Indice Dow Jones stabile sopra i 25.000 punti in attesa del voto USA di midterm


Inizio di ottava con i futures sull’indice Dow Jones lievemente positivi, mentre la settimana appena conclusa ha invece visto l’indice dei 30 titoli a maggiore capitalizzazione della borsa newyorkese guadagnare il 2,35%, chiudendo gli scambi a 25.270 punti.

Il mercato ha accolto positivamente le evoluzioni dei rapporti commerciali tra Stati Uniti e Cina, dopo che il Presidente Trump, via Twitter, ha definito la conversazione telefonica avuta con il Presidente cinese Xi Jinping “molto buona“. Secondo gli esperti di politica internazionale, il numero uno della Casa Bianca avrebbe dato mandato alla propria amministrazione di iniziare a preparare la bozza per un eventuale accordo. L’obiettivo di Trump è quello di raggiungere un’intesa con Pechino in occasione del prossimo incontro che si terrà tra i presidenti delle due superpotenze economiche in occasione del G20 che si terrà in Argentina a fine mese.

Anche il capo del governo cinese, intervenendo all’apertura della fiera internazionale di Shanghai , oltre a riconoscere l’importanza della globalizzazione ha auspicato rapporti con gli USA basati sulla reciprocità e non sull’esclusione. Tra le performance dei titoli che compongono il paniere del Dow Jones, è spiccato il forte calo di Apple, in discesa del 6,63%, nonostante l’azienda di Cupertino abbia battuto le attese sui risultati del terzo trimestre. Il crollo, invece, è stato causato dal debole outlook sui ricavi dell’ultimo trimestre dell’anno.

L’attenzione degli investitori rimane rivolta verso le elezioni di Midterm statunitensi che si terranno Martedì 6 Novembre. I democratici sono in cerca di una rivincita, dopo la scottante sconfitta che portò all’elezione a Presidente di Donald Trump. Il voto servirà si per rinnovare i 435 seggi della Camera dei deputati, un terzo dei 100 seggi al Senato e 39 governatori in 36 Stati e tre Territori (Guam, Virgin Island e Northern Mariana Island).

Andamento indice Dow Jones sul breve-medio periodo

Il forte rimbalzo dell’indice Dow Jones, com’è facilmente visibile sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, si è arrestato a contatto con la forte resistenza di breve-medio periodo rappresentata dalla media mobile a 50 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico).

La chiusura dello scorso Venerdì 2 Novembre, invece, si è verificata nelle vicinanze del primo supporto daily, che si colloca sulla media mobile a 10 giorni (la linea prima linea dal basso verso l’alto sul grafico), che passa in area 25.130 punti. Pertanto, un close daily sotto l’EMA a 10 giorni potrebbe dar luogo ad un veloce ritorno sotto quota 25.000 punti ed a quel punto favorire la chiusura dal gap rialzista rimasto aperto a circa 24.875 punti, che corrisponde alla chiusura della seduta dello scorso 30 Ottobre.

In mezzo, la media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico) che funge da ago della bilancia. Lo scenario di breve-medio periodo, quindi, potrebbe mutare al rialzo soltanto in caso di break-out di EMA 50, che al momento transita in area 25.585 punti, per puntare ad ulteriori allunghi in area 26.000-26.200 punti

Pattern di trading indice Dow Jones valido da 1 a 5 giorno

Il pattern di trading rialzista prende forma nel caso in cui si assista ad una chiusura oraria maggiore di 25.298 punti e pronostica i primi due target price in area 25.394 e 25.456 punti; stop loss in caso di discesa sotto 25.141 punti in close orario. Mantenere o incrementare le operazioni al rialzo in caso di allungo oltre 25.456 punti in chiusura oraria o giornaliera, per sfruttare eventuali estensioni al rialzo prima a 25.553 punti e successivamente a 25.670 punti; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto 25.270 punti in chiusura di oraria o di giornata.

Insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di 25.670 punti, per cercare di prendere profitto in area 25.770 e 25.880 punti, estesa a 26.041 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 25.456 punti in chiusura di candela oraria. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 24.470 punti, per sfruttare eventuali rimbalzi in primo luogo a 24.564 e 24.660 punti, estesi a 24.774 punti; stop loss in caso di ulteriori avvitamenti sotto la soglia dei 24.320 punti in chiusura daily.

Il pattern di trading ribassista, invece, si attiva in caso di discesa sotto 25.141 punti in close orario e fissa i primi due obiettivi in area 25.085 e 24.990 punti; stop loss in caso di chiusura oraria oltre 25.298 punti. Mantenere o incrementare le operazioni Short in caso di discesa sotto 24.990 punti in chiusura di candela oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in prima battuta a 24.870 punti ed in un secondo momento a 24.774 punti; stoppare le operazioni in caso di recupero di quota 25.141 punti in chiusura oraria o daily.

Lecito attivare nuove posizioni corte in caso di close orario minore di 24.774 punti, per sfruttare eventuali flessioni in area 24.660 e 24.564 punti, estesi a 24.470 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 24.990 punti in chiusura oraria. Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 26.041 punti, in ottica di veloci pull-back di prezzo prima a 25.880 e 25.770 punti, estesi a 25.670 punti; stop loss in caso di allungo oltre 26.302 punti in chiusura di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *