Il cambio euro-dollaro resiste sopra area 1,10 in attese del meeting della BCE

Cross EUR-USD poco mosso, ma al di sopra dell’importante soglia tecnica e psicologica rappresentata da area 1,10. I trader rialzisti stanno cercando di costruire una buona base di accumulo, con la speranza di un’imminente ripartenza delle quotazioni.

L’attenzione è rivolta verso il prossimo meeting della BCE che si terrà il prossimo Giovedì. La pressione rimane alta sulla moneta unica europea, in quanto, la maggior parte degli analisti si aspetta che l’istituto centrale guidato dal governatore Mario Draghi possa tagliare i tassi d’interesse tra gli 0,20 e gli 0,25 punti base. Il mercato prezza la possibilità di un ritocco dei tassi con una probabilità del 70%.

La riunione del board operativo dell’istituto centrale con sede a Francoforte non sarà incentrata soltanto sul tema tassi, ma anche sul pacchetto di nuovi stimoli monetari sotto forma di Quantitative Easing. Un QE che in questa occasione, secondo alcuni rumors, potrebbe essere esteso anche all’acquisto di titoli azionari europei, quindi non solo ai Bond.

Dalla sponda americana, lo scorso Venerdì, il numero 1 della FED, Jerome Powell, ha dichiarato che l’istituto centrale statunitense confermerà le aspettative di un taglio dei tassi in occasione del prossimo meeting in calendario per il 18 Settembre.

Il primo risultato macro arrivato in questo squarcio di nuova ottava ha visto l’indice Sentix relativo all’Eurozona, nel mese di Settembre, risalire a -11,1 punti dai -13,7 punti di Agosto. Il suddetto indicatore, che rileva il morale degli investitori nell’area Euro, ha evidenziato un risultato migliore delle aspettative degli analisti, che invece non si spingevano avevano ipotizzato un peggioramento a -14 punti. Nonostante ciò l’indicatore esprime ancora una situazione molto debole.

Intanto, il governo tedesco per scongiurare la caduta in recessione e promuovere lo stimolo fiscale potrebbe proporre la creazione del cosiddetto “bilancio ombra“, al fine di incrementare gli investimenti pubblici.

Molti analisti stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per approfittare di questa situazione . Ad esempio si può utilizzare 24option (trovi qui il sito ufficiale) per negoziare grazie agli utili segnali di trading. Per ricevere i segnali gratis clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento cross EUR-USD sul breve-medio periodo


Al momento della scrittura la coppia Euro dollaro recupera un ulteriore 0,33%, scambiando in area 1,064. Gettando un rapido sguardo al grafico con time-frame giornaliero, in alto, ci si accorge che il rimbalzo in corso dai minimi plurimensili, toccati la scorsa settimana vicino ad area 1,09,ha trovato un forte ostacolo nella media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico), che si colloca in area 1,1077. Sul brevissimo, sarà discriminante la tenuta della media mobile a 10 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico che passa in area 1,1037), un livello che se dovesse venir meno potrebbe causare un nuovo affondo sui minimi appena indicati. Allarme rosso in caso di perdita di area 1,09 in chiusura giornaliera, in quanto le quotazioni potrebbero sprofondare in area 1,07, un’area che non è stata più toccata dal lontano Aprile 2017.

Lo scenario ribassista appena descritto potrebbe essere momentaneamente allontanato in caso di break-out della fortissima resistenza che passa sulla media mobile a 50 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico). In tal caso le quotazioni potrebbero riprendere lo slancio verso area 1,125-1,13.

Modello di trading sul cambio euro-dollaro valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista prende forma in caso di ritorno sopra quota 1,1077 in close orario e fissa i primi due obiettivi in area 1,1119 e 1,1145; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1037 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni Long in caso di allungo oltre quota 1,1145 in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 1,1188 e successivamente a quota 1,1214; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1066 in close orario.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1,1214 per approfittare di possibili allunghi in area 1,1241 e 1,1283, estesa a quota 1,1327; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1,1145 in chiusura oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 1,0792 per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 1,0833 ed in secondo momento a quota 1,0875, estesi a quota 1,0943; stop loss in caso di discesa sotto quota 1,075 in close orario o giornaliero.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con chiusura oraria minore di quota 1,1037 e prevede i primi due target price in area 1,101 e 1,0968; stop loss in caso di close orario sopra quota 1,1077. Mantenere o aumentare l’esposizione ribassista in caso di close orario sotto quota 1,0968 per cercare di prendere profitto in primo luogo a quota 1,0943 e successivamente a quota 1,0901; stop loss in caso di recupero sopra quota 1,1037 in chiusura oraria.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di rottura oraria del supporto a quota 1,0901, per cercare di ricoprirsi in area 1,0875 e 1,0833, estesa a quota 1,0792; stop loss in caso di ritorno sopra quota 1,0968 in close orario. Short speculativi in caso di balzo in area 1,1327 per approfittare di eventuali storni in prima battuta a quota 1,1283 e successivamente a quota 1,1241, estesi a quota 1,1188; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 1,14 in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *