Moneta unica europea risale in area 1,13 sul dollaro


Il cross EUR-USD continua a consolidare sopra area 1,13 ormai da una manciata di sedute, un evento che non accadeva dalla prima metà dello scorso mese di Aprile. Mentre scriviamo la coppia passa di mano a quota 1,1332 (+0,03%), supportata dal sostegno dinamico che si è venuto a creare in area 1,128-1,129.

Molti trader stanno approfittando della situazione per speculare al rialzo sul cambio. Per farlo è sempre consigliabile utilizzare piattaforme certificate ed autorizzate come 24option (qui trovi il sito ufficiale). Sono il massimo per la sicurezza ed offrono servizi molto interessanti.

L’apertura della Federal Reserve ad un possibile taglio dei tassi d’interesse continua a tener banco, con gli operatori molto attenti ad interpretare le dichiarazioni rilasciate dai membri del board operativo dell’istuituto centrale statunitense.

Cambio Euro-Dollaro in tenuta nonostante la pessima lettura dell’indice di fiducia degli investitori nell’Area Euro del mese di Giugno, misurato attraverso l’indicatore Sentix, in calo a -3,3 punti. Netta la frenata rispetto ai 5,5 punti di Maggio, mentre i pronostici degli analisti davano un rallentamento più contenuto a 2,9 punti. Dai commenti rilasciati dagli analisti di Sentix è emerso che la drastica discesa è stata principalmente causata dall’inasprirsi delle tensioni tra USA e Cina sui dazi. Giù anche il sotto-indice relativo alle aspettative, crollato a -12,3 punti da -0,3 punti della precedente stima mensile. Si è trattata della più bassa rivelazione dallo scorso Febbraio.

Negli USA, il Dipartimento per il Lavoro ha rivelato che a Maggio, l’indice grezzo dei prezzi alla produzione ha registrato un aumento dello 0,1% su base mensile, come da attese degli analisti, ma in frenata rispetto al +0,2% di Aprile. L’indicatore PPI su base annua, invece, ha mostrato una crescita dell’1,8%, evidenziando un rallentamento sia rispetto alla precedente stima, pari a +2,2%, che alle aspettative degli analisti, che invece davano un aumento del 2%.

Al netto delle componenti legate ad energia ed alimentari e commercio, l’indice dei prezzi alla produzione, sempre a Maggio, ha mostrato un incremento dello 0,2% su base mensile, centrando le attese ed evidenziando un lieve miglioramento rispetto al +0,1% della precedente stima mensile. Su base annua, il suddetto indicatore ha invece evidenziato un aumento del 2,3%, come da pronostico degli analisti, ma rivelando un modesto rallentamento rispetto l +2,4% di Aprile.

Andamento cross EUR-USD sul breve-medio periodo

Quadro tecnico di breve-medio periodo nuovamente rialzista per la coppia Euro-Dollaro che si è riportata al di sopra delle tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni. Un’ulteriore sostegno alle quotazioni è arrivato dal taglio dal movimento della media mobile minore, a 10 periodi (la linea di colore azzurro sul grafico con time-frame daily, in alto), che ha tagliato dal basso verso l’alto le medie mobili maggiori, a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore rosso e la linea verde sul grafico).

Tuttavia, prima di archiviare definitivamente la recente fase di debolezza, le quotazioni dovrebbero confermarsi sopra l’importante supporto tecnico rappresentato dalla media mobile a 50 giorni, che al momento transita in area 1,123. In caso di conferma degli attuali livelli, l’ostacolo successivo passa in area 1,14, una resistenza che se superata potrebbe spianare la strada per un ulteriore allungo in area 1,15. Al ribasso, invece, il primo sostegno di brevissimo corre sull’EMA 10, in area 1,127, un livello che se dovesse venir meno potrebbe causare un nuovo test di area 1,124-1,123 (EMA 25 ed EMA 50), perso il quale lo scenario di breve-medio periodo volgerebbe nuovamente in negativo.

Modello di trading sul cambio euro-dollaro valido da 1 a 5 giorni

La prima cosa da fare per applicare i modelli di trading è quella di selezionare una piattaforma di trading che sia affidabile e regolamentata. Ad esempio pensiamo a 24option( clicca qui per visitare il sito) o eToro (clicca qui per visitare il sito) che offrono strumenti molto semplici da utilizzare(ad esempio la copia dai migliori trader) e servizi integrati come i segnali che aiutano a prendere le decisioni di investimento giuste.

Il modello di trading rialzista offre spunti operativi Long in caso di close orario maggiore di quota 1,1345 e pronostica i primi due target price in area 1,1371 e 1,1415; stop loss in caso di discesa sotto quota 1,1302 in chiusura oraria. Mantenere o aumentare l’esposizione Long in caso di break-out orario di quota 1,1415 per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 1,1442 e successivamente a quota 1,1485; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1345 in close orario.

Insistere con ulteriori posizioni rialziste nel caso in cui gli acquisti dovessero spingersi oltre quota 1,1485 in chiusura oraria, per cercare di approfittare di ulteriori balzi in area 1,1512 e 1,1556, estesi a quota 1,16; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1415 in close orario. Lecito acquistare sulla debolezza in caso di affondo in area 1,1067 per sfruttare eventuali rimbalzi in area 1,1136 e 1,1162, estesi a quota 1,12; stop loss in caso di discesa sotto quota 1,10 in chiusura oraria o daily.

Il modello di trading ribassista invece necessita di un close orario minore di quota 1,1302 e pronostica i primi due obiettivi in area 1,1275 e 1,1248; stop loss in caso di recupero di quota 1,1345 in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 1,1248 in chiusura di candela oraria, per cercare di ricoprirsi in un primo momento a quota 1,12 ed in seconda battuta a quota 1,1162; stop loss in caso di ritorno sopra quota 1,1302 in close orario.

Si consiglia di attivare nuove posizioni corte in caso di flessione sotto quota 1,1162 in close orario per cercare di prendere profitto in area 1,1136 e 1,1093, estesa a quota 1,1067; stoppare le operazioni in caso di recupero di quota 1,123 in close orario o daily. Consigliati short speculativi in caso di allungo in area 1,16 per sfruttare eventuali storni in area 1,1556 e 1,1512, estesi a quota 1,1485; stop loss in caso di estensioni oltre quota 1,165 in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *