Petrolio: OPEC, via libera proroga tagli alla produzione

L’Opec ha prorogato per altri nove mesi i tagli alla produzione di petrolio per continuare a sostenerne i prezzi. È quanto emerso dai paesi produttori ed esterni al cartello, tra cui la Russia, nel corso del meeting di Vienna. Le quotazioni del greggio in rialzo sui mercati.

Opec proroga tagli a Dicembre 2018

È stata raggiunta una intesa di fondo, fino al mese di dicembre 2018, per la riduzione di 1,8 milioni di barili di greggio al giorno. L’originario accordo ricordiamo era previsto fino al marzo del prossimo anno.

I delegati dei paesi produttori hanno sottolineato che l’impegno preso sarà rivisto nel corso della riunione dell’Opec in programma nel giugno del 2018. Nel frattempo giungono ulteriori indiscrezioni dal meeting di Vienna.

Secondo una parte degli analisti, la proroga dei tagli alla produzione da rivalutare nel corso della prossima estate, è un chiaro favore alla Russia e agli altri Paesi esterni al cartello affinché continuino a sostenere l’accordo.

Petrolio quotazioni e previsioni

Al meeting di Vienna sono presenti in tutto 24 Paesi produttori, tra cui la Russia, esterna al cartello ma interessata a sostenere il prezzo del petrolio e per questo favorevole a ridurre la sua produzione.

I tagli introdotti dall’Opec nel corso del 2017 hanno permesso di far scendere lo stock di riserve di greggio su scala globale ma ancora risultano superiori alla media dell’ultimo quinquennio.

Nel frattempo gli esperti mettono in guardia proprio il paese di Vladimir Putin, in quanto agli attuali prezzi del barile (intorno ai 60 dollari), gli Usa potrebbero beneficiare della situazione per aumentare la produzione di shale-oil e ampliare così le quote di mercato a vantaggio dei russi.

Fra le altre novità emerse nel corso del meeting di Vienna, la partecipazione anche di Libia e Nigeria all’intesa, in precedenza escluse per motivi socio-economici. I due Paesi hanno deciso di aderire all’accordo OPEC senza però fissare quote specifiche ma impegnandosi a non produrre più dell’anno in corso.

Ha parlato anche il ministro dell’energia russo, Alexander Novak, sottolineando che l’accordo di base è stato raggiunto e tutti i dettagli al riguardo saranno comunicati ufficialmente nel corso delle prossime ore.

Al momento i prezzi del petrolio sui mercati internazionali registrano un lieve aumento, con il Brent in crescita dello 0,57 per cento a quota 62.99 dollari al barile e il Wti in progresso dello 0.44 per cento a 57.65 dollari.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *