Inaspettato balzo indice sentix Eurozona supporta recupero cross EUR-USD


Migliora la fiducia degli investitori nell’Eurozona nel mese di Aprile, trascinando al rialzo la moneta unica europea e di conseguenza la coppia EUR-USD, che al momento della scrittura guadagna lo 0,45%, scambiando a quota 1,127, dopo aver toccato un top intraday a quota 1,1276.

Il cosiddetto indice Sentix, nel mese in corso, ha fatto registrare un miglioramento a -0,3 punti, in deciso recupero dai -2,2 punti segnati a Marzo. Nettamente battute anche le attese degli analisti, che invece avevano indicato una lettura stabile a -2,1 punti. La ripresa del morale degli investitori è stata principalmente frutto dei segnali ripresa dell’economia cinese, testimoniati dal ritorno dell’indice PMI manifatturiero oltre la soglia di espansione dei 50 punti, nel mese di Marzo, dopo quattro mesi consecutivi di contrazione.

Da ulteriori dettagli è inoltre emerso che la sotto-voce relativa alle attese è risalita a -4,3 punti, portandosi sui valori più elevati dallo scorso Maggio. Nonostante le schiarite appena evidenziate, la situazione attuale ha rivelato una flessione per l’ottavo mese consecutivo, scendendo sul livello più basso da Febbraio 2015, a 3,8 punti.

Dollaro che a sua volta è stato indebolito dalla conferma del calo degli ordinativi di beni durevoli negli Stati Uniti nel mese di Febbraio, scesi dell’1,6%, come da stima preliminare ed aspettative degli analisti. Il Dipartimento per il Commercio ha inoltre reso noto che la suddetta lettura al netto degli ordini nel comparto dei trasporti ha evidenziato una contrazione dello 0,1%, sotto il +0,1% della stima flash, corrispondente anche alle attese degli analisti.

Gli ordini alle fabbriche in generale, sempre a Febbraio, hanno invece evidenziato una flessione dello 0,5%, peggiorando rispetto al +0,1% della precedente lettura. Gli ordini alle fabbriche filtrati del settore trasporti hanno invece mostrato un incremento dello 0,3% dal -0,1% di Gennaio, a sua vota rivisto da -0,1% della precedente comunicazione.

Andamento cross EUR-USD sul breve-medio periodo


Al momento della scrittura il cambio Euro-Dollaro sta impattando contro la prima resistenza multiday, che passa sulla media mobile a 25 giorni (la line di colore rosso sul grafico con time-frame giornaliero, in alto). Le quotazioni si sono invece lasciate alle spalle il primo ostacolo di brevissimo rappresentato dalla media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico), che transitava in area 1,1241. Pertanto, in caso di mancato break-out di EMA 25, la coppia potrebbe nuovamente effettuare il classico pull-back di conferma sull’EMA 10.

Una nuova eventuale discesa sotto il sostegno appena segnalato potrebbe causare una veloce marcia indietro verso l’importante supporto di breve-medio periodo in area 1,12, la cui perdita, in chiusura settimanale potrebbe causare rapidi e pericolosi affondi in area 1,10.

La rottura al rialzo di EMA 25, che passa in area 1,1273, confermata anche nelle sedute successive o meglio ancora in chiusura settimanale, potrebbe invece favorire l’allungo verso il principale ostacolo multiday, identificato con la media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico), che transita poco sopra area 1,13. Oltre EMA 50, pertanto, attese possibili estensioni rialziste con primo target in area 1,14-1,145 ed obiettivi più ambizioni in area 1,155-1,16.

Modello di trading cambio euro-dollaro valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista prende forma in caso di ritorno sopra quota 1,1276 in close orario e fissa i primi due obiettivi in area 1,1302 e 1.1345; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1233 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni Long in caso di allungo oltre quota 1,1345 in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 1,1372 e successivamente a quota 1,1416; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1276 in close orario.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1,1416 per approfittare di possibili allunghi in area 1,1444 e 1,1486 estesa a quota 1,153; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1,1345 in chiusura oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 1,1008 per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 1,1052 ed in un secondo momento a quota 1,1094 estesi a quota 1,1137; stop loss in caso di discesa sotto quota 1,0966 in close orario o giornaliero.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con chiusura oraria minore di quota 1,1233 e prevede i primi due target price in area 1,1206 e 1,1163; stop loss in caso di close orario sopra quota 1,1276. Mantenere o aumentare l’esposizione ribassista in caso di close orario sotto quota 1,1163 per cercare di prendere profitto in primo luogo a quota 1,1137 e successivamente a quota 1,1121; stop loss in caso di recupero sopra quota 1,1241 in chiusura oraria.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di rottura oraria del supporto a quota 1,1121, per cercare di ricoprirsi in area 1,1094 e 1,1052, estese a quota 1,1008; stop loss in caso di ritorno sopra quota 107,45 in close orario. Short speculativi in caso di balzo in area 1,153 per approfittare di eventuali storni in prima battuta a quota 1,1486 e successivamente a quota 1,1444 estesi a quota 1,1416; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 1,158 in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *