Indice Dow Jones sui massimi da ottobre 2018: dati macro e sentiment positivo


Dalle prime indicazioni dei future americani si preannuncia un inizio di ottava lievemente negativo per l’indice Dow Jones, reduce da una performance settimanale pari a +1,9%, a fronte di una chiusura di Venerdì 5 Aprile a circa 26.425 punti (+0,15). La debole apertura che si preannuncia sul listino che comprende i 30 titoli industriali a maggiore capitalizzazione di Wall Street è principalmente condizionata dal passo falso delle borse asiatiche, che hanno terminato la prima sessione con Tokio in calo dello 0,3% e Shangai in flessione dello 0,8%.

Il bilancio dell’indice Dow Jones da inizio anno, invece, evidenzia un progresso del 13,3%.Il sentiment positivo sulla borsa statunitense è supportato anche dal crollo del VIX, sceso sulla soglia dei 13 punti. Il rialzo appena evidenziato per l’indice Dow Jones, nel corso delle ultime sedute si è consolidato grazie al miglioramento delle aspettative sulla conclusione della guerra commerciale che vede contrapposte le prime economie al mondo. Stati Uniti e Cina, secondo le dichiarazioni del presidente Trump, entro le prossime settimane dovrebbero trovare un accordo sui dazi, allontanando le ipotesi di un forte rallentamento della crescita globale, minacciato dal protrarsi delle scaramucce a colpi di dazi tra le due superpotenze.

Bene anche gli ultimi risultati sull’occupazione statunitense a Marzo, testimoniati da un saldo delle buste paga nei settori non agricoli statunitensi in forte ripresa (Non-Farm Payrolls). Titoli industriali supportati inoltre dal nuovo strappo al rialzo del prezzo del greggio, volato sui massimi dell’anno, nonché valori più alti da Novembre 2018.

Ottimi anche i risultati fatti registrare da gran parte delle società quotate sul Dow, con qualche eccezione, tra cui la grande catena di farmacie WALGREENS BOOTS (WBA) che ha anticipato una prima parte dell’anno con ricavi inferiori alla aspettative. Continua a zoppicare anche BOEING CO (BA.N) su cui incombe il rischio di cause miliardarie per il disastro aereo in Africa, che ha visto coinvolto uno dei suoi velivoli.

Andamento indice Dow jones sul breve-medio periodo

Quadro tecnico di breve-medio periodo rialzista per l’indice Dow Jones che si trova impostato, saldamente, al di sopra delle tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni. Come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, le quotazioni nelle scorse settimane hanno trovato nella media mobile a 50 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto), un valido supporto da cui reagire, dando luogo all’allungo in corso.

L’impostazione tecnica pertanto rimarrà rialzista finché le quotazioni si troveranno al di sopra dell’EMA 50 (in chiusura settimanale), che al momento si colloca in area 25.590 punti, persa la quale potrebbero innescarsi ulteriori prese di beneficio, con target in area 24.500-24.000 punti.

Primo supporto di brevissimo che invece transita sull’EMA 10 (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), che passa in area 26.100 punti; mentre il primo sostegno daily si colloca sull’EMA 25, che transita in area 25.875 punti. L’eventuale estensione al rialzo, oltre i livelli attuali, invece, potrebbe preparare il terreno per approdo in area 27.000 punti.

Pattern di trading sull’indice Dow jones valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading rialzista suggerisce spunti operativi Long in caso di chiusura oraria maggiore di 26.462 punti e fissa i primi due target price in area 26.525 e 26.485 punti; stop loss in caso di discesa sotto 26.360 punti in close orario. Lecito aprire nuove operazioni Long in caso di break-out orario o daily di 26.485 punti, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 26.586 punti e successivamente a 26.687 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 26.425 punti in close orario o giornaliero.

Lecito attivare nuove posizioni rialziste in caso di allungo oltre 26.687 punti in chiusura oraria, per approfittare di possibili allunghi in area 26.790 e 26.890 punti, estesa a 27.018 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 26.586 punti in close orario. Suggeriti acquisti speculativi in caso di affondo in area 25.781 punti, in ottica di rimbalzo in primo luogo a 25.878 punti ed in seconda battuta a 25.942 punti, esteso a 26.042; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 25.525 punti in close orario o giornaliero.

Il pattern di trading ribassista, invece, si attiva in caso di discesa sotto 26.360 punti in close orario e suggerisce di prendere profitto sui primi due obiettivi pronosticati in area 26.265 e 26.203 punti; stop loss in caso di recupero di 26.462 punti in close orario. Mantenere o aumentare le posizioni corte in caso di discesa sotto 26.203 punti per tentare di ricoprirsi in primo luogo a 26.165 punti ed in un secondo momento a 26.042 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 26.425 punti in close orario.

Ed ancora, Short in caso di flessione sotto 26.042 punti in close orario o daily, per cercare di sfruttare la pressione ribassista fino ad area 25.942 e 25.878 punti, estesa a 25.781 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 26.203 punti in close orario. Short speculativi in caso di allungo a 27.018 punti, per tentare di trarre profitto su eventuali storni prima a 26.890 punti e successivamente a 26.790 punti, estesi a 26.687; stop loss in caso di ulteriori estensioni al rialzo oltre 27.290 punti in close orario o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *