Cross EUR-USD ben intonato dopo possibile frenata FED sui tassi nel 2019

Nuova accelerazione rialzista oltre area 1,14 per la coppia EUR-USD, con la divisa statunitense che continua ad essere penalizzata dal possibile cambio di strategia della FED sui tassi d’interesse.

Sul finire della scorsa ottava, il numero 1 dell’istituto centrale statunitense, Jerome Powell, ha infatti insinuato che per il 2019 le attese di due manovre al rialzo potrebbero anche non essere confermate, in quanto la FED sarebbe pronta a tutto per evitare una recessione. I toni meno aggressivi di Powell sui tassi, rispetto al passato, inducono anche molti analisti a pensare che nel corso di quest’anno non ci sarà alcun aumento del costo del danaro e persino ad ipotizzare un possibile taglio per il 2020.

Le prime indicazioni macro arrivate da oltreoceano hanno visto l’indice ISM non manifatturiero del mese di Dicembre assestarsi a 57,6 punti, in calo dai 60,7 punti di Novembre. Deluse le attese degli analisti, che invece si aspettavano un minor decremento, a 58,5 punti.

Cambio Euro-Dollaro che ha snobbato il segnale negativo espresso dall’indice Sentix del mese in corso. L’indicatore che misura la fiducia degli investitori nella zona Euro si è infatti portato a -1,5 punti, peggiorando da -0,3 punti di Dicembre. L’indagine condotta tra il 3 ed il 5 Gennaio, interpellando ben 998 investitori, ha inoltre evidenziato il risultato più basso degli ultimi 4 anni, ovvero da Dicembre 2014. Le attese del mercato, tuttavia, erano per una maggior discesa, a -2,8 punti. Giù anche la voce relativa alle aspettative per il futuro, scesa a-19,3 punti dai -18,8 punti della precedente stima; mentre quella sulle condizioni attuali è scesa da 20 a 18 punti.

Dai dettagli è emerso che sul cattivo sentiment degli investimenti nell’Eurozona incombono timori di debolezza dell’economia globale, i disordini scoppiati in Francia con la protesta dei cosiddetti gilet gialli e le paure su una Brexit senza accordo.

Eurostat ha invece reso noto che le vendite al dettaglio nell’area Euro, a Novembre, sono aumentate dello 0,6% su base mensile, confermando il +0,6% di Ottobre, a sua volta corretto al rialzo da +0,3% della sima flash. Battuti i pronostici degli analisti che non si spingevano oltre il +0,2%. Su base annua la crescita è stata pari a+1,1%, oltre il consensus del +0,4%, ma in calo dal +2,3% di Ottobre, rivisto da +1,7% preliminare.

Andamento cross EUR-USD sul breve-medio periodo


Al momento della scrittura la coppia Euro-Dollaro sta facendo registrare un rialzo dello 0,75%, scambiando a quota 1,1478, entrando in contatto con una resistenza dinamica di brevissimo. Nel caso in cui l’ostacolo appena indicato fosse superato in chiusura daily, le quotazioni potrebbero allungare sui top dell’ottava precedente in area 1,155, il cui break-out potrebbe attivare un ulteriore pattern rialzista con target in area 1,165-1,17.

La positività sul brevissimo è inoltre confermata dal ritorno oltre le tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore azzurro, la linea rossa e la linea verde sul grafico giornaliero, in alto). Supporto di brevissimo che invece si colloca sull’area di passaggio delle tre EMA appena indicate, compresa tra 1,1413 (EMA 10) e 1,1394 (EMA 25).

Modello di trading cambio euro-dollaro valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista offre spunti operativi Long nel caso in cui si assista ad un close orario maggiore di quota 1,1478 e pronostica i primi due target price in area 1,1505 e 1,1548; stop loss in caso di discesa sotto quota 1,1434 in chiusura oraria. Mantenere o aumentare l’esposizione Long in caso di break-out orario di quota 1,1548, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 1,1575 e successivamente a quota 1,1619; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1471 in close orario.

Insistere con ulteriori posizioni rialziste nel caso in cui gli acquisti dovessero spingersi oltre quota 1,1619 in chiusura oraria, per cercare di approfittare di ulteriori balzi in area 1,1646 e 1,1691 , estesi a quota 1,1736; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,1548 in close orario. Lecito acquistare sulla debolezza in caso di affondo in area 1,118 in ottica di veloci rimbalzi prima in area 1,1223 e 1,1266, estesi a quota 1,1336; stop loss in caso di ulteriori cali sotto quota 1,112 in chiusura oraria o daily.

Il modello di trading ribassista invece necessita di un close orario minore di quota 1,1434 e pronostica i primi due obiettivi in area 1,1407 e 1,1363; stop loss in caso di recupero di quota 1,1478 in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 1,1363 in chiusura di candela oraria, per cercare di ricoprirsi in un primo momento a quota 1,1336 ed in seconda battuta a quota 1,1293; stop loss in caso di ritorno sopra quota 1,1434 in close orario.

Si consiglia di attivare nuove posizioni corte in caso di flessione sotto quota 1,1293 in close orario per cercare di prendere profitto in area 1,1266 e 1,1223, estesa a quota 1,118; stoppare le operazioni in caso di recupero di quota 1,1363 in close orario o daily. Ed inoltre, consigliati short speculativi in caso di allungo in area 1,1736 per sfruttare eventuali storni in area 1,1691 e 1,1646, estesi a quota 1,1619; stop loss in caso di ulteriori estensioni al rialzo oltre quota 1,18 in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *