Cross GBP-USD in deciso rialzo nonostante bocciatura parlamento UK accordi su brexit


Sterlina in forte crescita sul Dollaro nonostante la nuova bocciatura da parte del parlamento britannico dell’accordo con l’Unione Europea negoziato dal premier inglese Theresa May. La coppia GBP-USD viene scambiata poco sopra area 1,32, mettendo a segno un rialzo dll’1%.

L’opzione più auspicata dal mercato e dagli analisti prevede una proroga dell’inizio della Brexit oltre la data ufficiale fissata per il 29 Marzo. Intanto, il governo britannico ha già reso noto che in caso di “No-deal“ sarà effettuato un corposo tagli ai dazi sulle importazioni, per tutelare l’industria da una possibile tempesta commerciale.

Il ministero delle finanze inglese è già corso ai ripari, rivedendo al ribasso la stima di crescita del PIL UK 2019, portate a +1,2% da +1,6% della precedente valutazione. Per il 2020 il pronostico sulla crescita nel Regno Unito è stato abbassato all’1%, mentre tra due anni la situazione dovrebbe migliorare sensibilmente con un Prodotto Interno Lordo atteso a +1,6%.

Negli USA, invece, la stima preliminare degli ordini di beni durevoli del mese di Gennaio ha rivelato un incremento dello 0,4%, battendo le attese degli analisti, che invece avevano indicato una contrazione dello 0,4%. La suddetta lettura, al netto degli ordinativi nel settore dei trasporti, ha invece mostrato un calo dello 0,1%, mentre il consensus dava un aumento dello 0,1%. Rivista al rialzo la precedente stima mensile, che da +0,1% della rilevazione preliminare è stata portata a +0,3%.

L’indice grezzo dei prezzi alla produzione del mese di Febbraio, secondo il report diffuso dal Dipartimento per il Lavoro Statunitense, ha evidenziato un incremento dello 0,1% su base mensile, sotto il +0,2% atteso dagli analisti, ma sopra il -0,1% della stima finale di Gennaio.

La lettura del PPI su base annua ha invece rivelato un aumento dell’1,9%, come da consensus, ma lievemente sotto il 2% della precedente rilevazione. Il suddetto indicatore, escludendo i comparti relativi ad energia ed alimentari e commercio ha invece mostrato un aumento dello 0,1% sul mese precedente, al di sotto del +0,2% dei pronostici e del +0,3% della lettura di Gennaio. Rispetto a Febbraio 2018, l’indice ha invece evidenziato un progresso del 2,5%, lievemente inferiore al +2,6% della precedente rilevazione, corrispondente anche alle attese degli analisti.

Andamento cross GBP-USD sul breve-medio periodo


Quadro tecnico di brevissimo e di breve-medio periodo estremamente confuso per la coppia Sterlina-Dollaro, che come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, oscilla nevroticamente, da circa una settimana, su e giù tra le medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni.

Tuttavia, sul brevissimo il primo sostegno utile si colloca in area 1,31-1,309 cavallo tra le EMA a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore rosso e la linea verde sul grafico). Un’eventuale chiusura settimanale sotto il livello appena indicato potrebbe causare un veloce affondo in area 1,30, sui recenti minimi. Sotto quota 1,30, attese ulteriori accelerazioni ribassiste con target in area 1,28.

L’eventuale break-out rialzista di area 1,325, in chiusura settimanale, potrebbe invece favorire un nuovo allungo sui massimi di fine Febbraio in area 1,335, ed in caso di ulteriore rottura al rialzo l’obiettivo successivo sale in area 1,35-1,355.

Modello di trading sul cambio sterlina-dollaro valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista offre spunti operativi Long nel caso in cui si assista ad un close orario maggiore di quota 1,3231 e pronostica i primi due target price in area 1,3262 e 1,3312; stop loss in caso di discesa sotto quota 1,318 in chiusura oraria. Mantenere o aumentare l’esposizione Long in caso di break-out orario di quota 1,3312, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 1,3344 e successivamente a quota 1,3395; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,3247 in close orario.

Insistere con ulteriori posizioni rialziste nel caso in cui gli acquisti dovessero spingersi oltre quota 1,3395 in chiusura oraria, per cercare di approfittare di ulteriori balzi in area 1,3426 e 1,3478, estesi a quota 1,3529; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,3344 in close orario. Lecito acquistare sulla debolezza in caso di affondo in area 1,288 in ottica di veloci rimbalzi prima in area 1,2937 e 1,2987, estesi a quota 1,3068; stop loss in caso di ulteriori cali sotto quota 1,284 in chiusura oraria o daily.

Il modello di trading ribassista invece necessita di un close orario minore di quota 1,318 e pronostica i primi due obiettivi in area 1,3149 e 1,3099; stop loss in caso di recupero di quota 1,3231 in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 1,3099 in chiusura di candela oraria, per cercare di ricoprirsi in un primo momento a quota 1,3068 ed in seconda battuta a quota 1,3018; stop loss in caso di ritorno sopra quota 1,318 in close orario.

Si consiglia di attivare nuove posizioni corte in caso di flessione sotto quota 1,3018 in close orario per cercare di prendere profitto in area 1,2987 e 1,2937, estesa a quota 1,288; stoppare le operazioni in caso di recupero di quota 1,3099 in close orario o daily. Ed inoltre, consigliati short speculativi in caso di allungo in area 1,3529 per sfruttare eventuali storni in area 1,3487 e 1,3426, estesi a quota 1,3395; stop loss in caso di ulteriori estensioni al rialzo oltre quota 1,358 in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *