Il cross GBP-USD rimbalza dopo essere scivolato sui minimi plurisettimanali in area 1,29


Decisa reazione per la coppia Sterlina-Dollaro, che dopo essere crollata sui minimi ad oltre due mesi, poco sotto area 1,29 (1,2865) ha rimbalzato di poco più di due figure, toccando un top intraday a 1,3102 (seduta 1 Maggio). Al momento della scrittura, dopo quattro giornate consecutive in rialzo, il cambio Sterlina-Dollaro passa di mano a 1,3055 (+0,05%).

Dopo la proroga alla Brexit, al prossimo 31 Ottobre, ottenuta dal governo britannico, non si placano ancora gli animi tra i partiti politici in gran Bretagna. Il Partito Laburista, all’opposizione, non ha inserito tra i temi della propria campagna elettorale, in vista delle elezioni parlamentari europee, un secondo referendum sulla Brexit. Sul biglietto verde incombe la lettura delle Non-Farm Payrolls USA di Aprile, che sarà diffusa Venerdì 3 Maggio, e che come consuetudine sarà anticipata dalla rivelazione del saldo dei nuovi occupati nel settore privato, diffusa da Automatic Data Processing (ADP).

Negli USA tiene inoltre ancora banco la stima del PIL relativa al primo trimestre dell’anno, una lettura in chiaroscuro, che tuttavia secondo gli analisti non spingerà la FED a tagliare i tassi d’interesse.

Le ultime indicazioni macro arrivate da oltreoceano hanno visto l’indicatore PMI di Chicago, che rileva l’andamento del comparto manifatturiero nel distretto federale della città dell’Illinois, scendere bruscamente a 52,6 punti dai 58,7 punti di Marzo. Nettamente delusi i pronostici degli analisti, che invece si aspettavano un incremento a 59 punti. La suddetta lettura del Purchasing Managers Index che nasce da un’indagine condotta tra i direttori agli acquisti delle maggiori aziende del settore manifatturiero del Paese, tuttavia, si trova al di sopra del livello che indica espansione, rappresentato da area 50 punti.

In miglioramento, invece, l’indice della fiducia dei consumatori misurato dal Conference Board , che ad Aprile si è portato a 129,2 punti, in crescita dai 124,2 punti della precedente stima mensile. Il sotto-indice della fiducia delle condizioni attuali dell’economia, invece, è aumentato da 163 a 168,3 punti; mentre la voce relativa alle aspettative future ha evidenziato un incremento da 98,3 punti a 103 punti. Per entrambi gli indicatori si è trattato di livelli record degli ultimi dieci anni.

Andamento cross GBP-USD sul breve-medio periodo


Come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, la coppia Sterlina-Dollaro si è riportata al di sopra dei supporti rappresentati dalle medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore azzurro, la linea rossa e la linea verde). In particolar modo, l’eventuale chiusura settimanale sopra le EMA maggiori, a 25 e 50 giorni, che transitano in area 1,30-1,304, potrebbe favorire un’ulteriore allungo verso la resistenza dinamica successiva, individuata in area 1,32, per poi tentare di gettare le basi per una risalita verso area 1,33.

Prevista invece una nuova fase di debolezza in caso di ritorno sotto EMA 10, che al momento si colloca in area 1,299. Perso il supporto appena segnalato, in chiusura settimanale, attese possibili accelerazioni al ribasso con target sui recenti minimi in area 1,29.

Modello di trading cambio sterlina-dollaro valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista prende forma in caso di ritorno sopra quota 1,3061 in close orario e fissa i primi due obiettivi in area 1,3091 e 1,3141; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,303 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni Long in caso di allungo oltre quota 1,3141 in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 1,3172 e successivamente a quota 1,3223; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,3061 in close orario.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1,3223 per approfittare di possibili allunghi in area 1,3254 e 1,3305, estesi a quota 1,3387; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1,3172 in chiusura oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 1,2741 per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 1,279 ed in un secondo momento a quota 1,2839, esteso a quota 1,2912; stop loss in caso di discesa sotto quota 1,269 in close orario o giornaliero.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con chiusura oraria minore di quota 1,303 e prevede i primi due target price in area 1,2999 e 1,2949; stop loss in caso di close orario sopra quota 1,3061. Mantenere o aumentare l’esposizione ribassista in caso di close orario sotto quota 1,2949 per cercare di prendere profitto in primo luogo a quota 1,2919 e successivamente a quota 1,287; stop loss in caso di recupero sopra quota 1,303 in chiusura oraria.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di rottura oraria di quota 1,287, per cercare di ricoprirsi in area 1,2839 e 1,279, estesa a quota 1,2741; stop loss in caso di ritorno sopra quota 1,2949 in close orario. Short speculativi in caso di approdo in area 1,3387 per approfittare di eventuali storni in prima battuta a quota 1,3305 e successivamente a quota 1,3254, estesi a quota 1,3172; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 1,344 in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *