Cross euro-dollaro giù nonostante buona lettura indice Zew tedesco


Torna a scendere sotto area 1,13 il cambio EUR-USD, dopo aver trovato un primo ostacolo di brevissimo sulla resistenza dinamica individuata in area 1,1325-1,133.

Moneta unica europea debole dopo che da alcuni rumors si è appreso che molti membri della Banca Centrale Europea ritengono troppo ottimistiche le previsioni di crescita dell’Eurozona nel secondo trimestre, stimate dallo stesso istituto di Francoforte.

Le quotazioni della coppia EUR-USD hanno invece momentaneamente beneficiato dal balzo fatto registrare dall’indice ZEW tedesco. L’indicatore, elaborato dallo Zentrum für Europäische Wirtschaftsforschung, nel mese in corso, ha infatti registrato un incremento a 3,1 punti, passando in territorio positivo dopo i -3,6 punti di Marzo. Battute le attese degli analisti, che invece indicavano una minor ripresa, a -0,8 punti. Lo ZEW consiste in un anticipatore delle condizioni economiche, in questo caso della Germania, prima economia dell’Area Euro. La sotto-voce relativa alla situazione corrente ha invece evidenziato una flessione a 5,5 punti dagli 11,1 punti dello scorso mese; mentre gli analisti avevano pronosticato un minor rallentamento, a 8,5 punti.

Inaspettata la contrazione rivelata dalla produzione industriale statunitense a Marzo, in calo dello 0,1% su base mensile, dopo il +0,1% di Febbraio. I pronostici degli analisti, infatti, davano un rialzo dello 0,2%.

L’Empire State Manufacturing Index, ovvero l’indicatore che rileva l’andamento dell’attività manifatturiera nello stato di New York, elaborato dalla locale Federal Reserve, nel mese di Aprile è balzato a 10,1 punti, assestandosi abbondantemente oltre i 6,7 punti stimati dagli analisti. Lettura che ha inoltre evidenziato un netto miglioramento dai 3,7 punti di Marzo.

In lieve salita l’indice NAHB che rileva la fiducia del settore immobiliare statunitense, in crescita ad Aprile a 63 punti dai 62 punti di Marzo, come da pronostico degli analisti.

Andamento quotazioni EUR-USD sul breve-medio periodo


Come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, le quotazioni del cambio Euro-Dollaro sono state “murate“ dalla forte resistenza tecnica di breve-medio periodo rappresentata dalla media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico), che transita in area 1,13. Il mancato superamento di EMA 50, come da attese, ha causato un veloce pull-back sul primo supporto daily, che passa sulla media mobile a 25 giorni (la linea di colore rosso sul grafico), che transita in area 1,1276. A poca distanza, in area 1,127-1,1268, si colloca anche l’ultimo baluardo di brevissimo identificato nella media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico). L’eventuale discesa sotto EMA 10, in chiusura daily o peggio ancora settimanale, potrebbe causare un nuovo affondo in area 1,12, la cui mancata tenuta potrebbe innescare una correzione ben più profonda con target in area 1,11-1,105.

Lo scenario ribassista appena indicato potrebbe essere del tutto accantonato in caso di decisa rottura al rialzo di EMA 50, confermata in chiusura settimanale. In tal caso potrebbero aumentare le chance di ulteriori estensioni rialziste con primo target in area 1,14-1,145 ed obiettivo secondario in area 1,155-1,16.

Modello di trading cambio euro-dollaro valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista prende forma in caso di ritorno sopra quota 1,1325 in close orario e fissa i primi due obiettivi in area 1,1351 e 1,1378; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1277 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni Long in caso di allungo oltre quota 1,1378 in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 1,1405 e successivamente a quota 1,1448; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1325 in close orario.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1,1448 per approfittare di possibili allunghi in area 1,1475 e 1,1519 estesi a quota 1,159; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1,1378 in chiusura oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 1,1027 per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 1,107 ed in un secondo momento a quota 1,1111, esteso a quota 1,1138; stop loss in caso di discesa sotto quota 1,0985 in close orario o giornaliero.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con chiusura oraria minore di quota 1,1277 e prevede i primi due target price in area 1,125 e 1,1207; stop loss in caso di close orario sopra quota 1,1325. Mantenere o aumentare l’esposizione ribassista in caso di close orario sotto quota 1,1207 per cercare di prendere profitto in primo luogo a quota 1,1165 e successivamente a quota 1,1138; stop loss in caso di recupero sopra quota 1,1277 in chiusura oraria.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di rottura oraria di quota 1,1138, per cercare di ricoprirsi in area 1,1111 e 1,107, estesa a quota 1,1027; stop loss in caso di ritorno sopra quota 1,1207 in close orario. Short speculativi in caso di balzo in area 1,159 per approfittare di eventuali storni in prima battuta a quota 1,1519 e successivamente a quota 1,1475, estesi a quota 1,1405; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 1,166 in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *