EUR / USD in fase di stallo forse per tutto il mese di Febbraio

Siamo ancora trincerati all’interno di questo ampio modello di consolidamento con parametri da 1.1500 a 1.1291. Sarebbe più sicuro se potessimo cancellare 1.1452 / 56 e poi Euro potrebbe avere una corsa di ritorno verso l’area 1.1485 / 1.1500. Penso che per essere prudenti cercheremmo di coprire tutte le nostre posizioni Long.

Ora l’altro lato della medaglia è che l’euro non riesce a contenere 1.1420. Quindi, 1.1392 sarebbe il bersaglio area iniziale. Ma ci sarebbe il potenziale per 1.1375 e poi 1.1350. Gli indicatori tecnici sono neutri, anche se gli stocastici stanno iniziando a mostrare una leggera tendenza rialzista da neutrale.

La coppia EUR / USD è scesa ad un nuovo minimo di 3 giorni di 1,1423 durante le ore di contrattazione degli Stati Uniti. Tra la forza persistente del dollaro da quando è iniziata la giornata e la moneta comune europea che alla fine ha ceduto. Il biglietto verde è in modalità di recupero dopo i dati statunitensi migliori del previsto pubblicati venerdì, compensando parzialmente l’improvviso cambiamento nella posizione della Federal Reserve verso una posizione più conservatrice.

In attesa di un catalizzatore più forte, le major si sono scambiate per lo più a livelli familiari questo lunedì, senza nuovi titoli relativi ai nervosismi politici che dominano il mondo finanziario. Per quanto riguarda i dati macroeconomici, le percentuali minori sono risultate da entrambe le economie, con l’indice dei prezzi alla produzione dell’UE in calo dello 0,8% su base mensile e in aumento del 3,0% su base annua a gennaio, mancando le aspettative del mercato e anche le letture di dicembre.

Inoltre, la fiducia degli investitori Sentix di febbraio è scesa a -3,7 rispetto al -0,6 previsto. Anche i dati statunitensi sono rimasti delusi, poiché l’indice delle condizioni aziendali ISM-NY è diminuito a gennaio a 63,4, mentre gli ordini di fabbrica sono diminuiti dello 0,6% a novembre, mancando le previsioni del mercato di uno 0,2% di anticipo.

Questo martedì pubblicherà le versioni finali del suo servizi PMI per gennaio per l’UE e gli Stati Uniti. Quest’ultimo rilascerà anche l’ISM ufficiale, previsto in precedenza rispetto a 57.1 rispetto a 58.0. All’inizio della giornata, l’Unione pubblicherà le vendite al dettaglio di dicembre, che dovrebbero essere diminuite dell’1,6% rispetto a novembre. La coppia è rimbalzata dal minimo menzionato per attestarsi attorno a 1,1440, in lieve calo per la giornata.

I tori sembrano diffidenti a rinunciare, anche se una terza bassa bassa giornaliera consecutiva appoggia la scala al ribasso. Nel grafico a 4 ore, la coppia scambia tra medie mobili senza direzione, con il 20 SMA ora piatto vicino a 1,1460, una forte resistenza Fibonacci e il 100 e il 200 SMA che convergono intorno a 1,1410, tutti riflettendo l’assenza di convinzione direzionale.

Gli indicatori tecnici si mantengono entro livelli negativi, il Momentum in calo e la voce RSI leggermente inferiore a circa 47, favorendo anche un’estensione al ribasso, in particolare su interessi di vendita rinnovati inferiori a 1,1525.

Gli indicatori tecnici suggeriscono:

  • Livelli di supporto: 1.1425 1.1390 1.1350
  • Livelli di resistenza: 1.1460 1.1500 1.1535

Piattaforme per fare trading sul cross EUR/USD

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionSegnali, CFDRendimenti elevatiISCRIVITI >>
plus500Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI >>
eToro social tradingSocial tradingCopiare dai traderISCRIVITI >>
Markets.comPiattaforma regolataDemo gratuitaISCRIVITI >>
IQ OptionCFD su tanti assetDeposito minimoISCRIVITI >>

EUR / USD inizia la settimana in sordina

La coppia EUR / USD ha mostrato poco movimento nella sessione del lunedì. Scambiata a 1,1450, in rialzo dello 0,05% il giorno. Non ci sono eventi importanti nel programma. La fiducia dell’Investitore nell’Eurozona Sentix ha registrato un terzo calo consecutivo, con un punteggio di -3,7 punti. Sul fronte dell’inflazione, PPI ha deluso con un calo dello 0,8%, la lettura più debole da gennaio 2016. Martedì, la Germania e l’eurozona rilasciano le PMI dei servizi. La zona euro pubblicherà anche le vendite al dettaglio.

Negli Stati Uniti, l’evento chiave è l’indice PMI non manifatturiero dell’ISM. I numeri tedeschi continuano a diminuire, sollevando preoccupazioni sulla salute dell’economia della zona euro. Venerdì, il PMI manifatturiero tedesco di gennaio è sceso a 49,7, sotto il livello di 50 punti che separa contrazione ed espansione. Questo è stato il punteggio più debole dall’ottobre 2014. Le tensioni commerciali e la debolezza nel settore automobilistico tedesco continuano a pesare sul settore manifatturiero.

Questa lettura ha seguito una lettura molto soft delle vendite al dettaglio tedesche, che sono calate del 4,3% a dicembre. Ciò ha segnato il suo peggior calo in più di 12 anni. Negli Stati Uniti, la settimana si è conclusa con numeri di lavoro misto. L’economia ha creato 304 mila posti di lavoro, schiacciando la stima di 165 mila.

Questo era il secondo punteggio sopra i 300 mila marchi per un secondo mese consecutivo. Tuttavia, la crescita dei salari è stata una delusione, passando dallo 0,4% allo 0,1%. Ciò è diminuito rispetto alla stima dello 0,3% e ha segnato la lettura più debole dall’aprile 2018. Nonostante gli spumanti salari non agricoli, il dollaro non è stato in grado di ottenere alcun guadagno nei confronti dell’euro, poiché i tori del dollaro si sono concentrati sui bassi livelli di crescita dei salari.

Inoltre, l’entusiasmo per il biglietto verde è stato attenuato dal messaggio accomodante della Fed nel suo primo aggiornamento della politica monetaria del 2019. Il presidente della Fed Powell ha rafforzato il sentimento che la Fed allenterà la politica tariffaria, dicendo che la banca centrale sarebbe “paziente” per quanto riguarda i futuri rialzi dei tassi.

EUR / USD, cosa ci aspetta a Febbraio

La coppia EUR / USD è avanzata per una seconda settimana consecutiva, ma non è stata in grado di effettuare un break rialzista rilevante e finire la settimana sotto 1,1460. La coppia non è riuscita ad estendere i suoi guadagni oltre l’1.1500 nonostante i molteplici tentativi infragiornalieri, poiché i dati europei suggerivano che il rallentamento economico nell’Unione si fosse approfondito all’inizio del 2019.

Un rapporto sui salari non agricoli USA misto, come la lettura principale ha mostrato che l’economia statunitense ha aggiunto 304.000 nuovi posti di lavoro. Ma la crescita mensile delle retribuzioni era appena dello 0,1% e il titolo di novembre ha subito una forte revisione al ribasso a 222K, non soddisfacendo la domanda del dollaro in rialzo. Sebbene la valuta abbia finalmente ottenuto alcuni interessi intraday dopo un solido ISM PMI di gennaio, salito a 56,6 , superando il previsto 54.2.

L’ultimo indice Michigan Consumer Sentiment per lo stesso mese si è attestato a 92,1, anche meglio del previsto.

Il mese sarà leggero in termini di dati macroeconomici, in quanto l’UE rilascerà febbraio Sentix Investor Confidence, previsto a -1,1 rispetto al precedente -1,5 e PPI di gennaio, mentre non ci saranno cifre USA pertinenti. Alcuni titoli nuovi che fanno riferimento ai colloqui commerciali tra Stati Uniti e Cina potrebbero scatenare una reazione del mercato. Alcuni dei dati statunitensi ritardati dallo shutdown del governo inizieranno a essere rilasciati questa settimana, anche se i dati più rilevanti non saranno disponibili in questi giorni.

Da un punto di vista tecnico, il grafico quotidiano offre una posizione neutrale, poiché la coppia è ancora incapace di superare il ritracciamento del 61,8% del declino di gennaio, anche un livello statico a lungo termine a 1,1460.

Nel grafico menzionato, gli indicatori tecnici mancano di forza direzionale attorno alle loro linee mediane, mentre il prezzo si sta sviluppando sopra i 20 e 100 SMA, ma molto al di sotto di un SMA fermamente ribassista, che converge con il massimo di gennaio a 1,1569, rafforzando il livello di resistenza.

A breve termine, e secondo il grafico a 4 ore, la coppia si aggira su un SMA ancora rialzista, mentre gli indicatori tecnici hanno virato verso sud entro livelli positivi, suggerendo che è possibile un movimento correttivo verso il basso. Il ritracciamento del 50% del citato calo arriva a 1,1425, con il potenziale al ribasso che aumenta su una rottura al di sotto di esso.

Broker per fare trading Forex

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionSegnali, CFDRendimenti elevatiISCRIVITI >>
plus500Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI >>
eToro social tradingSocial tradingCopiare dai traderISCRIVITI >>
Markets.comPiattaforma regolataDemo gratuitaISCRIVITI >>
IQ OptionCFD su tanti assetDeposito minimoISCRIVITI >>
Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *