Ftse mib sul breve-medio periodo


In calo anche il derivato dell’indice Ftse Mib, che mentre scriviamo sta ripiegando dello 0,54% a 22.330 punti. Le quotazioni, guardando il grafico con time-frame giornaliero, in alto, potrebbero ritracciare ulteriormente per testare il primo supporto di brevissimo rappresentato dalla media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico), che passa in area 22.205 punti.

Primo sostegno giornaliero che invece si colloca sulla media mobile a 25 giorni (la linea di colore rosso sul grafico), che passa in area 21.975 punti.

Il principale sostegno multiday, tuttavia, cade in area 21.755 punti, livello su cui si adagia la media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico). Persa EMA 50, in chiusura giornaliera o peggio ancora settimanale, le quotazioni potrebbero flettere ulteriormente verso area 21.000-20.800 punti.

Al rialzo, invece, l’eventuale break-out di area 22.700 punti in chisura daily, confermato in chiusura settimanale, potrebbe fornire ulteriore spinta con primo target in area 23.150-23.200 punti ed obiettivo successivo verso area 23.500 punti.

Pattern di trading future indice Ftse mib (FIB) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern rialzista prende forma nel caso in cui si assista ad una chiusura oraria maggiore di 22.370 punti e pronostica i primi due target price in area 22.510 e 22.565 punti; stop loss in caso di discesa sotto 22.330 punti in close orario. Mantenere o incrementare le operazioni al rialzo in caso di allungo oltre 22.565 punti in chiusura oraria o giornaliera, per sfruttare eventuali estensioni al rialzo prima a 22.645 punti e successivamente a 22.830 punti; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto 22.330 punti in chiusura di oraria o di giornata.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di 22.830 punti, per cercare di prendere profitto in area 22.920 e 23.060 punti, estesa a 23.180 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 22.565 punti in chiusura di candela oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 21.250 punti, per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a 21.585 e 21.720 punti, estesi a 21.885 punti; stop loss in caso di ulteriori avvitamenti sotto la soglia dei 20.950 punti in chiusura daily.

Il pattern ribassista, invece, si attiva in caso di discesa sotto 22.330 punti in close orario e fissa i primi due obiettivi in area 22.245 e 22.120 punti; stop loss in caso di chiusura oraria oltre 22.370 punti. Mantenere o incrementare le operazioni Short in caso di discesa sotto 22.120 punti in chiusura di candela oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in prima battuta a 21.975 punti ed in un secondo momento a 21.885 punti; stoppare le operazioni in caso di recupero di quota 22.330 punti in chiusura oraria o daily.

Lecito attivare nuove posizioni corte in caso di close orario minore di 21.885 punti, per sfruttare eventuali flessioni in area 21.720 e 21.585 punti, estesi a 21.250 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 22.120 punti in chiusura oraria. Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 23.180 punti, in ottica di veloci pull-back di prezzo a 23.060 e 22.920 punti, estesi a 22.700 punti; stop loss in caso di allungo oltre 23.410 punti in chiusura di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *