Indice FTSE 100 consolida sopra area 7.400 punti


L‘indice Ftse 100 ha chiuso la scorsa ottava consolidando sopra area 7.400 punti, supportato dalla debolezza della sterlina, giù contro le principali valute mondiali. Il calo della valuta britannica, infatti, incentiva gli acquisti sulla borsa londinese da parte di investitori titolari di valute diverse della sterlina.

L’ultima seduta dell’indice Ftse 100 del mese di Giugno è terminata a 7.425 punti (+0,31%), mentre la performance dell’intera settimana appena andata in archivio ha evidenziato un incremento dello 0,25%. Le quotazioni del principale listino azionario della piazza finanziaria di londra nelle ultime cinque sedute sono rimaste ingabbiate tra un minimo a quota 7.373 punti ed un massimo a 7.425 punti, all’interno della congestione un po’più ampia, individuata in area 7.350-7.470 punti che blocca l’andamento del ftse 100 ormai da una decina di sessioni. La fuoriuscita da un lato piuttosto che dall’alto del trading range appena indicato detterà l’andamento del paniere dei 100 titoli più capitalizzati della borsa di londra nel brevissimo e breve periodo.

Indice ftse 100 che si avvia ad aprire la nuova ottava in crescita, in scia alle ottime chiusure dei mercati asiatici, in rally dopo che nel corso del G20 di Osaka il presidente statunitense Donald Trump e quello cinese Xi Jinping hanno raggiunto una tregua sui dazi applicati alle reciproche importazioni.

Sotto l’aspetto macro, il dato più rilevante è stato diffuso dall’office for national statistics britannico, ovvero l’istituto di statistica del regno unito, che ha confermato che il prodotto interno lordo UK, relativo al primo trimestre dell’anno, come da stima preliminare e da attese degli analisti, ha evidenziato un incremento dello 0,5% sul trimestre precedente. Lettura finale che ha confermato la rilevazione flash anche per quanto riguarda la stima su base annua, che ha mostrato un incremento dell’1,8%.

Ha invece deluso, a giugno, l’indicatore che misura la fiducia del consumatori in Gran Bretagna. L’indice gfk, lo scorso mese, ha infatti rivelato una contrazione a -13 punti, facendo peggio dei -10 punti della lettura di maggio e dei -11 punti stimati dal consensus. Il suddetto sondaggio viene elaborato su un campione di 2.000 cittadini britannici, a cura del gruppo di ricerche di mercato GFK.

Per sfruttare questo momento rialzista conviene puntare su piattaforme che abbiano servizi di segnali gratuiti. Ad esempio una molto buona è 24option (trovi il sito ufficiale qui) che offre anche altri strumenti molto interessanti.

Andamento indice Ftse 100 sul breve-medio periodo

Come anticipato tra le righe del precedente paragrafo, l’Indice FTSE 100 può beneficiare di un’impostazione tecnica rialzista sia nel brevissimo periodo che nel breve-periodo.

Le quotazioni si trovano infatti al di sopra delle tre medie mobili di riferimento a 10-25 e 50 giorni, con i prezzi che hanno trovato supporto sul primo sostegno di brevissimo, rappresentato dalla media mobile a 10 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico con time-frame giornaliero, in alto). L’eventuale discesa sotto ema 10, che transita in area 7.400 punti potrebbe provocare un successivo calo verso il primo supporto daily, rappresentato da ema 25 (la linea mediana sul grafico), che passa in area 7.365 punti. La struttura continuerà comunque a mantenersi rialzista finché le quotazioni si manterranno sopra la media mobile a 50 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico), che si colloca a circa 7.330 punti.

Al rialzo, invece, l’eventuale break-out di area 7.470-7.500 punti potrebbe favorire ulteriori estensioni con target in area 7.650-7.700 punti.

Pattern di trading sull’indice Ftse 100 valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading rialzista si attiva in caso di chiusura oraria maggiore di 7.440 punti e pronostica i primi due target price in area 7.457 e 7.486 punti; stop loss in caso di discesa sotto 7.412punti in close orario. Mantenere o incrementare le operazioni al rialzo in caso di allungo oltre 7.486 punti in chiusura oraria o giornaliera, per sfruttare eventuali estensioni al rialzo prima a 7.531 punti e successivamente a 7.560 punti; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto 7.425 punti in chiusura di oraria o di giornata.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di 7.560 punti, per cercare di prendere profitto in area 7.606 e 7.624 punti, estesa a 7.680 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 7.486 punti in chiusura di candela oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 7.098 punti, per sfruttare eventuali rimbalzi a 7.218 e 7.245 punti, estesi a 7.338 punti; stop loss in caso di ulteriori avvitamenti sotto la soglia dei 7.000 punti in chiusura daily.

Il pattern di trading ribassista, invece, prende forma con close orario inferiore a 7.412 punti e fissa i primi due obiettivi in area 7.395 e 7.370 punti; stop loss in caso di chiusura oraria oltre 7.440 punti. Mantenere o incrementare le operazioni short in caso di discesa sotto 7.370 punti in chiusura di candela oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in prima battuta a 7.338 punti ed in un secondo momento a 7.293 punti; stoppare le operazioni in caso di recupero di quota 7.425 punti in chiusura oraria o daily.

Lecito attivare nuove posizioni corte in caso di close orario minore di 7.293 punti, per sfruttare eventuali flessioni in area 7.245 e 7.218 punti, estesi a 7.098 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 7.370 punti in chiusura oraria. Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 7.680 punti, in ottica di veloci pull-back di prezzo a 7.624 e 7.606 punti, estesi a 7.560 punti; stop loss in caso di allungo oltre 7.730 punti in chiusura di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *