L’indice Ftse Mib centra il rimbalzo in scia al rialzo di Wall Street

L’indice Ftse Mib risorge, centrando il rimbalzo che gli consente di riportarsi nuovamente sopra la soglia tecnica e psicologica rappresentata da area 20.000 punti. Il listino delle Blue Chips milanesi ha guadagnato quasi l’1,80%, fissando la chiusura di Martedì 4 Giugno a circa 20.230 punti.

Ftse Mib che si è accodato al rimbalzo delle principali borse mondiali, guidato dagli indice di Wall Street, il cui andamento si conferma determinante sia nel bene che nel male anche per il sentiment sulle altre piazze finanziarie sparse per il mondo.

Il principale paniere azionario italiano era reduce da un forte down-trend di brevissimo che lo aveva fatto piombare sui minimi dallo scorso mese di Febbraio, vicino ai 19.500 punti. Il ritorno del denaro è stato favorito anche dal ripiegamento dello Spread tra BTP e BUND, che si è sgonfiato poco sopra i 270 punti base, con il rendimento su decennale sceso poco sopra il 2,50%. L’intervento del premier italiano, Giuseppe Conte, per calmare gli animi interni alla maggioranza di governo, dopo le recenti scaramucce elettorali tra Lega e M5S, ha ottenuto gli effetti desiderati, con i due partiti di maggioranza che hanno promesso di abbassare i toni e rassicurando la tenuta del governo e l’accelerazione per attuare il cosiddetto contratto di governo.

L’ISTAT ha rivelato che ad Aprile, il tasso di disoccupazione italiano è rimasto sugli stessi valori del mese precedente, assestandosi al 10,2%. Le attese degli analisti, invece, erano per un lieve peggioramento al 10,3%. Da ulteriori dettagli è inoltre emerso che è aumentata la disoccupazione giovanile (fascia di età 15-24 anni), portandosi al 31,4% dal 30,6% di Marzo. Il tasso di occupazione sempre ad Aprile è rimasto stabile al 58,8% , con un calo di 52 mila unità nella fascia di età 15-34 anni, compensato parzialmente dall’aumento degli occupati ultracinquantenni in aumento di 46 mila unità.

Il numero degli occupati dipendenti è aumentato di 11 mila unità, mentre quello degli indipendenti è sceso di 24 mila unità. Nel periodo Febbraio-Aprile l’occupazione è aumentata dello 0,3% (+72.000 unità), con al tempo stesso un calo delle persone in cerca di occupazione (-1,7%, pari a-46 mila unità). Su base annua, ovvero rispetto ad Aprile 2018, il numero dei disoccupati è sceso di ben 203 mila unità, in calo del 7,1%.

Andamento future Indice Ftse mib sul breve-medio periodo


Il deciso rimbalzo odierno (+1,77% a 20.214 punti) ha momentaneamente riportato le quotazioni del FIB al di sopra del primo ostacolo di brevissimo rappresentato dalla media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico con time-frame giornaliero, in alto). La performance giornaliera è stata supportata da un aumento del volume di scambio, in crescita di oltre il 25% rispetto a quello della precedente sessione. Le quotazioni potrebbero pertanto continuare il recupero verso la resistenza successiva, che passa sulla media mobile a 25 giorni (la linea di colore rosso sul grafico), che transita in area 20.425 punti.

Per un’eventuale inversione rialzista di breve-medio periodo, invece, i prezzi dovrebbero necessariamente riportarsi, in chiusura daily o meglio ancora settimanale, sopra la media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico), che si colloca in area 20.550 punti.

Pattern di trading sul Future indice Ftse mib (FIB) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern rialzista prende forma nel caso in cui si assista ad una chiusura oraria maggiore di 20.260 punti e pronostica i primi due target price in area 20.395 e 20.420 punti; stop loss in caso di discesa sotto 20.130 punti in close orario. Mantenere o incrementare le operazioni al rialzo in caso di allungo oltre 20.420 punti in chiusura oraria o giornaliera, per sfruttare eventuali estensioni al rialzo prima a 20.550 punti e successivamente a 20.700 punti; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto 20.210 punti in chiusura di oraria o di giornata.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di 20.700 punti, per cercare di prendere profitto in area 20.815 e 20.910 punti, estesa a 21.035 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 20.420 punti in chiusura di candela oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 19.485 punti, per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a 19.610 e 19.735 punti, estesi a 19.935 punti; stop loss in caso di ulteriori avvitamenti sotto la soglia dei 19.290 punti in chiusura daily.

Il pattern ribassista, invece, si attiva in caso di discesa sotto 20.130 punti in close orario e fissa i primi due obiettivi in area 20.055 e 20.010 punti; stop loss in caso di chiusura oraria oltre 20.260 punti. Mantenere o incrementare le operazioni Short in caso di discesa sotto 20.010 punti in chiusura di candela oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in prima battuta a19.935 punti ed in un secondo momento a 19.810 punti; stoppare le operazioni in caso di recupero di quota 20.210 punti in chiusura oraria o daily.

Lecito attivare nuove posizioni corte in caso di close orario minore di 19.810 punti, per sfruttare eventuali flessioni in area 19.735 e 19.610 punti, estesi a 19.485 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 20.010 punti in chiusura oraria. Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 21.035 punti, in ottica di veloci pull-back di prezzo a 20.910 e 20.815 punti, estesi a 20.550 punti; stop loss in caso di allungo oltre 21.245 punti in chiusura di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *