Cambio sterlina-dollaro in risalita dopo deludente lettura fiducia consumatori USA di Dicembre


Dopo due sedute consecutive in calo, la coppia GBP-USD sembra aver trovato in area 1,26 un buon supporto da cui rimbalzare. Il rapporto di cambio tra la Sterlina ed il Dollaro sotto l’aspetto tecnico aveva sofferto la mancata rottura della resistenza di brevissimo posta in area 1,275.

Il biglietto verde è andato nuovamente sotto pressione dopo i rumors diffusi dall’agenzia di stampa Reuters, secondo cui l’amministrazione Trump starebbe valutando una nuova mossa per contrastare l’importazione di prodotti marchiati Huawei e Zte. Il provvedimento potrebbe scattare a partire dal nuovo anno “per motivi di emergenza nazionale“. Una tale decisione se confermata farebbe sicuramente scattare una dura reazione cinese, e la tregua di 90 giorni sui dazi, siglata nel corso dell’ultimo G20, tenutosi in Argentina, potrebbe essere vanificata.

Sotto l’aspetto macro ha invece pesato la pessima lettura della fiducia dei consumatori statunitensi, che secondo le stime diffuse dal Conference Board, a Dicembre, è scivolata a 128,1 punti dai 136,4 punti della rilevazione di Novembre, a sua vota rivista dai 135,7 punti della stima flash. Le attese degli analisti, invece, erano per un valore pari a 133,7 punti. La rivelazione sulla fiducia dei consumatori nell’ultimo mese dell’anno è scesa sui livelli più bassi dal mese di Luglio. Da ulteriori dettagli è inoltre emerso che la componente relativa alla situazione attuale è diminuita a 171,6 punti da 172,7 punti, mentre l’indicatore sulle attese è scivolato a 99,1 punti da 112,1 punti. L’indicatore che misura la difficoltà nel trovare un’occupazione ha invece subito una flessione a 11,6 punti da 12,6 punti.

Il Dipartimento per il Lavoro ha reso noto che nella settimana terminata il 22 Dicembre, il numero delle richieste di sussidio di disoccupazione è sceso a 216 mila unità, in flessione di mille unità rispetto al precedente saldo settimanale, pari a 217 mila unità (corretto da 214 mila unità della prima comunicazione). Lievemente battute le aspettative degli analisti, che invece avevano indicato una stima stabile sui valori della prima stima dell’ottava precedente, a 217 mila unità.

Andamento cross GBP-USD sul breve-medio periodo

La coppia Sterlina-Dollaro da una manciata di sedute si trova compressa in uno stretto trading range tra quota 1,275 e 1,26. La fuoriuscita da un lato piuttosto che dall’altro della congestione detterà l’andamento del cross GBP-USD sul brevissimo.

Dal grafico con time-frame giornaliero, in alto, si nota inoltre anche la compressione delle tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore azzurro, la linea rossa e la linea verde sul grafico), che si collocano tra quota 1,265 (EMA 10) e quota 1,2687 (EMA 25); in mezzo, a quota 1,2682 transita invece l’EMA a 50 gg.

L’uscita dalla parte alta della congestione potrebbe attivare un modello di trading rialzista con primo target price in area 1,285 e secondo obiettivo in area 1,30-1,305. L’uscita dalla parte bassa della congestione potrebbe invece arrivare un modello ribassista con target in area 1,25, con eventuali estensioni più profonde, verso area 1,24-1,235, andando a creare nuovi minimi di periodo.

Modello di trading cambio sterlina-dollaro valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista prende forma in caso di close orario maggiore di quota 1,2657 e fissa i primi due obiettivi in area 1,2686 e 1,2735; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,2608 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni Long in caso di allungo oltre quota 1,2735 in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 1,2765 e successivamente a quota 1,2814; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1,2657 in close orario.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1,2814 per approfittare di possibili allunghi in area 1,2844 e 1,2893 estesa a quota 1,2973; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1,2765 in chiusura oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 1,235 per sfruttare eventuali rimbalzi prima a quota 1,2423 ed in seconda battuta a quota 1,2452, estesi a quota 1,25 stop loss in caso di discesa sotto quota 1,229 in close orario o giornaliero.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con chiusura oraria minore di quota 1,2608 e prevede i primi due target price in area 1,2578 e 1,253; stop loss in caso di close orario sopra quota 1,2657. Mantenere o aumentare l’esposizione ribassista in caso di close orario sotto quota 1,253 per cercare di prendere profitto in primo luogo a quota 1,25 e successivamente a quota 1,2452; stop loss in caso di recupero sopra quota 1,2608 in chiusura oraria.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di rottura oraria di quota 1,2452 per cercare di ricoprirsi in area 1,2423 e 1,237, estesa a quota 1,235; stop loss in caso di ritorno sopra quota 1,253 in close orario. Short speculativi in caso di balzo in area 1,2973 per approfittare di eventuali storni in primo luogo a quota 1,2893 e successivamente a quota 1,2844, estesi a quota 1,2814; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 1,3025 in chiusura di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *