Previsione DAX 30 cauta sul 2019 dopo bilancio 2018 in calo del 18,3%.


Il principale listino azionario tedesco, in scia al recupero degli indici di Wall Street, ha mandato in archivio il 2018 facendo registrare un rialzo dell’1,71%, terminando gli scambi della seduta del 28 Dicembre a circa 10.560 punti. La performance a 12 mesi, tuttavia, ha evidenziato un calo del 18,3%, ponendo il DAX 30 tra i peggiori indici delle grandi economie mondiali.

Nella parte finale dell’anno che ci siamo appena lasciati alle spalle, il listino dei 30 titoli più capitalizzati della borsa di Francoforte ha inoltre toccato il valore più basso da Novembre 2016, scendendo, proprio nella penultima sessione del 2018, su un minimo intraday a circa 10.280 punti. Il rosso si allarga a quasi -20% se si considerano i massimi storici a circa 13.600 punti toccati dal DAX 30 a Gennaio 2018.

La vicinanza ai minimi di lungo periodo, in concomitanza con lo spettro di una recessione globale, pertanto, impone agli investitori di muoversi ancora con estrema cautela. Molti analisti, infatti, finché lo scenario macro-politico mondiale rimarrà ancora poco chiaro, consigliano di vendere sui rimbalzi le posizioni accumulate durante il recente calo, sia per quanto riguarda il DAX 30 che i titoli del paniere che sono stati eventualmente acquistati.

Dazi USA-CINA ed USA-UE, BREXIT, e calo del petrolio sono le incognite che hanno azzoppato la borsa tedesca, al pari dei principali mercati finanziari mondiali, nella seconda parte del 2018, e che sicuramente graveranno sull’andamento dell’indice tedesco e delle borse in generale, almeno fino al primo semestre del nuovo anno.

Le ultime letture macro del vecchio anno arrivate dalla Germania ci hanno rivelato che l’inflazione nel mese di Dicembre, in via preliminare, si è assestata all’1,7% su base annua, frenando rispetto al +2,3% del mese precedente. Le attese degli analisti, invece, erano per un minor rallentamento, a +1,9%.

Secondo il consueto rapporto elaborato da GFK, l’indicatore che misura la fiducia dei consumatori per il mese di Gennaio 2019 si è confermato stabile a 10,4 punti, sui livelli della precedente stima relativa a Dicembre. Una lettura lievemente migliore dei 10,3 punti pronosticati dagli analisti.

Andamento indice Dax 30 sul breve-medio periodo


Come anticipato tra le righe del precedente paragrafo, l’indice DAX 30, dopo essere crollato sui minimi a due anni, sta cercando di imbastire un rimbalzo tecnico degno di nota, considerato che nel solo mese di Dicembre sono stati persi mille punti di indice. Le quotazioni sembrano dirette verso la prima resistenza di brevissimo che si colloca in area 10.685 punti, livello su cui transita la media mobile a 10 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico con time-frame giornaliero, in alto).

Superato l’ostacolo appena citato, il listino delle Blue Chips tedesche potrebbe spingersi fino alla prima resistenza multiday, che si colloca sulla media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico), che passa in area 10.915 punti, circa.vSoltanto l’eventuale break-out di EMA 50 (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico) in chiusura daily o meglio ancora settimanale potrebbe provocare un’inversione rialzista di breve-medio periodo.

Massima allerta, invece, in caso di possibile discesa sul fondamentale supporto in area 10.250-10.150 punti, la cui perdita potrebbe attivare target ribassisti in area 9.800-9.700 punti.

Modello di trading sull’indice Dax 30 valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista suggerisce spunti operativi Long in caso di chiusura oraria maggiore di 10.565 punti e fissa i primi due target price in area 10.605 e 10.669 punti; stop loss in caso di discesa sotto 10.523 punti in close orario. Lecito aprire nuove operazioni Long in caso di break-out orario o daily di 10.669 punti, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 10.709 punti e successivamente a 10.743 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 10.558 punti in close orario o giornaliero.

Lecito attivare nuove posizioni rialziste in caso di allungo oltre 10.743 punti in chiusura oraria, per approfittare di possibili allunghi in area 10.810 e 10.851 punti, estesa a 10.918 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 10.635 punti in close orario. Suggeriti acquisti speculativi in caso di affondo in area 10.226 punti, in ottica di rimbalzo in primo luogo a 10.290 punti ed in seconda battuta a 10.353 punti, esteso a 10.458; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 10.123 punti in close orario o giornaliero.

Il pattern di trading ribassista, invece, si attiva in caso di discesa sotto 10.523 punti in close orario e suggerisce di prendere profitto sui primi due obiettivi pronosticati in area 10.496 e 10.458 punti; stop loss in caso di recupero di 10.565 punti in close orario. Mantenere o aumentare le posizioni corte in caso di discesa sotto 10.458 punti per tentare di ricoprirsi in primo luogo a 10.418 punti ed in un secondo momento a 10.378 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 10.558 punti in close orario.

Ed ancora, Short in caso di flessione sotto 10.378 punti in close orario o daily, per cercare di sfruttare la pressione ribassista fino ad area 10.353 e 10.290 punti, estesa a 10.226 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 10.496 punti in close orario. Short speculativi in caso di allungo a 10.918 punti, per tentare di trarre profitto su eventuali storni prima a 10.810 punti e successivamente a 10.743 punti, estesi a 10.709; stop loss in caso di ulteriori estensioni al rialzo oltre 11.030 punti in close orario o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *