Azioni FCA in forte calo dopo arresto manager gruppo italo-americano per scandalo dieselgate USA


Nuova tegola negli Stati Uniti per Fiat Chrysler, dove il dirigente Emanuele Palma è stato arrestato dopo le accuse mosse dal Dipartimento di Giustizia statunitense per la violazione delle norme sulle emissioni dei veicoli diesel. Il titolo in seguito alla notizia ha chiuso la seduta di Martedì 24 Settembre in calo del 2%, a quota 11,95, arrivando a cedere un ulteriore 1,5% nelle contrattazioni Hafter Hours.

Il portavoce dell’ufficio del procuratore del distretto di Ditroit ha reso noto che il top manager italiane dovrà rispondere in tribunale per aver ordinato la manipolazione dei sistemi utilizzati dai veicoli FCA negli USA, ingannando regolatori, clientela e pubblico. Il documento d’arresto su ordine del procuratore è datato 18 Settembre.

Un portavoce della casa automobilistica italo-americana ha reso noto che il gruppo sta prendendo atto dei dettagli di quanto accaduto al dirigente Palma, al quale verrà fornita l’adeguata assistenza legale. È stata inoltre offerta piena collaborazione alle autorità d’oltreoceano.

Le cattive notizie per FCA sono giunte anche dal tribunale UE che ha condannato il gruppo automobilistico a pagare delle imposte aggiuntive in Lussemburgo, per un totale di 23,1 milioni di euro. Il procedimento tra FCA e lo stato del Lussemburgo risale a qualche anno fa e la Corte Ue ha appoggiato la decisone che era stata presa in seno alla Commissione Europea.

Molti analisti stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per approfittare di questa situazione . Ad esempio si può utilizzare 24option (trovi qui il sito ufficiale) per negoziare grazie agli utili segnali di trading. Per ricevere i segnali gratis clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento azioni FCA sul breve-medio periodo


Pessima seduta per quanto riguarda l’aspetto tecnico, con le quotazioni che come un colpo di spugna sono scivolate al di sotto delle tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni. Il prezzo del titolo, dopo aver prima perforato la media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico con time-frame) ha perso anche le due EMA maggiori, a 25 e 50 giorni ‘ rispettivamente la linea di colore rosso e la linea verde sul grafico).

La discesa odierna è stata accompagnata da un incremento del 50% del volume di scambio rispetto a quello della seduta precedente. Ciò potrebbe significare che il calo potrebbe continuare anche nelle prossime sessioni, in quanto il movimento ribassista è arrivato con convinzione.

Nel brevissimo, il prossimo target al ribasso cade in area 11,70 euro, mentre un’ulteriore proiezione potrebbe individuare un obiettivo successivo in area 11,50-11,45 euro. L’eventuale perdita dell’importante area di sostegno appena indicata, in chisura daily o peggio ancora settimanale, potrebbe causare ulteriori crolli con target in area 11 euro.

Lo scenario ribassista appena evidenziato potrebbe venir meno in caso di recupero oltre area 12,10 euro, livello su cui si colloca la media mobile a 50 giorni. Per una nuova inversione di breve-medio periodo, invece, le quotazioni dovrebbero necessariamente risalire oltre le EMA a 25 e 10 giorni, che nell’ordine, al momento della scrittura transitano in area 12,18 e 12,28 euro. L’eventuale break-out dell’area di resistenza contrassegnata dalle due medie mobili appena indicate, se confermata in chiusura settimanale, potrebbe favorire un primo allungo in area 12,60 euro ed una successiva estensione in area 12,90-13 euro.

Pattern di trading sul titolo Fca (FCA.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di recupero oltre 12,01€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 12,082 e 12,19 euro; stop loss in caso di discesa sotto 11,82€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 12,19€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 12,28 e successivamente 12,35€; stop loss in caso di ritorno sotto 11,96€ in close orario o giornaliero.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 12,35€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 12,48 e 12,60 euro, estesi a 12,73 euro; stop loss in caso di ritorno sotto 12,19€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 11,15€, in ottica di rimbalzo, in primo luogo a 11,25€ ed in seconda battuta a 11,37€, esteso a 11,45€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 11€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 11,82€ e consiglia di prendere i primi profitti a quota 11,70 e successivamente a quota 11,63 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 12,01€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 11,63€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 11,56€ e successivamente a 11,45€; stop loss in caso di ritorno sopra 11,82€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 11,45€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 11,37 e 11,25 euro, estesa a 11,15 euro; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 11,63€ in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 12,73€, per sfruttare eventuali correzioni prima a 12,60€ e successivamente a 12,48€, estese a 12,35€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 12,90€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *