Cambio sterlina-dollaro sui top a oltre tre mesi tocca resistenza in area 1,32


Il cross GBP-USD tenta di consolidare oltre quota 1,30, dopo aver toccato i massimi a tre mesi e mezzo in area 1,32, appena una manciata di sedute fa. Al momento della scrittura la coppia scambia a quota 1,306 (-0,05%), con il dollaro che ha recuperato terreno dopo la lettura migliore delle attese della stima dei nuovi occupati nei settori privati degli Stati Uniti.

Il National Employement Report, curato da ADP (Automatic Data Processing), ha infatti rivelato che a Gennaio sono stati creati 213 mila nuovi impieghi, in calo dalle +263 mila unità della precedente stima di Dicembre (rivista da +271 mila unità della prima lettura), ma tuttavia al di sopra delle +181 mila unità pronosticate dagli analisti. Il dato ADP è soltanto un antipasto del saldo delle buste paga nei settori non agricoli (Non Farm Payrolls) che sarà diffuso Venerdì 1 Febbraio dal Dipartimento per il Commercio statunitense. La suddetta stima, curata dal 2001, dall’azienda statunitense che fornisce servizi di amministrazione e gestione risorse umane in tutto il mondo, Automatic Data Processing ( in collaborazione con Moody’s Analytics) , viene elaborata attraverso i dati delle buste paga di circa mezzo milione di aziende statunitensi e copre circa il 20% dell’occupazione non agricola.

La sterlina tuttavia continua la propria fase rialzista di brevissimo periodo nei confronti del biglietto verde, incurante delle difficoltà del governo britannico dopo la bocciatura del parlamento UK degli accordi sulla BREXIT. La premier Theresa May, dopo aver incassato la fiducia, cercherà di convincere la Commissione Europea a rinegoziare i patti stabiliti in precedenza, con l’intento di rimuovere il cosiddetto “backstop irlandese“. Bruxelles, dal proprio canto, ha già fatto sapere che no accetterà alcuna correzione sul precedente accordo. Gli esperti suppongono che la UE al massimo potrebbe accettare una proroga alla scadenza fissata per il prossimo 29 Marzo, ma condizionata o ad un secondo referendum oppure ad elezioni politiche, nonché un voto parlamentare con cui si accetta di rimanere nell’unione doganale dell’Unione Europea.

Andamento cross GBP-USD sul breve-medio periodo

Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, l’impostazione di brevissimo sulla coppia sterlina-dollaro rimane rialzista, anche se le quotazioni si trovano a poca distanza dal primo supporto rappresentato dalla media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico con time-frame giornaliero, il alto), che passa in area 1,303. Principale sostegno daily che invece transita sulla media mobile a 25 giorni (la linea di colore rosso sul grafico), che si colloca in area 1,2916. L’eventuale di EMA 25, in chiusura daily, potrebbe favorire un ulteriore affondo, sul supporto multiday identificato nella media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico), che passa in area 1,2863.

Inversione ribassista di breve periodo, pertanto, in caso di close giornaliero sotto EMA 50, con probabile obiettivo in area 1,265-1,26. L’eventuale break-out di area 1,32, confermato in chiusura daily o meglio ancora settimanale, invece, potrebbe provocare un ulteriore estensione rialzista con target primario in area 1,34 ed obiettivo secondario in area 1,36-1,365.

Modello di trading sul cambio sterlina-dollaro valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista prende forma in caso di close orario maggiore di quota 1,3088 e fissa i primi due obiettivi in area 1,3138 e 1,3169; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,3056 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni Long in caso di allungo oltre quota 1,3169 in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 1,32 e successivamente a quota 1,325; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,3088 in close orario.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1,325 per approfittare di possibili allunghi in area 1,3282 e 1,333, estesa a quota 1,3415; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1,32 in chiusura oraria. Suggerita l’apertura di posizioni Long sulla debolezza in caso di affondo in area 1,2785 per sfruttare eventuali rimbalzi prima a quota 1,2815 ed in seconda battuta a quota 1,2864, estesi a quota 1,289 stop loss in caso di discesa sotto quota 1,273 in close orario o giornaliero.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con chiusura oraria minore di quota 1,3056 e prevede i primi due target price in area 1,3025 e 1,2975; stop loss in caso di close orario sopra quota 1,3088. Mantenere o aumentare l’esposizione ribassista in caso di close orario sotto quota 1,2975 per cercare di prendere profitto in primo luogo a quota 1,2944 e successivamente a quota 1,289; stop loss in caso di recupero sopra quota 1,3056 in chiusura oraria.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di rottura oraria di quota 1,289 per cercare di ricoprirsi in area 1,2864 e 1,2815, estesa a quota 1,2785; stop loss in caso di ritorno sopra quota 1,2944 in close orario. Consigliata l’apertura di operazioni Short speculative in caso di balzo in area 1,3415 per approfittare di eventuali storni in primo luogo a quota 1,333 e successivamente a quota 1,3282, estesi a quota 1,325; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 1,35 in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *