Il premier britannico continua a spingere per una Brexit no-deal indebolendo la Sterlina


Il cross GBP-JPY continua ad arrancare per la quinta seduta consecutiva, scendendo momentaneamente sotto il supporto dinamico individuato in area 133.Mentre scriviamo, infatti, la coppia viene scambiata in area 132,60, in calo di circa lo 0,35%.Si arresta pertanto la corsa, che poco più avanti della metà del mese in corso aveva riportato il rapporto di cambio tra la valuta britannica e la divisa nipponica su livelli che non si vedevano dalla metà dello scorso Luglio.

Sterlina giù nella mattinata di oggi 26 Settembre, dopo che il premier britannico, Boris Johnson, ha ribadito che non cercherà di estendere l’Articolo 50 per rimandare la data della Brexit in calendario per il prossimo 31 Ottobre. Il capo del governo britannico continua ad insistere per un’uscita della Gran Bretagna dalla UE senza un accordo. Nei giorni scorsi, la Corte Suprema del Regno Unito aveva dichiarato illegale la sospensione del Parlamento UK voluta da Johnson.

Questa mattina il braccio destro del leader dei conservatori, Jacob Rees-Mogg, ha anticipato la presentazione di una nuova chiusura del Parlamento per la prossima settimana, gettando ulteriore benzina sul fuoco.

In Giappone, ad una settimana dal meeting della BoJ, in cui l’istituto centrale nipponico si è detto pronto a mettere in atto nuovi stimoli monetari per sostenere crescita ed inflazione, non ci sono stati dati macro rilevanti. La Japan Machine Tool Builders’ Association (Jmtba), l’associazione dei produttori di macchine per le costruzioni, ha reso noto che gli ordinativi di macchine utensili in Giappone, nel mese di Agosto, hanno fatto registrare una contrazione del 37% su base annua.Quella diffusa dalla Jmtba è stata la stima finale del mese precedente che ha confermato la flessione del 37,1% evidenziata dalla stima flash.

Molti analisti stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per approfittare di questa situazione . Ad esempio si può utilizzare 24option (trovi qui il sito ufficiale) per negoziare grazie agli utili segnali di trading. Per ricevere i segnali gratis clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento cross GBP-JPY sul breve-medio periodo


Come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, in questo momento, la coppia Sterlina-Yen sta testando i supporti di breve periodo rappresentati dalle medie mobili di riferimento a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea mediana e la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico).

Le due EMA si sono quasi sovrapposte, collocandosi in area 132,70-132,65.L’eventuale incrocio dall’alto verso il basso dell’EMA 25 sull’EMA 50 potrebbe essere un valido segnale di vendita, che se confermato potrebbe attivare un ulteriore impulso ribassista con target in area 130,50-130 ed obiettivo successivo in area 128 sulla base della gamba rialzista che ha generato i massimi di periodo indicati in precedenza. Lo scenario ribassista appena evidenziato potrebbe venir meno in caso di tenuta dei sostegni che cadono sulle medie mobili a 25 e 50 periodi, accompagnati da un eventuale recupero oltre la media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico), che transita in area 133,50.

Il break-out di EMA 10, se confermato in chiusura giornaliera o meglio ancora settimanale, potrebbe a sua volta favorire un ulteriore allungo prima verso quota 135 ed in un secondo momento verso il test della forte resistenza tecnica in prossimità dei top in area 136.

Modello di trading cambio sterlina-yen valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista prende forma in caso di ritorno sopra quota 132,95 in close orario e fissa i primi due obiettivi in area 133,26 e 133,77; stop loss in caso di ritorno sotto quota 132,44 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni Long in caso di allungo oltre quota 133,77 in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 134,08 e successivamente a quota 134,60; stop loss in caso di ritorno sotto quota 132,95 in close orario.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di quota 134,60 per approfittare di possibili allunghi in area 134,90 e 135,43, estesi a quota 135,95; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 133,77 in chiusura oraria.Long sulla debolezza in caso di affondo in area 129,70 per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 130,20 ed in un secondo momento a quota 130,70, estesi a quota 131,82; stop loss in caso di discesa sotto quota 128,90 in close orario o giornaliero.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con chiusura oraria minore di quota 132,44 e prevede i primi due target price in area 132,13 e 131,82; stop loss in caso di close orario sopra quota 132,95. Mantenere o aumentare l’esposizione ribassista in caso di close orario sotto quota 131,82 per cercare di prendere profitto in primo luogo a quota 131,50 e successivamente a quota 131; stop loss in caso di recupero sopra quota 132,44 in chiusura oraria.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di rottura oraria di quota 131, per cercare di ricoprirsi in area 130,70 e 130,20, estesa a quota 129,70; stop loss in caso di ritorno sopra quota 131,82 in close orario. Short speculativi in caso di approdo in area 135,95, per approfittare di eventuali storni in prima battuta a quota 135,43 e successivamente a quota 134,90, estesi a quota 134,08; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 136,80 in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *